(navigation image)
Home American Libraries | Canadian Libraries | Universal Library | Community Texts | Project Gutenberg | Children's Library | Biodiversity Heritage Library | Additional Collections
Search: Advanced Search
Anonymous User (login or join us)
Upload
See other formats

Full text of "Win Magazine 123"

VERSIONE BASE VERSIONE PLUS VERSIONE DVD VERSIONE DVD PLUS VERSIONE GOLD 

H*Rivista+CD □ Rivista+DVD D Rivista+DVD DL D Rivista+DVD DL+Gadget □ Rivista+2DVD 

€2,99 €4,99 €5,99 €7,99 €9,99 

■ Rivista + 1 DVD di Win Magazine N. 29 a € 799 in più ■ Rivista + Il Cinema di Win Magazine N. 8 a € 11,90 in più ■ Rivista + 1 
Tecnoplus di Win Magazine N. 14 a € 16,90 in più ■ Rivista + i GADGET di Win Magazine N. 3 a € 16,99 in più ■ Rivista + Bikini 
Destination Collection N.1 a € 9,99 in più ■ Rivista + Travel Games N.1 a € 9,99 in più 



I Masterizzazione 



:fii;fiw:< 



FEBBRAIO 2009 

Anno XII, n.ro2(123) 
Periodicità mensile 



ffl nauA Magazine *"«£&* 



FATTO IN CASA 

Masterizza in formato, ^.TS 
CD+G e sforni f m 

le tue compilation 
personalizzate ^ 

■ Antivirus&Sicurezza 

PC CON ANTIFURTO 

Telefonino o chiavetta USB come 

lucchetto per il notebook. 

E in caso di furto, lo rintracci dall'IP 



/ 



FAI IL PIENO di 
FILM & MUSICA 

Solo noi ti diciamo come: 

REGISTRARLI dalla TV digitale 
dal Web e dal satellite, anche in HD 

CONVERTIRLI nei formati compatibili con: 
PSP iPhone, TV, Windows Mobile... 

CONDIVIDERLI in rete per riprodurli 
ovunque, su qualsiasi dispositivo 




GUIDA ALL'ACQUISTO 

L'hardware e i servizi Web 
per vedere la TV, senza TV 

SUL CD-ROM 

TUTTI GLI SIWIMENTIJ 



gin 



EDIZIONI 

MASTER 



SPECIALE 



TECNICHE DA SMANETTONI 

• Video su eMule: prima li vedi e poi li scarichi 

• Così i pirati guardano gratis le partite di calcio sul Web 



I RIFLETTORI SU. 



ài 




I PER SAPERNE DI PIÙ 



BRUCIARE' 
PER PASSIONE 

Nuovi masterizzatori fanno breccia 
nel cuore del PC. Scegli il tuo modello 
tra interni, esterni, slim e Blu-ray 



DA RIGIDO A SOLIDO: 
IL DISCO CAMBIA 

Alla scoperta della tecnologia che 
manderà in pensione gli hard disk. 
Si chiama SSD, il ''Disco a stato solido" 



OVERCLOCK DEL PDA 

Spremi al massimo il processore 
del tuo palmare e non vedrai 
più applicazioni "girare a scatti". 
Provare per credere! 



TUTORIAL TOP SECRET! 

DETTAGLI 
IN GIGAPIXEL 

Dai laboratori Microsoft, 
il software per creare panorami 
in HD, navigabili dal browser. 
Ti sveliamo come usarlo 



I Audio &Video 

HD PER TUTTI 

Scopri come editare i video in alta 
definizione e trasferirli su DVD, 
a costo zero 

■ Sistema 

WINDOWS 7 
IN VISTA 

Aggiungi subito al tuo sistema 
operativo la grafica del futuro 
OS Microsoft. Perché aspettare? 

■ Linux 

UNUX E WIRELESS, 
PACE FATTA 

Fai riconoscere al Pinguino la scheda 
Wi-Fi, anche con i driver Windows 



GURU DI GMAIL 

Top Ten dei trucchi per la casella 

di pOSta da 7 GB. Corri a pagina 86! 



M PARLIAMO DI 

L'OPEN SOURCE 
APPRODA AL MOBILE 

Android e Openmoko daranno filo 
da torcere a Symbian e Windows 
Mobile? Scoprilo con noi 



Sommano 



Anno XII - n.ro 2 (123) - Febbraio 2009 



Cod. ISSN: 1128-5923 



DIRETTORE EDITORIALE: Massimo Sesti 
DIRETTORE RESPONSABILE: Massirr 

RESPONSABILE EDITORIALE: Gianm, 

VICE PUBLISHER: Paolo Soldan 

EDITOR: Cam 

COORDINAMENTO REDAZIONALE: Luca Filizzola 

REDAZIONE: Paolo Tarsitano, Giancarlo Giovinazzo, 

Rocco Sicoli, Alfredo D'Acunzo 

COLLABORATORI: A. Di Nicola, A. Longo, A. De Palo, A. Bonfilio, C.Bruno, 



SEGRETERIA DI REDAZIONE: Rossana Scarc 
LABORATORIO TECNICO: Fiore Perrone (coordinamento) 

REALIZZAZIONE GRAFICA: CROMATIKA s.r.l. 

ART DIRECTOR: Paolo Cristiano 

RESPONSABILE GRAFICO DI PROGETTO: Salvatore Vuono 

RESPONSABILE AREA TECNICA: Giancarlo Sicilia 

ILLUSTRAZIONI: M. Veltri, T. Intieri 

IMPAGINAZIONE: Luigi Ferrara, Axel O'Dell, Teresa Diacono, Francesco Marino 

REALIZZAZIONE MULTIMEDIALE: SET s.r.l. 
GRAFICA E REALIZZAZIONE: Carlos Rega 

PUBBLICITÀ: 

MASTER ADVERTISING s.r.l. 



e-mail: advertising@edmaster.it 

Tel. 02 83121211 - Fax 02 83121207 

DIRETTORE GENERALE: Ciro Calvanese 

SALES DIRECTOR ITC & ENTERTAINMENT MAGAZINES: Max Scortegagn 

EDITORE: Edizioni Master S.p.A. 



Sede di Rende: C.da Lecco, 64 - 87036 Rende (CS) 

PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO: Massimo c "* : 

DIRETTORE GENERALE: Massimo Rizzo 

ABBONAMENTO E ARRETRATI 
ITALIA - Abbonamento Annuale: Base (12 numeri + CD- Rom) 
€ 29,50, sconto 15% sul prezzo di copertina € 34,80 - Plus (12 numeri + DVD- 
n -im) € 44,40, sconto 25% sul prezzo di copertina € 58,80 ^DVD (12 numeri + 
• Rom DL) € 59,90, sconto 15% sul prezzo 
+ DVD- Rom + film in DVD) € 7780, scc 
" oal31/03/20C 
sul sito http://abbon 



ì. 02 89459610 oppure via po- 
v ~ " :, no,dopoai £ 



sS 



) riportato sul retro della 
■wdrio intestato a EDIZIONI MASTER S.pA c/o BCC »*~ l 
IBAN: 178500706280881000000012000 (inviare copia della dis 
chiesta). 

SI PREGA DI UTILIZZARE IL MODULO RICHIESTA ABBONAMENTO POSTO NELLE PA- 
GINE INTERNE DELLA RIVISTA. 

L'abbonamento verrà attivato sul primo numero utile, successivo alla data 
della richiesta. 



Dne da parte dell'utente, è prevista I 



vendita autorizzati, facendo fede il timbro postale di restituzione e 

re il supporto difettoso in busta chiusa a: 
Edizioni Master - Servizio clienti Via Ariberto, 24 - 20123 Milano 
ASSISTENZA TECNICA (e- mail): winmag@edmaster.it 



& Tel. 02 89459600 - Fax 02 89459610 

@ e-mail: servizioabbonati@edmaster.it 



STAMPA: STIGE S.pA, via Pescarito, 110, San Mauro Tor 



IL PIENO di - 

| ^M ^tr VI Le novità hardware e software 

Q IUII %l| Km Mailbox 

^J( 1 | H^hiW 4^1 ^■R^L^^ft Le risposte quesiti 

Solo noi ti diciamo come: Una rìsposta a tutto 32 

roiv iiwi u ummiiv unire. Una se , ezione dei prob | emi 

REGISTRARLI Cfalld TV digitale più comuni risolti dai nostri 

dal Web e dal satellite, anche in HD es P erti 

CONVERTIRLI nei formati compatibili con: ■ prodotti dei mese 40 

PSR iPhone, TV, Windows Mobile.» ' d l spostlvl hardware e 

software testati e recensiti per 

CONDIVIDERLI in rete per «produrli facilitarti nell'acquisto 

^ovunque, su qualsiasi dispositivo Win CD/DV D-Rom 53 

Quali sono e come utilizzare 

fiumi ai l 'fimi iicTA ' contenuti delle varie versioni 

GUIDA ALL ACQUISTO di Win Magazine 

L'hardware e i servizi Web 

per vedere la TV, senza TV winExtra 66 

Il nostro spazio esclusivo 

— -^~ù pieno zeppo di contenuti 

SUL CD-ROM I inediti 

liuTnGUjnjanniJ 

TECNICHE DA SMANETTONI 

• Video su eMule: prima li vedi e poi li scarichi 

• Così i pirati guardano gratis le partite di calcio sul Web 




In questo numero... 



KARAOKE FATTO 
IN CASA 



Masterizza in formato CD+G 

e sforni le tue compilation 

personalizzate 

pag. 100 



Certificato UNI EN ISO 14001 
N.9191.EMAS 



Certificatoli. 6364 1 
; del 04.12.2008 



DA RIGIDO A SOLIDO: 
IL DISCO CAMBIA 



Alla scoperta della tecnologia 

che manderà in pensione gli 

hard disk. Si chiama SSD, 

il "Disco a stato solido" 

pag. 112 



"BRUCIARE" 
PER PASSIONE 



Nuovi masterizzatori fanno 

breccia nel cuore del PC. 

Scegli il tuo modello tra 

interni, esterni, slim e Blu-ray 

pag. 104 




PC CON 
ANTIFURTO 



Telefonino o chiavetta USB 
come lucchetto per il 
notebook. E in caso di furto, 
lo rintracci dall'IP 

pag. 134 



OVERCLOCKDELPDA 



Spremi al massimo il processore 
del tuo palmare e non vedrai 
più applicazioni "girare a scatti". 
Provare per credere! 

pag. 154 



WINDOWS 7 IN VISTA 



Aggiungi subito al tuo sistema 
operativo la grafica del futuro 
OS Microsoft. Perché aspettare? 

pag. 140 



Fai il pieno di Film & Musica 72 

Come registrare da SAX DTT e Web e riprodurre 
i contenuti multimediali su PC, TV cellulari e console 

Guru di GMail 86 

Top ten dei trucchi per la casella di posta da 7 GB 

La televisione del futuro 90 

Sul Web è possibile guardare i canali in streaming 
e creare un proprio palinsesto TV 

Cosa contiene quel file video? 91 

Visualizza in anteprima il contenuto dei filmati 
che scarichi con eMule. Eviterai così brutte sorprese! 

fi ■ I^^^^^^B 
HD per tutti con 1x264 92 

Scopri come editare i video in alta definizione 
e trasferirli su supporti DVD, a costo zero 

Diamo l'addio alle bande nere! 95 

YouTube ha da poco cambiato la risoluzione usata dai 
video. Ecco come evitare le sgradevoli fasce laterali! 

Tutti assieme in "armonia" 96 

Con un solo dispositivo controlli le apparecchiature 
elettroniche di casa e dici addio ai troppi telecomandi! 

Sapevi che 99 

• Utilizza UpRez di Boris Effect per dare ai video 
un look degno dei film in HD 

• Estraiamo l'audio dai filmati con Media Coder 

Karaoke fatto in casa 100 

Ecco come masterizzare in formato CD+G 

e sfornare le proprie compilation personalizzate 

"Bruciare" per passione 104 

Nuovi masterizzatori fanno breccia nel cuore del PC. 
Scegli tra i modelli interni, esterni, slim e Blu-ray 

Sapevi che 107 

• Mettiamo al riparo da occhi indiscreti i dati 
più importanti grazie ai Secured Data Disc 

• Con Nero BackltUp realizza perfette copie di backup 



Al quad-core non si comanda 108 

Core, memoria cache, istruzioni a 64 bit... 
Ecco cosa rende i nuovi processori così veloci 

Quella cartella sembra un disco Ili 

Trasforma una directory in una comoda unità virtuale 
e accedervi da Windows in modo semplice e rapido 

Da rigido a solido: il disco cambia ... 112 

Scopriamo la tecnologia che manderà in pensione 
gli hard disk. Si chiama SSD, il "Disco a stato solido" 

Nati sul MAC, cresciuti nel PC 114 

Concepito come "contenitore" video su MAC, il formato 
MOV si è preso anche la fiducia del consorzio MPEG 

Sapevi che 115 

Con Vista è possibile cambiare la schermata del boot 
screen per l'accesso al sistema e fare in modo 
che l'orologio indichi l'ora esatta di tre diverse capitali 



Dettagli in Gigapixel 116 

Dai laboratori Microsoft, il software per creare 
panorami ad alta risoluzione, navigabili dal browser 

A Carnevale ogni lllustrator vale 120 

Trasforma il simpatico asinelio del P2f? simbolo 
di eMule, in una originale maschera carnevalesca 

Sapevi che 121 

• Realizziamo una decorazione con effetto 
tridimensionale usando gli effetti di Photoshop 

• Con The Gimp creiamo cerchi e quadrati tramite 
le selezioni e gli strumenti per la loro distorsione 



Linux e Wi-Fi, è pace fatta 122 

Come far funzionare la scheda di rete wireless 
sul Pinguino... usando anche i driver Windows! 



Donne e motori, gioie e dolori? 126 

Diventa un campione nelle corse clandestine 

Senza fiato... in fondo al mare 128 

Saliamo a bordo del Nautilus e immergiamoci 

a 20.000 leghe di profondità per salvare oceani e Terra 



Stringi la cinghia, anche sul Web 130 

Gestisci il bilancio familiare e previeni le spese extra 

Sapevi che 133 

• Modifica tutte le parti simili di un documento Word 

• Crea stili personalizzati per le celle di Excel 



Un antifurto al computer 134 

Telefonino o chiavetta USB come lucchetto 
per il notebook. In caso di furto lo rintracci dall'IP 

A volte ritornano 138 

Sui canali P2P ricompare Bagle, il trojan che disattiva 
gli antivirus e prende il controllo del PC 

Windows 7 in Vista 140 

Aggiungi subito al tuo sistema operativo la grafica 
del futuro OS Microsoft. Perché aspettare? 

Metti il turbo a Windows 144 

Migliora le prestazioni del sistema ottimizzando l'uso 
dell'hard disk ed eliminando i file Inutili" 

San Valentino originale sul PC 146 

Ecco come creare uno screensaver per la festa degli 
innamorati utilizzando le nostre foto più romantiche 

Mettiamo a dieta i nostri file 151 

A confronto i migliori software per comprimere file 
e cartelle. Il vincitore cripta gli archivi compressi 



Overclock del palmare 154 

Spremi al massimo la CPU del tuo PDA e non vedrai 
più applicazioni "a scatti". Provare per credere! 

L'uomo gatto? No, l'iPhone! 157 

Ascolta una canzone e indovina il titolo e l'autore 



Editoriale 

LA TV CHE VERRÀ! 

La diffusione capillare di Internet e la crescente 
ampiezza di banda hanno fatto sì che il concetto di 
televisione, e quindi di intrattenimento domestico, 
si stia rapidamente evolvendo. Sono sempre più 
numerose le emittenti radiofoniche e televisive che, 
oltre a trasmettere via etere, hanno deciso di adot- 
tare la Rete come mezzo per raggiungere gli utenti 
ovunque essi si trovino, con tutta la qualità e i van- 
taggi che le moderne tecnologie digitali mettono a 
disposizione. Se vogliamo seguire una partita di 
calcio, un film o una qualsiasi altra trasmissione, 
possiamo evitare anche di accendere il televisore 
del salotto o della cucina, impugnando il teleco- 
mando per sintonizzarci sull'evento; con la diffusio- 
ne dei dispositivi mobile senza fili, come netbook, 
palmari e console portatili, le nostre trasmissioni 
preferite le possiamo visualizzare ovunque ci tro- 
viamo, anche in viaggio. Questo è il bello della Net 
TV, questo il nuovo scenario di televisione al quale 
tendere. E i vantaggi sono numerosi. Primo fra tutti 
la possibilità di scegliere i contenuti di intratteni- 
mento, da un ventaglio ampio e diversificato, e il 
formato di registrazione dei file audio/video, in mo- 
do da poterli archiviare in cartelle condivise sul di- 
sco: una soluzione comodissima per fare Play da 
qualsiasi dispositivo connesso alla rete LAN di casa. 
Le modalità di utilizzo sono davvero tante: non 
perdere la guida di pagina 72 per scoprire come 
guardare la TV... anche senza TV! 

Carmelo Ramundo 



Indovinelli Lateral Thinking 



Mentre stai guardando laTV senti un forte 
rumore nella stanza accanto.Accorri e ve- 
di Massimiliano per terra, agonizzante, e 
Ugo che scappa dalla finestra. Nonostante 
tu sappia con assoluta certezza che Ugo è 
responsabile della morte di Massimiliano, 
non chiami la polizia. Per quale motivo? 

SOLUZIONE DEL NUMERO 120 

La ragazza estrae un sasso e lo fa cadere "distratta- 
mente" nella ghiaia. Poi dice:"Poco male, per vedere 
di che colore era quello caduto basta guardare quelli 
rimasti dentro il sacchetto". Ovviamente rimangono 
solo sassi neri, e quindi viene dato per scontato da 
tutti che quello caduto fosse bianco. 



L'open source diventa mobile 158 

Android e Openmoko daranno filo da torcere a 
Symbian e Windows Mobile? Ecco tutte le novità 

Il cestino su Windows Mobile 161 

Dai un'altra possibilità ai file che cancelli dal tuo PDA 
spostandoli in una speciale "cartella spazzatura" 

Usa il PDA come livella 162 

A bolla o laser? Macché! La giusta pendenza di 
mensole e quadri la trovi col telefonino. Magia 
dell'accelerometro! 



I prezzi di tutti i prodotti riportati all'interno della rivista potrebbero subire variazioni e sono da intendersi IVA inclusa 



Win Magazine Febbraio 2009 



Questo mese «vii i ti offre... 



■ il'»AI*NI.IJ,k 




AZIONE 

TRANSPORTEREXTREME 

Il migliore è tornato in gioco! 

Inseguimenti estremi e scene elettrizzanti 
nell'ultimo film prodotto da Lue Besson 
e interpretato da |ason Statham 



IN EDICOLA 

a soli € 11,90 con Essasi 



win 



SERIE TV 

SUPERCARV0L2 

Il secondo volume della serie televisiva 
più popolare degli anni "80 

IN EDICOLA con I DVD di Win Magazine N. 29 

asoli €7,99 




IL QUINTO VOLUME DELLE SERIE TELEVISIVE 
PIÙ POPOLARI DEGLI ANNI 80 




IN EDICOLA con la versione Gold 
(euro 9,99) di Win Magazine: 

IHIMJHilU.-ldl.HJIk ^^^ 




F0LUF0NIE 

Tantissime suonerie per rendere unico 

il tuo telefonino ... 

Win 
IN EDICOLA a €4,90 con junior' 



14 CELEBRI GIOCHI 

per intrattenere 

e divertire grandi 

e piccini. 

Fai la tua scelta! 

IN EDICOLA a soli € 9,99 cad. 
I Win Magazine Febbraio 2009 





GADGET TECNOLOGICI 



IL MICROFONO E IL CD-ROM 
CON I MIGLIORI SOFTWARE 
PER USARLO AL MEGUO 




IN EDICOLA a €16.90 
con i Tecnoplus di uat 



Magazine 



TELEFONO USB VOIP 

Parla gratis con tutti 

gli utenti Skype 

dal tuo computer! 

IN EDICOLA a €16,99 
coni Gadget di \lO0|p^ 

Magazine 




Hi-tech del cuore 



Piccoli acquisti 




I gadget tecnologici più sfiziosi e divertenti per un 
regalo di San Valentino indimenticabile e, perché no, 
anche utile. Ecco le idee più simpatiche selezionate 
per te 

Hi-tech del cuore da 11 a 129 euro 



PHILIPS CHIAVETTA USB 
GIOIELLO ► 

Un regalo esclusivo per una persona uni- 
ca: caratterizzato da cordino in seta e 
pendente a forma di luccicante cuore 
in cristallo Swarovski, può essere in- 
dossato ma anche usato come 
pendrive da 1 GB per archiviare 
le foto, la musica e i video dei 
momenti più belli trascorsi as- 
sieme! 
PHILIPS 
www.philips.it 





4 USB WARMING MOUSE PAD 

Un gadget simpatico e colorato per 
dare colore alla scrivania. Ma 
anche utile per chi soffre il 
freddo: al suo interno è 
presente un mouse riscalda- 
rle fino a 42°, che prende 
l'alimentazione direttamente 
dalla porta USB del computer. 
Indispensabile per chi vive 
in luoghi freddi. 

USBGEEK 
www.usbgeek.com 



TEDDY BEAR USB DRIVE ► 

Un tenero e simpatico orsacchiotto di peluche 
da portare sempre dietro. Ma basta "staccar- 
gli" la testa per trasformarlo in un pratica 
pendrive con capacità di 1 GB. Certificata 
USB 2.0 Hi-Speed, è comunque 
compatibile anche con le spe- 
cifiche 1.1 e non necessita 
di driver per funzionare. 
USBGEEK 
www.usbgeek.com 




IPOD SHUFFLE 1 GB ▼ 

Ogni storia d'amore è caratterizzata da una colonna sonora. E cosa c'è di meglio di un 
player MP3 per riascoltarla in qualsiasi momento? Le dimensioni contenute permetto- 
no di "agganciare" alla t-shirt o 
alla cintura fino a 500 canzoni ri- 
producibili mediante una pratica 
ghiera di controllo. 

APPLE 
www.apple.com/it 





▼ TAKEMS MEM- DRIVE jEWEL 

Un design inconfondibile a cui si affian- 
cano caratteristiche tecniche di tutto 
rispetto! Grazie alle sue dimen- 
sioni davvero minime (18 
grammi di peso, 37 mm di 
lunghezza e solo 7 
mm di spessore) 
può essere usato 
come ciondolo, 
ma anche come 
pendrive da 8 GB USB 
2.0High-Speed! 

TAKEMS 
www.takems.com 



HEART SHAPED 
PICTURE FRAME USB 

► 

Una piccola cornice digitale 
per portare sempre con sé 
le foto più care. Può essere 
utilizzata come portachiavi o 
come collana e può contene- 
re fino a 74 immagini, visua- 
lizzabili sul piccolo ma ottimo 
schermo LCD a colori, anche in 
modalità Slideshow. La 
batteria può essere rica- 
ricata via USB. 

PNY 




Win Magazine Gennaio 2009 1 



Wireless Network Range Extender I Schede di rete USB 



Piccoli acquisti 




I range extender per migliorare la copertura Wi-FL 
Le schede di rete USB per trasformare qualsiasi PC 
in una periferica facile da connettere alla LAN. 



Wi- Fi Range Extender da 29 a 75 euro 




€74,90 



D-LINK DWL-G7KU 

Se a casa abbiamo un router o un access point Wi-Fi, il segna- 
le wireless può risultare molto debole nei locali che sono molto 
distanti dal dispositivo. Per ovviare al problema possiamo ri- 
correre a questa periferica progettata per incrementare 
ed estendere il segnale anche nelle aree poco co- 
perte dal segnale. Si configura in pochi minuti e 
offre una cifratura WEP a 128 bit. 
D-LINK 
www.dlink.it 



1^ SITECOM WL-201 
Se abbiamo necessità di condividere 
una stampante in rete senza fili possiamo 
utilizzare questo piccolissimo printserver e in pochi minuti qualsiasi 
stampante si trasformerà in un dispositivo di rete di rapido accesso per 
^ qualsiasi PC collegato alla 

nostra WLAN. Tutto ciò 
dimenticando fastidiosi 
cavi o periferiche in- 
gombranti e antiestetiche. 
SITECOM 
www.sitecom.com 






SITECOM WL-130 ► 

La nostra abitazione è su più piani e il rou 
ter Wi-Fi non riesce a coprire tutte le stan- 
ze? Bene basta scegliere questo picco- 
lissimo extender per migliorarne la 
copertura in maniera significativa, 
installandone uno per ciascun piano 
o nella zona della casa scoperta dal se 
gnale wireless. Facile da configurare, si in- 
stalla davvero in un lampo ovunque. 
SITECOM 
www.sitecom.com 



* PHILIPS WIRELESS 108 MBPS NETWORK 
ACCESS POINT / REPEATER 

Un accessorio indispensabile per la nostra casa multimediale questo piccolo 
"repeater" Philips è specializzato, oltre che nella trasmissione di dati tramite 
Wi-Fi, nella trasmissione di musica. L'aggiunta per- 
fetta al nostro router per fare in modo che il 
nostro Media Center e tutti i di- 
spositivi wireless distanti dal 
router possano accedere alla 
rete senza problemi. 

PHILIPS 
www.philips.it 




Schede di rete USB da 8 a 24 euro 



SCHEDA DI RETE 10/100 USB ► 

Un accessorio utile per collegare alla LAN dome- 
stica un computer privo di interfaccia di rete sen- 
za dover aprire il case per inserire una scheda 
aggiuntiva. Per usarlo basta infatti inserirlo nel- 
la porta USB del PC come se si trattasse di una 
normale pendrive. Una volta installato, funziona co 
me una classica scheda di rete 10/100. 
MAXPOWERTECH 
www.maxpowertech.it 



^ HAMLET HNWU108 

Se abbiamo acquistato un router Wi-Fi e vogliamo mettere in rete wireless un PC o 
un notebook questo accessorio è quello che fa per noi. Basato sulle tecnologie IEEE 
802.11b e 802. llg, consente un trasferimento dati fino a 108 Mbps. Supporta 
inoltre i sistemi di crittografica WPA/WPA2 ed ha un raggio di azione fino a 100 metri 
negli spazi interni dell'abitazione. 

fc HAMLET 

www.hamletcom.com 






TRENDNET SCHEDA DI RETE USB WIRELESS 54MBPS ▼ 

Un adattatore portatile USB che consente di collegare rapi- 
damente un computer o un notebook ad una rete wire- 
less. Compatibile con gli standard 802.11g e 802.11b, 
supporta la cifratura dei dati WEP a 128 bit 
per garantire la massima sicurezza 
durante la trasmissione dei dati. Ha 
un raggio di azione di 35-100 metri 
al chiuso e 100-300 metri all'aperto. 
TRENDNET 
www.trendnet.com 

D-LINK DWL-G122 ^ 

Compatibile con le porte USB 2.0, può essere utilizzato per collegare 
rapidamente un PC o un notebook ad una rete wireless. Garantisce una velocità 
massima di 54 Mbps e supporta i sistemi di cifratura 
WEP a 64/128 bit e WAP. Integra un Led verde 
per il monitoraggio dell'alimentazione, 
delle connessioni e dell'atti- 
vità di rete. 
D-LINK 
www.dlink.it 



Win Magazine Febbraio 2009 1 





La società dell'informazione 
in cui viviamo ci ha ormai 
abituati ad uno sviluppo 
tecnologico incessante e senza 
soste: non si fa in tempo ad abi- 
tuarsi alle novità, che nel giro di 
pochi mesi altri prodotti, sempre 
più potenti e ricchi di funziona- 
lità, diventano il sogno proibito 
di tutti gli appassionati di tecno- 
logia. Per non farsi trovare im- 
preparati di fronte alle prossime 
innovazioni, abbiamo provato a 
ipotizzare uno scenario futuro 
cercando di capire come po- 
trebbe cambiare la nostra vita 
quotidiana. Partiamo assieme, 
dunque, per un viaggio tra pro- 
dotti che sicuramente vedranno 
la luce e altri che, invece, sembrano 
tanto degli specchietti per le al- 
lodole utili solo per tenere alta 
l'attenzione degli utenti. 

Il robot si è fatto 
bello! 

Iniziamo con quello che, da sem- 
pre, è il sogno in confessato di 
tutti gli scienziati: realizzare un 
robot intelligente in grado di in- 
terfacciali con l'uomo. E se non 
fosse per l'aspetto da donna, con 
tanto di capelli, pelle al silicone e 
visino da collegiale giapponese, 
Aiko somiglierebbe davvero al- 
l'androide C3P0 del film di fan- 
tascienza Star Wars. Aiko ha 
ventanni, è alta poco più di un 
metro e mezzo e, stando alle pa- 
role dell'ingegnere che l'ha pro- 
gettata, è in grado di riconosce- 
re oggetti, seguirli con lo sguar- 



do e memorizzare più di 250 vol- 
ti. Può inoltre risolvere equazio- 
ni matematiche, indicare la toilette 
a chiunque glielo chieda e fornire 
previsioni meteo di qualsiasi città 
sfruttando un collegamento Wi- 
Fi alla Rete. E, dulcis in fundo, 
può tenerci compagnia e ralle- 
grarci le giornate, visto che è in gra- 
do di formulare circa 13 mila fra- 
si in inglese e giapponese. 

Microsoft reinventa 
il touchscreen 

Ma tutto l'impegno di ingegneri 
e scienziati non è profuso solo 
in progetti che difficilmente ve- 
dranno la luce. Nei sempre atti- 
vi laboratori Microsoft Research 
(http://research.microsoft.com), 
ad esempio, si sta lavorando al 
LucidTouch, un prototipo di mo- 
nitor touchscreen che promette 
di mettere in subbuglio il setto- 
re Mobile. Il display consentirà 
l'uso contemporaneo di più dita, 
permettendoci di migliorare 
l'interoperabilità con i dispositivi 
portatili. In secondo luogo, sarà 
touchscreen sia sulla parte fron- 
tale sia su quella posteriore. I 
vantaggi nell'interfacciamento 
uomo/macchina sono moltissi- 
mi: innanzitutto verrebbe meno 
la collisione tra le dita e sarà più 
facile ruotare, zoomare e spo- 
stare oggetti 2D e 3D. Si avrà poi 
maggiore agilità con i giochi e, 
non ultimo, scrivere su tastiere 
virtuali (Keyboards on screen) 
con 10 dita diventerà un gioco 
da ragazzi. 



Il chip sarà 
trasparente 

Un display trasparente, dunque, 
che ci permetterà di vedere la 
posizione delle dita anche nella 
parte posteriore per sapere sem- 
pre esattamente cosa stiamo 
"cliccando". Ma com'è possibile 
tutto ciò? La sfida dei laboratori 
di ricerca per realizzare una me- 
raviglia simile è iniziata. E c'è già 
un primo risultato! Stiamo par- 
lando dei chip di memoria sem- 
pre più piccoli e in grado di im- 
magazzinare una mole impres- 
sionante di dati, ma anche tra- 
sparenti! I ricercatori del Korea 
Advanced Institute of Science 
and Technology hanno infatti an- 
nunciato di aver creato in labo- 
ratorio i prototipi di una memo- 
ria a stato solido simile a quella 
usata nelle pendrive, ma con una 
struttura traslucida e, soprattut- 
to, flessibile. Le memorie del fu- 
turo si chiamano TRRAM (Tran- 
sparent Resistive Random Ac- 
cess Memory) e le loro caratte- 
ristiche lasciano pensare a par- 
ticolari utilizzi: ad esempio "an- 
negati" nel parabrezza delle mac- 
chine o sui vetri di casa, per con- 
ferire loro funzionalità tipo il tavolino 
multimediale Microsoft Surface. 
"Si tratta di una pietra miliare per 
i sistemi elettronici trasparenti" 
come ha dichiarato Jung Won 
Seo, uno dei padri dei nuovi chip. 
Che prevede una loro integra- 
zione con altri componenti elet- 
tronici anch'essi trasparenti per 
dare vita a dispositivi portatili to- 




I Win Magazine Febbraio 2009 




Carina, simpatica e 
intelligente: peccalo che le 
movenze di Aiko, l'androide die 
promette di rivoluzionare i 
rapporti uomo- macchina, non 
siano ancora così aggraziate 
come quelle di una bella donna. 






A sinistra il controller NIA capace di tramutare gli impulsi del cervello in 
comandi di gioco. Al centro i nuovi chip trasparenti che Nokia implementerà 
nella serie Morph. Infine a destra i display LucidTouch destinati ai dispositivi 
portatili, in grado di ruotare e ingrandire le mappe con semplicità. 




talmente traslucidi, come i pros- 
simi cellulari Nokia basati sulla 
nuova tecnologia Nokia Morph. 

La casa si controlla 
col cellulare 

Cellulari che sempre più diver- 
ranno protagonisti della nostra 
vita quotidiana. Tra non molto 
tempo inizieremo a chiederci se 
in casa è meglio dire "Abraca- 
dabra" o "Apriti sesamo" per apri- 
re a distanza il frigorifero. E la ri- 
sposta sarà: nessuno dei due! 
A quanto pare, infatti, per con- 
trollare gran parte dei nostri elet- 
trodomestici basterà un sempli- 
ce cellulare. Grazie alla piattaforma 
Smart Home Control Center di 
Nokia (www.nokia.it) potremo 
accendere e spegnere disposi- 
tivi elettrici, controllare la tem- 
peratura delle stanze e la vi- 
deocamera di sorveglianza. Fan- 



tascienza? Pare proprio di no, vi- 
sto che le prime applicazioni pra- 
tiche del progetto dovrebbero 
vedere la luce già verso la fine del 
2009! E se il telefonino dovesse 
scaricarsi? Dovremo forse ri- 
nunciare all'idea di rientrare tran- 
quillamente a casa dopo una 
pesante giornata di lavoro? Nien- 
te affatto, semplicemente per- 
ché i cellulari del futuro non si 
scaricheranno mai, grazie a bat- 



teria del cellulare! Se queste tec- 
nologie dovessero prendere pie- 
de, i caricabatteria diventeran- 
no solo un lontano ricordo. I no- 
stri gioiellimi tecnologici, inoltre, 
sempre più ci permetteranno di 
rimanere in contatto con il mon- 
do intero sfruttando nuove e più 
veloci tecnologie di trasferimen- 
to dati senza fili. Come il nuovo 
Bluetooth 2.2 che, nelle versio- 
ni più evolute, raggiungerà velocità 



La tecnologìa del futuro 
punta sul Mobile 



tene in grado di ricaricarsi da so- 
le con il semplice movimento! 
A prometterlo sono i laboratori 
Intel (www.intel.com) che stan- 
no lavorando su una tecnologia 
in grado di sfruttare l'energia ci- 
netica creata, e non utilizzata, 
dall'ambiente circostante per ri- 
caricare i dispositivi mobili. Ma 
la vera rivoluzione potrebbe ve- 
nire da una ricerca a dir poco 
sorprendente portata avanti dal 
professor TahirCagin, ingegnere 
chimico ed esperto di nanotec- 
nologie della Texan A&M. Lo 
scienziato sarebbe infatti in gra- 
do di sviluppare una membrana 
capace di generare energia se 
piegata. Inserendola all'interno 
di dispositivi mobili riuscirebbe 
a produrre energia elettrica dal- 
le vibrazioni prodotte dalla nostra 
voce. In questo modo più par- 
liamo e più ricarichiamo la bat- 



di 300 Mbps, cioè 100 volte su- 
periori a quelle attuali (per mag- 
giori informazioni, wwwblue 
tooth.com/bluetooth). 

Il divertimento 
del futuro 

L'innovazione tecnologica del 
futuro promette sorprese an- 
che nel campo dell'intratteni- 
mento ludico. Se qualche an- 
no fa avremmo parlato di fan- 
tascienza, adesso pare che ben 
presto potremo giocare a Crysis 
o Cali Of Duty indossando una 
sorta di maschera. 
Il controller NIA (Neural Impulse 
Actuator) di OCZ Technology 
(www.ocztechnology.com) do- 
vrebbe rendere l'esperienza di 
gioco a dir poco coinvolgente. La 
fascia da indossare sulla fron- 
te è dotata di tre sensori in gra- 
do di rilevare gli impulsi del no- 



stro cervello e inviarlo al PC che, 
grazie ad uno speciale softwa- 
re, riesce a decodificarli e tra- 
sformarli in comandi di gioco. Il 
tutto ad un prezzo esorbitan- 
te? Niente affatto: il dispositivo 
costerà attorno ai 100 euro. E se 
a un simile dispositivo affian- 
chiamo anche la nuova tecno- 
logia stereoscopica Stereo 3D 
di nVidia (www.nvidia.it) in gra- 
do di offrire un intrattenimento 
a tre dimensioni mediante l'uso 
di normali occhialini 3D, il di- 
vertimento sarà assicurato. E per 
completare la nostra perfetta 
postazione video ludica non 
potremo certo rinunciare all'in- 
novativo chip sonoro wireless 
Summit FS848 IC di Focus Enhan- 
cements (www.videonics.com), 
in grado di trasmettere via ete- 
re segnali audio multicanale 
non compressi a 24 bit con una 
qualità davvero sorprendente. 
Il chip dovrebbe essere instal- 
lato sia nelle periferiche audio 
sia nei diffusori del futuro e i 
suoi creatori hanno dichiarato 
che sarà in grado di garantire 
l'assoluta assenza di ogni in- 
terferenza e una latenza addi- 
rittura inferiore a quella ottenu- 
ta con collegamento via cavo. 
Insomma, il futuro prossimo ci 
riserverà davvero tante sorpre- 
se, tutte da gustare. A noi non 
resta che farci trovare pronti per 
cogliere al volo quelle che sa- 
ranno davvero le innovazioni 
in grado di cambiare la nostra vi- 
ta quotidiana. 



Win Magazine Febbraio 2009 



►► INTERNET 



MySpace sui cellulari 

Il famoso sito di social network diventa mobile, anche se per il momento 
è possibile accedervi solo con alcuni modelli di telefonino 



tfmyspBCH.com *~~ ^^^^^^^^^^]| 


fr tì^^^mSm 




ACTION SF 




mɱ UUvlPilkCHlH̫Eknrie> 

f " 


è 



■Su MySpace sbarcheranno anche i video del National Geographic, 
della National Hockey League statunitense e molti altri. 



La voglia di mobilità sta col- 
pendo proprio tutti. Per que- 
sto motivo sono sempre più 
numerosi gli utenti che preten- 
dono siti Web ottimizzati anche 
per la visualizzazione sui loro 
gioiellimi mobili: netbook, ma 
sopratutto cellulari. Proprio su 
questi ultimi è da poco sbarca- 
to MySpace (www.myspace. 
com), il famoso sito di social 
network che in Italia impazza 
insieme a Facebook (www.face 
book.com). Grazie ad una ver- 
sione ottimizzata per i piccoli 
display dei cellulari, infatti, tutti 



La posta Gmail 
conquista il desktop 

Finalmente anche la Mailbox di Google può essere 
gestita senza caricare l'interfaccia Web nel browser 



"1 sare la casella di posta di 
Google, Gmail (http://mail. 
google.com), senza bisogno di 
caricare la pagina Web nel brow- 
ser, ma accedendovi tramite un 
programma dedicato: adesso è 
possibile usando il gadget gra- 
tuito Google Desktop (http:// 
gmailblog.blogspot xom/2008/ 
12/gmail-on-your-desktop.html). 
L'interfaccia è la stessa che ri- 
troviamo sul browser per leg- 
gere, rispondere e scrivere i mes- 



saggi. Il vantaggio è che pos- 
siamo accedere in modo più di- 
retto alla posta e lasciare che il 
programma scarichi le nuove 
mail man mano che arrivano. 
La posta Gmail non annegherà 
più in un mare di linguette del 
browser. Il tutto, insomma, un 
po' come faremmo con un nor- 
male client di posta elettronica, 
solo che Google Desktop è ot- 
timizzato per Gmail e ne repli- 
ca l'interfaccia tipica. 




lnbox(627) T 
rapporto settimanale zan. 

zanox news - Online il nuovo programma 
rapporto settimanale zan. 

zanox news - con zanox spiccare è bene,.. 
rapporto settimanale zan. 

zanox news - con IW Bank promuovi Magi. 

donotreply@wordpress .com 

[Global Dashboard] Your new password 

rJnnntrfitilvi* ■ . • ■ asr r:nm 



Nascondi 

Comprimi 

Zoom 

Sempre in primo piano 

Aggancia alla sidebar 



Gmail Desktop è un programma in miniatura che permette di controllare 
i messaggi di posta elettronica in una finestra ridimensionabile a piacere. 



14 Win Magazine Febbraio 2009 



HA ANCHE 
GLI SMS 

Il famoso servizio gratui- 
to di Google non smette 
mai di stupire. Gli svilup- 
patori dei Google Labs 
hanno annunciato un'al- 
tra novità che farà felici 
adolescenti e non. Stiamo 
parlando della possibilità 
di inviare SMS gratuiti a 
tutti i propri contatti sfrut- 
tando la Chat integrata di 
Gmail. Per inviare un nuo- 
vo messaggino di testo 
basterà digitare il nume- 
ro di telefono all'interno 
del box di ricerca nella par- 
te alta della finestra di con- 
versazione, sul lato sini- 
stro dell'interfaccia Gmail, 
e premere il pulsante Send 
SMS. Più semplice di così! 



gli utenti potranno scambiare 
messaggi, inserire contenuti e 
visualizzare video ovunque si 
trovino. Purtroppo, almeno per 
il momento, il servizio è dispo- 
nibile solo per alcuni modelli di 
cellulari: BlackBerry Bold, Palm 
Centro, Motorola 09, LG Voya- 
ger, Nokia N95 e Samsung In- 
stinct. Ma in futuro ci aspetta- 
no altre interessanti novità, tra cui 
la possibilità di scaricare con- 
tenuti audio e video diretta- 
mente sul nostro cellulare. Nel 
frattempo, che l'intrattenimento 
mobile abbia inizio! 



CHROME ORA 
E MATURO! 

Il browser targato Google è usci- 
to dalla fase di test. Ciò significa 
che a Mountain View garanti- 
scono sulla sua stabilità e affi- 
dabilità. Chrome è quindi pron- 
to alla sfida con IE7 e Firefox. Per 
oia funziona solo su Windows, ma 
entro l'estate dovrebbe essere 
disponibile per Mac e Linux. 

FACEBOOK: 

SUCCESSO 

ITALIANO 

Sono ormai 5 milioni gli utenti 
Facebook italiani: un boom tra- 
volgente, soprattutto per un Pae- 
se come il nostro, al solito lento 
nell'adottare le novità tecnolo- 
giche, che ha portato il famoso si- 
to di social network ad essere il 
terzo sito più visitato in Italia, do- 
po Google e Windows Live. 



Mantieni la tua 
identità sul Web 



Entrare in un sito Internet con 
le stesse credenziali che ab- 
biamo dato a Google, a Yahoo 

ad un social network. E lì ritro- 
vare tutte le applicazioni che ab- 
biamo caricato, per esempio, sul 
nostro profilo Facebook, oltre al- 
la lista dei nostri amici. È l'ultima 
novità in fatto di Web sociale ed 
è frutto di tanti progetti avviati 
dai big della Rete: Facebook Con- 
nect, MySpace ID, Google Friend 
Connect, solo per citarne alcuni. 

1 siti che aderiscono a queste ini- 
ziative entrano a far parte di un 
unico grande network. Il van- 



taggio per l'utente è la comodità: 
ritroviamo gli amici e le applica- 
zioni Web preferite su una mol- 
teplicità di siti, con varie possibi- 
lità di interazione. In uno scena- 
rio futuro, mentre compriamo un 
cellulare on-line potremmo ve- 
der comparire una finestra con 
un messaggio di un amico di 
MySpace che ci dice: anche io ne 
ho appena comprato uno, ti con- 
siglio questo modello". Una ve- 
ra rivoluzione, anche se c'è già chi 
grida alla violazione della pri- 
vacy! Staremo a vedere quali sa- 
ranno gli sviluppi futuri. 



facebook 



Connect Digg with my Facebook account 









* 


1 ^r 


facebook 1 









Currently logged in a&: 
John Smith [Switch User) 

^ Aliow Digg lo know who I airi 
and access my information 



I E finalmente possibile portarsi dietro la propria identità 
i Rete, senza doversi autenticare ogni volta che accediamo 



mentre si naviga 



►► 



Windows 7 di nuovo in Rete 

Ancora una volta i pirati informatici sono stati più veloci della Microsoft, rilasciando 
sui canali di file sharing un'altra versione beta del nuovo sistema operativo 



Finalmente Microsoft ha rilasciato 
la prima beta ufficiale di Windows 
1, il successore di Vista, ma nel mo- 
mento in cui scriviamo (9 gennaio) i 
suoi server sono letteralmente intasa- 
ti dalle richieste di download di mez- 
zo mondo. Ma non sono in pochi quelli 
che hanno pensato di aggirare il pro- 
blema (invero già da alcuni giorni) ren- 
dendo disponibile sui canali P2P la ISO 
da 2,44 GB. Stiamo parlando della ver- 
sione Windows 7 Build 6956, trafuga- 



►► HARDWARE 



ta a quanto pare da uno dei partecipanti 
alla conferenza WinHEC China, dove 
Microsoft l'ha presentata agli addetti 
ai lavori. Ma attenzione: la curiosità di 
aprire uno spiraglio sul futuro di Wndows 
potrebbe farci rimanere scottati, per- 
ché con questo nome sul file sharing 
si trovano tanti feke contenenti mah/va- 
re di ogni sorta. I commenti lasciati da 
altri utenti e le dimensioni del file ci 
aiutano però ad evitare questi traboc- 
chetti e trovare il vero Windows 7 




volta gli hacker beffano Microsoft e 
sul P2P una nuova beta funzionante di Windows 7 



AGGIORNAMENTI 
IN VISTA 

Arriverà ben prima del previsto il 
secondo service pack di Vista, for- 
se entro la prima metà di que- 
st'anno. Microsoft ha infatti già di- 
stribuito ad alcuni addetti ai lavori 
la prima beta. Il che ci permette di 
scoprirne le novità. Le più interes- 
santi sono l'inclusione di Windows 
Search 4.0, dello stack Bluetooth 
2.1, la possibilità di masterizzare 
nativamente dischi Blu-ray e Win- 
dows Connect Now, che consente 
di configurare connessioni Wi-Fi in 
modo semplificato. Potrebbe es- 
sere l'ultima chance per convince- 
re gli utenti più restii a lasciare XP per 
passare a Vista. Altri ancora aspet- 
teranno l'uscita di Windows 7 



L'Eee PC si fa bello 

Curato nei minimi particolari, l'ultimo gioiellino 
Asus ha un design da far perdere la testa 



~* on dimensioni davvero contenute e 
i peso piuma, gli Eee PC di Asus nel 
2008 hanno saputo conquistare un gran 
numero di utenti. Ma l'azienda taiwanese 
non si accontenta. Ha infatti presenta- 
to al grande pubblico un nuovo dispo- 
sitivo dall'aspetto davvero accattivante. 
Grazie alla cura di ogni minimo parti- 
colare e al largo uso di alluminio spaz- 
zolato, l'Eee PC 1002HA si appresta a 
conquistare gli utenti che, oltre ad un 
computer da portare ovunque, cerca- 
no un accessorio di lusso. Sotto la scoc- 
ca monta un processore Intel Atom N270 



da 1,6 GHz, 1 GB di memoria RAM e di- 
sco rigido tradizionale da 160 GB. Il di- 
splay, da 10 pollici, offre una risoluzio- 
ne di 1.024x600 pixel. Molto interes- 
sante è la tastiera, con dimensioni si- 
mili a quelle di una normale qwerty. 
L'Asus 1002HA verrà venduto nelle ver- 
sioni con Windows XP e GNU/Linux. 



ASUSEEEPC1002HA 

QUANTO COSTA: €400,00 
DISPONIBILITÀ: Immediala 
SITO INTERNET: www.asus.it 
CONTATTA: Asus - Tel. 199 400089 




ssssr-ss 

essere animato^ ffioni d, 
Acet che, coni sua ( . 

principalipretagomstj. 



Uno dei punti deboli degli Eee PC è sicuramente la tastiera, troppo piccola. Il nuovo 
1002HA ne ha una simile a quelle tradizionali che usiamo sui nostri PC. 



16 Win Magazine Febbraio 2009 



Alla conquista dei NetTop 

Endeavor somiglia al MacMini di casa Apple, 
ma presenta caratteristiche decisamente migliori 



Chi, nel mondo dei dispositivi tecno- 
logici, predilige le piccole dimensio- 
ni, troverà nell'Epson Endeavor 5T120 un 
dispositivo di sicuro interesse. Si tratta di 
un NetTop davvero niente male. Utilizza in- 
fetti, come motore per tutti i suoi calcoli, una 
CPU Intel Core 2 Duo da 2,26 GHz, 2,4 GHz, 
2,53 GHz 2,8 GHz a seconda della ver- 
sione scelta. La maggiore limitazione ar- 
riva dalla memoria RAM. Su tutti i modelli 
è possibile montarne al massimo 1 GB. Il 
disco rigido, tradizionale, può avere una ca- 
pienza massima di 320 GB (80 nel modello 
base). Ma ciò che più colpisce è la presenza 
del masterizzatore Blu-ray, dell'uscita HD- 
Ml e del sintonizzatore per la TV digitale. 
È proprio il caso di dire che "nella botte 



piccola è sempre nascosto il vino buo- 
no". 




EPSON ENDEAVOR ST120 

QUANTO COSTA: €1.106,21 
DISPONIBILITÀ: n.d. 
SITO INTERNET: www.epson.it 
CONTATTA: Epson - Tel. 800 801101 



nVidia sfida tutti 

L'azienda californiana punta ai NetBook affiancando il 
chipset 9400M alla CPU Intel Atom per grafica da urlo 



N 



Vidia è sempre stata convinta di una 
cosa: quello che manca al settore 
dei netbook per decollare è una buona re- 
sa grafica. Per passare dalle parole ai fat- 
ti, l'azienda ha presentato lon, la nuova 
piattaforma in grado di abbinare al pro- 
cessore a basso consumo Intel Atom il 
chip GeForce 9400 G. Grazie a quest'ulti- 
mo, sarà possibile migliorare di 10 volte 



le performance grafiche dell'attuale chip 
Intel, lon permetterà di visualizzare video 
in alta definizione anche sui netbook, ol- 
tre che giocare senza problemi ai propri ti- 
toli preferiti in piena mobilità. I netbook 
equipaggiati con la piattaforma nVidia 
avranno un prezzo di circa 400 dollari e do- 
vrebbero fere la loro comparsa sul mercato 
entro la prima metà del 2009. 



►► AUDIO&VIDEO 



DVD o Blu- ray? Entrambi! 




Presentato il supporto ottico ibrido a 3 strati che 
ospita sia la traccia HD sia quella tradizionale 



I 



■Il disco ibrido è composto da tre strati: quello superiore per 
memorizzare 25 GB di dati, mentre i due inferiori 8,5 GB come 
i normali DVD Dual Layer. 



1 2009 sarà l'anno di un'importante 
novità per gli appassionati del 
settore audio/video. Dovrebbe fa- 
re la sua comparsa sul mercato il pri- 
mo disco ibrido prodotto dalla In- 
fili ity Storage Media. Si tratta di un 
supporto a tre strati: quello supe- 
riore sarà in grado di immagazzinare 
25 GB di contenuti seguendo le 
specifiche Blu-ray, mentre i due in- 
feriori sono praticamente dei DVD 
Dual Layer che permetteranno di 
archiviare fino a 8,5 GB di dati. Tan- 



ti i vantaggi di questa nuova tec- 
nologia: oltre alla possibilità di sal- 
vare una grande mole di contenu- 
ti, i nuovi dischi potranno essere 
letti da tutti i lettori DVD e Blu-ray, 
consentendoci di effettuare più fa- 
cilmente il passaggio dal vecchio al 
nuovo formato. Il codec di riferi- 
mento sarà l'Intelligent HD, basa- 
to su MPEG4 AVC (H.264), in grado 
di comprimere film Full HD con ri- 
soluzioni di 1.920x1.080 pixel a un 
bitrate di 12/24Mbps. 



IL RE E NUDO 

I dischi Blu-ray sono i supporti che 
stanno riscuotendo maggior suc- 
cesso per quanto concerne i video 
ad alta definizione. I produttori, però, 
sin dalla nascita del formato, han- 
no dovuto fronteggiare il problema 
delle copie illegali. Per arginare il 
fenomeno, verso la fine del 2008 
avevano annunciato la protezione 
BD+, in grado di resistere a qual- 
siasi tentativo di backup. Ebbene, 
sono bastate due settimane per di- 
struggere le speranze del nuovo si- 
stema anticopia. L'artefice è stata 
ancora una volta SlySoft che con il 
software AnyDVD HD promette di 
riuscire a duplicare qualsiasi disco 
Blu-ray. In tanti ora aspettano la 
nuova versione di BD+: chissà se 
resisterà almeno un mese! 



YouTube perde i pezzi 

Il portale di video hosting divorzia da Warner Music 
e dovrà dire addio a migliaia di contenuti musicali 



Ormai sono in tanti a credere che il fu- 
turo del Web passa attraverso i con- 
tenuti video. Ne è la prova l'incredibile 
successo di YouTube (www.youtube.it) 
e dei siti legati a questo nuovo modo 
di fare Internet. Tuttavia, se le statisti- 
che danno ragione ai video, c'è chi pen- 
sa che sia ancora troppo presto per pun- 
tarci veramente su. È il caso di Warner Mu- 
sic, che ha di recente detto no ai video 
on-line. La motivazione di questa deci- 



sione è presto spiegata: il ritorno eco- 
nomico da YouTube è veramente trop- 
po basso. Meglio chiudere qui l'accordo, 
con conseguente richiesta di eliminare 
tutti i contenuti multimediali del colos- 
so della musica dal portale di casa Goo- 
gle. E stiamo parlando di video di arti- 
sti come Madonna, Red Hot Chili Peppers 
e tantissimi altri. Davvero una grande 
perdita per tutti gli appassionati della 
buona musica! 



i Hot Chili Peppers Brandy 



:*% 



Plofllil r.tfii CwkUtì (Al Guda ttctd 



Altro <Jì: ehulftuti 
' Uìdae cen-abtl 
^^^^MH 11*4 ime chiù 









******** 


* Pr.f.rtel 


a *«jit.i H' (.pMt4»h.fh- 


VlJ&HI 


Etaiboak 

5 *"** W«*!p "J« 


ao. w *« 





I R*d t»r cniu p*ppMv - 



■Dopo la rottura con la Warner Music, da YouTube spariranno presto 

i videoclip di artisti del calibro di Madonna, Red Hot Chili Peppers e molti altri. 



Ita dimensioni per la 



Le indiscrezioni si rincorreva- 
no ormai da molto, troppo 
tempo. Chi sognava di giocare in 
3D con la sua nuova PlayStation 
3 sarà finalmente accontentato Nel 
corso del 2009, infatti, un ag- 
giornamento al firmware della 
famosa console Sony consen- 
tirà di riprodurre giochi e film Blu- 
ray sfruttando le tre dimensio- 
ni. A rivelarlo è stato Andrew 
Oliver, CEO della software hou- 
se Blitz Games Studios 
(www.blitzgamesstudio.com), 
che sta sviluppando proprio in 



I Win Magazine Febbraio 2009 



M T I CD n 3 

collaborazione con il colosso 
giapponese l'implementazione 
dell'effetto 3D sulla console ap- 
prezzabile grazie ai nuovi moni- 
tor stereoscopici. 



►► GRAFICA DIGITALE 



Giroptic: la digìcam 
a tuttotondo 




Chiunque sia appassionato di fo- 
tografia digitale e viaggi, cerca 
sempre il modo migliore per ripren- 
dere panorami, piazze e vedute moz- 
zafiato cercando di catturare ogni 
minimo dettaglio. In tal senso, Gi- 
roptic potrebbe far felici un bel po' 
di persone. Si tratta, infatti, di una 
fotocamera in grado di scattare foto 
e girare video panoramici a 360°. 
Grazie ad una particolare ottica e ad 
un sistema di lenti brevettato, oltre che 



ad un sensore da 8 megapixel, può 
scattare immagini panoramiche con 
un semplice click. L'unico punto de- 
bole è il prezzo: siamo veramente 
disposti a sborsare 1.000 euro per 
questo gioiellino? Per informazioni 
visita il sito www.giroptic.com 



■ Sembra un piccolo 
missile, in realtà dietro un 

aspetto un po' inquietante si 
nasconde una fotocamera 

panoramica da 8 megapixel. 




News 



» GIOCHI 



La vita simulata non 
è mai stata così reale 



In The Sims 3 potremo spo- 
starci senza vincoli in un 
enorme quartiere di una città 
immaginaria. Ma l'aspetto più 
rivoluzionario è che le nostre 
creature potranno muoversi 
anche fuori dai propri lotti e 
quindi visitare al- 



" 



tri edifici, andare nei bar o in pa- 
lestra. Un'altra novità è che 
potremo creare sim il cui aspet- 
to cambierà a seconda della 
vita che conduce: già, anche i 
sim rischiano di diventare obe- 
si! Sono state semplificate le 
barre dei bisogni (ora sono 
quattro: fame, vescica, energia 
e divertimento), ma si 



aggiungono le barre dell'u- 
more, che dipendono da fatti 
piacevoli o spiacevoli. A quan- 
to pare, quindi, il mondo virtuale 
di The Sims 3 promette di es- 
sere il più ampio mai uscito. 



I Su Win Extra trovi 
■ le immagini hi-res 



THESIMS3 

TIPOLOGIA: Simulatore di vita 
DISPONIBILITÀ: Febbraio 2009 
SITO INTERNET: 
http://thesims3.ea.oom 




Botte da orbi 

Abbiamo consumato 
le manopole delle* ■ 
sale giochi per impara- "J 
re l'attacco palla di fate. . 
co di Ryu? È il rnomentodk 
rivivere quell'esperienza slil; 
PC, perché sta per arrivare.'. 
Street FighterJV. Anche: le 
mosse saranno: ampliate: 
per esempio questo. epi- 
sodio introduce" lina gam- 
ma di contrattacchi cor* cui il 
personaggio para scolpisce inja- 
pida successione. Anche la struttura del I 
combattimento farà sognare i nostalgi- 
ci: si svolge in due dimensioni, anche 
se la grafica è in 3D. " . 



&t 



4. 




Su Win Extra trovi 
trailer del gioco 



STREET FIGHTER IV 

TIPOLOGIA: Picchiaduro 
DISPONIBILITÀ: Febbraio 2009 
SITO INTERNET: www.streetfighter.com 







La tua sala 
prove 



unisce la semplice gestione di un registratore 
multitraccia ai vantaggi di un sistema PC aperto. 

• Semplice registrazione • Mastering perfetto 

• Creazione CD • Elaborazione professionale 

€ 99,99 



iagix.it 



CHIR 



WsVM 



"Qualità complessiva: 5/5" 
"Prezzo/Prestazioni: 5/5" 
* CHIP, 02/2008 




vai a pag. 30 per scoprire a chi devi inviare la tua posta 




nostro esperto 
di Sistema risponde. 



LA MULTIMEDIALITÀ 
E UNA CHIMERA! 

È da un po' di tempo che uno strano 
errore mi perseguita ogni volta che 
avvio il Media Center integrato nella 
versione di Windows XP Sul monitor 
compare sempre il messaggio: Erro- 
re di registrazione componenti - 
Alcuni dei file necessari per ripro- 
durre radio o video sono mancanti 
o danneggiati. La registrazione di 
un componente Media Center po- 
trebbe non essere riuscita - Erro- 
re del processo critico - Processo 
Media Center critico imprevisto 
non riuscito - Se il problema per- 
siste, riavviare il computer e ri- 
provare oppure contattare il Sup- 
porto tecnico. Mi aiutate a decifra- 
re cosa significa tutto ciò? 

Luciano 

È la stessa Microsoft a spiegare sul 
suo sito Web di Supporto Tecnico 
(www.winmagazine.it/link/142) che 
questo strano malfunzionamento può 
verificarsi in seguito ad una nuova 



installazione del Media Center Edi- 
tion 2005 o dell'Aggiornamento Cu- 
mulativo 2. E, a quanto pare, è cau- 
sato dall'installazione di una versio- 
ne errata della libreria mscoree.dll. A te, 
però, tutto questo poco importa, men- 



tre ti interessa sapere come risolvere 
il problema. Allora, per prima cosa de- 
vi installare il .NET Fra mework 1.1 Servi- 
ce Pack 1 che puoi scaricare gratuita- 
mente dal sito www.winmagazine.it 
/link/186. Quindi devi reinstallare an- 
che l'Aggiornamento cumulativo 2 per 
Windows XP Media Center Edition 
2005, che trovi su 

www.winmagazine.it/link/18Z In que- 
sto modo verrà ripristinata una ver- 
sione corretta e funzionante della li- 
breria danneggiata, permettendoti co- 



MEtr* popi *nai efcwnb*d CfC* l^i«w**#fl 

WvWlt Wif ■ «-hb»a in 



Aggiornamento cumulativo Z per Windows XP 
Media Center Edition 2O05 (KB900325) 





■ • <i ■ ■■rflffl.t JTliv] 



■ Non riusciamo più ad avviare il Media Center integrato in Windows XP? La colpa è di una 
libreria danneggiata che può essere riparata installando il secondo Aggiornamento cumulativo 
rilasciato da Microsoft (www.winmagazine.it/link/187). 



sì di tornare ad utilizzare il centro mul- 
timediale Microsoft senza problemi. 

IL CONTROLLO SUI RLE 
RALLENTA IL PC 

Ogni volta che avvio Outlook 2003 per 
controllare la posta elettronica, nella 
system tray compare una finestra po- 
pup con un messaggio che mi informa 
del fatto che Un file di dati non si 
è chiuso in modo corretto l'ultima 
volta che è stato utilizzato. Il file 
è in corso di verifica, con possibi- 
li ripercussioni temporanee sulle 
prestazioni. E infatti il computer di- 
venta lento e praticamente inutilizzabile. 
Come ovviare? 

Massimo 

Il messaggio ti informa del fatto che il 
file contenente tutti i tuoi messaggi di 
posta è stato chiuso in modo errato e 
quindi ora Outlook lo sta controllando 
per evitare errori. Un'operazione deci- 
samente seccante, soprattutto perché 
in questo frangente il computer risul- 
ta notevolmente rallentato. Bisogna 
dire che non è la sola versione 2003 del 
client di posta ad essere affetto da 
questo problema: anzi, con le versio- 
ni precedenti a volte ci viene addirittura 
impedito di avviare il software duran- 
te tutta la fase di controllo del file cor- 



L'HARD DISK E INVASO DA FILE 

Il mio problema è circoscritto alla cartella Temp ar- 
chiviata al percorso C:\Documents and Set- 
tings\nome_utente\lmpostazioni locali. In prati- 
ca, ogni volta che mi collego a Internet questa di- 
rectory inizia a riempirsi di file fino a superare i 2 
GB dopo appena un'ora di navigazione. Il nome dei 
file è del tipo BITòEO.tmp e hanno tutti dimensio- 
ni di 19 MB circa. Provo a cancellarli, ma risultano 
bloccati dal processo svchostexe e, in alcuni casi, da 
Windows Live Messenger. Devo quindi ricorrere a 
Unlocker per fare piazza pulita di tutta questa spaz- 
zatura. Si tratta forse di un virus? 

Antonio 

Non si tratta di un virus! I file che riempiono la car- 
tella temporanea sono creati dal servizio BIT di 
Windows, che è parte integrante del modulo di 
gestione degli aggiornamenti automatici: in pra- 
tica, permette il "trasferimento intelligente in 



background" delle patch da scaricare e cioè di re- 
cuperare il download anche parziale di un ag- 
giornamento di Windows nel caso qualcosa va- 
da storto. Il fatto che la cartella Temp si riempia 
velocemente di questi file indica semplicemen- 
te che il PC sta scaricando aggiornamenti di Win- 
dows: lasciaglielo fare, dunque! In linea generale, 
comunque, è bene non mettersi a "trafficare" a 
mano in questa directory: come abbiamo visto, 
rischiamo di cancellare anche file importanti per 
il corretto funzionamento del sistema. Ci pen- 
serà poi Windows a cancellarli automaticamen- 
te quando non saranno più necessari. Altra co- 
sa sono invece i file temporanei di Internet, che 
puoi eliminare senza problemi. Quando vuoi fa- 
re pulizia, ti basta accedere al menu Strumen- 
ti/Opzioni Internet di Internet Explorer e cliccare 
sul pulsante Elimina nella schermata che appa- 
re. Oppure usare programmi come CCleaner o 



Easy Cleaner, in grado di automatizzare in tutta 
sicurezza la procedura di pulizia del sistema (li tro- 
vi entrambi nella sezione Sistema del Win CD7DVD- 
Rom). 





| - Utak ■ Ftat ■ Wn » lkv f 1n * 








'■ 


p*i l 1 ■■■tal I || (Wtalltl 


fetataft. 


« ,4*^1 








1 














. IniuItaJMI 










1 F 






- 


AW 










■ *** j 












.■»»•# 










x *m 


■fflUtaj 






HI 


Pt*M*f 






_JE 


Mft . 


( f-j : i— i: , 










ta.KIt|Uta»tta 












'■jj*c«i,mHi« 










3. tta* 


..p-****.-^. 






» 






Aitata 






























H i; jm \ir 



m I file BIT.tmp che a volte intasano la cartella temporanea 
di Windows, servono al sistema operativo per ripristinare 
il download interrotto degli aggiornamenti di sistema. 
Non cancelliamoli! 



Per facilitare la lettura degli indirizzi Internet riportati nel testo, abbiamo utilizzato la notazione T-URL basta riportare nel browser l'indirizzo indicato nella forma 

www.winmagazine.it/link/numero per essere reindirizzati sul sito originale. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



g y ai ^ifcniiimn - j, ut - ■ ■ " , 



j poim In irrlvo 

nirrti DEpeib pu. Diti Pium 



. jT*/nip|.H«THnli<ii... 
1 . Li r ir piloni» 



=j" 



JI45.P»., 



u— 



~ÌH^* 



■ Una chiusura accidentale di Outlook può danneggiare il file contenente i messaggi di posta. 
Al successivo riavvio, il client proverà quindi a correggerlo, ma questa operazione può 
rallentare il sistema. 



rotto. Ma a cosa è dovuto un simile 
malfunzionamento? Il più delle volte si 
verifica perché l'utente ha chiuso la fi- 
nestra di Outlook e subito dopo ha 
eseguito lo spegnimento il riavvio 
del sistema. Bisogna sapere, infatti, 
che quando chiudiamo la finestra di 



Outlook il processo relativo rimane an- 
cora attivo per un po' di tempo (basta 
controllare nel task manager la pre- 
senza del processo out/00/c.exe), per 
completare le operazioni in sospeso 
relative al salvataggio, alla ricezione e 
all'invio dei messaggi di posta. Se pro- 



viamo a forzarne la chiusura, riceviamo 
il messaggio di errore riportato dal no- 
stro amico Massimo, perché non ab- 
biamo dato tempo al processo di chiu- 
dersi in modo corretto. Lo stesso accade 
se spegniamo il sistema: Windows tro- 
va il processo attivo ma non più 
l'applicazione e quindi lo chiude sen- 
za pensarci due volte. La soluzione è 
chiudere Windows tenendo la finestra 
di Outlook (e quindi l'applicazione) 
aperta. Ci penserà Windows ad aspet- 
tare il tempo necessario per una chiu- 
sura corretta. In alternativa, possiamo 
spegnere il sistema solo dopo che il 
processo Outlook è scomparso dal ta- 
sk manager. Se il problema persiste, è 
possibile che ci sia qualche altro pro- 
cesso che interferisce, magari quello 
di un antivirus di un tool per la sin- 
cronizzazione dei contatti con il cellu- 
lare. Per scoprirlo, andiamo a esclu- 
sione, disabilitando un programma al- 
la volta e provando a vedere se il pro- 
blema si presenta (ovviamente dopo 
aver chiuso correttamente, di volta in 
volta, il sistema). 



IN BREVE 



MA QUANTE VOLTE 
DEVO REGISTRARMI? 

Da circa una settimana, quando ac- 
cendo il PC appare a video il mes- 
saggio Vista registration ha smes- 
so di funzionare. Di cosa si tratta? 
Alessandro 

Il messaggio è generato da una 
piccola applicazione installata sui 
computer Toshiba, utile per com- 
pletare la procedura di registrazio- 
ne del prodotto e attivare la ga- 
ranzia. Il file che attiva il servizio Vi- 
sta registration è archiviato nella 
cartella C:\Program Files\Toshiba\ 
Registration\ToshibaRegistration.exe. 
Se il messaggio ti assilla, dopo la re- 
gistrazione puoi disinstallare il ser- 
vizio come un qualsiasi programma. 
Oppure disabilitarlo dal menu che 
appare se scrivi il comando servi- 
ces.msc in Start/Esegui. 




nostro tecnico 
Hardware risponde. 



IL LETTORE MP3 NON 
FUNZIONA SU VISTA 

Quando collego il mio nuovo lettore 
Samsung YP-T10 al mio PC su cui è in- 
stallato Windows Vista, parte regolar- 
mente la procedura automatica di ri- 
conoscimento del dispositivo e viene 
installato il software Mtp Device. Al ter- 
mine, mi viene chiesto di riavviare il si- 
stema: clicco su Fine per terminare la pro- 
cedura guidata, ma al successivo riav- 
vio riparte puntualmente l'installazione 
del player. Faccio presente che ho pro- 
vato a collegare il lettore ad un vecchio 
PC su cui è installato Windows XP e tut- 
to ha funzionato correttamente. Forse 
il dispositivo è incompatibile con Vista? 
Stefania 

Il player MP3 Samsung YP-T10 è certi- 
ficato per Vista. Ma forse sul tuo mo- 
dello non è installato il software di con- 
trollo compatibile con il nuovo siste- 
ma operativo Microsoft. Prova allora a 
rimuovere i driver che hai installato, 



scollega il lettore e poi scarica il nuo- 
vo software compatibile dal sito 
www.winmagazine.it/link/183 (per cer- 
care quello adatto al tuo player basta 
scrivere il modello preciso, YP-T10, nel- 
la barra di ricerca support search for 
your produci). Quindi installalo seguendo 
la classica procedura guidata. Se nean- 
che questo do- 
vesse bastare, pro- 
va ad aggiornare 
anche il firmware 
del player che puoi 
scaricare dallo 
stesso sito, su cui 
trovi anche la pro- 
cedura corretta da 
seguire per por- 
tare a termine 
questa delicata 
operazione. 



Il nostro player MP3 portatile non funziona 

con Vista? Basta aggiornare i driver e, se 

necessario, anche il firmware per renderlo 

compatibile con il sistema operativo. 



I MUSIC 

I 








w 






^^^H 


Jk 1 








ferraio 



R H A ^ E 




'Voi non •,_ 



erzt.... 



'S 



contisti' 



m 




C vale!!!" 

r otetocfc 



0% 

"Da! 1 ferraio 200? collegati su 

www .compwLter?servlce.corri 

vetfrat fa sfilata delle offerte pensate per te* 




% Il Webmaster 

/ risponde... 



2 A EURO su tutte le offerte 

9U di SCONTO 



ADSL 



tiscali® 



IL DOPPIO MODEM 
ABBASSA LÌD SU 
EMULE 

Un problema mi assilla ormai da tem- 
po e cioè quello di non riuscire ad ave- 
re un ID alto con eMule, nonostante ab- 
bia seguito tutte le vostre utili guide e 
anche l'help on-line del programma. 
Ho un PC fisso collegato alla rete ADSL 
Tiscali con un modem fornito da loro 
(e con indirizzo IP 19216811), al qua- 
le ho collegato un router D-Link DI524 
(con IP 192.168.0.1). Ho collegato il rou- 
ter al modem perché ho la necessità di 
avere il collegamento Internet in wire- 
less sul portatile che tengo al piano di 
sopra e il tutto funziona perfettamen- 
te. Eccetto eMule! Sul firewall di Win- 
dows ho anche settato, nelle impo- 



stazioni, delle eccezioni a cui ho ag- 
giunto i protocolli TCP e UDP con le ri- 
spettive porte, identiche ovviamente a 
quelle che ho impostato in eMule. Ma 
il risultato non è cambiato. Dov'è che 
sbaglio? 

Claudio 

Il nostro amico Claudio si trova in una 
situazione particolare, con due router 
collegati a cascata tra loro. Quello for- 
nito dall'operatore con l'abbonamento 
è collegato direttamente alla linea AD- 
SL e a un router Wi-Fi, che a sua vol- 
ta è collegato al PC. Il tutto perché il 
primo router non ha il Wi-Fi utile per con- 
dividere la connessione a Internet an- 
che con il notebook e quindi ha dovuto 
dotarsi di un dispositivo apposito. È 



Per usufruire subito di questa eccezionale promozione, è sufficiente collegarsi al sito Web 
http://promozioni.tiscali.it/edmaster e attivare subito la tua connessione ADSL. 
L'offerta è valida fino al 28/02/2009. 



più semplice e comodo avere un rou- 
ter unico, dotato anche di Wi-Fi. 
L'operatore però lo offre a fronte di un 
canone aggiuntivo. Per risolvere il pro- 
blema è necessario configurare in ma- 
niera opportuna entrambi i router. Pro- 
cedi in questo modo. Collega quello 
di marca Tiscali alla porta Wan del D- 
Link, su cui hai già aperto le porte eMu- 
le e che quindi dovrà diventare il rou- 
ter principale collegato direttamente 
alla linea ADSL. Quindi apri le stesse 
porte di connessione del client P2P 
anche sul router di Tiscali. Ma con 
l'accortezza di configurare il Portforwar- 
ding delle porte sull'indirizzo IP locale 



PERDERE DI "VISTA" LA CONNESSIONE 

Vi scrivo, sperando con il vostro aiuto di risolvere un fa- 
stidioso problema che ho potuto rilevare su diversi PC do- 
tati di Windows Vista. Alcune volte non è possibile navi- 
gare su Internet e nel Centro connessioni di rete è vi- 
sualizzato il messaggio Connessione solo locale. Esclu- 
do che il problema sia dovuto al router o ad altri compo- 
nenti, perché la connessione funziona senza problemi con 
Linux e il router non genera errori con altri PC dotati di Win- 
dows XP La connessione è di tipo DHCP per cui non pen- 
so vi siano errori di configurazione o di driver. Ho provato 
a disinstallare o disattivare antivirus e firewall, imposta- 
re la rete come pubblica o privata, ma senza nessun ri- 
sultato. Ho utilizzato anche la funzionalità di ripristino del- 
le connessioni di rete, offerta da Vista, ma anche questa 
operazione non ha risolto il problema. Quando si verifica 
Terrore l'unico modo per connettermi nuovamente al Web 
è quello di disinstallare la scheda di rete e reinstallarla. 
Potete aiutarmi a risolvere questo problema? 

Alberto 

Il problema che descrivi è noto a molti utenti di Windows 
Vista. In attesa che venga risolto con un aggiornamento 
ufficiale del sistema operativo rilasciato da Microsoft, è pos- 
sibile configurare Vista con un indirizzo IP statico. Segui que- 
sta procedura: apri il Centro connessione di rete da Pan- 
nello di controllo/ Rete e Internet e fai clic su Gestisci con- 
nessioni di rete. Apri le proprietà della scheda di rete che 
utilizzi per la connessione, cliccando sulla relativa icona 
con il tasto destro del mouse e scegliendo la voce Pro- 
prietà dal menu contestuale che appare. Quindi clicca 
su Protocollo internet versione 4 e imposta manualmente 



i parametri: Indirizzo IP. 192.1 68.0 x, dove x è un nu- 
mero da 2 a 9 scelto a piacere che sarà l'indirizzo del 
tuo computer; Subnet mask. 255.255.255.0, Gateway 
predefmito è generalmente 192.168.0.1 (IP del router), 
DNS preferito e DNS alternativo, da scegliere in dipen- 
denza dal provider Internet (per esempio Alice preferito: 
212.216.172.62, alternativo: 212.216.112.112, Libe- 
ropreferito: 1 93.70.1 92.1 00, alternativo: 195.210.91.100 
o 193.70.192.25. 1 dati possono comunque essere tro- 
vati nelle sezioni di Help dei siti Web dei provider). Con- 
fermate tutte le modifiche e riavviato il PC, Vista dovreb- 
be rilevare correttamente la connessione. La procedura va 
effettuata per tutti i computer collegati al router, ricor- 
dandosi ovviamente di non utilizzare mai lo stesso IP su 
due sistemi diversi. 




Molti utenti di Windows Vista non riescono a navigare su Internet, 
incontrando difficoltà nelle configurazioni di rete. Per risolvere il 
problema è sufficiente impostare un IP statico per il proprio PC sul 
router ADSL 



del D-Link e cioè 192.168.0.1. Fatto que- 
sto, devi ovviamente ricordarti di disa- 
bilitare il protocollo DHCP sul router 
principale per evitare che le imposta- 
zioni appena effettuate vengano au- 
tomaticamente modificate ad ogni riav- 
vio. Se tutte le configurazioni sono sta- 
te fatte a dovere, dovresti riuscire ad 
ottenere un ID alto con eMule. 



ADSL PIÙ VELOCE? 
NON SI DIREBBE! 

Il mio operatore ha aggiornato in au- 
tomatico e gratis la mia linea ADSL da 
4 a 7 Mbps. Da allora, lungi dall'avere 
un miglioramento della velocità, ho ini- 
ziato a riscontrare solo problemi, tra cui 
il più fastidioso sicuramente è la con- 
nessione a singhiozzo. L'operatore ha 
chiesto a Telecom Italia di fare un con- 
trollo sulla mia linea, che è risultata sof- 
ferente di "rumori". È stata quindi ri- 
configurata, ma il problema è rimasto. 
Mi hanno consigliato di cambiare rou- 
ter, l'ho fatto, ma la situazione non è 
migliorata. Cos'altro posso fare, secon- 
do voi? 

Marco 

Probabilmente il tuo doppino telefo- 
nico è troppo lungo, magari perché ca- 
sa tua è parecchio distante dalla cen- 
trale, oppure è vecchio e usurato: que- 
sti i motivi più probabili dei "rumori" ri- 
scontrati sulla linea. E questo provoca 
un indebolimento del segnale, il che ab- 
bassa la velocità massima di connes- 
sione raggiungibile. Se poi la linea te- 
lefonica viene configurata a una ve- 
locità superiore, allora i problemi si 
acuiscono. Una concausa può essere 
anche il fatto che sono state attivate tan- 
te linee ADSL a 7 Megabit nella zona in 
cui abiti e anche questo provoca un 
aumento del rumore in ambiente ca- 
vo. La soluzione non è cambiare rou- 
ter né operatore, ma chiedergli di far 
tornare a 4 Megabit la tua linea, velo- 
cità che il tuo doppino telefonico rie- 
sce a supportare meglio. 



I Win Magazine Febbraio 2009 




i L'esperto Audio&Video 

f risponde... 



PENDRIVE ED MP3: . 
VISTA U GESTISCE COSI 

Ho installato sul computer Windows 
Vista e Media Player 11. Recentemen- 
te, mentre ascoltavo un po' di musica, 
ho collegato al PC una chiavetta USB 
da quattro gigabyte. In seguito, Media 
Player mi ha chiesto se desideravo sin- 
cronizzare i dati musicali. Evidente- 
mente ho scelto la risposta sbagliata, 
perché ora la mia pendrive viene riem- 
pita di brani musicali ogni volta che la 
inserisco nella porta USB. Posso disat- 
tivare questa opzione? 

Giuliano 

Le chiavette di memoria con capacità 
uguale o superiore a quattro gigabyte 
vengono riconosciute da Media Player 
come lettori MP3. Al primo "contatto" con 
una chiavetta USB, il programma chiede 
come procedere per il riconoscimento. Se 
hai fatto clic su Effettua la sincronizza- 
zione con questo Catalogo multime- 
diale sempre, Media Player cerca di sin- 



cronizzare i file musicali presenti sul disco 
rigido con quelli memorizzati sul dispo- 
sitivo di riproduzione. Questo succede 
ogni volta che colleghi la chiavetta USB 
al computer. Viene così trasferita sempre 
più musica nella pendrive. Puoi disatti- 
vare questa funzione, procedendo in que- 
sto modo. Avvia Media Player e inserisci 
la chiavetta nella porta USB del PC. Nel- 
la finestra di Media Player, clicca sulla 
freccia che si trova sul bordo inferiore del- 
la voce Sincronizza e, nell'elenco che 
appare, sul nome della chiavetta USB. 
Nell'elenco che si apre clicca sulla voce Op- 
zioni avanzate. Per fare in modo che la 
sincronizzazione automatica della mu- 
sica non si avvìi più, nella finestra suc- 
cessiva togli il segno di spunta da Avvia 
sincronizzazione alla connessione del 
dispositivo e conferma con Applica e 
poi O/C Al prossimo collegamento della 
chiave USB verrà visualizzata ancora l'icona 
per la sincronizzazione nella system tray 
di Windows, ma il procedimento non 
verrà più avviato automaticamente. 




Office: il problema 
la nostra soluzione 



ANCHE WORD PARLA 
CINESE 

Ho un problema abbastanza serio con 
Microsoft Office Word 2007: in pratica 
ho necessità, per motivi di studio, di 
scrivere delle lettere e altri documenti in 
lingua cinese. Tuttavia Word non ne 
vuole sapere. Ho aggiunto le varie lin- 
gue, cinese semplificato e tradizionale, 
ma ogni qualvolta provo ad utilizzare 
caratteri cinesi, l'editor continua a scri- 
vere con quelli occidentali. Se però pro- 
vo a visualizzare un sito in lingua cine- 
se, riesco a vederlo correttamente sen- 
za che appaia a video alcun avviso che 
mi chiede di installare la lingua cinese 
sul PC: il che mi fa pensare che è cor- 
rettamente installata. Ho anche abili- 
tato la tastiera cinese dalle opzioni in- 
ternazionali del Pannello di controllo. 



Ma non è servito a niente. Cos'altro mi 
suggerite di fare? 

Sergio 

Il tuo problema capita perché hai instal- 
lato i caratteri cinesi e li hai aggiunti alle 
opzioni internazionali della tastiera, ma 
al momento, quando hai attivato la fine- 
stra di Word, non li hai abilitati. Anche se 
il cinese è la lingua predefinita, quando av- 
vìi l'editor di testi Windows riattiva auto- 
maticamente l'italiano. Si risolve andan- 
do in Pannello di controllo/Opzioni in- 
ternazionali e della lingua (se sul PC è 
installato Vista, la procedura è identica, 
ma il percorso da seguire è Pannello di con- 
trollo/Orologio, lingua e opzioni inter- 
nazionali/Opzioni internazionali e del- 
la lingua), cliccando su Lingue, Dettagli 
e poi su Barra della lingua e abilitando 



AS 



/aita nei nrc 



:MPO RISPARMIATO 



Mi hanno regalato un audiolibro. Poi- 
ché dura più di sette ore e ho poco 
tempo libero, procedo molto lenta- 
mente e pendo sempre il filo. Non è pos- 
sibile velocizzare l'ascolto? 

Corrado 

Sì, Windows Media Player consente di 
accelerarne la riproduzione. In questo mo- 
do è possibile diminuire la durata del- 
l'audiolibro di quasi un terzo, senza che 
l'ascolto ne risenta eccessivamente. 
Nell'esempio qui riportato la riprodu- 
zione si riduce di circa due ore. Proce- 
di in questo modo. Avvia Media Player 
cliccando su Start/Tutti i program- 
mi/Windows Media Player. Inserisci 
quindi il CD dell'audiolibro o avvia la ri- 
produzione del file audio sul PC. Per 
impostare la riproduzione "veloce", pre- 
mi il tasto Alt e dal menu visualizzato 
clicca su Visualizza/Caratteristiche 
avanzate/ Impostazioni velocità di ri- 
produzione. Tenendo premuto il tasto 
sinistro del mouse, trascina ora il cursore 
di velocità verso destra nella nuova po- 
sizione. Media Player riprodurrà l'audiolibro 
alla velocità impostata. Se sei soddi- 
sfatto puoi ascoltare la registrazione fi- 



no alla fine. Per alcuni audiolibri con 
narratori piuttosto veloci o nell'ascolto 
della musica, l'aumento della velocità 
di riproduzione potrebbe essere ec- 
cessiva perché le voci diventano mol- 
to agitate. In tal caso riducila. Procedi 
come visto prima per visualizzare il me- 
nu del programma e riposiziona il cur- 
sore nella posizione iniziale. Per dimi- 
nuire leggermente la velocità, basta te- 
nere premuto il tasto del mouse e tra- 
scinare il cursore. Quando poi hai fini- 
to di ascoltare l'audiolibro, ricordati di 
impostare la velocità standard cliccan- 
do su Normale. 




Windows Media Player permette di 
velocizzare l'ascolto degli audiolibri, senza 
comunque alterare eccessivamente la voce 
del narratore e garantendo quindi un ascolto 
gradevole. 



infine l'opzione Visualizza la barra del- 
la lingua sul desktop. Sulla barra delle 
applicazioni comparirà una piccola ico- 
na con la sigla IT, che sta per italiano. Ora 



scegliere la lingua cinese tra le disponibili. 
In alternativa, clicca su Impostazioni ta- 
sti e configura la combinazione di tasti 
che dovrai digitare, dopo aver avviato 



avvia Word e clicca su questa icona per Word, per impostare la lingua cinese. 



Servizi di tes 



mmmmm 



"HI 



Impostazioni Avanzate 



Impostazioni barra della lingua 



^] Visualizza la barra della lingua sul desktop 
O Visualizza la barra della lingua come trasparente quando non attiva 
^] Visualizza icone aggiuntive sulla barra delle applicazioni 
@ Visualizza etichette di testo sulla barra della lingua 



0K 



Annulla 



■ Italiano 

| Russo 
fami Tastiera 

■ Russo 



Aggiungi.. 



Rimuovi 



Word supporta la scrittura con caratteri non latini, tipo il cinese. Ma non basta installare il 
pacchetto della lingua: dobbiamo anche ricordarci di abilitarla prima di scrivere i nostri documenti. 



I Win Magazine Febbraio 2009 






Sicurezza: proteggersi 
dalle nuove minacce 



STRANI ERRORI 
NELLE PAGINE WEB 

Ogni volta che tento di aprire una pagina 
Web con Internet Explorer (anche la 
Webmail) compare ripetutamente a vi- 
deo il messaggio: Gli script sono so- 
litamente sicuri Consentirne /'ese- 
cuzione?. E per proseguire devo clic- 
care su Sì anche una decina di volte 
prima di visualizzane la pagina. Come mai? 
Roberto 




• Evitiamo di essere troppo rigidi nella 
configurazione del livello di sicurezza del 
browser: navigare su Internet potrebbe 
diventare difficoltoso! 



Può essere dovuto ad una configurazio- 
ne dei livelli di sicurezza del browser trop- 
po rigida. Accedi al menu Strumenti e 
seleziona la voce Opzioni Internet. Nel- 
la relativa schermata apri la scheda Pro- 
tezione e sposta il cursore che si trova 
nella sezione Livello di protezione per l'area 
su Medio/Alto. Oppure clicca su Livello Per- 
sonalizzato (se vuoi attivarne uno im- 
postato da te) e in Script metti la spun- 
ta su Attiva alle voci Esecuzione script 
attivo ed Esecuzione script delle ap- 
piedava Probabilmente le troverai impostate 
su Chiedi conferma. Questo basterà per 
la tua sicurezza, se fai sempre in modo di 
avere anche un buon antivirus aggior- 
nato e tutte le patch di Windows e di In- 
ternet Explorer installate. 



UN VIRUS CHE 
MI PERSEGUITA 

Utilizzo NOD32 come antivirus. Se ese- 
guo una scansione approfondita del- 
l'hard disk, il programma mi rileva la 



presenza di un virus segnalandomelo 
con il messaggio: // file C:\Documents 
and Settings\sandro\lmpostazioni 
locali\Temp\is-Olj83.tmp\URL2\ 
MEAD-LPNTInstexe è infettato da 
applicazione Win32IAdware. WhenU. 
SaveNow. Questo file può essere 
cancellato. Assicurati di aver salva- 
to i tuoi dati prima di cancellarlo. 
Ma tutte le azioni possibili per elimi- 
narlo sono disabilitate. L'unica cosa che 
posso fare è cliccare su Nessuna azio- 
ne. La scansione procede regolarmente, 
ma il virus non viene eliminato. Da co- 
sa dipende questo strano funziona- 
mento dell'antivirus? 

Sandro 

Purtroppo ti sei imbattuto in Save Now, 
un adware molto insidioso che disturba 
le nostre navigazioni sul Web con fastidiose 
finestre pubblicitarie. La prima cosa che puoi 
fare, è rimuovere da Pannello di con- 
trollo/Installazione applicazioni tutti gli 



eventuali programmi installati con nomi 
del tipo SaveNow, Save! f WhenUShop 
e New.Net Quindi esegui una scansio- 
ne del sistema usando il tool on-line Nor- 
ton Security Scan (raggiungibile al sito 
www.winmagazine.it/link/191). Tieni con- 
to che Symantec da un po' di tempo ha 
anche reso disponibile il download del 
suo strumento di rimozione: dalla stessa 
pagina Web ti basta cliccare su Down- 
load Now. Se invece preferisci procede- 
re manualmente, individua sull'hard disk 
le cartelle New Dot Net, Save f Save- 
Now, Xtractor Plus, i file learn more 
about savelurl, learn more about sa- 
venow.url e "whenil.com Website.url 
ed eliminali. Quindi cancella anche i file 
segnalati, ma non eliminati, da NOD32: 
se non ci riesci perché risultano bloccati 
da altri processi, serviti di Unlocker (lo tro- 
vi nella sezione Sistema del Win CD/DVD- 
Rom) per sbloccarli: dopo aver installato 
il software basta cliccare sui file con il ta- 
sto destro del mouse e scegliere la voce 
Unlocker dal menu contestuale che ap- 
pare. Quindi procedere con l'eliminazione. 
La stessa Symantec consiglia poi di can- 
cellare le seguenti chiavi del registro di 
configurazione: 

• HKEY LOCAI MACHINESOFTWA- 



REXWhenUSave 

• HKEY_LOCAL_MACHINESSOFTWA- 
RE\MiaosoftWindows\CurrentVersion\ 
UninstalhSaveNow 

• HKEY_LOCAL_MACHINBSOFJWA- 
RESMiaosof^Windows\CurrentVersion\ 
UninstalhWhenUSaveMsg 

• HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWA- 
RE\Miaosof^Windows\CurrentVersion\ 
UninstalhXtractor Plus_is1 

• HKEY_CURRENT_USER\Software\ 
MicrosoftMnternet Explorer\Menu 
ExtXFree Software 

• HKEY_CLASSES_R001\WUSN.I 

• HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\ 
{E2F2B9D0-96B9-4B25-B90C- 
636ECB207D18} 

Infine raggiungi le sottochiavi 
HI<iy_L0CAL_MACHINE60FTWAm 
Micmsoft\Windows\CurrentVersiorì\Run 
e HKEY_CURRENT_USER\SOFTWA- 
RE^iaosoftWindowsXCurrentVersion^ 
ne da entrambe cancella le sottochiavi: 
"WSN" = "%ProgramFiles%\VVSN\ 
vySN.exe"; ( SaveNow"="%Program- 
Files%\SaveNow\SaveNow.exe" e"Whe- 
nUSave" = 'JoProgramFhsVSavéSave. 
exe". 

Ora il tuo sistema è ripulito da ogni trac- 
cia di Save Now! 



WINDOWS VISTA BLOCCA LA NAVIGAZIONE? 



In nessun modo riesco a effettuare una connessione a In- 
ternet. Se vado a controllare lo stato della rete, mi dice che 
c'è una connessione Wi-Fi attiva e che il segnale è otti- 
mo, ma non riesco a collegarmi a Internet né al computer 
desktop. Durante le vacanze natalizie ho avuto la neces- 
sità di installare Windows XP sullo stesso computer e... 
miracolo! Mi ha dato subito la connessione a Internet ri- 
conosceva perfettamente un decoder collegato alla mia 
LAN e mi ha permesso di collegarmi al desktop in un bat- 
ter d'occhi. Devo rassegnarmi ad utilizzare XP o c'è una 
possibilità che si riesca a configurare anche Vista? 

Salvatore 

Se abbiamo capito bene, Vista riesce a connettersi al router 
e alla rete Wi-Fi ma non riesce a uscire su Internet né a co- 
municare con l'altro computer. Il problema può avere molte- 
plici cause, ma visto che il computer è nuovo e con Win- 
dows XP tutto funziona alla perfezione, è possibile sia colpa 
di un firewall preinstallato di fabbrica. Anche se hai provve- 
duto a disinstallarlo (anzi, soprattutto se lo hai fatto), è mol- 
to probabile che qualche servizio correlato sia rimasto attivo 
nel sistema continuando a bloccare la connessione in ma- 
niera "inspiegabile": nel senso che tutto sembra funzionare al- 
la perfezione, anche la rete Wi-Fi, ma alla fine non riesci a con- 
netterti a Internet. Qualcosa di simile è capitato anche a noi 
con il firewall Symantec. E dopo tanti sbattimenti (di tastiera 



e di testa) la soluzione è stata ricorrere al tool di rimozione Nor- 
ton Removal (che puoi scaricare gratuitamente dal sito 
www.winmagazine.it/link/190). Prova anche tu questa solu- 
zione e se non dovesse funzionare, indaga sulla presenza di 
altri possibili firewall o comunque di tool per la gestione e il 
monitoraggio della rete. Se tutto dovesse fallire, puoi sem- 
pre provare un ripristino di sistema alla condizioni di fabbri- 
ca. Sempre meglio che rinunciare a usare Vista! 







• Una precedente installazione dei programmi Norton ha lasciato 
attivi nel sistema dei servizi che bloccano la connessione a Internet? 
Facciamo piazza pulita utilizzando il Norton 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Mailbox 




Linux: 

il Pinguino amico... 



INSTALLARE SKYPE 
SU KUBUNTU 

Vorrei installare il programma Skype sul- 
la distribuzione Kubuntu che ho ap- 
pena finito di configurare sul mio com- 
puter. Non riesco però a trovarlo tra i pac- 
chetti disponibili nei repository della di- 
stribuzione. Potete aiutarmi? 

Paolo 

Puoi seguire due strade: installare il pac- 
chetto scaricabile direttamente dal sito 
www.winmagazine.it/link/182 oppure 
aggiungere un apposito repository al si- 
stema. La prima scelta è la via più sem- 



plice ma non ti permette di sapere se 
sono disponibili o meno nuove versio- 
ni di Skype. Quindi noi ti consigliamo di 
seguire la seconda strada, più complessa 
ma anche più efficiente, oltre che più 
comoda. Ecco come procedere. Apri una 
finestra di terminale: vai sul pulsante K 
nel pannello, quindi entra in Applica- 
zioni/Sistema e fai clic sulla voce Ter- 
minale. Qui digita il comando seguen- 
te, su una sola riga: sudo wget 
http://www.medibuntu. 
org/sources.listd/intrepid.list-output- 
document-letclaptlsources.listdlmedi 
buntuJisì. Premi Invio e inserisci la pas- 




■ Ecco i comandi da eseguire in console per aggiungere il repository che contiene l'ultima 
versione disponibile di Skype: fatto questo, sarà un gioco da ragazzi installare il programma 



CE POSTA... MA PER CHI? 

Per ottenere una risposta precisa in tempi brevi invia 
le tue richieste di assistenza in modo mirato. 



1) ASSISTENZA TECNICA 

Problemi con il computer e Internet? Difficoltà a mettere in pratica un articolo? 
Vuoi qualche chiarimento su come funziona questo o quel software presente 
sul CD/DVD-Rom? 

Scrivi a winmag@edmaster.it 

2) ABBONAMENTI 

Vuoi sapere come ci si abbona a Win Magazine? Sei già abbonato, ma 
non hai ancora ricevuto qualcuna delle copie che ti spettano? 

Scrivi a abbonamenti @edmaster.it 

3) CD/DVD-ROM 

I supporti allegati alle versioni Base, Plus, DVD e Gold non funzionano 
e vuoi sapere quali sono le modalità per richiedere la sostituzione? 

Scrivi a servizioclienti@edmaster.it 

4) LE TUE IDEE 

Hai suggerimenti per un articolo che ti piacerebbe vedere pubblicato 
sulla rivista? Vorresti collaborare con la redazione per offrire il tuo contributo 
a Win Magazine? 
Scrivi a winmagidee@edmaster.it 



sword del tuo account utente quando 
richiesto. Poi dai questo secondo co- 
mando, anch'esso su di una sola riga: 
sudo apt-get update && sudo apt- 
get instali medibuntu-keyring && su- 



do apt-get update, seguito sempre da 
Invio e dalla password di account. A 
questo punto puoi finalmente installa- 
re Skype digitando il comando sudo apt- 
get instali skype. 



MESSENGER ARRIVA ANCHE SU LINUX 



Spinto dalla curiosità ho installato Li- 
nux su una partizione dell'hard disk. 
La distribuzione è la Kubuntu 8.10 
allegata al numero 121 di Win Ma- 
gazine. Giorno dopo giorno mi orien- 
to sempre di più nel nuovo sistema 
operativo, ma., mi manca Messenger! 
Che programma devo installare per 
scambiare messaggi di chat con i miei 
amici? Potete darmi una mano? 

Giulio 

Per fare quattro chiacchiere con i tuoi 
amici tramite Messenger... non devi 
installare alcun programma! Tra i 
software presenti di default in un'in- 
stallazione di base di Kubuntu ce in- 
fatti Kopete, un programma di instant 
messaging multiprotocollo: ciò signi- 
fica che con una sola applicazione 
puoi utilizzare più account differenti, 
così da poter parlare con tutti i tuoi 
amici qualsiasi sia il sistema di mes- 
saggistica da loro adottato. Kopete, 
infatti, è compatibile con ICQ, Yahoo! 
Messenger, Jabber, Windows Live 
Messenger e molti altri ancora. Per 
avviare il programma basta che fai 
clic sul pulsante K in basso nel pan- 
nello del desktop e, nel menu che 
appare, selezioni la voce Messaggi- 
stica istantanea. A questo punto com- 
parirà l'interfaccia di Kopete, con la 
tipica finestra contenente l'elenco dei 
contatti dell'utente. Ovviamente al- 
l'inizio la finestra sarà del tutto vuo- 
ta. La prima operazione da fare, quin- 
di, è cliccare sulla scritta Click to add 
an account in basso: apparirà così 
una finestra con la lista dei sistemi 



di messaggistica supportati da Ko- 
pete. In questa lista fai doppio clic su 
MSN Messenger. Nella medesima 
finestra compariranno una serie di 
schede per le impostazioni del tuo 
account. Nella prima, chiamata Im- 
postazioni base, inserisci l'indirizzo 
del tuo account nello spazio bianco 
vicino a ID MSN Passport, quindi 
metti la spunta sull'opzione Ricorda 
password e digita la password per il 
tuo account nello spazio sottostante, 
vicino alla scritta Password. Fatto ciò, 
clicca sul pulsante Next in basso e 
nella schermata successiva clicca su 
Completa. Ora vedrai comparire la fi- 
nestra per il "servizio portafogli" di 
KDE (l'ambiente grafico di Kubuntu): 
questo servizio serve per protegge- 
re mediante una password generale 
le informazioni personali che inseri- 
sci nel sistema, come appunto le chia- 
vi d'accesso per gli account di mes- 
saggistica. Digita dunque una pas- 
sword a tua scelta nella finestra Ser- 
vizio portafogli di KDE e inseriscila nuo- 
vamente più in basso per conferma, 
a destra di Verifica. Infine fai clic sul 
pulsante Crea. A questo punto la con- 
figurazione del tuo account Mes- 
senger è terminata e questo risulterà 
attivo: per aggiungere nuovi contat- 
ti fai clic sul menu File nella finestra 
principale di Kopete, entra nel sotto- 
menu Aggiungi contatto e seleziona 
la voce che riporta il nome del tuo 
account di MSN Messenger. Nella fi- 
nestra che appare, quindi, potrai di- 
gitare l'account del contatto da ag- 
giungere e premere poi O/C 




■ Se usiamo Kubuntu non dobbiamo rinunciare a Messenger: per continuare a chattare con 
i nostri amici possiamo utilizzare Kopete. E non serve neanche installarlo, perché è già 
incluso nella distribuzione. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Una risposta a tutto 



Internet 



Nkk "folli" per MSN 

V Come abbellire il nickname di Windows Live Messenger? 
v Se metto un colore di sfondo al mio nickname compaiono 
dei codici incomprensibili: come mai? 



SERVE A CHI... 

... vuole personalizzare Windows 

Live Messenger 
... vuole dare un tocco 

di originalità al suo nickname 



E arrivato il nuovo Windows Live Messenger, in ver- 
sione 2009. Bello, è vero, ma le possibilità di per- 
sonalizzazione sono ancora limitate. Insomma, per ren- 
dere un po' accattivante il nostro nickname di Messen- 
ger (qualunque versione utilizziamo), visualizzato nel- 
la parte alta della finestra, dobbiamo fare i salti morta- 
li! Per non parlare di quando vogliamo formattare i mes- 
saggi in modo più elegante, di organizzare le cronolo- 
gie delle chat o, ancora, di cambiare aspetto a Mes- 
senger con nuove skin. Dobbiamo forse rinunciare? As- 
solutamente no! Basta ricorrere a Messenger PluslLive: 
un programma in grado di estendere le funzionalità del 
servizio di messaggistica Microsoft. Benché non si trat- 
ti di un software ufficiale, la cura con cui è stato realiz- 
zato è encomiabile. Al punto che, sebbene esista una 
versione per il "vecchio" Messenger 8.5, solo pochi gior- 
ni dopo l'uscita della versione "beta" di Windows Live Mes- 
senger, era già disponibile la rispettiva beta di "Plus"! 



Come si usa il nuovo nkk? 

Installare Messenger PluslLive è molto semplice (ve- 
di box: Col "plus" è meglio). E fatto ciò ci si apre da- 
vanti un mondo di succose possibilità. Tra le più in- 
teressanti, quella di aggiungere colori e stili al no- 
stro nickname, vale a dire il nome che mostriamo 
ai contatti. E che, contrariamente ad altri software di 
messaggistica, in Messenger è modificabile al volo. 
Per semplificare la creazione del nostro speciale nick- 
name, esiste un servizio Web, Crea Nickname 2.0 
(www.crea-nickname.com), che ci aiuta passo pas- 
so, con una procedura guidata di una semplicità di- 
sarmante. Pochi istanti... etvoilà! Il nickname per 
Messenger Live è bello e pronto! Una volta arrivati nel- 
la pagina iniziale del sito, è sufficiente scrivere il nick- 
name da "trasformare" e selezionare stili e colori pre- 
feriti. Qualche semplice clic è sufficiente a generare 
un "codice", in formato HTML, da copiare e inserire al 
posto del nostro nickname in Messenger Live. Come? 
Dopo aver inserito i dati d'accesso, dalla schermata 
principale del programma di messaggistica Micro- 
soft clicchiamo sull'icona Mostra menu, in alto a 
destra, e selezioniamo Strumenti /Opzioni. Incol- 
liamo quindi il codice nella casella Nome visualiz- 
zato (premendo la combinazione di tasti Ctrl+V): 
clicchiamo su Applica e poi su O/c. Da questo mo- 
mento, noi e i nostri contatti (purché abbiano in- 



stallato Messenger PluslLive) possiamo ammirare il 
nickname con stile, cornici e colori personalizzati. 
Sperimentiamo liberamente la potenza dell'accop- 
piata Messenger PluslLive e Crea Nickname 2.0: i ri- 
sultati sono sorprendenti! 



| IL SOFTWARE SUL 0tD IZfDVD 

Messenger PluslLive è presente nella sezione Internet 



COL PLUS" E MEGLIO 

Per personalizzare di tutto punto il nostro Mes- 
senger Live, inclusi gli abbellimenti possibili gra- 
zie al sito www.crea-nickname.com, dobbiamo 
installare nel nostro computer Messenger Plus! 
Live. Per farlo, andiamo su www.msgpluslive.it. 
Da qui, clicchiamo su Scarica ora. Terminato il 
download facciamo doppio clic sul file scaricato 
(che troviamo anche nella sezione Internet del 
Win CD/DVD-Rom), clicchiamo Esegui e poi su 
Continua. Nella prima finestra clicchiamo Avan- 
ti, poi spuntiamo la casella Non desidero contri- 
buire e clicchiamo ancora su Avanti. Spuntiamo 
la casella Accetto i termini dei contratto di li- 
cenza..., quindi clicchiamovi vanti. Al termine 
dell'installazione confermiamo con Fatto. Avvia- 
mo Messenger Live e, quando compare la finestra 
di Messenger PluslLive, clicchiamo A vanti fino 
alla fine e quindi Chiudi. 



Creiamo un nickname ricco di effetti speciali direttamente on- line 



Crea Nitkna 



2M 





Rcciidro 








e 


• 


W#fH*H 




qffeftfl 




>Uci,Kn,ì]n 


m 




Hce/UEr» 




J 




■3£-«as-T*ocra 




** 


of 


ft&MXfa 




Sr. 


| Pt«Ì0l«> | 


qi^g^g 









! . -i", .|,¥(*trfM>lOl 







2.0 





Sfumatura Testa 

^B i j [ | 

Sl'ummìri ìfondo 




1 Andiamo su www.crea-nickname.com. In Inserisci il 
Nickname scriviamo il nome che vogliamo vi- 
sualizzare. In basso spuntiamo la casella relativa allo 
stile da applicare. Continuiamo con un clic su Prosegui. 



^In Seleziona le Cornicene, dall'elenco di sinistra 
fc clicchiamo su quella da collocare a sinistra del nick- 
name e facciamo lo stesso per la cornice da porre a 
destra . Clicchiamo ancora una volta su Prosegui. 



^In Sfumatura Testo clicchiamo su Colorel e poi 
usuila tonalità di colore iniziale del testo. Usiamo 
Colore2, Coloreì e Colore4 per le sfumature. Clic- 
chiamo Crea il nickì 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Una risposta a tutto 



Office 



Le slide prendono vita 

</ Per una ricerca scolastica, devo inserire un video in una 

presentazione. Come posso fare? 
V Posso aggiungere un video di YouTube nei file PowerPoint? 



SERVE A CHI... 

... vuole dare un tocco di classe 
alle proprie presentazioni 

... vuol risparmiare tempo 
sfruttando un video YouTube 
già pronto 



La suite Office, ed in particolare PowerPoint, 
permette di realizzare documenti di gran qua- 
lità. A volte, però, come accade per il programma 
citato, il semplice utilizzo degli strumenti messi a 
disposizione per abbellire le proprie presentazio- 
ni, può risultare piuttosto monotono. Con questo, 
ovviamente, non vogliamo dire che PowerPoint 
non sia un'ottima applicazione, anzi. Tuttavia, se de- 
sideriamo dare un tocco di classe in più alle no- 
stre diapositive, può essere necessario affidarci a 
qualche strumento esterno e ad un pizzico 
d'immaginazione. 

Video nelle presentazioni 

Quando realizziamo delle slide con PowerPoint di- 
sponiamo senza dubbio di una serie infinita di 



strumenti che, utilizzati al meglio, rendono la no- 
stra presentazione davvero accattivante. Tuttavia, 
avendo un PC collegato a Internet, durante 
l'esecuzione della stessa, potrebbe venirci in men- 
te l'idea di sfruttare questa connessione per ag- 
giungere quel qualcosa in più alla nostra presen- 
tazione. E qualche simpatico spunto può arrivare 
da YouTube, divenuto ultimamente una delle prin- 
cipali risorse ove reperire video di qualunque ge- 
nere. Possiamo trovare filmati divertenti, altri su 
argomenti seri, ma anche presentazioni su come 
installare o configurare un certo tipo di software. 
Se volessimo inserire uno o più di questi video 
nelle nostre presentazioni, sicuramente la strada usua- 
le sarebbe quella di scaricarli, con un tool ad hoc, 
sul disco rigido per poi importarli all'interno delle 
diapositive di PowerPoint. Ma avendo una con- 
nessione live" a Internet, possiamo fare qualco- 
sa di meglio e sicuramente più rapido. 

Il tocco dell'artista 

Tutto quello che ci occorre è un piccolo add-on, You- 
Tube Video Wizard (YTV: http://skp.mvps.org/ you- 
tube.htm), che, una volta installato, consente di 
collegarci a YouTube e in particolare ad un video 



a cui siamo interessati per eseguirlo direttamen- 
te all'interno della nostra presentazione. Quindi, 
nessun video da scaricare, convertire e importa- 
re. L'unico accorgimento è, come più volte detto, di 
accertarci che il computer sul quale eseguiremo 
la presentazione sia collegato ad Internet. Basta 
un link per lasciare tutti a bocca aperta! 



) IL SOFTWARE SUL 0tD IZfDVD 

YouTube Video Wizard è presente nella sezione Office 



I VIDEO? LI SCARICO DA YOUTUBE 

Se desideriamo avere una copia di un qualunque 
video disponibile sul sito di video hosting, è suffi- 
ciente collegarsi a http:// keepvid.com e inserire 
l'indirizzo dello stesso nell'unica casella di testo 
disponibile, in alto al centro nella pagina Web che 
appare. Dopo aver premuto il tasto Invio, ci ver- 
ranno resi disponibili due link: Download 
(get_vìdeo.flv - Low Quality) e Download (vi- 
deo.mp4 - High Quality): il primo serve per scari- 
care il filmato a bassa qualità, il secondo quello 
ad alta risoluzione. Clicchiamo su uno dei due, poi 
selezioniamo Salva e memorizziamolo in una car- 
tella dell'hard disk. 



Arricchisci gli slideshow PowerPoint con i video di YouTube 



fr J 


]- 


— 


•_. . 






>•>■'■ 




tal*—* 






** — • 






%*~ . 






^- ■ 






»•* ■ 






ì*- 


^^, , 


-are clic per inseri 














Fareclic per inserire il 






1 4 1 d n *] SS <« ^ 

«Min. » WiìiidMf ÒJfti Numera "Uj-IM Miniti tal] hi IttiiNl^ 
1 [Hipni f iu* ili»;i:ni1r-. Vi ;Jr- 

: L[ miillii»ili>. Iuulimi| 




IwPuhVMrt 

hr ùKuttrt HtKrwtìinnl 

prvmf r» fi. 






Fare clic per inserire il titolo 



1 Scompattiamo il file YouTubeVideo\Nizard.zip re- 
lativo alla nostra versione di PowerPoint all'inter- 
no di una qualunque cartella, ad esempio C:\Users\ 
Francesco\Desktop\YouTubeAddin. Avviamo Power- 
Point, clicchiamo sul Pulsante Office e successiva- 
mente su Opzioni di PowerPoint. 



2 Clicchiamo sul pulsante Componenti aggiuntivi, a si- 
nistra, e selezioniamo dalla casella Gestisci in bas- 
so la voce Componenti aggiunti di PowerPoint. Pre- 
miamo Vai, poi Aggiungi nuovo e selezioniamo l'unico 
file .ppam dalla cartella scelta al Passo 1. Quindi clic- 
chiamo Apri. 



Clicchiamo su Attiva macro se le impostazioni di 
^sicurezza di PowerPoint ne bloccano l'operazione 
ed infine su Chiudi. Clicchiamo su Inserisci poi su You 
TubeVideo. Premiamo Next, inseriamo l'URL del video 
desiderato e proseguiamo seguendo il wizard. Il gio- 
co è fatto! 



I Win Magazine Febbraio 2009 



w 



Prodotti 



PC all-in-one con touchscreen 



PC a portata di mano 



Lo posizioni ovunque 

e diventa un centro 

multimediale o una perfetta 

postazione Web per tutta 

la famiglia. E ciliegina sulla 

torta... lo controlli con le dita! 




PCALL-IN-ONE 
CON TOUCHSCREEN 

ASUSEEETOP 

CARATTERISTICHE 

Processore: Intel Atom N270 
Scheda Madre: proprietaria 
Memoria: 1 GB DDR2 667 MHz 
Hard Disk: 160 GB SATA 
Masterizzatore: n.d. 
Display: 15,6" touchscreen (1366x758) 
Scheda Audio: integrata 
Scheda Video: Integrata GMA 950 
Sistema operativo: Windows XP 
Extra: 6 USB 2.0, LAN, lettore 
memory card, Wi-Fi, Webcam 

INFO 

CONTATTA: Asus 
Tel. 199 400089 
SITO INTERNET: www.asus.it 



Con l'EEE Top, Asus chiude il 
cerchio, realizzando un si- 
stema compatto e accessibi- 
le a tutti per navigare sul Web. 
Un "netPC" che si presenta con 
uno chassis dal design accat- 
tivante, disponibile nei colori 
bianco o nero. Puoi collocarlo 
sulla mensola della cucina o fis- 
sarlo ad una parete, perché 
per usarlo non hai bisogno di 
mouse e tastiera. Il display da 




15,6 pollici touchscreen, infat- 
ti, consente di selezionare le 
applicazioni con il semplice 
sfioramento delle dita. È do- 
tato inoltre di un'interfaccia 
utente, creata ad hoc, con ico- 
ne grandi che risultano intui- 
tive anche a chi non ha mai 
usato un PC. E se vuoi com- 
porre un messaggio di posta 
elettronica o inserire l'indirizzo 
di una pagina Web, non devi 



fare altro che avviare la tastie- 
ra virtuale e digitare diretta- 
mente sullo schermo. Un'idea 
simpatica, quando non lo usi 
per navigare, può essere quel- 
la di sfruttarlo come bacheca 
per lasciare messaggi agli al- 
tri membri della famiglia; op- 
pure puoi usare il display wi- 
descreen per vedere i tuoi film 
archiviati su hard disk esterni o 
chiavette USB (come ogni pro- 



dotto della famiglia EEE, infat- 
ti, non ha il lettore ottico). Per 
la connessione Internet fa ricorso 
al veloce Wireless N. Che dire 
dell'EEE Top? Accarezzarlo è 
un vero piacere! 



EE 



Convenienza 

Caratteristiche 

Innovazione 



IO 

9 

IO 



VOTO FINALE IO 



SUL WEB 



Vìdeo 



Foto Tutorial 



Software 



Forum 



www.wtnmagazlne.lt/wtnextra 




Ammiralo in tutto il suo splendore 

L'abbiamo fotografato da ogni angolazione 
per apprezzarne le linee eleganti e i particolari, 
come l'attacco VESA per installarlo a muro. 




Addestralo al tuo comando 

Con le utility di configurazione puoi regolare la 
precisione dello schermo, scegliere la dimensione 
dei caratteri, impostare l'audio e molto altro ancora. 



h 




Basta un dito 

Grazie al display touchscreen e all'innovativa 
interfaccia utente creata da Asus, puoi usarlo 
col semplice tocco delle dita. Scopri come! 




Tante funzioni subito pronte 

Giochi, Internet e multimedia li puoi gestire 
facilmente grazie ai numerosi programmi forniti 
in dotazione. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



PC Desktop I KitWi-Fi I Gaming controller 



Prodotti 



SUL WEB 



Video Foto 



Tutorial 



>oftw£w 



Forum 



www. winmagazine.it/winextta 



• Galleria fotografica del Dell Studio XPS 

• Immagini ad alta risoluzione del Logitech G13 



Scopri come usare l'Olidata 
Wireless USB Adapter Set 



b 



Un passo verso il futuro 

CPU Intel Core i7 e memorie DDR3 per un PC che ti soddisferà appieno! 



PC DESKTOP 

DELL STUDIO XPS 

CARATTERISTICHE 



• Processore: Intel Core i7 920 

• Scheda Madre: proprietaria 

• Memoria: 4 GB DDR3 

• Hard Disk: 750 GB SATA 

• Masterizzatore: DVD+R/RW 

• Scheda Audio: Integrata 

• Scheda Video: ATI Radeon 4850 da 
512 MB 

• Sistema operativo: Windows Vista 
Home Premium SPI 

• Extra: 8 USB 2.0, FireWire, eSATA, LAN 

INFO 

CONTATTA: Dell 
Tel. 800 271733 
SITO INTERNET: www.dell.it 



Il Dell Studio XPS è uno dei pri- 
mi PC desktop in commer- 
cio ad essere dotato del nuo- 
vo processore Intel Core \7 f che 
rappresenta la nuova genera- 
zione di CPU del colosso ame- 
ricano. Realizzata con proces- 
so produttivo a 45 nanometri, 



contiene 731 milioni di trans- 
istor e ha una cache di terzo 
livello di ben 8 MB. Questa 
nuova piattaforma permette 
di ottenere prestazioni fino al 
30% migliori rispetto alle vec- 
chie generazioni di processo- 
ri, consentendo di utilizzare le 
più performanti memorie DDR3 
in modalità a triplo canale. Un 
ottimo sistema per tutti coloro 
che fanno uso di applicazioni 
complesse o che vogliono im- 
pegnare il computer con più 
programmi contemporanea- 
mente. Molto potente, insom- 
ma, ma anche molto versati- 
le! Puoi usarlo in ogni ambito, 
dallo studio al divertimento. 
Con la scheda grafica in dota- 
zione, una ATI Radeon 4850 da 
512 MB, non avrai alcuna diffi- 
coltà a far girare anche i vi- 
deogame più recenti. Opzio- 
nalmente puoi dotarlo di tu- 



ner TV e di lettore Blu-ray per 
trasformarlo in una postazione 
multimediale completa: puoi 
selezionare questi (ed altri) 
componenti al momento del- 
l'acquisto, direttamene sul si- 
to Dell. 

Convenienza 

Caratteristiche 

Innovazione 




VOTO FINALE 



rer tornirti il massimo delle 

prestazioni, è stato equipaggiato 

con 4 GB di memorie DDR3 



MmmsMMM 

Sul pannello frontale, oltre alle 

solite connessioni per il microfono 

e le cuffie, hai ben 4 porte USB 

e quella FireWire 



Addio cavi USB 



KITWI-F1 

OLIDATA WIRELESS USB 
ADAPTER SET 

INFO 

CONTATTA: Olidata - Tel. 0547 419419 
SITO INTERNET: www.olidata.it 



Con questo kit puoi finalmente dire 
addio ai cavi di connessione per le 
periferiche. È sufficiente collegare i rice- 
vitori/trasmettitori a PC e dispositivi USB 
per stabilire una connessione senza fili 
in modalità wireless. Stampante, lettole MP3, 
hard disk esterni e molto altro ancora, 
puoi sistemarli ovunque fino a una di- 
stanza massima di 10 metri dal 
computer. Non serve neanche 
una rete WiFi, perché la co- 
municazione avviene in mo- 
do diretto tra PC e periferica. 



r 



CTcilll.M. i 

Convenienza 

Caratteristiche 

Innovazione 



VOTO FINALE 



8 

8 

IO 

9 



ili 



Unm 
di giocare 




GAMING CONTROLLER 

LOGITECH G13 

INFO 



CONTATTA: Logitech - Tel. 02 2151062 
SITO INTERNET: www.logitech.it 



Progettata per giocare al top, sen- 
za correre il rischio di premere 
comandi sbagliati, questa tastiera ha 
una forma sagomata per adattarsi 
perfettamente al profilo della mano. 
I tasti sono retroil lumi nati per risul- 
tare ben visibili al buio, mentre sul 
display tieni sotto controllo le statistiche 
di gioco, crei e salvi le configurazio- 
ni dei pulsanti per richiamarle velo- 
cemente ad ogni partita. 




MHHHHr 



Convenienza 


8 


Caratteristiche 


IO 


Innovazione 


IO 



VOTO FINALE 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Notebook per giocare I Digicam 



SUL WEB 



Video 



Foto 



IU LUI Idi 



Software 



Forum 



www. winmagazine.it/winextra 



I video in HD registrati con 
la Samsung NV100HD 



Le immagini della Samsung 
NV100HD e alcuni scatti di prova 



b 



Nato per stupire! 

Il primo notebook con processore Quadcore per giocare oltre ogni immaginazione 



NOTEBOOK PER GIOCARE 

ASUSG71 

CARATTERISTICHE 

• Processore: Intel Quad Core QX9300 

• Memoria: 4 GB DDR3 1.066 MHz 

• Hard Disk: 2 x 500 GB SATA 

• Masterizzatore: Lettore 
Blu-ray/masterizzatore DVD 

• Display: 17" WUXGA+ Color Shine 
(1.900x1.200) 

• Scheda Audio: Integrata 

•Scheda Video: NVIDIA GeForce 9700M 
GT con 512 MB GDDR3 

• Sistema operativo: Microsoft 
Windows Vista Ultimate 

• Extra: 4 USB 2.0, FireWire, eSATA, 
HDMI, Express Card, Ethernet, Wi-Fi, 
Bluetooth, lettore di memory card, 
VGA, Webcam 

INFO 

CONTATTA: Asus 
Tel. 199 400089 
SITO INTERNET: www.asus.it 



Asus G71 è il primo no- 
tebook ad essere dota- 
to di processore QuadCore 
e 4 GB di memoria DDR3 per 
ottenere perfomance stra- 
bilianti con ogni program- 
ma. Progettato per il merca- 
to videoludico, questo por- 
tatile è stato realizzato in un 



MONITORAGGIO 
DI SISTEMA 



Alla base del monitor è presente un 

secondo display LCD che tiene 

costantemente sotto controllo lo 

stato del sistema 



AUDIO POTENTE 



Il sistema Altec Lansing permette di 

pompare al massimo l'audio dei 

videogiochi per un'esperienza 

ancora più coinvolgente 



numero limitato di esem- 
plari ed è equipaggiato con 
un display da 17,1 pollici ca- 
pace di riprodurre immagini 
full HD con una brillantezza 
davvero unica. 

Alla massima 
velocita 

Per ottenere prestazioni an- 
cora più spinte, si affida ad 
una GeForce 9700M GT da 
512 MB dedicati, mentre il 
sistema audio si avvale di 




un kit di speaker integrati 
con subwoofer realizzati da 
Altec Lansing, capaci di ri- 



produrre un audio coinvol- 
gente come quello dei si- 
stemi esterni. Poiché si trat- 



ta di un PC dedicato soprat- 
tutto ai giovani, Asus ha pen- 
sato bene di porre la mas- 
sima attenzione anche al- 
l'aspetto estetico. Il guscio 
colorato è reso ancora più 
accattivante da una serie di 
led che si illuminano du- 
rante le sessioni di gioco, 
realizzando effetti "pirotec- 
nici". Un piccolo display po- 
sto alla base del monitor, 
inoltre, permette di tenere 
sotto controllo i contatti di 
chat, lo stato del sistema, 
l'autonomia della batteria e 
altre utili informazioni. Un 
notebook nato per stupire! 



CTHIIMHt.i 

Convenienza 
Caratteristiche 
Innovazione 



8 
IO 
IO 



VOTO FINALE 



Foto e vìdeo in HD 



DIGICAM 

SAMSUNG 
NV100HD 

INFO 



CONTATTA: Samsung 
Tel. 800 7267864 
SITO INTERNET: 

www.samsung.com/it 



Con la Samsung NV100HD 
puoi realizzare e rivede- 
re subito le foto e i video 
realizzati in alta definizione. 
Questa digicam offre anche 
la possibilità di collegarla al 



televisore di casa median- 
te cavo HDMI ed è in grado 
di scattare immagini da 14,7 
Mpixel o registrare filmati al- 
la risoluzione di 720p. Non 
manca un ampio e pratico 
display da 3 pollici di tipo 
touchscreen sul quale è pos- 
sibile rivedere le presentazioni 
delle foto scattate, accom- 
pagnate da un sottofondo 
musicale. Grazie alle avan- 
zate soluzioni tecnologiche 
di cui è dotata, realizzare 
una buona foto è davvero 
un gioco da ragazzi. Col dop- 



pio stabilizzatore d'immagi- 
ne, inoltre, gli scatti saran- 
no sempre ben definiti. Il si- 
stema automatico di rico- 
noscimento dei volti mette a 
fuoco correttamente i soggetti 
mentre la modalità Beauty 
Shot rimuove le imperfezioni 
del viso trasformando i ri- 
tratti in foto da copertina. 



Convenienza 
Caratteristiche 
Innovazione 



9 

IO 

9 



VOTO FINALE 




I Win Magazine Febbraio 2009 



Prodotti 



Notebook I Pendrive da 64 GB I Tavoletta grafica 



SUL WEB 



Video 



Foto 



Tutorial Software F orum 



www. winmagazine.it/winextra 



Scarica i driver aggiornati 
della Wacom Bamboo One 



b 



Internet ovunque ti trovi 



DISPLAY LUMINOSO 



Il pannello a led permette 
di consumare meno 
e di ottenere immagini 
più luminose 




Col Wi-Fi e il modem HSDPA hai sempre a 
disposizione una connessione per navigare sul Web 



I tasti sono ben dimensionati 

per offrire un comfort maggiore durante 

la digitazione e non rimpiangere 

le keyboard dei notebook di "taglia grossa" 



NETBOOK 

ACER ASPIRE ONE 
AOA150-BGB 

CARATTERISTICHE 



Processore: Intel Atom N270 
Memoria: 1 GB DDR2 
Hard Disk: 160 GB SATA 
Masterizzatore: n.d. 
Display: 8,9" (1.024x600) 
Scheda Audio: Integrata 
Scheda Video: Integrata 
Sistema operativo: Microsoft 
Windows XP 
• Extra: 3 USB 2.0, Ethernet, Wi-Fi, let- 
tore di memory card, VGA, Webcam, 
HSDPA 

INFO 



CONTATTA: Acer - Tel. 199 509950 
SITO INTERNET: www.acer.it 



Col suo guscio colorato e le 
dimensioni compatte è un 
piccolo computer che conqui- 
sterà molti cuori. È stato equi- 
paggiato anche di un modu- 
lo HSDPA per collegarsi ad In- 



ternet sfruttando la rete dei cel- 
lulari. Basta inserire la SIM nel- 
lo slot presente dietro il vano 
batteria e si è pronti a sfrec- 
ciare sul Web. Il display da 8,9" 
usa la tecnologia a led, per for- 
nire immagini luminose e ri- 
sparmiare sulla carica della bat- 
teria. Nonostante le ridotte di- 
mensioni, mette a disposizio- 
ne una tastiera molto confor- 
tevole e 3 porte USB. Non man- 
ca la Webcam per videoco- 
municare con gli amici, il let- 
tore di memory card e la con- 
nessione Wi-Fi per collegarsi 
senza fili alla rete wireless di 
casa. 



CTHIIMHM 

Convenienza 
Caratteristiche 
Innovazione 



IO 
9 
9 



VOTO FINALE 



Pendrive 
o hard disk? 



PENDRIVE DA 64 GB 

EMTECEM-DESKS400 

INFO 



CONTATTA: Emtec 

SITO INTERNET: www.emtec- 

international.com 



quindi per avere sempre a portata di 
mano il proprio archivio di conte- 
nuti digitali. 



Con ben 64 GB di spazio, l'Emtec 
EM-DESK S400 è una valida so- 
stituta dei più ingombranti e sco- 
modi hard disk. La metti nel taschi- 
no e la porti sempre con te. Inoltre, 
col design a slide (senza cappuc- 
cio) non corri il rischio di rovinarla. È 
velocissima! Fino a 25 MB/s in let- 
tura e 15 MB/s in scrittura. Ideale 




fflHIII.M. i 

Convenienza 

Caratteristiche 

Innovazione 



8 
IO 
IO 



VOTO FINALE 



Giotto in digitale 



TAVOLETTA GRAFICA 

WACOM BAMBOO ONE 

INFO 

CONTATTA: Wacom - Tel. 02 45287050 
SITO INTERNET: www.wacom-europe.com 



Chi fa grafica col computer non può 
rinunciare ad una tavoletta grafica. 
Se sei ancora agli inizi o se sei già un 
"guru della palette" che necessita di 
uno strumento facilmente trasportabi- 
le, la Wacom Bamboo One è esatta- 
mente ciò che cerchi. Puoi usarla per 
scrivere, disegnare, dipingere o ritocca- 
re le foto. Ha un'ampia area di lavoro 
(A6), un'ottima risoluzione (1.040 dpi), 
un pennino ergonomico e due pulsanti 
da personalizzare con le funzioni che usi 
più di frequente. 




«hiii.m . 

Convenienza 

Caratteristiche 

Innovazione 



IO 
8 
8 



VOTO FINALE 



8 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Multimedia 



SULMB yiri - 



Foto 



Tutoria^ 



Software 



Forum 



www.winmagazine.it/winextra 



Scarica subito la versione di prova 
di Corel VideoStudio Pro X2 



b 



Registi non si nasce, si diventa 

Quel che serve per la masterizzazione su Blu-ray e la conversione per iPhone e PSP 



SOFTWARE DI EDITING VIDEO 
EDAUTHORINGDVD/BLU-RAY 

COREL VIDEOSTUDIO 
PRO X2 ULTIMATE 

INFO 

CONTATTA: Corel 
Tel. 800 986250 
SITO INTERNET: vwwv.CDiel.CDm 




Filmati in stile hollywoodiano 
con titoli ed effetti speciali, 
montaggio veloce delle riprese ef- 
fettuate con la videocamera e 
authoring multimediale. Video- 
Studio X2 Ultimate consente di fa- 
re questo ed altro, garantendo- 
ci strumenti professionali e una 
semplicità d'uso sorprendente. 
L'interfaccia grafica di VideoStu- 
dio, il software di montaggio che 
dà il nome alla suite, è organiz- 
zata in passi cui sono associa- 
te specifiche funzioni e strumenti. 
In modalità Modifica, ad esem- 
pio, possiamo creare la sequenza 
di riproduzione nella Timeline o 
nello Storyboard, mentre con un 
clic su Effetti e Titolo abbiamo 
subito a disposizione le libreria con 
filtri video, testo, transizioni, og- 
getti grafici e decorazioni per tra- 
sformare le riprese in clip diver- 
tenti e originali. Seguendo le in- 




• La Timeline di VideoStudio si compone di 11 tracce. 7 sono destinate 
a contenuti video, le restanti consentono invece la gestione separata di 
titoli e e 



ti i più diffusi formati video e vi- 
deocamere ad alta definizione. 
La versione X2 si differenzia dal- 
le precedenti per una serie di 
novità che riguardano principal- 
mente le prestazioni e le possi- 
bilità offerte dalla Timeline mul- 
titraccia. Per velocizzare le ope- 



dicazioni di Procedura guidata fi- 
rmati o Conversione Guidata, 

possiamo invece realizzare un 
film completo o trasferire le ri- 
prese dalla videocamera su DVD 
o Blu-ray, in breve tempo. Vi- 
deoStudio supporta l'audio sur- 
round 5.1 ed è compatibile con tut- 



razioni di rendering, VideoStu- 
dio Editor è stato equipaggiato 
con un sistema integrato che 
crea file a bassa risoluzione dei 
video inseriti nel progetto. Que- 
sto espediente garantisce un'im- 
mediata anteprima anche quan- 
do facciamo intenso uso di effetti 
speciali. Altra novità è rappre- 
sentata dalla possibilità di lavo- 
rare sulle tracce sovrapposte co- 
me quella principale, applican- 
do effetti e transizioni. La con- 
fezione Ultimate comprende an- 
che WinDVD 9 Plus Blu-ray, DVD 
Copy Plus (per duplicare DVD) ed 
il potente Editor audio Steinberg 
WaveLab LE 6. 



Convenienza 

Caratteristiche 

Innovazione 



9 
8 
8 



VOTO FINALE 



8 



Il PC nel desktop 



i 



SOFTWARE DI 
VIRTUALIZZAZIONE 

PARALLELS 
WORKSTATION 2.2 

INFO 



CONTATTA: Avanquest 
Tel 0523 825212 
SITO INTERNET: 

www.avanquest.com 



Paralles Workstation è un in- 
novativo software che per- 
mette di installare ed eseguire, 
contemporaneamente, diversi 
sistemi operativi su un unico 
PC. La differenza sostanziale ri- 
spetto alle modalità classiche di 
installazione, che richiedono 
l'impiego di unità logiche o fi- 
siche come partizioni o hard 
disk dedicati, è nell'esecuzio- 
ne dei sistemi operativi ospiti". 
Questi, infatti, sono gestiti di- 
rettamente da Parallels Work- 



station in ambiente Windows 
o Linux. Questo sistema offre 
numerosi vantaggi in termini di 
praticità e versatilità. Per avvia- 
re i sistemi operativi ospiti non 
è necessario il riavvio, mentre 
la loro esecuzione può essere 
simultanea. Inoltre, è possibile 
equipaggiarli con periferiche 
virtuali e salvare le imposta- 
zioni in cartelle per consentirne 
l'utilizzo anche su altri PC. L'im- 
piego delle macchine virtuali 
consente di testare in tutta si- 
curezza nuove configurazioni 
o provare a smanettare con Li- 
nux e programmi non compa- 
tibili col sistema operativo abi- 
tuale. Parallels Workstation sup- 
porta Windows (in tutte le ver- 
sioni dalla 3.1 a Vista), FreeB- 
SD, OS/2, Solaris e Linux. Le 
operazioni di configurazio- 
ne sono semplificate da una 



procedura guidata con la qua- 
le, in pochi secondi, possiamo 
scegliere l'hardware ed acce- 
dere alle opzioni avanzate. 



munì »] 

Convenienza 

Caratteristiche 

Innovazione 



VOTO FINALE 




ga 



Parallels 
Workstation 2^ 

Per Windowsg, linux 1 




Cinema in tasca 



SOFTWARE DI CONVERSIONE 

MOVIE CLONE 4 
GOLD 

INFO 

CONTATTA: EXA Media 
Tel. 071 2916009 
SITO INTERNET: 

www.exaspa.it 



selezionare marca e modello, 
in base ai quali Movie Clone 
sceglierà il formato e la risoluzione 
appropriata dello schermo. 



Con Movie Clone 4 Gold pos- 
siamo duplicare i nostri DVD 
Video non protetti, comprimer- 
ne il contenuto per trasferirlo su 
supporti da 4,7 GB o convertir- 
lo nei formati riproducibili da PSP 
iPod, PDA e telefonini. Impo- 
stando l'interfaccia grafica in mo- 
dalità standard vengono sem- 
plificate le operazioni comuni, 
per le quali non sono richieste 
complesse procedure di confi- 
gurazione. Per trasferire un in- 
tero film nel telefonino, ad esem- 
pio, dobbiamo semplicemente 




€39/» 



* GIUDIZIO 



Convenienza 

Caratteristiche 

Innovazione 



7 
8 
8 



VOTO FINALE 8 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Multimedia Junior I Libri 



f* Prodotti 



La Bibbia diventa multimediale 

Un modo originale per avvicinarsi ai contenuti biblici e scoprire il mondo antico 



CD DIDATTICO 

LE STORIE DELLA BIBBIA 

INFO 

CONTATTA: De Agostini 

Tel. 0321 424798 

SITO INTERNET: www.deagostini.it 



La Bibbia è riconosciuto come uno 
dei testi più importanti dai quali at- 
tingere informazioni sulle abitudini e sul- 
lo stile di vita dei popoli antichi. Alla fun- 
zione prettamente storica se ne affian- 



ca anche una educativa più profonda. De 
Agostini, in collaborazione con Don Ro- 
berto Di Diodato, direttore editoriale di 
Multimedia San Paolo, ha raccolto in un 
CD i contenuti più significativi e impor- 
tanti della Bibbia. Nella sezione Episo- 
di i bambini possono leggere le vicen- 
de più importanti del Vecchio e del Nuo- 
vo Testamento. Quelli principali e più si- 
gnificativi, come il Diluvio o la Nascita di 
Gesù, sono presentati anche con ani- 
mazioni. Nella sezione // mondo della 
Bibbia sono presenti due tavole sinot- 



tiche dalle quali i bambini possono av- 
viare la riproduzione di apposite clip ani- 
mate che mostrano usi, costumi, abitu- 
dini e struttura sociale delle popolazio- 
ni antiche. Il CD contiene anche tre di- 
vertenti giochi: Memory, Trivial e Indo- 
vina la frase. 



CTHIII.M. i 

Convenienza 

Caratteristiche 

Innovazione 



8 

7 
7 



VOTO FINALE 





Il mondo in un CD 



CD DIDATTICO 

GIOCA E IMPARA 
CON LA GEOGRAFIA 

INFO 

CONTATTA: De Agostini 

Tel. 0321 424798 

SITO INTERNET: www.deagostini.it 



Gioca e impara con la geografia è 
un'enciclopedia multimediale 
che all'atlante interattivo e alla clas- 
sica sezione per le ricerche, affian- 
ca un divertente laboratorio multi- 
mediale. L'atlante permette ai bam- 
bini di esplorare liberamente le diverse 



aree geografiche del globo ed ac- 
cedere velocemente alle schede 
informative di ogni nazione. In ognu- 
na di esse sono presenti tante infor- 
mazioni corredate da disegni, ta- 
belle, grafici, file audio degli inni na- 
zionali e una esaustiva documen- 
tazione fotografica. Nella sezione 
Enciclopedia Geografica si posso- 
no effettuare ricerche (per lemma o 
parole chiave) all'interno dell'im- 
menso archivio costituito dalle sche- 
de informative. Il Laboratorio mul- 
timediale rappresenta la parte più 
divertente e stimolante dell'enciclo- 
pedia. È infatti una vera e propria 



applicazione multimediale con la 
quale i bambini possono usare i con- 
tenuti del CD per realizzare mappe in- 
terattive e presentazioni animate. 
Dopo aver selezionato un'area geo- 
grafica e visualizzato la relativa car- 
tina, con il mouse possono indica- 
re punti specifici ai quali associare 
icone, immagini, suoni e contenuti te- 
stuali personalizzati. 



CTctill.M. i 

Convenienza 

Caratteristiche 

Innovazione 



9 
8 
9 



VOTO FINALE 



L'ANGOLO DEL LIBRO 




EDITORE: Edizioni FAG Milano 

AUTORE: Gian Guido Zurli 

PAGINE: 219 

PREZZO: €19,90 

SITO INTERNET: www.fag.it 



IPHONE- GUIDA ALL'USO 

Scritto dall'autore di "iPhone Guida non autorizzata", 
questo tascabile rappresenta l'aggiornamento al 
precedente volume dopo l'uscita dei nuovi modelli del- 
la casa di Cupertino. Nei primi capitoli troviamo una 
carrellata sui piani tariffari offerti dai diversi operatori e pratiche indicazioni per 
effettuare l'attivazione del telefono e la sincronizzazione con il PC. La restante 
parte del libro è incentrata sull'utilizzo dell'iPhone e sulle sue enormi potenzialità, 
con un occhio alle ultime novità sui modelli "craccati" di prima generazione. 
L'autore ci spiega minuziosamente come telefonare, gestire la posta elettroni- 
ca e navigare sul Web. Infine si sofferma sulle funzioni multimediali e più avan- 
zate, tra cui quelle GPS per la consultazione delle mappe e l'installazione di 
applicazioni gratuite e a pagamento. 



COME IMBROGLIARE CON PHOTOSHOP CS3 

Dopo aver letto questo volume, creare fotomontaggi realistici con il software 
Adobe diventerà un gioco da ragazzi. Un luminare della grafica digitale ci spie- 
ga tecniche e trucchi con i quali creare stupende e dettagliate composizioni, utilizzando 
singole porzioni di immagine e ricreando l'illusione di una realistica prospettiva 
spaziale. Ogni procedura, che possiamo anche cercare facilmente utilizzando l'in- 
dice, è dettagliatamente descritta e corredata da immagini a colori. Gli argomenti 
trattati spaziano dalle più elementari tecniche di selezione a quelle più avanzate 
e complesse che consentono di creare rifrazioni e riflessioni, correggere la pro- 
spettiva e plasmare alla perfezione i materiali. Al libro è al- 
legato un CD con più di 2 ore di videotutorial che mostrano 
le procedure più importanti, i relativi file Photoshop ed oltre 
300 immagini ad alta risoluzione royalty-free da utilizzare 
liberamente per i nostri fotomontaggi. 



tot 






EDITORE: Il Castello 

AUTORE: Steve Caplin 

PAGINE: 399 

PREZZO: €39,00 

SITO INTERNET: www.ilcastelloeditore.it 



I Win Magazine Febbraio 2009 



0*i Prodot 



TOP 5 DVD 



ìliil: 



La classifica dei film 
più venduti 




KUNG FU PANDA 

Il panda Po lavora nel ristorante di 
famiglia ma ha sempre desiderato 
diventare un maestro di Kung Fu. 
Una profezia gli aprirà la strada... 
Regia: Mark Osborne 
& John Stevenson 
Vod: Fabio Volo, Eros Pagni, 
Francesca Fiorentini 




IL CAVALIERE OSCURO 

Regia: Christopher Nolan 

Attori: Christian Baie, Heath Ledger, 

Aaron Eckhart 




LE CRONACHE DI NARNIA: 
IL PRINCIPE CASPIAN 

Regia: Andrew Adamson 

Attori: Ben Barnes, William Moseley, 

Sergio Castellitto 




GOMORRA 

Regia: Matteo Garrone 
Attori: Toni Servillo, Gianfelice 
Imparato, Maria Nazionale 




INDIANAJONESEILREGNO 
DEL TESCHIO DI CRISTALLO 

Regia: Steven Spielberg 

Attori: Harrison Ford, Cate Blanchett, 

Shia Labeouf 



'OMES. 



} 



mmm 



il£%T<m!lrafóJiIf!f] 



Il ritorno della srande 



Avventura 



€24,' 



AVVENTURA 



| 957: in piena Guerra 
i Fredda l'archeologo In- 
diana Jones è alle prese 
con una nuova, pericolo- 
sa ed affascinante avven- 
tura, alla ricerca del 
i misterioso Teschio 
1 di Cristallo di Aka- 
tor. Dai muri rico- 
perti di edera del Mars- 
hall College alle giun- 
gle selvagge del Sud 
America, Indy è co- 
stantemente inseguito 
da inquietanti agenti se- 



greti russi, che non si fer- 
meranno di fronte a nul- 
la per mettere le mani sul- 
lo spaventoso Teschio, at- 
torno al quale ruota 
l'interesse di tutti i prota- 
gonisti. Aiutato da suo fi- 
glio, il professor Jones do- 
vrà fare di tutto per recu- 
perare il cimelio, fermare i 
Russi e liberare Marion 
Ravenwood, madre del 
ragazzo, dalle loro grinfie. 
Corri su Win Extra e 
guarda il trailer del film. 



INDIANA JONES 
E IL REGNO 
DEL TESCHIO 
DI CRISTALLO 

CARATTERISTICHE 



Regia: Steven Spielberg 
Attori: Harrison Ford, 
Cate Blanchett, Karen Alien, 
Shia LaBeouf 
Durata: 87 minuti circa 
Extra: Il ritorno di una leggenda, 
La pre- produzione del film, Diario 
di produzione: dietro le quinte del 
Regno del Teschio di Cristallo, 
Guerrieri in sala trucco 
Anno: USA 2008 
Distribuzione: Raramount Home 
Entertainment 
Video: Widescreen 
Audio: DD SI Ita, Ing 
Sottotitoli: Ita, Ing e altri 
Sito Internet: 
www.indianajones.com 








COMMEDIA 

AGENTE SMART: 
CASINO TOTALE 

CARATTERISTICHE 

Regia: Peter Segai 
Attori: Steve Carell, Anne 
Hathaway, Alan Arkin, James Caan 
Durata: 110 minuti circa 
Extra: "Smart Takes", le scene 
alternative, Steve Carell introduce 
le scene alternative, Lezione di 
lingua, "Spy Confidential", le gag 
Anno: USA 2008 
Distribuzione: Warner 
Home Video 
Video: 2.40:1 16:9 
Audio: DD 5.1 Ita, Ing 
Sottotitoli: Italiano 
Sito Web: http://getsmartmovie. 
warnerbros.com 



Un imbranato e sconclusionato analista 
informatico, Maxwell Smart, viene in- 
caricato di sventare il diabolico piano di 
un'organizzazione criminale chiamata KAOS, 
che ha l'intenzione di conquista 
re il mondo. Il caso vuole che 
questa sia anche la sua pri 
ma vera missione sul cam 
pò perché l'identità segre- 
ta degli altri agenti ope 
rativi è stata compro 
messa da un attacco 
al quartier generale 
dell'agenzia Control. 
Quando Smart, a 
causa della sua ine- 
sperienza con il mon- 
do delle spie e degli 
agenti segreti, si ritroverà presto 
nei guai, la sua fidata collega, 
Agente 99, dovrà accorrere in 
suo aiuto e affiancarlo per sven- 
tare la terribile minaccia... Cor- 
ri su Win Extra e guarda il 
trailer del film. 




La loro missione è salvare 



il mondo 



I Win Magazine Febbraio 2009 




Gli allegati di Win Magazine @ 




PLUS 



VIDEOGIOCO COMPLETO ■ 122 PROGRAMMI 
GRATUITI ■ FILM PER LETTORI DIVX, 
PC E CELLULARI 

1 Pag. 58 



BASE 




■ 77 PROGRAMMI GRATUITI 

■ FILM PER CELLULARI 

1 Pag. 56 



FILM IN DVD VIDEO ■ SOFTWARE COMMERCIALE 

■ VIDEOGIOCO COMPLETO ■ 131 PROGRAMMI 
GRATUITI ■ FILM PER CELLULARI 

■ Pag. 60 



DVD PLUS 

■ GADGET 
FILM IN DVD VIDEO 

■ SOFTWARE COMMERCIALE 

■ VIDEOGIOCO COMPLETO 

■ 131 PROGRAMMI GRATUITI 

■ FILM PER CELLULARI 
i Pag. 62 





GOLD 



2 FILM IN DVD VIDEO SOFTWARE 
COMMERCIALE VIDEOGIOCO COMPLETO 

131 PROGRAMMI GRATUITI 
■ FILM PER CELLULARI 

i Pag. 64 




StoMfeCO □AmMW» 







□ ***woa. Oft^fc^a**^ 

€$& G7W fW 



&utikwmr«~*'*" 



FEBBRAIO 2009 



In più SU TUTTE LE VERSIONI UN ACCESSO ESCLUSIVO A WIN EXTRA: 

lo spazio Internet riservato ai lettori di Win Magazine. Corri a pagina 66 per scoprire cosa ti aspetta. 



@ Gli allegati del mese 

Alla 




FLM NXVD/DVDVDEO 



Contiene il film completo, in formato 

MPEG4 nella versione Plus o in DVD 

Video nelle versioni DVD e Gold 



In regalo nelle versioni 

Plus, DVD, DVD Plus e 

Gold, un gioco completo 



E3MD- 

Sezione con i contenuti 

speciali, variabile a 

seconda della versione 

di Win Magazine 



Raccolta di sfondi, font e 

clipart per arricchire i 

tuoi progetti multimediali 



TUTTI I PROGRAMMI 



Da qui puoi accedere alle 
categorie dei software 
presenti nel supporto 



Selezione dei migliori 
programmi gratuiti scelti 
per te dalla Redazione 




SOFTWARE COMMERCIALE 
COMPLETO 



Programma completo 
in esclusiva per i lettori 
di Win Magazine 



TELECOMANDO 
DI WIN MAGAZINE 



Da qui accedi a una selezione 
dei migliori canali TV trasmessi 
in streaming sulla Rete 




£fy Film per dispositivi mobili 
Oq Best l*i utility 
JfrTg Clipart in stile splash 
.T-. Foto panoramiche HOR 
■} Vite separate (DVD-Video; 



(foto A shampoo Win Opti n 




-EHE21 

Le ultime novità 

dei software commerciali, 

da provare subito 



- T7T71 

Gli indirizzi e-mail utili 
per contattare redazione 
o servizio clienti 



- TT5TJ 

Contiene informazioni 
sull'installazione 
dei software e la lettura 
dell'elenco arretrati 



Permette di abilitare 
o disabilitare l'audio 



Accesso diretto ai software 

La nuova interfaccia grafica del Win CD/DVD- Rom si ispira a Windows Vista e permette di esplorare 
tutti i contenuti del supporto. Scopriamola assieme. 




^ Nuova o classica? 

Inserendo il Win CD/DVD-Rom nel lettore del 



\d 



PC vedremo comparire in automatico una 
schermata dalla quale scegliere se installare la nuo- 
va interfaccia grafica o se continuare a utilizzare 
quella classica. 



\Jt\ U ti I ita ^Program inazione 

^Office 
.■P Sistema 

Amivi rus&Skurezza 




^ Le categorie del software 

^ Una volta caricata la nuova interfaccia, clic- 
chiamo su Win Magazine, in basso a sini- 
stra, e poi su Tutti i programmi. Saranno visibili le 
categorie dei software presenti nel supporto. Per 
accedere ai contenuti basta cliccare su una sezione. 



fX Procedi con l'installazione 

q Selezioniamo un software dalla lista e verifi- 
J chiamo la compatibilità con il nostro sistema 
cliccando sull'icona Posso installarlo? (semaforo). Se 
è tutto OK, premiamo su Salva /Installa e successi- 
vamente su Apri/ Installa. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Gli allegati del mese @ 



Win CD/DVD- Rom 

Un supporto pieno di Extra 

Dalla sezione Speciali, con film, software e foto, alla sezione Plus, aggiornata sempre con font, sfondi 
e clipart ad alta risoluzione: in regalo ogni mese tanti contenuti extra die vi lasceranno senza fiato. 



SE HAI PROBLEMI 

CON IL SUPPORTO CD/DVD 

Contatta il Servizio Clienti all'indirizzo 
servizioclienti@edmaster.it, ricordandoti 

di specificare la rivista e il numero di copertina 




f IWtwtfwMal 



B 



tt tt U tt H H H U H H 
tt tt tt tt H tt tt tt tt tt 



ABCD 1Q34 




Elenco . 
arretrati 



2[ usufruire dell'e- 
lenco arretrati è 
necessario inserire 
nel lettore del com- 

I puter uno dei sup- 

I porti allegati al 
numero 115 (o ante- 

I cedente) di Win 
Magazine e installare 

I l'interfaccia Win Web. 
Il 115 è stato infatti 
l'ultimo numero ad 

I offrire la possibilità di 
consultare gli arretrati 
dei numeri che van- 
no dal 100 al 115. 



t Sfondi e Clipart da sfogliare 
I Andiamo nel menu Win Magazine/Tutti i programmi e sele- 
zioniamo Sfondi o Clipart Verrà caricata una finestra dalla quale 
potremo visualizzare l'Anteprima delle immagini o impostarne lo Slide- 
Show (presentazione). Con Salva, invece, potremo archiviarle su disco. 



f^ì Che caratterino... 

I *% Nella sezione Win Magazine/Tutti i programmi/ Font Koveie- 
/ mo ogni mese una raccolta di caratteri tipografici. Scegliamo un 
font e, se l'anteprima è di nostro gradimento, premiamo Salva e poi 
ancora Salva. Il carattere verrà copiato nella cartella Fonts di Windows. 



I 



IFlFDfìmfìTICfì ELETTFOTICfi 
TELEFLimfl DUO GfìFTlES HOBBISTICA 




CARRARA 

CARRARA FIÈRE • Viale Galilei. 133 
14 • 15 febbraio 2009 ore 9/18 

FAENZA 

FAENZA FIERE • Via Risorgimento. I 
28 febbraio * I marzo 2009 ■ ore 9/18 



I A 

Le migliori occasioni 

MiraiUgt 

vms. iiMtUIlfliiT© 



Um\p& dfl^©§>mrtl] 



mwm pwc 



organizzazione 

^Nautilus 



INGRESSO^ 

RIDOTTO*" 



^«sta io* 6< 



Tel. 0541 439573 
info@expoelettronica.it 



tutte le informazioni su WWW.6Xpoelettronica.it 



@ Gli allegati del mese 



Win 

Magazine 




CD- ROM DA 

650 MB 



IMtì 











Ogni mese una selezione 

dei migliori software per mettere 

in pratica le nostre idee 

e divertirci con il computer 



D Software in italiano 

1=1 II tutorial è presente sulla rivista 



i mini il ii'"M 

Picasa 3.1 EJ 

Organizza i tuoi archivi fotografici 

File: Picasa3.zip 7.651 KB Freeware 

Iconoid 3.8.5 

Icone in ordine sul desktop 

File: iconoid.zip 603 KB Freeware 

AnimSor 0.95c 

Grafica e animazioni 3D in un clic! 
File: Anim8or.zip 829 KB Freeware 

Esempio HDview d n**w 

Assembla tante foto e crea 
un panorama per il Web 

File: EsHDviewzip 3.985 KB Freeware 

Es. Illustrato!- Eli Pa g 120 

Usa il logo di eMule per preparare 
una maschera di carnevale 

File: Esempiolll.zip 543 KB Freeware 



PS3 Media Center X 0.92 

Trasforma la PS3 in Media Center 
File: ps3media.zip 6.434 KB Freeware 

Ocean Questi pag 128 

Scendi a 20.000 leghe sotto i mari 
File: OceanQuest.zip 28.440 KB Freeware 

Wii Media Center X 0.92 

Trasforma il Wii in Media Center 

File: wiimedia2.zip 6.434 KB Freeware 



Tiscali Easy Dialer d 

Naviga con il modem analogico 

File: Tiscali\Tiscali.exe 1.707 KB 



Mozilla Firefox 3.0.5 CI 

Un browser ricco di funzioni 

File: Firefox.zip 5.626 KB Freeware 

eMule0.49bDipa g 9i 

Il client P2P più utilizzato 
per la condivisione di file sul Web 
File: eMule.zip 3.731 KB Freeware 

Messenger Plus! Live 
4.70.334 Di Pag 32 

Tante funzioni aggiuntive 
per Windows Live Messenger 

File: MsgPlusLive.zip 4.281 KB Freeware 

Grease Monkey 0.8 

+ SCript fi Pag 86 

Gestiamo più account 
contemporaneamente su Gmail 

File: Grease.zip 59 KB Freeware 

Python 3.0 + Scripti Pag 78 

Linguaggio di programmazione 
orientato agli oggetti 

File: python.zip 14.670 KB Freeware 

SatcoDX-WorldsOf 
Satellitesllv3.12Dip a g82 

Un database aggiornato 
dei canali satellitari 

File: SatcoDX.zip 35.341 KB Freeware 

ImgBurn 2.4.2.0 

Scriviamo IS0 maggiori di 4 GB 

File: lmgBurn.zip 1.852 KB Freeware 

CDCheck 3.1.14.0 D 

Verifica la funzionalità di CD e DVD 
File: CDCheck.zip1.42Q KB Freeware 



DVD Identifier 5.0.1 

Scopriamo le informazioni 
sulla qualità dei supporti 

File: dvdidentifier.zip 1.0Q6 KB Freeware 

OkokerCD&DVD 
Burner 6.0 

Masterizza dati anche da immagini 
in formato ISO 

File: okokerburn.zip 1.797 KB Trial 



EJM JI M j EJJ 

MediaCoder 0.6.2.4 i P a § .99 

Conversioni tra formati audio/video 
File: MediaCoder.zip 19.441 KB Freeware 

Subtitle Workshop 
2.51 LI 

Sincronizza i sottotitoli 

per i video in lingua originale 

File: subworkshop.zip 1.Q63 KB Freeware 

Continuum UpRez 5 ip ag .99 

Aumenta la qualità dei tuoi filmati 
File: UpRezUnit.zip 9.409 KB Trial 

VirtualDub 1.8.7 

Effettua piccole operazioni 
di video editing 

File: VirtualDub.zip 1 .348 KB Freeware 

Avidemux Final 2.4.3 ip a§ .92 

Montaggio video di qualità 
per tutti i nostri filmati 

File: avidemux.zip 19.625 KB Freeware 

x264rev.l063ipa g 92 

Un codec video che supporta 
l'alta definizione 

File: x264.zip 449 KB Freeware 



SOFTWARE COMPLE 




VLCMEDIAPLAYER0.9.8A I ipa,91 

Player multimediale per lo streaming video 
in LAN e dalla Webcam 

Il programma, oltre ai più diffusi formati audio, è in 
grado di visualizzare video MPEG-1, MPEG-2, MPEG- 
4, DivX e DVD sfruttando i propri codec, senza biso- 
gno di installare ulteriori pacchetti. Può essere utiliz- 
zato come server per lo streaming (anche attraverso 
una rete locale) e gestisce filmati ad alta risoluzione. 

■ S.O.: Windows 98/Me/2000/XP/Vista ■ Dimensione: 9.078 KB 

■ File: vlc-098.zip 



PHOTOJOY20 

Sfondi e screensaver originali 
per il desktop... con le tue foto! 

Questo software consente di utilizzare dei set pre- 
definiti per creare wallpaper, screensaver e widget 
per il desktop. E' anche possibile selezionare una 
cartella con immagini e usarle come slideshow in 
uno screensaver creato appositamente farle alter- 
nare a intervalli di tempo prestabiliti come sfondo. 

■ S.O.: Windows 2000/XP/Vista ■ Dimensione: 14.538 KB 

■ File: Photo Joy.zip 




Gli allegati del mese 



7-Zip4.57EI 

Compattiamo i file nel nuovo formato 7z 
File: 7zip.zip 801 KB Freeware 

VistaGlazzl.il pag 140 

Cambia il look di Windows Vista 

File: VistaGlazz.zip 477 KB Freeware 

Aero Shake 1.3 Ép^mo 
Agita una finestra di Windows 
con il mouse per iconizzare le altre 

File: AeroShake.zip 197 KB Freeware 

Aero Snap 0.611 pag 140 

Massimizza le finestre come nel nuovo 
Sistema Operativo Windows 7 

File: aerosnap.zip 647 KB Freeware 

Vista Visual Master 1.0.2 Pag.™ 

Cambia la schermata di accesso di Vista 
File: VisualMaster.zip 2.576 KB Freeware 



ESBCalcZO 

Una comoda calcolatrice per il PC 

File: esbcalczip 525 KB Freeware 

Notepad2 3.0.20 d 

Un notepad virtuale per i nostri appunti 
File: Notepad2.zip 242 KB Freeware 

YouTube Video Wiz. Q , 

Aggiungi un video alle tue presentazioni 
File: YouTubeVWiz.zip 91 KB Freeware 



E5ESE 

Le estensioni dei file D [1p*im 

Gli articoli dal numero 80 al 122 in PDF 
File: PDFestFile.zip 12.165 KB Freeware 



EasyCleaner 2.0.6 m rv,,- 
Manteniamo sempre efficiente il PC 

File: EasyCleaner.zip 2.712 KB Freeware 

bxNewFolder 1.0 d 

Una scorciatoia per creare directory 

File: bxnewfolder.zip 384 KB Freeware 

Unlockerl.8.7dlpag22 

Sblocchiamo i file usati in processi attivi 
per poterli eliminare dal computer 

File: unlocker.zip 164 KB Freeware 

Ccleaner 2.15.815 di p ag 22 

Pulizia completa per Registro, Cache 
Internet e file temporanei 

File: ccleaner.zip 3.059 KB Freeware 

SystemExplorer 1.5 

Un pannello di controllo extra 
per il computer 

File: SysExplorer.zip 738 KB Freeware 

Il virus del mese d IpagBs 
Gli articoli dal numero 11 al 122 in PDF 
File: PDFvirus.zip 23.674 KB Freeware 

HiJackThis 2.0.2 

Ripuliamo il sistema operativo 
dai software dannosi 

File: HiJackThis.zip 489 KB Freeware 

Blue Lock 1.921 Pag 134 

Blocca Windows con il bluetooth 

File: bluelockzip 254 KB Freeware 

JAP 00.10.003 

Navigazioni anonime in Rete 

File: japsetup.zip 101 KB Freeware 



WinPooch 0.6.6 □ 

Una protezione in tempo reale 
per il nostro sistema 

File: Winpooch.zip 1.389 KB Freeware 

RogueRemover 1.24 

Eliminiamo i virus che si nascondono 
dietro finti antivirus 

File: RogueRem.zip 685 KB Freeware 



Il telecomando 

di Win Magazine □ 

LA TV ora la guardi sul palmare 

File: Telecomando.zip 91 KB Freeware 

Pocket Inclinometer 1.1 1^2 

Usa il telefonino come una livella 

File: lnclinometer.zip 97 KB Freeware 

Resco Explorer 2008 i^ia 

Aggiungi il cestino sul display del PDA 
File: rescoexplorer.zip 1 .217 KB Trial 

Kai's Bubble Level.Net 

1.6 lÉPag.161 

Usa il tuo palmare come livella 

File: bubblelevel.zip 628 KB Trial 

Pocket Hack Master 4.20 1 Pag .m 

Effettua l'overclock del tuo PDA 

File: HackMaster.zip 3.088 KB Trial 

PlusPlus Ul Advanced p-.m 
Personalizza il display del palmare 

File: PlusPlusUl.zip 163 KB Freeware 

GXMark 

Software di benchmark per Pocket PC 

File: GXmarkzip 381 KB Freeware 



e hm mì 

Audacity Portable 1.2.6 D 

Audio editing ai massimi livelli 

File: P-Audacity.zip 2.281 KB Freeware 

KeePass Portable 1.14 LI 

Password manager leggero e sicuro 

File: P-KeePass.zip1.321 KB Freeware 

JkDefrag Portable 3.36 d 

Deframmentazione a prova di errore 

File: P-JkDefrag.zip 736 KB Freeware 

Sudoku Portable 1.1.7.2 

Un rompicapo per ogni fascia di età 

File: P-Sudoku.zip 397 KB Freeware 



IIJMHJJJUiUHI 
Adobe Reader Full 9 CJ 
Orbit Downloader 2.8.1 CI 
K-Lite Mega Codec Pack 4.4.2 
RegSeeker 1.55 I 
ZipGenius Suite 6.03.1150 CJ 
Superscan 4 
TritaFile 3.0 CJ 
FlashPlayer 10.0.12.36 CI 
Shockwave Player 11.0.3 CI 
lava 2 RE 6.11 CI 

*V)ACUPART 
ZZU in stile SPLASH 

i <\ FOLLI INUTIUTY 
±Z DAL WEB 

FILM PER CELLULARE 

VITE SEPARATE 

Due vite. Due identità. 
La stessa donna. 



DVD STYLER in i !,** 

Effettua l'authoring dei tuoi DVD 
in modo semplice e veloce! 

DVDStyler permette di creare DVD video a partire da 
un filmato DivX, offrendo la possibilità di aggiunge- 
re anche slideshow da immagini. Le principali carat- 
teristiche del programma sono: drag and drop di file 
MPEG, creazione di menu negli standard NTSC e PAL, 
importazione foto di background, creazione bottoni con 
font e colori personalizzati, copia/incolla di qualsia- 
si oggetto nel menu e creazione di capitoli separati per 
ogni video. 

■ S.O.: Windows 2000/XP/Vista ■ Dimensione: 5.731 KB 

■ File: DVDStyler.zip 



ADEONA 021 

Localizza il notebook in caso di furto 
smarrimento 

Il programma consente di identificare e rintracciare i 
notebook rubati restando attivo in background e in- 
viando (se il portatile è connesso al Web) a intervalli 
regolari l'indirizzo IP a un server dedicato. L'utente 
può accedere al servizio, inserire la password speci- 
ficata durante l'installazione (che critts anche i dati), 
e recuperare l'IP per tracciare il notebook. Adeona 
sfrutta OpenDHT con algoritmi di cifratura per me- 
morizzare gli aggiornamenti relativi alla posizione. 

■ S.O.: Windows XP/Vista ■ Dimensione: 1.760 KB 

■ File: Adeona.zip 



ESEMIIE2IEH] 





Oleose Componerits 

Choose which fef ;.;£= z* ^ez-ì vu.2. 1 v ou wantto instali, 



Ss e:; ::■•*• jonents to instali: 



Sps:e -e---, -ec: j.ìYi 



Adeona Client 

Adeona Recovery Tools 



Panda Internet 
<>ecurity2009 I 

Navigazioni sicure sul Web 
e protezioni assolute da virus 

L'antivirus ideale contro le minacce 
che arrivano dalla Rete. Tra le novità: 
protezione contro i furti d'identità 
nelle credenziali bancarie, la tecno- 
logia anti-rootkit e un nuovo motore per aumentare la 
capacità di riconoscimento del filtro anti-spam. 

■ S.O.: Windows XP/Vista 

■ Dim.: 84.135 KB ■ File: PandalS09.zip 

ACDSee Photo Manager 2009 

Visualizza, ritocca e condividi 
le tue immagini si Web 

La suite consente di gestire al 
meglio foto e file multimediali. Il 
programma può importare le 
immagini da digicam, CD/DVD, 
cellulari e altri dispositivi di Storage, 
organizzarle per categorie ed 
effettuare operazioni di fotoritocco. 

■ S.O.: Windows XP/Vista 

■ Dim.: 38.689 KB" File: Acdsee09.zip 




Win Magazine Febbraio 2009 1 



@ Gli allegati del mese 



□ Software 
in italiano 



ì II tutorial è presente 
J sulla rivista 



Win 

Magazìne 

EES 



DVD- ROM DA 

43 GB 




Sul DVD-Rom trovi tutti 

i contenuti di Win Magazine Base 

più i prodotti di seguito elencati 



... ED INOLTRE 
SUL DVD- ROM 



JHl.H.l.HHIII.M 




■ S.O.: Windows 2000/XP/Vista 
iDim.: 1.207.458 KB 
i File: SRS\setup.exe 



I IMIIHII I "^ 
lrfanview4.22D 

Un visualizzatore per le foto 

File: irfanview.zip 1.130 KB Freeware 

FotoTagger 2.12 

Come arricchire le immagini 
con didascalie e fumetti 

File: Fototagger.zip 2.419 KB Freeware 

XnView Standard 1.95.4 □ 

Fotoritocco, catalogazione 
e slideshow 

File: XnView.zip 5.112 KB Freeware 



Paint.Net 3.36 □ 

Ricco e completocome 
Photoshop... ma gratuito! 

File: PaintNET.zip 1.506 KB Freeware 

JPEG Enhancer 1.8 

Rimuovi gli artefatti delle immagini 
File: JpegEnh.zip 9.362 KB Freeware 

Tint Photo Editor 1.0.1 

Applica un colore in un'immagine 
monocromatica 

File: tint.zip 2.447 KB Freeware 



EGEI 

Wii Play the Drums 2.01 

Collega un Wiimote al PC 
e usalo come batteria 

File: WiiDrums.zip 1.136 KB Freeware 

Mini Racing Online 

Corri a 300 Km/h sui circuiti di FI 
File: MiniRacing.zip 13.272 KB Freeware 



Lphant3.51D 

Un solo client per sfruttare 
al massimo eMule e BitTorrent 

File: Lphant.zip 2.775 KB Freeware 

Thunderbird 2.0.0.18 d 

La posta elettronica in ordine 

File: Thunderbird.zip 6.520 KB Freeware 

Gigaget 1.0.0.23 

Un veloce download manager 

File: Gigaget.zip 2.031 KB Freeware 



James 
^elusili 



Linda 
Hamilton 



fe£ 



c Vite , 
Separate 



FeedReader3.13d 

Le ultime notizie sul PC 

File: FeedReader.zip 4.471 KB Freeware 

MailWasher Free 6.3 

Efficace client di posta anti-spam 
File: MailWasher.zip 6.895 KB Freewaree 



r^TT?: 



T77T7TT 



AnyDVDHD 6.4.9.2 D 

Copie di backup per i nostri DVD 
File: AnyDVD-HD.zip 2.390 KB Trial 21 giorni 

Final Burner Free 2.7.0.144 

Masterizzazione a costo zero 

File: finalburner.zip 9.066 KB Freeware 

Oront Burning Kit Basic 2.6.1 

Suite per scrivere su CD/DVD 

File: orontkit.zip 5.944 KB Trial 

lsoBuster2.5 ■ 

Recupera i supporti danneggiati 

File: lsoBuster.zip 4.813 KB Freeware 



AviSynth 2.5.8 

Montaggio veloce e di qualità 

File: AviSynth.zip 3.886 KB Freeware 

FFdshow 2008-11- 02 □ 

Migliora la qualità dei filmati 

File: FFDShowzip 3.646 KB Freeware 

WinFF0.43O 

Converti i video da Flash a XviD 

File: WinFFzip 3.439 KB Freeware 



Due vite. 
Due identità. 
La stessa donna 

L'ex poliziotto Tomsegue un corso 
della psicologa Lauren che, a sor- 
presa, gli chiede di proteggerla da 
se stessa, in quanto la donna te- 
me di avere una doppia persona- 
lità e di condurre una vita schizo- 
frenica. Tom la mette sotto sorve- 
glianza e la segue fino a un loca- 
le equivoco, dove la donna si fa 
chiamare Lena e dove l'ex agen- 
te viene brutalmente aggredito. Il 
giorno seguente Tom vorrebbe la- 
sciare l'incarico, ma una vecchia 
indagine e un nuovo omicidio lo 
convincono a cercare la verità che 
affonda nel passato... 

Come visualizzare 
il film sul PC 

Se non disponiamo di un lettore 
da tavolo in grado di visualizzare 
l'XviD, possiamo comunque uti- 
lizzare il PC. Vediamo come fare 
e come risolvere eventuali pro- 
blemi con i codec video. 



Gli allegati del mese 



Media Player Classic 6.4 

Player audio/video 

File: mplayerc.zip 2.031 KB Freeware 

GOM Media Player 2.1.1 

Player multimediale per filmati, 
supporti DVD e file musicali 
File: GOMPIayer.zip 4.218 KB Freeware 



li||| 'I^ J; W ;^ 



Roboform 6.9.91 d 

Salva i dati di accesso ai siti 
File: AiRoboForrazip 2.823 KB Freeware 

Advanced SystemCare 
Free 3.1.1.602 d 

Tweak a volontà per il sistema 
File: AdvSysCare.zip 6.378 KB Freeware 

Wink 2.0.1000 II 

Crea perfetti videotutorial 

File: wink2.zip 2.833 KB Freeware 

Phun4.22 

Sfrutta la fisica per realizzare 
animazioni sorprendenti 

File: Phun.zip 6.366 KB Freeware 

Fraps 2.9.7 

Benchmark e screen capture 
File: fraps.zip 1.264 KB Freeware 



FoxitReader 3.0.1120 

Stampa, visualizza, modifica 
e converte i file in PDF 

File: FoxitReader.zip 2.141 KB Freeware 



NoteTabLight5.7n 

Un degno sostituto di Notepad 
File: NoteTabLzip 1.387 KB Freeware 



Glary Utilities 2.9.0 ■ 

Ottimizza il tuo computer 

File: Glary.zip 5.686 KB Freeware 

jvl6 PowerTooIs 1.8 O 

Tool e tweak per il Sistema 

File: jv16pt.zip 7.080 KB Trial 

DexPotl.4 

Desktop infiniti per il PC 

File: dexpot.zip 1 .725 KB Freeware 

CSDiffS.O 

Alla ricerca dei file duplicati 

File: csdiff.zip 1 .344 KB Freeware 

ClamWin 0.94.1 

La soluzione contro i virus 

File: ClamAV.zip 20.030 KB Freeware 

SpybotS&D 1.6.0.30 O 

Pulizia completa da Spyware 
File: spybotsd16.zip 15.468 KB Freeware 

TrueCrypt6.1a ■ 

Rendi invisibile il tuo S.Q 

File: truecrypt.zip 2.461 KB Freeware 

ArovaxShield 2.1.103 

Controlla i processi del PC 

File: arovax.zip 1 .946 KB Freeware 



SwitchOff2.0 

Imposta lo spegnimento 
automatico del cellulare 

File: SwitchOff.zip 25 KB Freeware 

TCP Media Player 0.72 

Riproduci film e musica 
su palmari e dispositivi mobili 
File: TCPMRzip 7.340 KB Freeware 



Infra Recorder 0.46.1 □ 

Masterizza su CD/DVD 
File: P-lnfRecorder.zip 3.330 KB Freeware 

FileZilla Portable 3.1.5 

Mettiamo on-line un sito Web 
File: P-FileZilla.zip 3.694 KB Freeware 

VirtualDub Portable 1.8.6 

Operazioni di video editing 
File: P-VirtualDub.zipl.574 KB Freeware 

AbiWord Portable 2.6 O 

Alternativa al word di Microsoft 
File: P-AbiWord.zip 6.374 KB Freeware 



Avast! HE 4.8.1296 d 
Ad- Aware Free 7.1 d 
Super V2008.33 
Zone Alarm Firewall 8 




25 FOTO 
PANORAMICHE HDR 



SOFTWARE DA PROVARE 



ADOBE PREMIERE PRO CSA CI 

La suite numero uno per l'editing video 

Questa nuova versione include Encore CS4 
(produzione di DVD e Blu-ray Disc) e OnLo- 
cation CS4 (registrazione diretta su disco), 
in modo da offrire una soluzione comple- 
ta per la creazione e la modifica dei filma- 
ti. Tra le nuove funzionalità: possibilità di 
aggiungere metadati alle clip (anche sfrut- 
tando la tecnologia di riconoscimento vocale), 
codifica dei file in batch e in background, 
supporto per videocamere tapeless (AV- 
CHD, P2, XDCAM EX e XDCAM HD), creazio- 
ne di Blu-ray con controllo della qualità. 



i S.O.: Windows XP/Vista ■ Dim.: 1.268.588 KB ■ File: PremiereCS4.7z 



ACRONIS TRUE IMAGE HOME 2009 □ 

Backup dati e partizionamenti del disco rigido 

Il software permette di realizzare una copia 
perfetta del nostro hard disk, su una parti- 
zione separata, così da permetterci l'imme- 
diato ripristino del sistema qualora dovesse- 
ro subentrare problemi sulla partizione prin- 
cipale. L'immagine può essere memorizzata 
anche su pendrive, CD, DVD e altri media re- 
movibili, e il procedimento di creazio- 
ne/ripristino è semplificato da un'interfaccia 
molto intuitiva. Tra le novità: protezione One- 
click, supporto per il formato compresso ZIP 
e nuova interfaccia in stile Windows Vista. 

i S.O.: Windows XP/Vista ■ Dimensione: 87.501 KB ■ File: Truelmage09.zip 








VLC 0.9Sa Vite ieparate 



r 

DVDStyler 

1.7.1 




s?a> 



Street Rating 
Syn ditate 



1, 2, 3... si parte 



Inserisci il DVD nel lettore. Se I autorun fos- 
se disabilitato, da Risorse del computer 
clicca due volte sull'icona corrispondente all'u- 
nità DVD per visualizzarne il contenuto e avvia- 
re il file Winmagazine.exe. Dopo aver scelto 
se lanciare la vecchia o la nuova interfaccia, per 
riprodurre il film è sufficiente cliccare sul pul- 
sante Film in XviD e poi sul tasto Visualizza, 
presente nella successiva schermata XviD. Se 
l'interfaccia non viene mostrata, per avviare la 
riproduzione basta andare nella root del DVD e 
lanciare il file VITE SEPARATE.avi. 



Proprietà - Codec video 



se 



| Generale | Proprietà | Dettagli | 



Codec di compressione video 



'video 5.10 
Indeo® videe Fi 4. 3 by Intel 

Indeo® video Fi 3. 2 by Intel 
Intel 1. 263 Video Driver 2.55. 1.1 6 
iyuv_32.dll 

Microsoft Windows Media Video 9 
msh261 
msh263 
msrle32.dll 
rmsvidc32.dll 
nrisyuv.dll 
On2VP3 
0n2VPG 
On2VP7 
tsbyuv.dll 
X264H.264 Video Codec 



"E 



Proprietà 



Proprietà - Suoni e periferiche audio 



ES 



Volume I Suoni || Audio | Voce | Hardware [ 
Periferiche: 



Nome 



Tipo 



E 



% C-Media ÀC97 Audio Device 
^ Codec audio 
^Driver audio precedenti 

Periferiche di Controllo supporto 



Controllerà... 
Controllerà... 
Controllerà... 
Controllerà... 
^ Periferiche di acquisizione video preced. . . Controller a. . . 



le 



Proprietà periferica 

Produttore: (Periferiche standard di sistema) 

Percorso: Sconosciuto 

Stato periferica: La periferica funziona correttamente. 



Risoluzione dei problemi... 



Proprietà 



Problemi? Rimuovi il Codec, 

2 Se riscontri problemi nella visualizzazione, 
disinstalla il codecXviD presente sul PC. Da 
Pannello di controllo! Installazione appli- 
cazioni basta individuare e rimuovere la voce 
Xvid-Mpeg-4 codec. In un secondo tempo si 
può anche provare a reinstallare il codec XviD, 
compreso nel K- Lite Codec Pack. Quest'ultimo è 
sul DVD-Rom nella sezione Indispensabili. 



... e non solo! 

Per completare il processo di disinstallazio- 
^ ne del codec XviD bisogna andare da Pan- 
nello di controllo/Suoni e periferiche au- 
dio e aprire il tab Hardware. Una volta indivi- 
duata la voce Codec video, sotto la scheda 
Nome, è sufficiente cliccare sul tasto Pro- 
prietà per visualizzare e rimuovere i codec di 
compressione. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



@ Gli allegati del mese 



□ Software [e^i II tutorial è presente 
in italiano EeJ sulla rivista 



Win 

Magazine 

023 





Sul DVD Dual Layer trovi tutti 
i contenuti di Win Magazine Plus 
più i prodotti di seguito elencati 




se stessa, in quanto la donna teme di avere una doppia personalità < 
di condurre una vita schizofrenica. Tom la mette sotto sorveglia 
la segue fino a un locale equivoco, dove la donna si fa chiami 



e dove I ex agente viene brutalmente aggredito. Il giorno seguente Tom 
vorrebbe lasciare l'incarico, ma una vecchia indagine e un nuovo omi- 
cidio lo convincono a cercare la verità che affonda nel passato, nella 
violenza, nell'inconscio... 



III! 






l\ 



iiiUlUU 



niiMlilUA» 



il!!!! 



Gli allegati del mese @ 



ED INOLTRE SUL DVD-ROM 



Fascetta doublé face 



a copertina dell'amaray box contenente 
il DVD Dual Layer è stampata su entram- 
bi i lati. Per archiviare il film Vite separate 
nella tua videoteca, devi estrarre la fascetta, 
girarla e inserirla dal lato sul quale è stam- 
pata la locandina del film. 




James Belushi 

Attore, regista, sceneggiatore e pro- 
duttore, James Edgar Belushi nasce a Chi- 
cago il 15 giugno 1954. Fratello mi- 
nore del compianto John, inizia la sua 
carriera al Saturday Night Live. Il suo 
debutto sul grande schermo risale al 1 981 in Strade vio- 
lente, per la regia di Michael Mann. Dopo la morte del fra- 
tello decide di dedicarsi solo al cinema. Tra gli altri film in- 
terpretati ricordiamo Una poltrona per due, Salvador, Poli- 
ziotto a 4 zampe e Dimenticare Palermo, di Francesco Ro- 
si. Attualmente è nel cast della serie TV La vita secondo Jim. 

Linda Hamilton 

Nasce il 26 settembre 1956 a Sali- 
sbury, Maryland. Frequenta il college 
per pochi anni e poi si trasferisce a New 
York per studiare recitazione. Prende 
parte alle lezioni tenute da Lee Stra- 
sberg nella sua famosa scuola d'arte drammatica e ottiene 
piccole parti in alcune serie televisive in voga nei primi anni 
80. 1 personaggi che le danno notorietà sono Sarah Connor, 
nei primi due film della serie Terminator, e Catherine Chan- 
dler, nella serie televisiva statunitense La bella e la bestia. Al- 
tri lavori degni di nota della Hamilton sono King Kong 2, Si- 
leni fall e Dante's Peak. 

SCHEDA TECNICA 

TITOLO ORIGINALE: Separate Lives 

GENERE: Thriller 

REGIA: David Madden 

ATTORI: James Belushi, Linda Hamilton, Vera Miles 

DURATA: 97 minuti 

SCENEGGIATURA: Steven Pressfield 

FOTOGRAFIA: Kees Van Oostrum 

MONTAGGIO: (anice Hampton 

ANNO: USA 1995 

VIDEO: 1.78:1 

AUDIO: DD 5.1 Italiano, DD 2.0 Inglese 

SOTTOTITOLI: Italiano, Italiano per non udenti 



i munii ra^M 

The Gimp 2.6.3 d 

Fotoritocco open source 

File: TheGimp.zip 15.733 KB Freeware 

Sweet Home 3D 1.4 □ 

Progetta e arreda la tua casa 
File: SweetHome3D.zip 25.776 KB Freeware 



Google Chrome 1.0.154 d 

Il browser leggero e veloce creato 
dal team di Mountain View 

File: Chrome.zip 7.699 KB Freeware 



DC++ 0.7091 

Impariamo a scaricare dagli HUB 
File: DCPIus.zip 2.345 KB Freeware 

Flock2.0 

Un nuovo browser per navigare 
alla grande sul Web 

File: flockzip 12.635 KB Freeware 



AnyFLV Player 2.4.1 

Player multimediale capace 
di riprodurre anche i filmati in Flash 
File: anyflvplayer.zip 2.492 KB Freeware 



Format Factory 1.65 □ 

Rippa DVD video ed effettua 
conversioni tra formati 

File: FormFact.zip 18.067 KB Freeware 



OFFICE 



iColorFolder 1.4.2 

Colora le cartelle del computer 
File: iColorFolder.zip 1.518 KB Freeware 

PDF Creator 0.9.6 D 

Imposta una stampante virtuale 
per creare PDF 

File: PDFCreator.zip 15.770 KB Freeware 



SOFTWARE COMMERCIALE COMPLETO 



Ashampoo WinOptimizer 5 ì*im 

I migliori strumenti per gestire e ottimizzare il proprio Sistema Operativo 




Suite di tool ideati con lo scopo di 
gestire e ottimizzare alla perfe- 
zione il Sistema Operativo. Le sei se- 
zioni principali del programma, ciascuna 
con ulteriori sottosezioni, sono: Puli- 
zia del sistema, Ottimizza prestazio- 
ni, Privacy & sicurezza, Impostazioni 
di sistema, Diagnosi & Informazioni e 
Strumenti files, tutte semplici da con- 
figurare e indispensabili per mante- 
nere sempre in efficienza il compu- 
ter. Presente anche la funzione "Ot- 



timizzazione con un clic", che gesti- 
sce automaticamente i processi del 
sistema senza bisogno di settare al- 
cun parametro. E' richiesta una regi- 
strazione gratuita on-line sul sito del 
produttore per ricevere il seriale via e- 
mail, necessario per utilizzare il pro- 
gramma a tempo indeterminato. 

■ S.O.: Windows 2000/XP/Vista 

■ Dimensione: 10.267 KB 

■ File: winoptimizer.zip 



Come visualizzare il film 





Il cinema in salotto 



Il film che trovi allegato alla versione DVD è 
in formato DVD Video. Non occorre instal- 
lare alcun codec di compressione per visualizzarlo. 
Il DVD Video è compatibile sia con i lettori DVD 
da tavolo sia con quelli per PC. Inserisci il sup- 
porto nell'apposito alloggiamento del player da 
tavolo e goditi il film in assoluto relax. 



L'alternativa alla TV 



Per visualizzare il film sul monitor del PC, oc- 
corre che sul sistema sia installato un lettore 
DVD e un software per la riproduzione (come Me- 
dia Player Cassie, presente nel K-Lite Mega Codec 
Pack, che trovi nella sezione Indispensabili del 
Win DVD-Rom). Inserito il supporto, avviamo il soft- 
ware e clicchiamo su Open DVD dal menu File. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



@ Gli allegati del mese 



Win 

Magazine 

MI)'HV liia 

DVD-ROM UÀ 
8 GB + GADGET 



CARTA TRANSFER 

ER T-SHIRT 

kit giusto per personalizzare 

al meglio e rendere originali 

magliette, cappelli, borse... 




Ritaglia la stampa effettuata dal resto Fai aderire la parte stampata al tessu- Fai raffreddare per sei minuti e poi 
del foglio. Puoi anche stampare più to della maglietta (o ad altri articoli in stacca il foglio. E' meglio lavare i capi 



fóto su un solo fòglio e poi ritagliarle cotone) e stira a secco con il ferro 



stampati a mano o in lavatrice a 40° C. 



Sul DVD-Rom trovi tutti 

i contenuti di Win Magazine DVD 



►►►► 



NON PERDERE IL PROSSIMO NUMERO 

Un altro gadget ti aspetta in edicola con Win Magazine 



Gli allegati del mese 



Magazine 

CHE 



DVD-ROM DA 8,5 
GB + DVD VIDEO 




QUESTO MESE WIN MAGATINE E IN EDICOLA CON IL QUINTO VOLUME DELLE TRE 
SERIE TELEVISIVE PIÙ POPOLARI DEGLI ANNI 80. FAI LA TUA SCELTA! 




In uno scenario da sogno, 
la coppia di detective 
che ha rivoluzionato 
il serial 



CONTIENE GLI EPISODI: 
•Un gioco da ragazzi 

• Il triangolo d'oro (parte 1) 

• Il triangolo d'oro (parte 2) 




CONTIENE GLI EPISODI: 

• Tutte le strade portano a Floyd 

•Adelaide 

•Non mi dire addio 



Hawaii, Ferrari, belle donne, 
torna il detective 
più cool degli Anni 80 




Stagione 1, Disco 5 



Sul DVD Dual Layer trovi tutti 
i contenuti di Win Magazine DVD 




CONTIENE GLI EPISODI 
•Volo 267 rispondete 
•Funerale a sorpresa 



Missioni ad alto rischio 

per un commando 

specializzato di reduci 

del Vietnam 




Gli allegati del mese @ 



ames 'Sonny' Crockett e Ri- 
cardo 'Rico' Tubbs sono due 
agenti del dipartimento di poli- 
zia di Miami, alle prese con il 
traffico di droga che imperver- 
sa in città. Le loro missioni sot- 
to copertura li vedono costan- 
temente immersi in uno scena- 
rio caratterizzato da lusso e 
belle donne, ma anche da vio- 
lenza e criminali senza scrupo- 
li. Pur diversi nel modo di in- 
tendere il loro mestiere (più ra- 
zionale Tubbs, più testa calda 
Sonny), i due sono molto simili 
nei modi spicci e nel disgusto 
per le beghe della burocrazia. 



Thomas Magnum è un uffi- 
ciale di Marina che, dopo 
tanti anni di onorato servizio sul- 
le spalle, si congeda dalle armi. 
Ottenuta la licenza di investiga- 
tore privato, vive ed esercita la 
professione alle Hawaii, nella de- 
pendance di una lussuosa villa di 
proprietà dello scrittore Robin 
Masters. Magnum fa la vita che 
ogni uomo desidera: rincasa 
quando vuole, per gli sposta- 
menti usa sempre una Ferrari 
308 GTS, ha spesso come clienti 
donne ricche e belle e ha come 
compagni di avventure due ex 
marines conosciuti durante il 



ieci anni fa, gli uomini 
di un commando spe- 
cializzato operante in Vietnam 



mente da un tribunale militare. 
Evasi da un carcere di massima 
sicurezza, si rifugiarono a Los 



nità. Sono tuttora ricercati, ma 
se avete un problema che nes- 
suno può risolvere e se riuscite a 
trovarli, forse potrete ingaggiare 
il famoso A-Team." Questo il fa- 
moso incipit di ogni episodio di 
A-Team, una delle serie cult de- 
gli Anni 80 con protagonisti 
George Peppard (colonnello 



Una coppia imbattibile, pronta 
ad affrontare il lato oscuro di 
Miami. 




SCHEDA TECNICA 

VIDEO: 1.33:1 

AUDIO: DD 5.1 Ing, DD 2.0 Ita 

SOTTOTITOLI: Ita Ing. Spa [ 



servizio in Vietnam. Nel corso 
della serie, Magnum rimane 
coinvolto in numerosi casi diffi- 
cili e spesso viene aiutato dai 
suoi amici a trarsene d'impaccio. 




SCHEDA TECNICA 

VIDEO: 1.33:1 

AUDIO: DD 2.0 Ita, Ing, Fra 

SOTTOTITOLI: Ita, Ine, Fra 



John 'HannibaT Smith), Dirk Be- 
nedict (tenente Templeton 
'Sberla' Peck), Dwight Schultz 
(capitano 'Howling MacT Mur- 
dock) e Mr. T (sergente B.A. 'Pes- 
simo Elemento' Baracus). 



SCHEDA TECNICA 

VIDEO: 1.33:1 

AUDIO: DD 2.0 Ita, Ing, Fra 

SOTTOTITOLI: Ita, Ine, Fra 



Come visualizzare 
il DVD Video 




Con Win Masazine norti il cinema in salotto 



Il film allegato alla versione Gold è in formato DVD Video. Non occorre instal- 
lare alcun codec di compressione per visualizzarlo. Il DVD Video è compatibi- 
le sia con i lettori DVD da tavolo sia con quelli per PC. Inserisci il supporto nel- 
l'apposito alloggiamento del player da tavolo e goditi il film in assoluto relax. 




L'alternativa alla T 



Per visualizzare il film sul monitor del PC, occorre che sul sistema siano in- 
stallati un lettore DVD e un software per la riproduzione (come Power DVD, ma 
va benissimo anche Windows Media Player Classic, integrato nel K- Lite Codec 
Pack presente nella sezione Indispensabili del Win CD/DVD- Rom). Inserendo 
il supporto nel drive verrà automaticamente avviata la riproduzione del film. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 






[^YHTr 1 Maaazine i 



Win Magazine mene a tua 

completa disposizione 

uno spazio esclusivo pieno 

zeppo di contenuti inediti. 

Ecco come scovarli nelle 

pagine della rivista 



Registrati subito sul sito 
vwwwinmaga^^^ 
e accedi digitando il codice: 

09FEB02WIN 




BARR A PRODOTTI 

Non perdere di vista gli approfondimenti ai prodotti 
recensiti. Gallerie fotografiche HD, video dimostrativi, 
tutorial, manuali, aggiornamenti driver e molto altro 
ancora ti aspetta su Win Extra 

I Win Magazine Febbraio 2009 



BOLLINO WIN EXTRA 

Quando lo trovi in un articolo vuol dire che se ti col- 
leghi a Win Extra puoi consultare gli approfondi- 
menti al progetto trattato, scaricare software 
aggiuntivi, vedere filmati di esempio... 



LINK DI RIMANDO 

Nelle pagine dei prodotti e nelle news puoi trovare 
il collegamento che ti invita a prendere visione dei 
trailer dei film, nonché a scaricare demo, patch e 
screenshot ad alta risoluzione dei giochi, ecc. 



Wht^È 



Scopri come entrare in un mondo di "extra" 

Wìrju^. 



vv 

M 

. G**in*totQgrs 
PCTBCC 


Htm* - - r 
«* iomi 

""* npl 






h «. *™*. 



Una nuova registrazione 

1 Collegati a www.winmagazine.it/winextra e clicca 
su Per attivare un nuovo account clicca qui: scrivi 
i tuoi dati personali, un Indirizzo e-mail valido, nome uten- 
te e password e premi Invia. 




Ce posta per te! 

2 Controlla la tua mailbox: troverai un'e-mail con il 
link di attivazione dell'account. Cliccaci sopra per 
completare la registrazione. Torna all'home page di Win 
Extra e clicca su Se sei un utente registrato. 



» tMMfHlQ p*Wafl tìHt - & .,. + ^ -^ pjj,, WW&AMWfflj 



Per accedere a Win Hagazine t xtra 



Accesso diretto 

3 Nel form che appare, digita username e password 
scelti in fase di registrazione (puoi utilizzare anche 
i dati del tuo account Win Web) e il Codice di Win Ex- 
tra che trovi in questa pagina. Infine, clicca su Entra. 



I CONTENUTI DI QUESTO MESE 



VIDEO 



L'HI-TECH DEL FUTURO 

Le anteprime video di Aiko, l'androide 
che promette di rivoluzionare i rapporti 
tra l'uomo e le macchine 

MICROSOFT REINVENTA 
ILTOUCHSCREEN 

Si chiama LucidTouch il nuovo display 
destinato ai dispositivi portatili e sensibile al 
tocco delle dita, anche sulla parte posteriore. 
Guarda subito il video! 

IL CHIP SARÀ TRASPARENTE 

Il filmato d'esempio su una possibile 
applicazione dei chip TRRAM, i primi prototipi 
di memoria a stato solido traslucidi 

I CELLULARI VOLANO SUL WEB 

Video di presentazione della nuova 
tecnologia LG 4G, che permetterà di 
visualizzare simultaneamente in streaming 
fino a quattro video ad alta definizione 
e scaricare film da 700 MB in meno 
di un minuto! 

IL DIVERTIMENTO DEL FUTURO 

Una dimostrazione sul funzionamento 
dell'OCZ NIA, un innovativo controller che 
consente di interagire con i videogiochi 
attraverso gli impulsi provenienti dal cervello 

BOTTE DA ORBI 

I trailer di Street Fighter 4, il nuovo 
picchiaduro Capcom con grafica spettacolare 
in 3 dimensioni 

FOTO E VIDEO IN HD 

I filmati in HD registrati con la Samsung 
NV100HD, la digicam in grado di scattare 
immagini da 14,7 Mpixel e registrare video 
alla risoluzione di 720p 

INDIANA JONES E IL REGNO 
DEL TESCHIO DI CRISTALLO 

II ritorno della grande avventura, diretta da 



Steven Spielberg e interpretata da Harrison 
Ford. Guarda il trailer! 

AGENTE SMART: CASINO TOTALE 

Un imbranato e sconclusionato analista 
informatico nei panni di un improbabile 007 
Guarda il trailer! 



LA VITA SIMULATA NON E MAI STATA 
COSÌ REALE 

Immagini ad alta risoluzione di The Sims 3, 
un mondo virtuale che promette di essere 
il più ampio mai uscito in un videogame 

UN PASSO VERSO IL FUTURO 

Galleria fotografica del Dell Studio XPS, uno 
dei primi PC desktop in commercio ad essere 
dotato del nuovo processore Intel Core i7 

UN MODO NUOVO DI GIOCARE 

Immagini ad alta risoluzione del Logitech 
G13, una tastiera con forma sagomata per 
adattarsi perfettamente al profilo della mano 

FOTO E VIDEO IN HD 

Le immagini e alcuni scatti di prova della 
Samsung NV100HD, la digicam in grado 
di scattare immagini da 14,7 Mpixel e 
registrare video alla risoluzione di 720p 



GlOnO IN DIGITALE 

I driver aggiornati della Wacom Bamboo 
One, una tavoletta grafica per PC in grado 
di scrivere, disegnare, dipingere o ritoccare 
le foto 

REGISTI NON SI NASCE, SI DIVENTA 

La versione di prova di Corel VideoStudio Pro 
X2, il software di editing video capace di 
masterizzare su Blu-ray e convertire filmati 
per iPhone e PSP 



VIDEOREGISTRO TUTTO DA INTERNET 

Scarica subito la versione 2.2 di Juice, 
per schedulare il download automatico 
da Faucet ad intervalli prestabiliti 

KARAOKE FATTO IN CASA 

Tutti i software utilizzati nell'articolo 
per creare i tuoi dischi karaoke. E inoltre 
una raccolta di sound font per migliorare 
la qualità audio dei file KAR 




DETTAGLI IN GIGAPIXEL 

Dai laboratori Microsoft, i software per creare 
panorami ad alta risoluzione, navigabili 
direttamente dal browser 

Adobe Illustrato!- CS4 

Il software numero uno per creare grafica 
vettoriale, anche per Web e dispositivi mobili 

LINUX E Wl- FI, PACE FATTA! 

La distribuzione di Linux Kubuntu 8.10, un 
confortevole ambiente di lavoro e di svago 
ricco di software preinstallato adatto a tutte 
le esigenze 



ADDIO CAVI USB 

Scopri come usare l'Olidata Wireless USB 
Adapter Set, il kit ideale per dire finalmente 
addio ai cavi di connessione per le 
periferiche 

VIDEO IN STREAMING SUL NOSTRO PDA 

Svelate tutte le funzioni avanzate di TCPMP 
per riprodurre file video e non solo sul nostro 
palmare 



PhotoArtist 
Express 1.2 



SOFTWARE 

COM»ERCIAU 

COMPLETO 



photoartìst 

express 



Scopri come diventare un mago 
del fotoritocco artistico: in pochi 

minuti le tue immagini 
acquisteranno nuovo splendore 



PC A PORTATA 




HITECH 



L'Asus EEE Top diventa un 
centro multimediale o una 

postazione Web per tutta la 
famiglia. E ciliegina sulla 

torta... lo controlli con le dita! 



Win Magazine Febbraio 2009 1 






I Software commerciale scaricabile dal Web I 



Scopri come diventare un autentico mago del fotoritocco artistico: 
in pochi minuti le tue immagini acquisteranno nuovo splendore 

C'è un artista fgil| 



nel computer mrkma 



Come dare nuova vita alle nostre fo- 
to? Un'idea è quella di trasformarle in 
modo originale sfruttando un pro- 
gramma di grafica e qualche effetto arti- 
stico. In questo modo sia gli scatti migliori 



sia quelli non proprio perfetti acquiste- 
ranno un aspetto speciale. Di solito, pe- 
rò, i filtri si applicano su tutta la foto, op- 
pure su un'area ottenuta da una selezio- 
ne. Ma cosa succederebbe se si potessero 



applicare uno o più filtri, come un pen- 
nello, solo sulle parti toccate dal mouse? 
Sperimentalo assieme a noi con PhotoArtist 
Express e i suoi semplici, ma efficaci stru- 
menti di fotoritocco! 



PtietoArtwt EKprt» - Raquatf Ftmm Unloch Cada 






Prima occorre iscriversi 

IPer eseguire la registrazione avviamo il brow- 
ser e digitiamo l'indirizzo: www.benvista.com/ 
promotions/WinMagazine/artist. Nella pagina che 
si apre inseriamo il nostro nome e l'indirizzo di po- 
sta elettronica. Scegliamo Windows come sistema ope- 
rativo e premiamo Submit. 





inni Uà 


1 ■ - h CppÉki ..,.,. - - 


U_i -JSim. hTH*tfiiÌn fHVWHM 


"■ ■— ■ - - '■" ■■■■ ' ■ ■"■- ■■■ 


te l . L . i«- »>» 




C'è post 


ifT' T H rfr-*ir 

i per noi 





Apri 

Scan using Spybot-Search&Destroy 


s 


ZipGenius > 


_i 


Estrai qui 




ScanwithAVGFree 

Taglia 

Crea collegamento 

Elimina 

Rinomina 

Proprietà 


2 


Estrai qui, in PhotoArtistExpress 


_i 

a 

9 

r i 
e: 

y 


Estrai in... 

E-mail... 

Converti in EXE 

Contenuto 

Converti in file criptato CZIP 

Aggiungi ad un archivio ZIP.,. 

Crea archivio con opzioni,., 

Comprimi in 7-zip 

Apri con ZipGenius 






r~ 





2 Effettuata la registrazione, consultiamo la no- 
stra casella di posta elettronica. Troveremo una 
e-mail che contiene il codice di sblocco e le istruzioni 
necessarie. A questo punto, prima di procedere al- 
l'installazione vera e propria, dobbiamo scaricare il 
programma da Win Extra. 



Un archivio con sorpresa 

3Colleghiamoci a www.winmagazine.it/winextra, 
effettuiamo una nuova registrazione o acce- 
diamo direttamente al nostro account (seguendo la 
procedura riportata a Pagina 66) e scarichiamo 
l'archivio compresso PhotoArtistExpress.zip in una 
cartella del nostro hard disk. 




Un sctup facile 

4 Apriamo la cartella in cui abbiamo archiviato e 
poi scompattato PhotoArtist Express ed ese- 
guiamo PhotoArtist Express Setup.exe. Seguiamo la 
procedura in lingua italiana che permette l'installazione 
del software. Accettiamo la licenza d'uso, premia- 
mo il pulsante Installa e poi Finisci. 



Il codice giusto 



5 All'avvio del programma dovremo inserire negli 
appositi campi il codice di sblocco che abbiamo 
ricevuto per posta elettronica, il nome e l'indirizzo 
e-mail come indicati al momento della registrazio- 
ne e quindi premere Unlock. Il software funzionerà 
senza limitazioni. 



Italiano è meglio 

6 Al primo avvio scegliamo il menu Options/Lan- 
guages e quindi Italiano. Al riavvio, il program- 
ma avrà i menu in italiano. Ora clicchiamo il pul- 
sante Apri in alto a sinistra. Sfogliamo l'hard disk al- 
la ricerca delle immagini da ritoccare, che possono 
essere in formato JPEG, TIFF^ BMR PNG, GIF o TGA. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



I Software commerciale scaricabile dal Web I 



in. ? 



l l-MMiM 



Api r * ' -e: ' :? I :: :-■■ 



Drcnnn: «W r 3*19, «.t 



@®® 



fino* ■*■! 



I* 





Livello di zoom variabile 

7 Regoliamo il fattore di Zoom anteprima in modo appropriato, in ba- 
se alla dimensione della nostra foto. Nell'esempio il valore è porta- 
to a 20% utilizzando l'apposito cursore che si trova a fondo schermo 
sulla destra per avere una panoramica generale dell'intera immagine. 



ApnlFfe M od ri ili Opzioni V«iifci Lints Aiuto 

lpt1 Stfh* | IrtlJ* A..H lA^rkfKrti | trtl 


*ree nte DSC JJ54JLPC L ~ — 4 
Dnpoi buon PnA 

— — *M 


V fi ' 







Occhio al particolare 

9 Per applicare l'effetto all'intera immagine, premiamo il pulsante 
raffigurante un secchiello. Per verificare il risultato finale, aumen- 
tiamo il fattore di zoom portandolo almeno al 50% e centriamo il 
particolare desiderato spostando le barre della finestra di anteprima. 











Effetto acquerello molto realistico 

8 In Impostazioni filtro sulla sinistra, nel menu a discesa scegliamo 
l'effetto desiderato, in questo caso Acquerello. Vedremo apparire 
l'anteprima di tutte le variazioni possibili del filtro applicato. Selezioniamo 
la seconda e attendiamo che termini la filtratura. 



ApnlPtft »i1 miri ili Opzioni VoiMkni Linci A pud- 



h ■• ©© © 




Quadri d'autore tutti da vedere 

*l 1\ ^ er com P' etare l'effetto, scegliamo in Impostazioni filtro la 
JiW voce Tela e nelle anteprime selezioniamo il terzo riquadro. 
Scegliamo di nuovo di applicare il filtro all'intera immagine per rendere 
il risultato più verosimile, trasformandola in un quadro stile Canaletto. 



dlffiS) 



INFORMAZIONI 
UTILI 

Quando selezioniamo 
una foto nel pannello 
Info in alto a sinistra, 
compaiono le infor- 
mazioni sulla foto: 
dimensione non com- 
pressa in byte, di- 
mensione in pixel e 
profondità colore. 
Spostando il riqua- 
dro nella piccola fine- 
stra di anteprima 
centriamo il punto 
desiderato della no- 
stra foto. 

EFFETTI 
SOVRAPPOSTI 

Quando sovrapponia- 
mo diversi filtri pos- 
siamo regolarne 
l'opacità mediante 
l'apposito menu in 
Impostazioni pennel- 
lo. Potremo così otte- 
nere sfumature più o 
meno intense. Per ri- 
muovere totalmente 
l'ultimo filtro appli- 
cato, usiamo il pul- 
sante con l'icona del 
foglio a fianco del 
secchiello per il riem- 
pimento. Se invece 
vogliamo rimuovere 
solo alcune parti, 
usiamo la gomma co- 
me un pennello sul- 
l'area interessata. 




i» 






®t 


Lrì3 


li| SaJvn Uri Miti* 


■a 


Stivi in. 


■ Ge*teF 


7 Q * v* U- 


L , 
fcisfrM iMtnti 

i u i 


Kamr DimrnMnr 1 


ip«i Usimi rwÌBh * 


1 ^ 

Pubblici 

ri* 
1 Cintili A rie 




G 

5* 




tom,*: rofatg 


- t 5*w 




5tfr»W** IJPB'JAPÙ^ 


AMtWfir^-ti-?} -]| H*M 









DA NON PERDERE! 



Puoi scaricare PhotoArtist 
Express collegandoti al link 
www.winmagazine.it/ 
winextra* 

photoartist 

Apro* 



Colori saturi 

Uln Impostazioni filtro scegliamo Saturazione 
colore e selezioniamo il quarto riquadro. In Im- 
postazioni pennello spostiamo il cursore Dimensione a 

50 e applichiamo il filtro su gondola e figure usando il 
mouse sull'anteprima come un normale pennello. 



Una foto tutta nuova 

*| ^ Quando siamo soddisfatti del risultato finale, 
Afc non rimane altro da fare che salvarlo utiliz- 
zando il comando File/Salva con nome. Potremo registrare 
il file in uno dei formati grafici a scelta tra quelli già 
visti anche nella finestra di apertura delle immagini. 




* Per accedere a Win Extra è necessario registrarsi 
gratuitamente come indicato a pagina 66 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



(ò Internet 



Parliamo di... I Fai il pieno di Film & Musica 




Fai il pieno di 
Film & Musica 



Come registrare da SAX DTT e Web 
e riprodurre i contenuti multimediali 
su computer, TV, cellulari e console 



NELLE 

PROSSIME 

PAGINE 

CONDIVIDIAMO I NOSTRI 
DOWNLOAD pag. 76 

Scaricati video, musica 
e documenti sul PC, 
rendiamoli disponibili con 
altri dispositivi Wi-Fi che 
abbiamo in casa! 

VIDEOREGISTRO TUTTO 
DA INTERNET . . . pag. 78 

Impostiamo le nostre 
registrazioni direttamente 
sul Web. Ci pensa poi il PC 
a scaricarle in automatico 
sull'hard disk 

LA TV DIGITALE 

TERRESTRE 

SUL PC pag. 80 

Come ricevere e registrare 
le trasmissioni del DTT 
direttamente sull'hard disk 
del computer. Si fa così 

VIDEO IN STREAMING 
SUL PDA pag. 81 

Guarda i filmati salvati e 
condivisi sul PC di casa sul 
display del palmare 
sfruttando la rete locale 
senza fili 

LA TV SATELLITARE 

A PORTATA 

DI MOUSE pag. 82 

Usando una scheda SAT 
possiamo ricevere e 
registrare direttamente 
sul disco rigido i nostri 
programmi preferiti con una 
qualità impeccabile 

I NOSTRI FILE SEMPRE 
ON-LINE pag. 81 

Condividiamo documenti, 
musica, video e tutto ciò 
che vogliamo senza lasciare 
acceso il PC di casa 



Le linee ADSL non sono più un privilegio 
esclusivo dei grossi centri abitati: an- 
che nella maggior parte dei comuni ita- 
liani più piccoli, un tempo limitati ad una 
lenta quanto ormai obsoleta connessione 
analogica 56K, è ora possibile attivare un col- 
legamento Internet a banda larga. Non dob- 
biamo perciò meravigliarci se importanti 
media come la radio e la televisione, oltre a 
trasmettere via etere o satellite, hanno de- 
ciso di adottare la Rete come mezzo per rag- 
giungere gli utenti ovunque essi si trovino 
con tutta la qualità e i vantaggi offerti dalle mo- 
derne tecnologie digitali. 

Il prodigio chiamato "streaming" 

La tecnologia che sta dietro a emittenti tele- 
visive e radiofoniche che trasmettono in diretta 
su Internet, ma anche di servizi di condivi- 
sione e diffusione di filmati come YouTube, 
prende il nome di "streaming". In pratica, 
quando andiamo su una pagina Web e clic- 
chiamo col mouse su un link per visualizza- 
re un filmato presente sul sito, questo viene com- 
presso e ridotto in pacchetti di dati che, una 
volta giunti a destinazione, sono riprodotti 
sul nostro computer qualche secondo dopo 
che ha avuto inizio la ricezione. In questo mo- 
do il PC ha il tempo di riempire un "buffer", os- 
sia una riserva di pacchetti che compensa 
eventuali ritardi o interruzioni nella trasmis- 
sione dei dati. Ovviamente lo streaming è pos- 
sibile con connessioni di qualunque genere, 
ma se disponiamo di un collegamento a ban- 
da larga i filmati, soprattutto se ad elevata ri- 
soluzione, vengono riprodotti sul computer 
in modo più fluido e senza interruzioni. 

Una LAN multimediale 

Il sogno di molti è sicuramente quello di po- 
ter riprodurre questi contenuti non solo sul com- 
puter collegato a Internet, ma anche su tutti 
gli altri dispositivi presenti in casa. Immagi- 



Fai il pieno di Film & Musica I Parliamo di... 



Internet (ò 



SERVER AUDIO/ VIDEO FATTO IN CASA 

Se creiamo una rete LAN all'interno della nostra casa avremo la possibilità di condividere i contenuti multimediali tra i vari 
dispositivi, solo così potremo riprodurli ovunque siamo. 



internet 



Digitale 
Terrestre 





parabola 

?)) Connessione Wi-Fi 5?) 





« i HD Player 




Notebook 




PSP 




NAS 



Palmare 



niamo, ad esempio, di voler vedere una tra- 
smissione TV on-line direttamente su un te- 
levisore Full HD (i prezzi di questi apparec- 
chi sono ormai alla portata di tutte le tasche) 
stando comodamente seduti sul divano, op- 
pure di voler riprodurre un filmato o un bra- 
no musicale su un palmare o su una console 
portatile, trasformando la nostra abitazione 
in un vero e proprio centro multimediale. Un 
tempo realizzare una cosa del genere non era 
sicuramente immediato: bisognava infatti 
non solo mettere in comunicazione tra di lo- 
ro i vari dispositivi (TV; PC, notebook, player 
multimediale ecc), ma anche configurare op- 
portunamente i relativi software di riprodu- 
zione dei contenuti. Fortunatamente oggi la 
diffusione di interfacce multimediali ad alta 
definizione come HDMI (presenti sulla mag- 
gior parte degli apparecchi TV di ultima ge- 
nerazione, nonché su molte schede video per 
computer) e di sistemi di connessione sen- 
za fili, ormai standard su tutti i notebook e i dis- 
positivi portatili, rende tutto ciò molto più fa- 
cile. Le cose si semplificano ulteriormente se 
si pensa che i video e i brani musicali che pro- 
vengono dalla Rete spesso sono già disponi- 
bili o memorizzabili in un formato digitale 
subito riproducibile dal computer e quindi 



FACCIAMO CONOSCENZA CON I FORMATI 

I filmati e i brani musicali provenienti da Rete hanno formati differenti tra loro. 
Impariamo a riconoscerli per non avere problemi di riproduzione. 



FORMATO 


TIPOLOGIA 


^^^^^ Jd H\ Jd : l <U ,] 1 J 1 1 ^^^^^ 


DivX 


Video 


Famoso codec utilizzato per comprimere di circa 10 volte la dimensione dei filmati in 

qualità DVD senza un'apprezzabile perdita di qualità. 1 video ottenuti possono avere 

estensione AVI o DIVX. E supportato ormai dalla maggior parte dei lettori da tavolo 

e da molti player portatili. 


XviD 


Video 


Codec open source, consente di comprimere file video con risultati simili a quelli 

ottenibili con DivX, suo rivale. Molto diffuso sui canali P2R è compatibile con molti 

lettori da tavolo stand alone. 


MPEG-2 


Video 


Utilizzato soprattutto per la compressione di video in formato DVD e la trasmissione 
di segnali televisivi via satellite. 


MPEG-4 


Video 


E usato soprattutto per la creazione di filmati da riprodurre su dispositivi portatili 
come cellulari, PSP e iPod. 


MPEG-2 TRASPORT 
STREAM 


Video 


Utilizzato nelle trasmissioni del digitale terrestre per inviare flussi audio/video MPEG. 

1 file in questo formato hanno estensione TS e sono riproducibili solo da alcuni 

specifici player. 


FLV 


Video 


Formato di file realizzato con tecnologia Adobe Flash e recentemente molto utilizzato 
per lo streaming di video sul Web. 


AVI 


Video 


Contenitore multimediale in grado di contenere flussi audio/video di vario genere. 
La compatibilità con i dispositivi dipende dal formato dei contenuti. 


REAL VIDEO 


Video 


Codec proprietario usato per lo streaming di filmati su Internet. Ultimamente 
è utilizzato anche per lo streaming su telefoni cellulari. 


WMV 


Video 


Tecnologia sviluppata da Microsoft per lo streaming di contenuti video su Internet. 
L'ultima versione, WM9, consente la codifica di video in alta definizione. 


MKV 


Video 


Contenitore multimediale utilizzato per lo streaming su Internet. Supporta numerosi 
formati audio e video. 


MP3 


Audio 


Codec di compressione audio basato su un modello psicoacustico grazie al quale 

è possibile ridurre drasticamente le dimensioni di un file sonoro senza pregiudicarne 

troppo la qualità. E riprodotto praticamente da qualsiasi dispositivo multimediale. 


OGG Vorbis 


Audio 


Codec open source che permette di ottenere file audio con una^dimensione minore 

rispetto a quelli creati con MP3, a parità di qualità percepita. E supportato solo 

da alcuni dispositivi. 


WAV 


Audio 


Formato senza compressione che garantisce qualità audio massima, a scapito però 
delle dimensioni del file. E compatibile praticamente con tutti i dispositivi. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



(ò Internet 



Parliamo di... I Fai il pieno di Film & Musica 



L HARDWARE INDISPENSABILE PER RICEVERE E VEDERE LA TV DIGITALE SUL PC 



TECHNISATSkystarHD2 

Dal satellite 
al computer 

Un'ottima scheda da monta 
re sullo slot PCI della scheda 
madre per ricevere direttamente 
sul computer di casa i canali televi- 
sivi satellitari sia standard PAL sia 
in alta definizione con audio sur- 
round. Questo modello infatti dis- 
pone di un tuner che, oltre ai se- 
gnali DVB-S, supporta anche il 
nuovo standard DVB-S2 usato per 
le trasmissioni HD. La scheda non 
è altro che l'evoluzione della 
Skystar2, rispetto alla quale ha un 
telecomando più compatto e un ri- 
cevitore che si collega ad un appo- 
sito ingresso presente sulla sche- 
da senza dover occupare una por- 
ta USB. Tra le funzioni supportate, 
la ricerca automatica e manuale 




Interfaccia: USB 2.0 Telecomando: Si 
Dimensioni: 80 x 30 x 15 mm 

Quanto costa: € 109,99 ■ Con- 
tatta: Terratec - Tel. 02 33484052 
Sito Internet: www.terratec.it 



dei canali, 
TeleText, TimeS- 
hifting e suppor- 
to ai protocolli DiSEqC e USALS. 

Interfaccia: PCI 2.2 Protocolli: DiSEqC 
1.2 & USALS Formato Video: MPEG-II 
Mairi Profile& Mairi Level Formato Au- 
dio: MPEG-II Audio Layer I & Il Funzioni 

supportate: TimeShift, Televideo, Sleep-Ti- 
mer, Picture in Picture, Picture out Picture, 
EPG 

Quanto costa: € 89,00 Con- 
tatta: Technisat Sito Internet 

www.technisat.com 



Jl 



TERRATEC CYNERGYDTUSBXSDIVERSITY 

Il digitale terrestre alla massima qualità 

Grazie a questo tuner USB po- 
tremo ricevere i canali televisivi 
del digitale terrestre trasmessi in 
chiaro direttamente sul nostro 
PC tramite l'antenna dell'im- 
pianto di casa oppure collegan- 
do due antenne indoor con 
base magnetica. Grazie ai 
due sintonizzatori indipen- 
denti potremo ottenere una 
ricezione ottimale anche in 
zone con bassa intensità di 
segnale come l'interno 
delle abitazioni. Il tu- 
ner permette inol- 
tre di registrare un 
programma in 
formato MPEG-2 
mentre se ne 
visualizza un altro. 




UNO SGUARDO 
ALLE WEBTV 

Ecco le più importanti emittenti televisive 
italiane che trasmettono i loro programmi 
in streaming su Internet. 



B 3 ni l i m i l 1 * l 




SITO INTERNET 


ALL 

MUSIC 


www.allmusic.tv 



RAIN EWS 



Mi: 



www.antennasicilia.it 

www.rainews24.it 

http://it.qoob.tv 



GAINWARD RADEON HD 4670 512 MB DDR3 HDMI-D 

Per chi ama l'alta definizione 

Una scheda video in grado di dimostrare tutta la 
sua potenza in ogni ambito, da quello videolu- 
dico a quello del puro intrattenimento digitale. 
Dotata di uscita HDMI può essere infatti collega- 



ta ad un televisore di ultima generazione per 
vedere filmati in alta definizione con una quali- 
tà delle immagini senza pari. 



Rai^ 


L Uno 


www.raiuno.rai.it 


Rai 




www.raidue.rai.it 


JVfit» 


www.raitre.rai.it 


^sv=5@L = 


www.retesole.it 


• 

R2J 


www.reitv.it 


2 

duemila 


www.sat2000.it 




http://tg24sky.it 


SMTTG24 




■^Hi 


www.sportitalia.com 




Interfaccia: PCI Express 2.0 xl6 Processore grafico: ATI 
Radeon HD 4670 Velocità di clock: 750 MHz Frequen- 
za RAMDAC: 400 MHz Memoria installata: 512 MB 
GDDR3 Risoluzione max: 2.560x1.600 pixel Suppor- 
to API: OpenGL 2.0, DirectX 9.0c, DirectX 101 Compatibi- 
lità HDCP: Sì Interfacce: 1 DisplayPort, 1 DVI-I, 1 x HDMI, 1 
xVGA. 

Quanto costa: € 85,00 Contatta: Gainward 
Sito Internet: www.gainward.de 



non bisogna ricorrere necessariamente al- 
la conversione di un file da un formato al- 
l'altro. Con tali tecnologie a disposizione, 
per realizzare un centro multimediale in ca- 
sa è quindi sufficiente creare una risorsa con- 
divisa su un computer della rete locale (ad 
esempio il PC collegato ad Internet) in cui 
salvare tutti i contenuti audio /video (evi- 
tando così perdite di tempo per masteriz- 
zarli su supporti da far riprodurre ai singoli 
dispositivi) e configurare le varie periferiche 
in modo da potervi accedere con un sem- 
plice clic del mouse. L'offerta radiotelevisi- 
va non si esaurisce ovviamente su Internet. 
Con una spesa abbastanza contenuta oggi- 
giorno è possibile dotare un computer di 



una scheda satellitare o di un tuner TV DTT. 
La qualità delle trasmissioni digitali ricevibili 
con questi dispositivi è ottima e priva dei 
classici disturbi (effetto neve, interferenze) 
di cui potevano soffrire quelle analogiche. 
Inoltre, il bouquet di canali televisivi dispo- 
nibili è molto ampio (se abbiamo una para- 
bola motorizzata possiamo ricevere il se- 
gnale di più satelliti e visualizzare migliaia 
di canali) e sono sempre più numerosi quel- 
li ad alta definizione. La maggior parte di 
queste schede ha inoltre a corredo softwa- 
re che consentono di registrare direttamen- 
te sul PC di casa le trasmissioni radio/TV in 
formato nativo, cioè così come trasmesso 
dall'emittente e quindi senza perdita di qua- 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Fai il pieno di Film & Musica I Parliamo di... 



Internetf) 



L'OCCORRENTE PER RENDERE MUUUAEDIA1£ LA NOSTRA LAN 



SAROTECHWIZPLATNAS-20 

Multimedialità in rete 

Ecco un efficiente dispositivo che consente di 
condividere nella propria LAN domestica i con- 
tenuti multimediali tramite i protocolli di rete 
FTR SAMBA e NFS. Può contenere 2 dischi SATA 
da configurare in RAID per ottenere un sup- 
porto unico fino a 2 TB oppure in RAID 1 per ri- 
durre al minimo la possibilità di perdere i dati 
memorizzati. È inoltre in grado di scaricare in 
modo indipendente file dalla Rete utilizzando 
un client BitTorrent integrato e, grazie al server 
iTunes di cui dispone, può riprodurre in strea- 
ming contenuti audio/video su PC compatibili. 

Standard supportato: IEEE 802.3 Connessioni: 1 x 
100/1000 Mbps R]45, 2x USB 2.0 Host Processore: 32BIT 
arm9 300MHz (400MPS) Memoria: 128 MB Hard disk 
supportati: 2 x 3,5" SATA Formato unità di memoria USB: 
FAT32,EXT2, EXT3, NTFS (sola lettura) Raid: 0/1/jBOD (2 
HDD) S.O. supportati: Windows 2000/2003/XP/Vista 
Protocolli di rete: TCRUDR IR NetBEUI, Apple Bonjour ■ Ser- 
vizi supportati: Samba, FTR DHCR Printer, iTunes Server, 



WINS/NTP/BitTorrent client Dimensioni: 101 x 170 x 190,5 
mm ■ Peso: 1,65 Kg (senza HDD) 

Quanto costa: € 184,00 (senza HDD) Con- 
tatta: Tecnologie Creative - Tel. 0362 236869 
Sito Internet: www.tecnologiecreative.it 




lità. E talvolta anche in formati compressi, 
come DivX, completamente compatibili con 
i lettori da tavolo, oppure ancora in formati 
specifici per dispositivi portatili come cellu- 
lari, palmari e PSP. 

Videoregistrare on-line 

Sicuramente una delle soluzioni più como- 
de per godere appieno dei programmi tele- 
visivi o radiofonici, è quello di registrarli per 
poi vederli o ascoltarli con calma in un se- 
condo momento. A tal proposito può fare si- 
curamente al caso nostro il servizio gratuito 
Faucet PVR del sito Web Vcast (www.vcast.it) 
che è un vero e proprio videoregistratore on- 
line. Una volta creato un account, il servizio per- 
mette di programmare la registrazione del 
nostro programma televisivo preferito op- 
pure dello special radiofonico che non vo- 
gliamo assolutamente perdere: a trasmissio- 
ne conclusa, verrà messo a disposizione un 
file nel formato da noi scelto (Apple TV; DivX, 
iPod, 3GR PSP, MP3) e già pronto da scarica- 
re e riprodurre, senza preoccuparci di dover 
poi intervenire con qualche software di con- 
versione. Si tratta di un servizio comodo ed ef- 
ficiente che consente addirittura di pro- 
grammare delle registrazioni periodiche e di 
conservare sul server i nostri file per alcuni 
giorni in attesa di scaricarli. Come vedremo nel- 
le pagine successive esiste la possibilità di 
scaricare automaticamente i video registrati 
a intervalli ricorrenti. 



Metto tutto sul NAS! 

Un ulteriore passo verso l'ottimizzazione 
della nostra rete multimediale, è quella di 
adottare un NAS (Network Attached Storage). 
La sigla non ci deve spaventare: in poche pa- 
role è un dispositivo (uno scatolotto che poi 
non è altro che una sorta di computer, privo 
di monitor e tastiera, quindi ridotto ai mi- 
nimi termini) dotato di hard disk e collega- 
bile alla LAN, sul quale è possibile memo- 
rizzare i dati multimediali fruibili dagli altri 
PC senza impegnare le risorse delle singole 
macchine. Una volta collocato all'interno 
della nostra rete locale, funziona pratica- 
mente come un server o come un PC com- 




HAMLET HNWU108 

Per collegarsi senza fili 

Utilissima per connettere un computer o 
un notebook ad una rete Wi-Fi e poter tra- 
sferire dati ad una velocità fino a 108 
Mbps. Si collega senza problemi alla por- 
ta USB del PC e consente di accedere alla 
LAN senza fili e di condividere file, stam- 
panti e altre risorse della rete. Supporta i 
protocolli di sicurezza WPA/WPA2/WEP e 
dispone di LED che indicano lo status del- 
la chiavetta. Comoda da portare nel ta- 
schino, ha un raggio di funzionamento di 
100 metri all'interno delle abitazioni. 

Standard supportato: IEEE 802.11g (e 802.11 Super G), 
IEEE 802.11b Protocollo di sicurezza: WPA/WPA2, au- 
tenticazione IEEE 802.1x, TKIP/AES e WEP Connessione: 
USB ■ S.0. Supportati: Windows 98SE/ME/20007 XP/Vi- 
sta ■ Dimensioni: 100 X 30 X 11 mm 

Quanto costa: € 24,90 Contatta: Hamlet 
Tel. 0522 991711 Sito Internet: 

www.hamletcom.com 



pletamente autonomo sul quale salvare o 
prelevare dei file. I vantaggi di questo tipo 
di dispositivo non finiscono qui. Progettato 
per questo particolare utilizzo, il NAS ci con- 
sente di gestire i dati memorizzati in veloci- 
tà e sicurezza (grazie all'adozione di sistemi 
RAID che duplicano i dati su più dischi per- 
mettendo di recuperarli nel caso in cui uno 
di essi si danneggi). Inoltre, se il NAS inte- 
gra un client BitTorrent possiamo usarlo per 
scaricare direttamente da Internet file di 
grosse dimensioni senza utilizzare il PC. E, in- 
fine, non dimentichiamo che può essere usa- 
to anche come una classica unità di backup 
per tutti i computer della rete. 



Zapping facile sul Web 



Desideriamo accedere rapidamen- 
te ai canali radio e TV in streaming? 
Usiamo subito il telecomando vir- 
tuale di Win Magazine presente 
nell'interfaccia del Win CD/DVD. I 
tasti del telecomando sono preim- 
postati per cui è sufficiente cliccar- 
ci sopra per visualizzare il canale 
corrispondente nel player multi- 
mediale installato sul PC. Ma le sor- 
prese non finiscono qui: l'elenco 
dei canali disponibili viene aggior- 
nato di numero in numero ed è 



possibile copiarlo su PC o su pen- 
drive (basta copiare la cartella Te- 
lecomando presente sui suppor- 
ti della rivista e cliccare due volte 
sul file Telecomando.htm per av- 
viarlo). Sul telecomando, inoltre, 
possiamo trovare altri due pulsan- 
ti per accedere a Win Extra, lo spa- 
zio Web con i contenuti di suppor- 
to agli articoli della rivista, e a Film 
Gratis, il servizio che consente di 
visualizzare gratuitamente in strea- 
ming molti titoli. 



iép %$ ^3 




Win Magazine Febbraio 2009 1 



Internet 



Fai da te I Condividiamo i download 



Condivìdiamo 
i download 

Scaricati video, musica e documenti sul PC, rendiamoli 
disponibili con altri dispositivi Wi-Fi che abbiamo in casa! 



Tempo 

20 minuti 



o> 




Il nostro PC, ormai, sarà pieno zep- 
po di contenuti scaricati dalla Rete, 
tra filmati, file musicali, documen- 
ti e software sono tanti i file che vor- 
remmo copiare da un dispositivo al- 
l'altro della casa per goderne sempre 
con la massima rapidità e comodità. Ma 
condividendo una cartella il problema 
di "passare" i file, con dischi rigidi ester- 
ni o masterizzando un mare di DVD, dal 
desktop al notebook o sul palmare sarà 
spazzato via in un lampo. Infatti, se il 
nostro computer è connesso ad una re- 



te senza fili assieme agli altri dispositi- 
vi, basta sfruttare le capacità divista per 
rendere ciascuna cartella che vorremmo 
condivisa; cioè visibile in rete agli altri dis- 
positivi. Il tutto senza ricorere a proce- 
dure laboriose, come avveniva su Win- 
dows XE 

Girne si chiama 
il nostro PC? 

Certo condividere una cartella è sem- 
plice, ma come si chiama il nostro PC? 
E come lo troveremo in rete? In effetti, que- 



sta è una cosa che spesso viene ignora- 
ta, ma il nome del nostro computer si 
trova all'interno della schermata prin- 
cipale di Sistema alla voce Nome Com- 
puter ed è questo il nome che dovremo 
usare per accedere alle cartelle condivise. 
Infatti, digitando il nome computer nel- 
la barra degli indirizzi vedremo tutte le 
cartelle cui possiamo accedere in rete. 
Bene non resta che mettersi all'opera 
condividere tutte le cartelle che voglia- 
mo e accederci da qualsiasi dispositivo 
connesso alla nostra rete Wi-Fi. 



Difficolta 

Bassa 



Cosa ci 
occorre 

PC con Windows 
Vista 

■ La nostra scelta... 

Windows Vista Home 
Premium 

Quanto costa: € 329,90 

Sito Internet: 

www.microsoft.it 

PDA Phone con 
Wi-FI 

La nostra scelta... 

HTC Touch Pro 

Quanto costa: €799,00 

Sito Internet: 

europe.htc.com 



Q Una cartella aperta a tutti 

Per prima cosa decidiamo quale cartella condividere e facciamo in modo che tutti gli altri utenti della rete locale 
possano accedervi senza problemi. Ecco la procedura corretta da seguire per completare questa operazione. 




^~^B 



.-.-. 






f 




Creiamo una cartella 

^ Creiamo una cartella in C:\ (o dove deside- 
riamo) facendo clic col tasto destro e an- 
dando in Nuovo/Nuova Cartella nominiamola, ad 
esempio, multimedia. Adesso clicchiamo col destro 
sulla cartella e andiamo in Proprietà/Condivisione 
e clicchiamo su Condividi. 



^ Aperta a tutti! 

^ Come prima cosa dovremo decidere con chi 
desideriamo condividere tale cartella. Se la 
nostra rete locale senza fili è protetta con una chia- 
ve WPA, scegliamo Everyone nell'unico menu a ten- 
dina che appare nella schermata e clicchiamo sul pul- 
sante Aggiungi. 



^ Il nostro PC è pronto? 

Dopo aver cliccato su Operazione comple- 
tata, spostiamoci in Pannello di control- 
lo/Centro connessioni di rete e condivisione. Qui ve- 
rifichiamo che la voce Condivisione file sia Attiva- 
ta. Altrimenti facciamo clic su Attiva condivisione 
file e poi su Applica. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Condividiamo i download I Fai da te 



Internet 



Ecco i file del notebook 

Con Vista accedere ai file condivisi è molto semplice. Ecco come fare sfruttando un notebook 
connesso alla stessa rete Wi-Fi del nostro desktop su cui abbiamo salvato i file. 









1 


<^i ** ih_ii (W*** WM Mft« 


© 


ili 
iliili 

min 


isr 


tifi 

ni 


*^2* 


— •— — *— - 


WM 




Come si chiama il desktop? 



Collegamenti preferiti 
J) Documenti 
^1 Immagini 

!,_.'■ Musica 

(5 Modificati di recente 
P Ricerche 



Nome Tipo 

I admin 



4 
4 



lp 



1 j guest-share 
j .1 public 



registrazioni 



I Ùi / 



Stampanti 



«I Per accedere ad una cartella condivisa dobbiamo cono- 
scere il nome del PC su cui è stata creata o il suo indi- 
rizzo IP Per prendere nota del nome che utilizzeremo per acce- 
dere ai file andiamo in Pannello di Controllo/Sistema e appun- 
tiamoci la voce Nome Computer. 



Accesso rapido! 

fy Adesso non resta che aprire una finestra di Esplora Risorse 

sul notebook e digitare nella barra indirizzi il nome del no- 
stro PC preceduto da due W Nel nostro caso, è booster, quindi 
digiteremo Wbooster. Et voilà! Ecco le cartelle condivise: ades- 
so basta cliccare sui file audio/video per aprirli. 



Q II palmare ha la chiave 



Dopo aver 
attivato il Wi-Fi 

sul nostro 

dispositivo 

siamo pronti 

ad esplorare la 

rete alla ricerca 

di contenuti 

da copiare 
o visualizzare. 




[jQ Lavoro 
[ Modelli 
[jQ Musica 
[j]] Personale 
[jQ Suonerie 
[]Q UAContent 

[0 video 
[jG Voci 



Aggiorna 
Mostra tutti i file 
Ordina per i 

Invia... 

Trasmetti file... 
Nuova cartella 
Rinomina 
Elimina 




Immagini 

Lavoro 

M 

Md 



|S] My Documents ▼ 

I 

IO 
[B 
[D 
51 

no 



Nome ▼ 



P€ 

Su 
Uà 
Vii 
Voci 



Apri percorso: 



vi 



OK 


Annulla 




Un' esplorazione "diversa" 

Sul nostro PDA dal menu Start andiamo in Pro- 
grammi/Esplora file e clicchiamo sulla voce 

in basso Menu e selezioniamo la voce in alto Vai a. . . 

e tappiamo su Apri Percorso e poi ancora su Nuovo 

percorso, così potremo immettere il percorso di rete 

delle nostre cartelle. 




FILE CONDIVISI 
SULLA PSP 

Dopo aver visto 
come accedere ai 
file condivisi con 
palmare e note- 
book, molti si chie- 
deranno perché non 
accedervi anche 
con la PSP. 
Semplicemente non 
si può aprire una 
cartella condivisa 
di Windows con la 
PSP, infatti, il firm- 
ware originale con- 
sente di collegarsi 
solo alla PS3 e di 
vedere i file memo- 
rizzati su di essa. 



(S 



I PIRATI . 
FANNO COSI 

Alcuni hacker però 
sono riusciti trami- 
te un firmware 
modificato (e dun- 
que illegale) per 
PSP ad accedere 
alle cartelle condi- 
vise così da ripro- 
durre file audio e 
video in streaming 
senza bisogno di 
caricarli sulla 
memory card della 
nostra console. 
Chissà che Sony 
non decida di 
implementare que- 
sta funzione in 
qualche prossima 
release, rendendo 
semplice l'accesso 
alle cartelle condi- 
vise anche per i 
possessori di PSP, 
senza bisogno di 
trasformare il pro- 
prio dispositivo in 
qualcosa di illegale. 



LEGGI 
ANCHE. 



^ Apriamo i file condivisi 

Adesso non resta che immettere il nome del 
PC, scrivendo quindi \\booster\multimedia\ 
nel nostro caso, ed ecco tutte le cartelle e i file a no- 
stra disposizione. Tappiamo (più a lungo) sul file 
da copiare e nel menu che appare selezioniamo Co- 
pia per copiare i file sulla memory del PDA. 



Per scoprire come ri- 
produrre in streaming 
direttamente sul PDA 
file audio/video vai a 
pagina 81 e leggi subi- 
to come installare sul 
palmare TCPMP. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Internet 



Fai da te I Videoregistro tutto da Internet 



Videoregistro 
tutto da Internet 

Impostiamo le nostre registrazioni direttamente sul Web. 
Ci pensa poi il PC a scaricarle in automatico sull'hard disk 



Il motivo principale per cui spesso 
registriamo un programma, o qual- 
cosa cui teniamo in modo partico- 
lare, trasmesso in TV o in radio, è quel- 
lo di poterlo rivedere o riascoltare con cal- 
ma in un secondo momento. Una pra- 
tica che si rivela molto utile quando per 
qualche motivo siamo fuori casa e non 
abbiamo la possibilità di assistere in di- 
retta ad una trasmissione radiotelevi- 
siva. A volte capita però che il nostro 
DVD recorder sia già impegnato con la 
registrazione di un altro canale o che 



quel giorno la ricezione delle trasmis- 
sioni non sia qualitativamente accetta- 
bile, oppure ancora che un blackout im- 
provviso in nostra assenza cancelli la 
programmazione del dispositivo. La mi- 
gliore cosa da fare in questi casi è quel- 
la di utilizzare un servizio on-line, com- 
pletamente automatico e gratuito, come 
Vcast che consente di programmare la 
registrazione del programma radio o 
TV di nostro interesse e poi di scaricare 
il file (dovremo solo attendere che ven- 
ga elaborato dal server, l'attesa dipende 



dal traffico di richieste da smaltire) già 
pronto nel formato digitale adatto da 
riprodurre sul PC, sul player da tavolo o 
su un qualsiasi altro dispositivo porta- 
tile. Come vedremo l'uso di questo ser- 
vizio Internet è semplicissimo: effet- 
tuata la registrazione al sito e dichiara- 
to di essere a regola con il pagamento 
del canone RadioTV siamo pronti a re- 
gistrare i nostri programmi preferiti ed 
a programmare il download automati- 
co dei file sul PC appena disponibili sul 
server Vcast. 



Q Creiamo il nostro account 

Per poter utilizzare Vcast è necessario registrarsi sul sito compilando con i propri dati 
l'apposito modulo on-line. Al termine siamo pronti per programmare le registrazioni. 









vcast ^ 



I ITI» ■ f J 




tmtìctt |T C«rit*t4tll* Strt R l*H*pul*|i« ti' M*SlL* il 5WZ C" Mij<wt*ikJ.«e«n i| wwvr,imfWft»$«iiHJt^ □ 



. I | _ htlf ^/wvKW.VLBLit>Tiu(.cLpvr/ 



vcast 4* 



H.UCCCKVH | D«hk- | MtVO* 



Canale Faucet personale di 




Faucet PVR 



Frr ItttSSM f* fcinàhiauà 9 tfrfli»tft&Wt 41 F*u£*T ù&awn tV«4 Oriti* ca , 

Cr.v.nir'!,.',! in chiara in iiuiinli: -jììl di:bi-iitoi u di .ili™ finimrcdil i .idiiilr-lisi:,! il di iisimm In ir 



3 Dichiaro di ess*r« In regola con ewipnl tf Abnonamanto RaaoTV t di e*a*ra cittadina I 



La registrazione al servizio 

+ Andiamo sul sito www.vcast.it e clicchiamo sul tab Faucet 
PVR per entrare nella sezione del videoregistratore. Clic- 
chiamo sul link Non sei ancora registrato? Registrati adesso, quin- 
di compiliamo i campi con i nostri dati anagrafici, accettiamo i 
termini di utilizzo selezionando SI e clicchiamo su Inserisci. 



A posto con il canone? 

«2 Nella schermata successiva troveremo i campi di login 
compilati con i nostri dati. Clicchiamo su Invia e spuntia- 
mo Dichiaro di essere in regola con i canoni di abbonamento Ra- 
dioTV e di essere cittadino italiano. Clicchiamo su Register per 

completare la procedura e accedere al videorecorder on-line. 



Tempo 

20 minuti 



o> 



Difficolta 

Bassa 



r* 




IL SOFTWARE/ 



I \m i [vii H' J ' 



WIN EXTRA \ 

Scarica subito 

la versione 2.2 di Juice 



Cosa ci 
occorre 

Videorecorder 
on-line 

■ La nostra scelta... 

Vcast 

Quanto costa: Gratuito 
Sito Internet: www.vcast.it 

Feed reader 

■ La nostra scelta... 

juice 2.2 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: http://juice 
receiver.sourceforge.net 



CIlIMiS) 



LA SCELTA 
DEL FORMATO 

Vcast consente di regi- 
strare programmi ra- 
dio e TV in diversi for- 
mati di compressione, 
che potremo scegliere 
a seconda del disposi- 
tivo su cui andremo a 
riprodurre il file audio 
o video ottenuto. Per 
fare ciò, quando pro- 
grammiamo la regi- 
strazione, dal menu 
Formato di compressio- 
ne del pannello di Fau- 
cet PVR selezioniamo 
iPod, DivX, Appiè TV, 
P5Po3CP per le regi- 
strazioni video ed MP3 
o OggVorbis per quelle 
radiofoniche. Nello 
specifico potremo usa- 
re DivX e Appiè TV per 
riprodurre un filmato 
in TV, mentre per i cel- 
lulari sceglieremo il 
formato 3CP. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Videoregistro tutto da Internet I Fai da te 



Internet 



Registro la TV con un die 

Una volta entrati nella sezione Faucet PVR di Vcast possiamo programmare la trasmissione da registrare. 
Non appena questa sarà disponibile sul server, potremo gustarne l'anteprima direttamente nel browser. 



t U l l M > ' il 6 H«tll»*»If- U*tfM* Ù WiUW* j fWMUUJTff: Uh f r U*i*«* 



I ' ■ T irmi"rfnn f "■y--- 



i:TV 3 EnMi'A 

n 2 QnH 



" 



twm <rtni piot ri nuora o<upn a **]M fi 

«EHI 3 »■•»»».■». 1.3 > 



®—0- 



iSWT 


■■^HB-i^iMMirrt-u.i L * ir N- ■ 


Et L. bfutHu £• lAhjit* ** WZ f ■ M*HGMh Q ^Ué)UM _, WDHIIIHIIB , ttort S ' tw Sutch 


UHM»* ■<■■ «*« 


ut ai 


: ■ • 


fteastia 


Guarda I /~^ 


n^rSrtr"**^ ! ^— ^ 








recar.».».™. ™ Z 


EnriM... 3* fBmttdiflnwtHMM iPKl Q 


£«*■) «^towtBCd* ;'ìi} : rt"6»~H] 04 H»tt(MI«*tt *> "H ipfjj] &»"* r+pUMOT • 31 M. 1 ?, 3 






V»l™ IW3T1 3 




tafrntormv»ntìrtnt. 




®- 




*—»* R— , _ «. k. <~ 0.» 


Hi ttfriTV MffllQMi ltai*Mkn 20» H« WS 




^ Impostiamo la registrazione 

Giunti nel pannello di Faucet PVR, per ef- 
fettuare una registrazione TV, nel menu Ti- 
po di registrazione scegliamo TV e in Emittente la 
stazione televisiva. In Formato di compressione se- 
lezioniamo Apple TV (è il formato, in MP4, con la ri- 
soluzione migliore per registrazioni da vedere sul 
PC o sul televisore di casa). 



^ A che ora è il programma? 

- Impostiamo la data e l'orario della registra- 
zione nei campi Giorno di registrazione, Ora ini- 
zio trasmissione e Ora fine registrazione, digitiamo 
in Titolo un nome per la registrazione, infine clic- 
chiamo su Registra. Una volta terminata la pro- 
grammazione vedremo comparire la richiesta del 
filmato nell'elenco in basso. 



^ Un'anteprima del file 

2 Durante la fase di registrazione ed elabora- 
zione del video comparirà la dicitura In la- 
vorazione sotto la voce programmata. Al termine del 
processo troveremo invece la scritta Registrato. Per 
visualizzare un'anteprima del video nel browser 
clicchiamo sull'icona a forma di monitor accanto al- 
la data di registrazione. 



Al download d pensa il PC 

Vcast conserva le registrazioni per un massimo di 3 giorni. Per evitare di controllare di continuo la presenza 
di nuovi file, possiamo usare Juice per schedularne il download automatico ad intervalli prestabiliti. 




URL http://vfs6dg.vcast.it/JPodcast/Waucet/ 

[7] Vai alla t; l . :are questo epis 



Salva Cancella 





1 l!i". __*L*- _ 


'venerale | Processi | Impostazjor 


E Q o -b -6 t " * 




Imposta le opzioni generali per il | 

1 1 Mostra Juice nella system 

1 1 Esegui un controllo per nu 

Riproduci immediatamente 

Co:"-: ■; ■■.:■;; ve-.; :- •; 
F71 Catchup skips ole e- ep se 
















-- A 


t 




/ 


3esi;c-e :: ::•=: :-e e kvcIì:: : ::-:e-:.~ 

-~~:-:- :!::.=':•="■ e-:: se ■".=-:: '.s< ■•=:: ..-":e : sz-slz : 
1024 MB 
Scarica i podcast in questa cartella 


C:\Vfcfea 






^ Un link per il feed reader 

Clicchiamo sul tasto dei feed del browser che, 
in Firefox, si trova a destra nella barra degli 
indirizzi: ci abboneremo così a Vcast. Copiamo il link 
dalla barra degli indirizzi della pagina seguente. In- 
stalliamo )uice e avviamolo: in Tools/Select language 
scegliamo Italiano, diamo OK e riavviamolo. Da Stru- 
menti/Aggiungi feed/Generale incolliamo il link in URL 



Controlliamo le registrazioni 

In |uice andiamo nel menu File/Preferenze, 
apriamo il tab Generale, digitiamo in Scarica 
i podcast in questa cartella la cartella in cui salvare 
le registrazioni e premiamo Salva. Dall'interfaccia di Jui- 
ce apriamo il tab Sottoscrizioni: clicchiamo su Fau- 
cet atVcast per vedere in basso le registrazioni dis- 
ponibili per il download. 



Il download è "schedulato" 

2 Per scaricare subito i file premiamo Control- 
la/Scarica feed selezionati. Per impostare invece 
il download automatico andiamo in Strumenti/Scheduler 
e spuntiamo Abilita Schedule, selezioniamo Controlla 
ad intervalli regolari, scegliamo un valore (12 ore) 
da Ripeti ogni e premiamo Salva. )uice controllerà 
ogni dodoci ore le registrazioni e le scaricherà. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Internet 



Hardware I Pinnacle PCTV USB Stick 



Come ricevere e registrare le trasmissioni del DTT 
direttamente sull'hard disk del computer. Si fa così 

La TV digitale 
terrestre sul PC 



Tempo 

30 minuti 



Difficolta 



o 



Cosa ci 
occorre 




Timer DVBT USB 

■ La nostra scelta.. 



Pinnacle PCTV USB Stick 
Quanto costa: € 74,80 

Sito Internet: 

www.pmistore.it 



Il DDT è la nuova tecnologia digi- 
tale che sta gradualmente rag- 
giungendo tutte le zone del no- 
stro Paese e presto sostituirà del tut- 
to il sistema di trasmissione analo- 
gico del sistema televisivo. Grazie a 



questo nuovo standard si può rice- 
vere un ampio bouquet di canali con 
qualità di immagini e di audio deci- 
samente elevata rispetto alla TV tra- 
dizionale. Con un semplice tuner di 
tipo USB, come quello utilizzato in 



questa guida, possiamo ricevere an- 
che sul PC le trasmissioni della TV 
digitale terrestre e registrarle 
sull'hard disk in un formato com- 
patibile con un lettore da tavolo o 
altri dispositivi. Vediamo come. 



\- 






pertinacie 1/ Hk 

TVCenter Pro l^r 


■" PROGRAMMA DI INSTAI L A71DNF 


Matta * 






«PiftftMtt 
™ 1 tìrvmtnfl. 


i viQntmPn | Drttffrtìt... 


DWwVTV 


Il software del tuner TV 




Scarichiamo la versione aggiornata del software 

1 Pinnacle TVCenter Pro da www.pinnaclesys.com (è 
necessario registrare il prodotto) ed avviamo- 
ne l'installazione dopo aver inserito il tuner TV DVB-T 
nella porta USB. Alla prima schermata clicchiamo su 
TVCenter Pro e seguiamo la procedura guidata. 



Alla ricerca dei canali 

Durante l'installazione il software riconoscerà 
automaticamente il tuner TV, dovremo solo in- 
dicare il tipo di antenna (quella portatile o fissa 
sul tetto, preferibilmente la seconda) che usiamo e pre- 
mere Avanti. Fatto ciò, si avvierà la ricerca dei canali ra- 
dio e TV Al termine clicchiamo su Avanti e Fine. 



Un po' di zapping col PC 

Avviato Pinnacle TVCenter Pro, possiamo co- 
minciare subito a visualizzare sul nostro com- 
puter i canali trasmessi sul digitale terrestre. 
Per cambiare canale clicchiamo sulle freccette in bas- 
so sulla barra orizzontale del programma, oppure clic- 
chiamo sul menu a discesa accanto ad esse. 




Alcuni importanti settaggi 

Impostiamo adesso la registrazione dei ca- 
nali: clicchiamo col tasto destro al centro del- 
la finestra e scegliamo Impostazioni. Clic- 
chiamo su Cattura dal pannello di sinistra e digitia- 
mo in Cartella di cattura la directory in cui salvare i 
video registrati. In Formato video scegliamo D/VX, 
premiamo Applica, quindi O/C 



Registriamo il video 

Per avviare la registrazione di un canale 
clicchiamo sul pulsante rosso nella barra in 
basso: sullo schermo, in alto a destra, com- 
parirà un puntino rosso. Per interrompere la regi- 
strazione clicchiamo sul pulsante stop in basso, 
quindi confermiamo premendo Sì nella schermata 
che compare al centro dello schermo. 



Lo spettacolo ha inizio sul PC! 

Apriamo la cartella scelta per il salvataggio 
dei video: troveremo al suo interno il filma- 
to della registrazione effettuata, già conver- 
tito nel formato che abbiamo selezionato (nel nostro 
caso D/VX). Non ci rimane quindi che cliccarci so- 
pra per riprodurlo sul computer con il nostro player 
predefinito (ad esempio, VLC). 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Software I TCPMP sul nostro PDA 



Internet 



Colleghiamo il nostro palmare alla rete locale Wi-Fi 
per riprodurre film e musica archiviati nel PC 

Vìdeo in streaming 
sul nostro PDA 



Tempo 

20 minuti 



Difficolta 



rs 



IL SOFTWARE/ 



LO TROVI SUL V 

□CD^DVD 

Trovi TCPMP e i principali plugin 
per visualizzare i file video più 
diffusi nella sezione Mobile. 
Ed inoltre, scopri su Win Extra 
tutto sulle funzioni avanzate di 
questo potente player 



Ouante volte avremmo voluto gustarci 
l'ultimo video scaricato sul PC como- 
damente sdraiati a letto sfruttando il no- 
stro palmare? Basta davvero poco per po- 
terlo fare in qualsiasi momento, senza bi- 
sogno di copiare filmati e file sulla memo- 




Installiamo TCPMP 

Estraiamo il file .CAB dallo Zip presente sul 
DVD e copiamolo nella cartella My Docu- 
ments del palmare. Dopodiché, da Pro- 
grammi\Esplora file tappiamo sul file e avviamo 
l'installazione. Facciamo tap su Sì alla prima ri- 
chiesta e dopo qualche secondo sarà terminata. 





fg TCPMP & 4+ fe| l<£ X | 




^Lw - V 


tri File... 






Playlist... 


Prossimo 
Precedente 


Capitoli * 
Informazioni file... 



ria del PDA. Infatti, con TCPMP potremo ac- 
cedere direttamente alla cartella condivisa 
del computer e guardare i video in strea- 
ming, così come avviene con quelli su You- 
Tube e altri portali Web di video sharing. Il tut- 
to sfruttando soltanto la connessione alla 



1 


TTi 




f "jp^gJglMBM li 'l il 




C* 


.-!, A.I 


Opera 
Browser 


Radio FM 


Registi-, 
vocale 




£33 


* 


RSS H uh 


S1M Manager 


Streaming 
Media 


j^™^ 







TCPMP 


Windows 
Live 


Windows 

Media 



Avviamo il player 

Terminata l'installazione troveremo TCPMP 
in Start/Programmi. Basterà tappare sull'i- 
cona per lanciare il player iniziare subito a 
guardare i nostri video preferiti. Anzi, prima onde evi- 
tare problemi meglio installare i plugin per i codec 
più diffusi. 



*j* TCPMP 


ET *t 


?B *Ì$ ok 


||\\HPHDX16\Vided 




'Il Vai | 


| Nome 


hpo 


Dimena... | 1 


1 | Application Data 


Cartella 




1 | ConnMgr 


Cartella 




| Gontent 


Cartella 




1 | Documento and ... 


Cartella 




1 | Music 


Cartella 




1 1 My Documento 


Cartella 




1 | Program Files 


Cartella 




1 | Programmi 


Cartella 




1 iTpmn 


rartplla 





Pronti a partire con lo streaming! Inseriamo l'indirizzo giusto 



Dopo aver terminato di copiare i plug-in, 
avviamo TCPMP sul palmare, tappiamo sul- 
la voce di menu File e poi su Apri File. In 
questo modo potremo aprire tutti i file video che 
abbiamo sulla memoria interna e sulla memory 
card del nostro palmare. 



Per accedere alla cartella condivisa del no- 

5stro computer invece, nella barra in alto do- 
vremo inserire \\ seguito dal nome del PC e 
della cartella condivisa. Nel nostro caso: 
WHPHDX1 óVideo. In questo modo visualizzere- 
mo tutti i file al suo interno. 



nostra rete wireless domestica e il software 
di riproduzione installato sul palmare. Inol- 
tre, con i plugin di TCPMP potremo visua- 
lizzare senza problemi di compatibilità tut- 
ti i principali formati video, da Windows Me- 
dia Video ai file FLV scaricati daYouTube! 



U 



a — ,. 






j vmmuxM 

DSL* 



JlIEC 



Installiamo i codec 

Scompattiamo i file Zip che troviamo sul DVD 

3 allegato alla rivista, ciascuno in una cartella 
separata. Dopodiché, colleghiamo il palmare 
al PC e andiamo in ProgrammhTCPMP sulla memo- 
ria del PDA. A questo punto non resta che copiare i fi- 
le dei vari codec in questa cartella. 



E ora godiamoci lo spettacolo! 

Adesso tappiamo sull'icona del file che vo- 
gliamo riprodurre: il player lo manderà au- 
tomaticamente a tutto schermo. Non resta 
altro da fare che collegare le cuffiette e goderci la 
visione e l'ascolto del nostro video, senza dover- 
lo copiare sulla scheda del palmare. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Internet 



Fai da te I La TV satellitare a portata di mouse 



La TV satellitare 



a 



i 



nata di mouse 



Usando una scheda SAT possiamo ricevere e registrare direttamente 
sul disco rigido i nostri programmi preferiti con una qualità impeccabile 




Scheda SAT PCI 

La nostra scelta... 

Technisat SkyStar HD2 

Quanto costa: 86,00 

Sito Internet: 

www.technisat.com 

Cosa trovi nella confezione: 

Scheda SAT PCI SkyStar HD2, 
ricevitore ad infrarossi, 
telecomando, CD software 



La diffusione della TV satelli- 
tare è dovuta ad una serie di 
vantaggi, quali ad esempio 
l'ottima ricezione del segnale e 
l'elevata qualità delle immagini. 
La tecnologia satellitare consen- 
te infatti di ricevere il segnale an- 
che in zone che, per motivi tec- 
nici o geografici, non sono rag- 
giunte dalla televisione tradizio- 
nale o dal digitale terrestre, ga- 
rantisce trasmissioni audio /vi- 
deo di ottima qualità, pratica- 
mente esenti da disturbi, e met- 
te a disposizione migliaia di canali 



(molti dei quali in chiaro) in tut- 
te le lingue e di tutte le nazioni 
del mondo. 

La TV digitale sul PC 

Forse non ci abbiamo mai pen- 
sato, ma se disponiamo a casa di 
un impianto satellitare, instal- 
lando sul nostro computer un'ap- 
posita scheda hardware da col- 
legare al cavo dell'antenna, po- 
tremo fare a meno del decoder, 
visualizzare i canali televisivi di- 
rettamente sul monitor e regi- 
strarli sul disco rigido in modo 



pratico e veloce. Una volta ter- 
minata la registrazione, otterre- 
mo infatti un file che potremo ri- 
produrre con il software fornito in 
dotazione con la scheda, oppu- 
re servendoci di un altro player. Ma 
non è finita qui: utilizzando la 
scheda satellitare Technisat SkyStar 
HD2, modello che abbiamo pre- 
so in considerazione per questo 
tutorial, potremo anche riceve- 
re e registrare le trasmissioni dei 
canali che trasmettono in alta de- 
finizione. Partiamo dunque con 
l'installazione della scheda SAT. 



Q II mio computer ha la TV SAT! 

Vediamo come installare sul PC la scheda Technisat SkyStar HD2. Basteranno pochi minuti e un po' di attenzione 
per renderlo in grado di ricevere i canali satellitari, anche quelli che trasmettono in alta definizione. 




Operiamo a PC aperto 

Spegniamo il computer, stacchiamo tutti i ca- 
vi presenti sul retro, compreso quello di ali- 
mentazione, quindi svitiamo leviti che fissano il pan- 
nello laterale del case. Fatto ciò, leviamo il pannello 
e individuiamo sulla motherboard del computer uno 
slot PCI libero in cui inserire la scheda satellitare. 



^ Inseriamo la scheda SAT 

Colleghiamo al connettore interno della scheda 
satellitare uno dei cavetti di alimentazione pro- 
venienti dall'alimentatore del PC (serve nel caso in cui 
si devono pilotare periferiche DiSEqC). Inseriamo la 
scheda nello slot PCI, fissiamola al case con una vite, 
quindi rimontiamo il pannello laterale. 



Rimettiamo tutto a posto 

2 Adesso non ci rimane che collegare il cavo 
SAT dell'antenna parabolica (facciamo atten- 
zione ad avvitarlo bene) e il filo del ricevitore del te- 
lecomando in dotazione ai connettori esterni della sche- 
da. Ricolleghiamo quindi tutti i cavi che avevamo 
staccato precedentemente e accendiamo il PC. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



La TV satellitare a portata di mouse I Fai da te 



Internet 



1| canale lo vedo e lo registro! 

Passiamo adesso all'installazione e alla configurazione del software in dotazione con la scheda SAT. Fatto ciò, 
saremo pronti a visualizzare e registrare i programmi satellitari che la nostra parabola riesce a captare. 




^ Ora tocca ai driver 

Avviato il PC e giunti in Windows, quando com- 
pare la finestra Trovato nuovo hardware clic- 
chiamo sul pulsante Annulla. Inseriamo quindi nel let- 
tore del computer il CD che troviamo nella confezione 
della scheda satellitare, eseguiamo da esso il file 
Startexe e, nella prima schermata del setup, premia- 
mo Installazione. 



Completiamo la fase di setup 

Nella schermata successiva clicchiamo su Avan- 
ti e, quando si apre la finestra Protezione di 
Windows clicchiamo su Installa. Premiamo Avanti, 
quindi accettiamo la licenza d'uso del software clic- 
cando su Sì e poi, per due volte consecutive, su Avan- 
ti. Completiamo l'installazione cliccando su Fine 
e riavviamo il PC. 



Il primo avvio del software 

Andiamo adesso nel menu Start/Tutti i pro- 
grammi/TechniSat PVR e clicchiamo sulla voce 
DVBViewer. Quando compare la schermata Remote 
Control selezioniamo la voce TechniSat IR e premia- 
mo O/C A questo punto viene caricata la schermata 
del programma DVBViewer che utilizzeremo per gesti- 
re la scheda satellitare. 






:»=.. 






HWOllJlhHII 


■J 




LLLLLLLL 

«Milli 




MrtÉi 


!<^w** 


Cattai 


Uf 




ìk«ÀM 


|hitoflM»HSP*g 


- 


» M 




- 




Ecco la nostra TV satellitare! 

m Per vedere un canale, clicchiamo sul menu 
CANALE e selezioniamo Lista canali. Dalla 
scheda Canali selezioniamo uno dei satelliti (ad 
esempio Hot Bird 6/7A/8), andiamo nella cartel- 
la Video, apriamo una delle cartelle presenti e clic- 
chiamo due volte su un canale per visualizzarlo al- 
l'interno del programma. 



Una cartella per tutti i video 

Eseguiamo alcuni settaggi per la registrazione 
di un canale satellitare. Andiamo nel menu OP- 
ZIONI, quindi clicchiamo su Opzioni. Apriamo la voce 
Recorder, premiamo il pulsante presente accanto per se- 
lezionare la cartella in cui salvare i video e diamo O/C 
Facciamo la stessa cosa per la voce Timeshift, infine 
premiamo O/C 



^ E adesso registriamo! 

Per avviare una registrazione clicchiamo sul pul- 
sante rosso in basso, per fermarla usiamo di 
nuovo lo stesso pulsante. Il video verrà salvato in MPEG- 
2 nella cartella da noi impostata. Per riprodurlo andia- 
mo nel menu DVBVIEWER/ApriVideo, selezioniamo 
il video e premiamo Apri (in alternativa usiamo un pla- 
yer come VLC). 



Canali in alta definizione 



Utilizzando la scheda satellitare SkyStar HD2 
possiamo ricevere sul PC anche canali TV 
in alta definizione. Al momento il segnale del- 
la maggior parte dei canali HD è criptato, 
ma ce ne sono alcuni che si possono rice- 
vere "free", ad esempio i canali Anixe HD e 
Astra HD (per visualizzarli con la scheda con 
il programma DVBViewer, dal menu CA- 
NALIIUsta Canali, nella scheda Canali ac- 
cediamo alla cartella HDTV sul satellite 



Astra 1FI1GI1HI1KRI1LS e clicchiamo 
due volte sul canale). Con DVBViewer pos- 
siamo registrare anche i programmi in alta 
definizione eseguendo la stessa procedu- 
ra che abbiamo illustrato in questo artico- 
lo. In questo caso, però, la registrazione del 
programma HD verrà salvata in un file con 
estensione TS che potremo riprodurre sia 
con il programma in dotazione con la sche- 
da sia con altri player compatibili. 





www.scaistar.com 
Il forum del sito è 
frequentato da tanti 
utenti che si 
scambiano consigli e 
opinioni sulla 
configurazione delle 
schede SAT e sulla 
ricezione ideale dei 
vari canali disponibili. 
Un ottimo punto di 
riferimento in caso di 
problemi! 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Internet 



Fai da te I NASWizpIat 



I nostri file 
sempre on-line 

Condividiamo documenti, musica, video e tutto 
ciò che vogliamo lasciare acceso il computer di casa 



Tempo I 

60 minuti 

Difficoltà 

Media 




N 



Ielle pagine precedenti abbiamo 
visto come creare con il nostro PC 
un centro multimediale on-li- 
ne con cui condividere i contenuti che 
desideriamo. Ma se vogliamo davvero 
realizzare qualcosa di funzionale e 
"professionale", è meglio affidare i no- 
stri dati ad un NAS, cioè ad un disco 
rigido capace di funzionare come un ser- 
ver cui accedere mediante il nostro 
router. Con un NAS, infatti, non c'è bi- 
sogno di tenere acceso il PC su cui so- 
no contenuti i file, perché potremo co- 
piare tutto sul disco rigido del dispositivo 
e accedere ai dati direttamente da qual- 
siasi apparecchio connesso alla rete: 
ad esempio, se il nostro router è wire- 



less potremo accedere al NAS anche 
con la PSP o un telefonino con fun- 
zione Wi-Fi. Inoltre, molti nuovi NAS, 
come il Wizplat che abbiamo usato nel 
tutorial permettono di scaricare di- 
rettamente file torrent grazie ad un 
client integrato e di creare diverse car- 
telle condivise con relativi permessi e 
restrizioni di accesso, così da consen- 
tire la visualizzazione dei file solo alle 
persone autorizzate. 

Meglio risparmiare 

Altro vantaggio da non sottovalutare 
dei NAS è la possibilità di risparmia- 
re corrente e di stressare meno i com- 
ponenti del PC, così la spesa per un 



disco di rete sarà facilmente ripagata 
da bollette meno salate oltre che da 
un minor numero di guasti al PC do- 
vuti all'eccessivo utilizzo del disco ri- 
gido o air attacco di hacker, che lo ha 
individuato come una postazione 
sempre connessa a Internet. Inoltre, 
il Wizplat, per consentire la massima 
sicurezza dei dati, consente di usare due 
dischi in modalità RAID e 1: in que- 
st'ultima modalità useremo un disco, 
mentre l'altro avrà una copia perfet- 
ta dei dati. Così facendo, in caso di 
guasto non perderemo nulla! Bene, 
non resta che installare il NAS e ave- 
re sempre a disposizione in rete tutti 
i nostri file. 



Cosa ci 
occorre 



HARD DISK 
DI RETE 

La nostra scelta... 

Sarotech Wizplat NAS-20 

Quanto costa: 184,00 
senza dischi ( 319,00 
con due dischi da 500 GB) 

Sito Internet: 

www.tecnologiecreative.it 




Q Col NAS è tutto sotto controllo! 

Basta un cavetto di rete e qualche semplice impostazione per creare una postazione multimediale sempre 
a disposizione dei nostri dispositivi in rete per condividere film e musica. 




BE 



Colleghiamo il NAS 

Per prima cosa colleghiamo il cavo di rete al NAS 
e ad una delle porte del nostro router. Inseriamo 
anche il connettore dell'alimentazione e poi pre- 
miamo il pulsanteVerde sul retro per accendere il 
Wizplat. Adesso non resta che attendere qualche se- 
condo e spostarsi al PC. 



^ Accediamo ali interfaccia 

Inseriamo il CD-Rom fornito in dotazione con il 
dispositivo e clicchiamo sul pulsante Setup. Se 
non si avvia automaticamente facciamo doppio clic 
su SetupUtil nella cartella Program. Nella schermata 
successiva clicchiamo su Search again così da trova- 
re il nostro NAS in rete. 



Effettuiamo il login 

2 Segniamo l'indirizzo IP che troviamo nella 
schermata riassuntiva e digitiamolo nella bar- 
ra del browser. Possiamo anche accedere al NAS di- 
gitando http://nas20. Una volta visualizzata la scher- 
mata di login immettiamo i dati di accesso che tro- 
viamo sul manuale. In molti casi: admin/admin. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



NASWizpIat I Fai da te 



Internet 



E adesso configuriamolo! 

Sfruttando le funzioni avanzate del WizPIat possiamo trasformarlo in un centro di controllo per i file che vogliamo 
condividere con gli altri utenti e i dispositivi collegati alla nostra rete locale. 







RAID SitUne 

ub*4 • lume 


LUDI 
*IXTJ 


lurJHO 


Fi"*, ect: 




o 


o 


lux» 






« 





mjw 




i 

RAIDS*Hmg 

rni in 




i 


) 









D 








1 1 ^ ' 


■ 




o 


•■■■'• ' 



WIZPLAT 



■TTilTTHiT UZa 

Step 1/6 

Web brow&ar Language Ssttlng - admin 



****** -anass-HESM 



Enghh 

Tfiftfr^urrmui 



^ Immalizziamo i dischi 

<- Per prima cosa formattiamo i dischi interni al 
NA5: andiamo in Maintenance/RAID Settings. 

Selezioniamo la modalità che desideriamo (noi ab- 
biamo optato per RAID che somma la dimensione 
dei dischi installati) e clicchiamo su Create RAID system. 



Configurazione guidata 

«_ Una volta terminata la formattazione, il NA5 ver- 
rà riavviato. Inseriamo nuovamente i dati di ac- 
cesso e vedremo che l'interfaccia è più completa. Clic- 
chiamo su Wizard per eseguire una configurazione 
di base del nostro disco di rete. 



Tu sai parlare in inglese? 

2 Come primo passo dovremo scegliere la lingua: 
avremo a disposizione Inglese e Coreano, dun- 
que evitiamo di scegliere Set from browser option e clic- 
chiamo su English, onde evitare problemi, considera- 
to che l'italiano non è tra le lingue supportate. 



i^reH i^^^^^^^^^^^ -^^ 






1 rJ!Z£l 




Sl*p2ffi 

ttaw Piuworti Sttfing - Bdmfn 




IHIE^yihdamirtfiutrwQtpiSMHd ciek iV** tuiw w t*i t 







' " 


tikilir fc ^ ,! '' L1 ^ 




• 


Qbpjtt 






HKPitftWCtfaenfl 




PM*Hf 


■ Cm— Ptew ÉHinum 






Dm tfeÉMgf? botati 

IM40M 


IE3 


DU9NW 


• Ctt^MSmlMm 






**-, 









4 



Sicurezza a prova di hacker 

Onde evitare intrusioni, cambiamo la password 
di accesso al NAS: digitiamone una e segniamola 
da qualche parte così da evitare di dimenticarla. Nella 
schermata successiva nel campo Host Name inseria- 
mo il nome con cui vogliamo trovare in rete il NAS. 



Tutto in automatico 

Se il nostro router è in modalità DHCP lasciamo 
tutte le impostazioni in automatico, così che il 
NAS occupi automaticamente un IP e sia facile da tro- 
vare in rete. Altrimenti clicchiamo su Use following IP ad- 
dress ed inseriamo l'IP da assegnare al Wizplat. 



▲ 



Mettiamo su un server 



Per creare le cartelle condivise sul nostro server 
in cui copiare i file a cui accedere, clicchiamo su 
File and Print e poi su Share Management. In share na- 
me inseriamo il nome della cartella desiderata e poi clic- 
chiamo su Save per crearla sul NAS. 







Cartelle da condividere 

Una volta create clicchiamo sul nome delle car- 
telle nella lista e poi sul metodo con cui voglia- 
mo accedervi. Ad esempio Windows, FTP Access. Ades- 
so dovremo scegliere quali utenti possono accedere 
ai contenuti o lasciare libero accesso a tutti cliccando 
su Allow for ali e poi su Save. 



Si accede anche dall'esterno 

q Adesso clicchiamo su File server e spuntiamo 
le caselle di controllo per abilitare l'accesso ai 
file del NAS. Spuntiamo Enable in Windows Settings e 
FTP Server Settings, che sono i due sistemi più utiliz- 
zati e togliamo il segno di spunta dagli altri. Infine clic- 
chiamo su Save per applicare le modifiche. 



Download diretto sul NAS 

q Come dicevamo prima, abbiamo anche la pos- 
sibilità di scaricare file torrent direttamente sul 
NAS, clicchiamo su Network Service/ BitTorrent e poi 
su Sfoglia per selezionare i file .torrent da scaricare. I 
file scaricati saranno memorizzati nella cartella condi- 
visa BTDownload e quindi accessibili dalla LAN. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



0* Internet 



Speciale Trucchi I GurudiGMail 




Guru 
di GMail 

Top ten dei trucchi per la casella 
di posta da 7 GB 



Ah, GMail. . . Quante volte ci ha 
salvato e aiutato nel nostro la- 
voro? Sicuramente tante, gra- 
zie alla possibilità di archiviazione 
smisurata e alla facilità di ricerca tra i 
messaggi. La casella di posta elettro- 
nica by Google è ormai il centro ne- 
vralgico delle nostre giornate per co- 
municare con amici, colleghi e per- 
sone care. Ma siamo sicuri di utiliz- 
zarla al meglio? Google lavora quoti- 



dianamente al mi- 
glioramento 
dei propri 
servizi e 
così ecco 
che nella ca- 
sella di posta le sorprese non manca- 
no. Innanzitutto, potremo contare su 
una nuova spettacolare veste grafica e 
scegliere fra i diversi temi a disposi- 
zione. Poi, ultimo nato, è il servizio 
che trasformalanostra piccola chat, usa- 
ta spesso per scambiare un saluto con 
gli amici, in un completo servizio per 
videoconferenze e comunicare come 
facciamo di solito con Skype e Win- 
dows Live Messenger. Insomma, avre- 



mo tutto a disposizione senza dover 
"tediare" i nostri contatti con diversi in- 
dirizzi se devono mandarci un'e-mail, 
contattarci per una videoconferenza 
o semplicemente chattare. E se ciò 
non bastasse, alle novità "di casa" si 
aggiungono quelle degli utenti sma- 
nettoni che hanno cercato di risolve- 
re tutti i problemi che si possono ri- 
scontrare usando GMail. Così ecco 
nascere decine di plug-in che per- 
mettono di spostare messaggi di altri 
client su GMail, oppure di accedere a 
tutti gli account di posta che abbia- 
mo registrato, con un solo clic. Basta 
un po' di pazienza e la nostra casella del- 
le meraviglie sarà ancora più magica! 




Cosa ci 
occorre 

Account di posta 
elettronica 

La nostra scelta... 

GMail 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.gmail.com 



®SE ARRIVA UN'E-MAIL 
SAREMO AVVISATI! 

Tante volte è capitato di volere sul desktop 
qualcosa che ci avvisasse dell'arrivo di nuo- 
vi messaggi di posta, senza dover per forza 
visitare la pagina Web di GMail! In questo mo- 
do risparmiamo tempo e controlliamo la 
posta solo se necessario. 
Bene, grazie a GMail notifier, una piccola 
applicazione che possiamo scaricare gra- 
tuitamente da www.winmagazine.it/link/201, 
potremo avere sempre sotto controllo la 



LEGENDA 



m 
® 



DIFFICOLTA 
ELEVATA 

DIFFICOLTÀ 
MEDIA 

DIFFICOLTÀ 
BASSA 



C "i M ì I C,wc ' ( * WT 6 ™" f™** - ^** wWtiou* opanlng your bwwwr 



Hit Gnu! Ntì4*r il in ipplic jIiwi ihit itati you wh» yau timi 
ni* Gmjfl mtuw J t fctpHV* m KW m ■ jw »y«im tny ta 



fir OoAnlnKhnj. jf-ou aprat b «ir 



Ify^jhMHif U 
TOMHOrtlUUlt 



GcOjfti'ttpM 
Krw*W44byfl , 
PniKV TTONM 




fcWt *«0u1I neh** Lrt «ftH \Mm UT* HttnOt^. 
Or, 



© 



nostra casella di posta. Clicchiamo 
su Download GMail notifier forWin- 
dows, eseguiamo il file EXE scarica- 
to, immettiamo quando richiesto no- 
me utente e password del nostro ac- 
count GMail e confermiamo clic- 
cando su OK. Adesso, in basso a 
destra, nella system tray di Windows, 
troveremo un'icona a forma di busta 
da lettere che ci segnalerà eventuali 
nuove e-mail e ci consentirà di ac- 
cedere a GMail cliccandoci sopra. 



Wi &h>JlcM».Hi 



$«1* taTP tavtt ta*i» 



te* *% 



* 



sudTnaHii | 5tv*ua| to*\ 



ami litiisr 

:■; Hul :■:::. 
vieiisni PhS 



75 u*t. t*#ltw Hit rt»*n* U Un Irfi «f 



1.. « 



»=:■•=: 1! Kn -attiet. 

2ì L±±iW 7*0* ÈUil Hit. l: yia kit iilla I 
lUllElE, latiti ant Hit ìttlit Via: MilUllt. 

1) tlKHM tlW DaiEtCE ìli* CyjW- TbtDf IH nT2 

viiiuai 3f aSai. Dm tì» 'tcn Ìc^Ice' 1 ìf ynn 

4) sm;? «tu» yn vnu lift jwir Minati ra 
a; lo i=*U. uOwc 'nasi 1 a: n 5uT BiU'h 

5) tflWf J>*ur eaapltt* «ili tadrtli. Uri tllìK 
'Stria Ta Wtll H H 



RANCHE I VECCHI 
WMESSAGGI SU GMAIL 

Chissà quanti sono i messaggi di posta tra 
cui vorremmo cercare con la stessa sempli- 
cità con cui facciamo su Google. Oppure, 
quanto sarebbe comodo avere tutte le infor- 
mazioni sempre a disposizione e poter tro- 
vare un contatto senza bisogno di essere a 
casa davanti al PC. 

Con GMail Loader tutto questo è possibile! 
Scompattiamo il contenuto del file gmlw.zip 
in una cartella e facciamo doppio clic sul fi- 



le gmlw.exe. Clicchiamo su Find e se usia- 
mo Thunderbird andiamo in: C:\Documents 
and Settings\nome-utente\Dati applicazionh 
Thunderbird\ Profìles\nome-profìlo.default\ 
Mail qui selezioniamo l'account di posta da 
cui importare le mail, ad esempio pop.alice.it 
e inseriamo il nostro indirizzo @gmail.com. 
Adesso non resta che cliccare su Send to 
Gmail e lasciare che tutte le e-mail venga- 
no caricate. Il metodo più veloce per ottenere 
lo stesso risultato con Outlook è invece quel- 
lo di installare Thunderbird, importare qui 
tutti i messaggi di posta ed eseguire la pro- 
cedura esposta in precedenza. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Guru di GMail I Speciale Trucchi 



Internet §* 



Cambiamo look alla Mailbox 

Impostiamo uno dei nuovi coloratissimi temi di GMail per rendere tutto più bello e adattare l'interfaccia 
della casella di posta elettronica alla nostra personalità. 



m fc* m**hm I pili ni^.LitoH.mw 




Mai più noiosa... 

Per cambiare il volto della casella di posta ba- 
sta poco. Per prima cosa effettuiamo il login e 
clicchiamo nella parte in alto dello schermo sulla vo- 
ce Impostazioni così da accedere al pannello di con- 
trollo di GMail. Qui troveremo una nuova voce Temi. 



^ Quello che più ci piace! 

Clicchiamo su Temi e ci troveremo davanti un 

pannello con delle piccole icone che mostrano 

le nuove combinazioni di colori disponibili oltre a 

delle grafiche molto originali. Scegliamo quella che 

più ci aggrada e clicchiamoci sopra. 



^ E- mail sfavillanti 

2 Attendiamo qualche secondo e automatica- 
mente la casella di posta cambierà aspetto. 
Se non siamo soddisfatti, scegliamo un altro tema. 
Una volta trovato quello giusto per il nostro stile ba- 
sterà cliccare su Posta in arrivo e il gioco è fatto. 



/gfc SCARICARE LA POSTA 
WCOL NOSTRO CLIENT 

Se abbiamo problemi nello scaricare la po- 
sta da GMail sul nostro client di posta elet- 
tronica, molto probabilmente dipende dal- 
la configurazione della nostra casella GMail. 

Accediamo al nostro account e clicchiamo 
su Impostazioni, andiamo nell'area Inoltro 
e POP/IMAP. Qui selezioniamo Attiva POP 
per tutti i messaggi e Attiva IMAP e clic- 
chiamo su Salva modifiche. Adesso non 
avremo più problemi per scaricare la posta 
da GMail. 





®NON SOLO POSTA... 
Molto spesso trascorriamo ore e ore 
con la schermata di GMail davanti al naso, 
in attesa di nuovi messaggi. Allora perché non 
sfruttare questo tempo anche per leggere 
qualche notizia interessante? 



Andiamo in Impostazioni alla voce ClipWeb 
e selezioniamo i siti che ci interessano in- 
serendone l'URL direttamente o sceglien- 
do tra le categorie che Google ci propone. 
Clicchiamo successivamente sul pulsante 
Aggiung affianco ai siti scelti e nella parte al- 
ta dell'interfaccia di GMail potremo legge- 
re le ultime notizie come faremmo con un 
comune feed RSS. 

4jg) ETICHETTIAMO TUTTO 

Spesso è difficile cercare il messag- 
gio che ci interessa tra le tante e-mail salvate 
sul nostro account GMail. Così spesso per- 



diamo un sacco di tempo, quando invece 
basterebbe soltanto creare un'etichetta ad 
hoc per tutte le persone importanti! 

In Impostazioni clicchiamo su Filtri e poi su 
Crea un nuovo filtro. Immettiamo adesso i pa- 
rametri per cui verranno etichettate le e- 
mail, ad esempio per un dato mittente o 
per le parole contenute all'interno del mes- 
saggio. Clicchiamo su Passaggio Successivo 
e poi su Crea Filtro (se abbiamo già mes- 
saggi che rispondono ai nostri parametri 
inseriamo il segno di spunta nella casella Ap- 
plica il filtro anche. . . ). Così facendo basterà 
cliccare sul nome del filtro, nel pannello Eti- 
chette che troviamo a sinistra dell'interfac- 
cia per vedere tutte le e-mail inviate da un 
dato mittente o che rispondono a precisi 
requisiti che abbiamo impostato. 









Inihrfiù fi Pn/iiHltMr & ftjJtiS* HtWfUjJiftì 0«_ 3 GW>S#t **<tW*ì $- HOfttt ■ JSflUfll» L™*_ L P Ti Ove httH ■ % intU**- & ife<>$lt R 


«tpi/^IÌa»*Ì_fM|iiiCfliB»JiH»p ■ E*W»1l*f"lP»tM0til-|-IVtn*|i 


' E"lQaii«.|i^QrtHiwi'm*Hi«i-. x Qìmp^it 


<"i*Tvail L.-i'-iil.u- n»nn*fiift &ritf ftflgflvj W'k J(n i V, A 


» 


i 


^B BP y, e»~i | M | ctr« Min twin | omimwib ^j 


Scrhfi imM»^gk> importazioni 

I'utUb inaura [5H> G*rwiflll Amwnl FjkMl? Filtri Inrjll 


vtf POP/IMAP Crwl Clip 


| 



































Win Magazine Febbraio 2009 1 



0* Internet 



Speciale Trucchi I Guru di GMail 



Stanti account 

nH^UN SOLO LOGIN' 

Se abbiamo tanti account GMail da control- 
lare è sicuramente scomodo doversi di- 
sconnettere e poi riconnettere ogni volta. 
Ma se usiamo Firefòx c'è una soluzione al pro- 
blema. 



In sta Nazione di Greasemonfcey 



13 



Hello! Questo è uno script utente eli Greasemonkey. Clicca 
installa per incominciare a usarlo. 

Gogò, le Àccou nt M u Iti- Log in 

Replaces "Sign Out" link on Google pages with a select box 
of accounts. 



Si attiva su: 
http:fjr.googfe.tld/* 

https:ZAgoogle.tld/" 

http://googtE.tld/" 

https://google.tid/ 11 

Non si attiva su: 

h ttp V/mo ilgoog le. tbd/*ui=l * 



Script maliziosi possono violare la tua privacy e agire contro i tuoi 
interessi senza che tu ne sia a conoscenza. 

Installa soltanto scripts da sorgenti di cui ti fidi. 



Installa 



Mostra sorgente script utente 



Annulla 



Per prima cosa dovremo installare 
l'estensione GreaseMonkey. Andiamo 
a questo indirizzo www.winmagazine.it/ 
link/202 e clicchiamo su Aggiungi a Fi- 
refòx: quindi premiamo Installa ades- 
so e poi su Riama Firefox. Adesso di- 
gitiamo l'URL http://userscripts.org/ 
scripts /sou ree /1 6341 .user.js e clic- 
chiamo su Installa Adesso. Al posto 
della comune scritta Esci troveremo 
una combo box tra cui scegliere i di- 
versi account. Solo la prima volta do- 
vremo cliccare su Add account per ag- 
giungerne uno nuovo. 



|£ftSE QUALCUNO 
WCI PERSEGUITA... 

Un sito sconosciuto ci bombarda con le sue 
offerte o una nostra vecchia fiamma ci tor- 
menta con continue e-mail? Bene! È giun- 
ta Torà di dire basta! 

Quando riceviamo un'e-mail clicchiamoci 
su normalmente, per leggerla, e premiamo 
sulla freccia di fianco alla voce Rispondi (in 
alto a destra). Selezioniamo Filtra i messaggi 
di questo tipo e poi clicchiamo su Passag- 
gio successivo. Selezioniamo Segna come 
già letto ed Elimina, così facendo i messaggi 
di posta finiranno direttamente nel cestino 
e spariranno dopo 30 giorni! 









■^^^^^^ 






i"*"" 




E^j 


!^z nzinn ^ii^^r^irr^ ^^ti^ 




■***- , — *^«„-_*^Mf zz*zzr^ 




j Z™~ ■ *—- r— .-^— ~— .,«* w-. 





® ACCESSO SICURO... 
Ogni tanto capita di non riuscire ad 
accedere a GMail e il brutto è che non si ca- 
pisce bene quale sia il problema che vieta 
l'accesso alla nostra vitale casella di posta. 
Prima di disperare però... 
Possiamo provare ad accedervi utilizzando 
questi indirizzi "sicuri" e alternativi: 
Versione safe. mail. google.com/mail/?labs=0 
Versione sicura: mail, google.com/ 
Versione base: mail. google.com/mail/?ui= 
html 
Mobile: rn.gmail.com. 



Ti vedo, ti sento e ti parlo 

Ora basta la nostra Webcam ed un microfono per trasformare GMail in un sistema per videoconferenze 
e chat completo di tutti gli optional, senza dover ricorrere a tool di terze parti. 




in te " - — 






"■ 


|» 


rstr '%eb^^s^zzz:^z:zzz~*~ 


ÌLr™J 


— —-——"- 


• ' ■ ' 




••-—<— 


^ H 






'■- 


' "imi n iimii, il 







A ■ e 


^^^^i^i^,^^,^ . 


{>r\ > 




— «* 




w„ ^-~ 





■ V! „,..,. 


ZÌZZ f | 


-w — 


====^ gk 


^^kl' 


SnÉT^TSr^nvr^rzs^: "-«■— 




! ?~ 





Pronti a farci vedere? 

La novità più grossa di GMail è sicuramen- 
te la chat video. Per abilitarla andiamo in 
Impostazioni e clicchiamo su Chat. Nella zona Chat 
Vocale eVideo clicchiamo su Ulteriori Informazio- 
ni. E nella schermata seguente su Scarica e poi 
ancora su Installa chat video e vocale. 



^ Scegliamo la Webcam 

Terminata l'installazione del plugin tornia- 
mo in Impostazioni/Chat e in Videocamera 
selezioniamo la nostra Webcam, in Microfono la 
sorgente audio che utilizzeremo per acuisire la vo- 
ce e in Altoparlanti l'uscita audio. Clicchiamo infi- 
ne su Salva Modifiche. 



^ Iniziamo a videochiamare 

Per iniziare a videochattare non resta che 
cliccare nell'elenco dei nostri amici su quelli 
che hanno affianco al nome il simbolino della vi- 
deocamera. Se nessuno ce l'ha, possiamo invitarli 
a scaricare il plugin e ad attivare la video chat clic- 
cando su Video ed altro e poi su Attiva chat video. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Internet 



Software I Justin.tv 



Sul Web è possibile guardare i canali in streaming e creare 
un proprio palinsesto TV. Ma occhio a cosa si manda in play! 

La televisione 
del futuro 



Con la diffusione della banda larga, mol- 
ti canali televisivi hanno deciso di al- 
largare la loro offerta sul Web trasmet- 
tendo ogni genere di contenuto. Su Internet, 
ad esempio, è possibile guardare gratis anche 
SkyTg24 (www.skyit/common/tg24_live.html). 
Ci sono, però, palinsesti che trasmettono so- 
lo ed esclusivamente per il Web e a costo ze- 
ro: basta una connessione a banda larga e il 
gioco è fatto. Justin.tv (http://it.justin.tv), ad 
esempio, è un portale nato da un progetto 
ambizioso che ha come scopo quello di con- 
sentire a tutti di trasmettere ciò che voglio- 
no. Al suo interno ci sono palinsesti di ogni 
tipo: sport, musica, intrattenimento, tecno- 
logia e tanto altro ancora. Spesso, però, il 
portale fornisce anche i link in streaming ai 
canali stranieri che mandano in onda cal- 
cio ed altri eventi sportivi italiani e interna- 
zionali in diretta: praticamente si può tro- 
vare proprio di tutto, c'è soltanto l'imbarazzo 
della scelta! 



ii#CmaiMvi UhiflttM 



rmn.iinmiin.i. 



51 



Vi JfcbtAntt Sféd* atflftniaof anwrlte Su Junfl tv ri 



Adobe Flash 

P»r ttNQt*. K»f Kò à flrichn } JkJi 3 Playnr ù*f «Otti fji Juajrtl ly D papiri 4 l« ftlryJiOni di inttefeliOr* li (rflw ti Uh Qui »ft> 





Serve il plug-in Flash 

Andiamo sul sito http://it.justin.tv. Prima di accedere alle trasmissioni 

dobbiamo installare il plugin Adobe Flash 9 Player. Per farlo clicchiamo 

sul link posto nella pagina per essere reindirizzati al sito. Clicchiamo su 

Accetta e installa ora per completare l'installazione. Ritorniamo nell'home page 

di Justin.tv e clicchiamo, ad esempio, su Sports per accedere ai canali sportivi. 




Tempo I 

10 minuti 

Difficoltà 

Bassa 



Cosa ci 
occorre 

Portale di TV in 
streaming 

■ La nostra scelta... 

Justin.tv 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

http://it.justin.tv 



#|5M^ 



OCCHIO 
ALLA LEGGE! 

Tra i canali di Ju- 
stin.tv ci sono anche 
quelli che trasmetto- 
no le partite di calcio 
e altri eventi sportivi 
in barba al copyright. 
Alcuni siti, tra cui 
www.rojadirecta.org, 
forniscono addirittu- 
ra i link diretti ai ca- 
nali di Justin.tv. Ba- 
sta un Play per ri- 
schiare di mettersi 
nei guai. Il servizio è 
quindi da utilizzare 
in modo molto parsi- 
monioso. 




Cambio canale 

Clicchiamo, ad esempio, su Soccer nel menu Subcategory. Vengono visualizzati 

2 nella pagina i canali che mandano in onda trasmissioni calcistiche. Non 
resta che cliccare sul canale che si vuole visualizzare e attendere che ven- 
ga avviato lo streaming. Per vedere immagini fluide, è necessario avere una con- 
nessione ADSL e attendere che venga caricato il buffer video. 



A tutto schermo 

Se troviamo che la finestra in cui visualizziamo il canale sia eccessiva- 
mente piccola, forziamo la visualizzazione delle immagini a schermo 
interno e godiamoci la trasmissione direttamente dal divano. Basta clic- 
care sul pulsante a forma di quadrato posto in basso a destra del player. Per tor- 
nare alla visualizzazione classica, invece, basta premere ESC sulla tastiera. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Software I eMule 



Internet 



Sbirciamo ali interno dei filmati che scarichiamo con eMule. 
Visualizzandone l'anteprima eviteremo brutte sorprese 

Cosa contiene 
quel file video? 



Dopo aver completato il down- 
load di un video con eMule, 
quando andiamo a riprodurlo 
sul computer non sempre quello 
che visualizziamo corrisponde a 
quanto ci aspettavamo. Spesso in- 
fatti si tratta di un file di qualità in- 



feriore rispetto a quanto atteso, op- 
pure più semplicemente di un fake, 
ossia di un video con un contenuto 
diverso da quanto dichiarato nel no- 
me del file. Una bella seccatura, so- 
prattutto se il file è di grosse di- 
mensioni e abbiamo impiegato mol- 



te ore a scaricarlo tutto. Per evitare 
inconvenienti del genere e bloccare 
in tempo il download di questi file 
possiamo integrare in eMule il player 
VLC ed utilizzarlo per riprodurre e 
controllare i filmati parzialmente 
scaricati sul PC. 



Opzioni 



TT I 



i§} Generale 
•J Aspetto 
^P Connessione 
-.J- Proxy 
i | Server 
^ Cartelle 
^File 
^j Notifìche 
£3 Statistiche 
©IRC 
£p Messaggi e Commenti 



Inizializzazioni 

□ Aggiungi i nuovi File in pausa 

[7] Dai Priorità Automatica ai nuovi File condivisi 

[7] Dai Priorità Automatica ai nuovi Download 

O Pulizia automatica Nomi dei nuovi Download I Modifica. . 



Opzioni varie 

[Vi Prova ad inviare a tutti delle Parti complete 
[V] Prova a scaricare prima le Parti necessarie all'anteprima 
IBI Cerca Link eD2K negli appunti 

W\ Usa il metodo di calcolo avanzato per il tempo rimanente 
EH Scarica il successivo File in pausa al termine di un Download 
O Preferisci la stessa categoria 
G^ =atica 



Prova ìz - ~- = ? ;. ;; -e!!e Parti complete 
[7] Prova a scaricare prima le Parti necessarie all'anteprima 
□ Cerca Link eD2K negli appunti 

[ZI Usa il metodo di calcolo avanzato per il tempo rimanente 
IH Scarica il successa a = e ri pausa al termine di un Downloat 

I I Preferisci la stessa categoria 

I I Solo nella stessa categoria 
[H Ricorda i File Scaricati 
[7| Ricorda i File Cancellati 




Player per visualizzare le anteprime 
Comando 



Le opzioni da impostare 

Dall'interfaccia principale di eMule clicchiamo sul tasto Op- 
zioni presente nella barra dei pulsanti in alto. 
Nella finestra che appare a video andiamo nel pannel- 
lo di sinistra, clicchiamo sulla voce File e mettiamo un segno 
di spunta sulla casella di controllo Prova a scaricare prima le 
Parti necessarie all'anteprima. 



La cartella del player 

Andiamo nel riquadro Player per visualizzare le anteprime 
e premiamo Sfoglia. Individuiamo la cartella di installa- 
zione di VLC e selezioniamo il file vlc.exe, quindi clicchia- 
mo su Apri (nel box Comando comparirà il percorso del file). As- 
sicuriamoci che non sia selezionato Crea una copia per l'anteprima 
e premiamo O/C 



Tempo 

15 minuti 



Difficolta 



rs 



IL SOFTWARE/' 



LO TROVI SUL \ 

izTcd^Tdvd 

eMule è presente nella sezione 
Internet, mentre VLC media 
player lo trovi nell'Interfaccia 
principale 



Cosa ci 
occorre 

Software di file 
sharing 

La nostra scelta... 

eMule 0.49b 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.emule-project.net 

Player 
multimediale 

■ La nostra scelta... 

VLC media player 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.videolan.org 







fiMum CTa»*»^ 



?nnnitiMnnwi«-ivyi^ r A' 



iLim •éì.Htm 

2UMP* JJ.L7W LJ5K1 





lg4ht».Al»*J 

rpt.rawi 
pruj.HiWi 

tvaùfm 



* *-■*>! frmiH 




*f a M|Jt. !i r*} 



_ 




Ecco la nostra anteprima 

Clicchiamo sul pulsante Trasferimenti, quindi facciamo clic con il tasto 

3 destro su un video che stiamo scaricando e scegliamo Anteprima per 
visualizzarlo con il player multimediale VLC. Se la voce non è cliccatale, 
vuol dire che non sono state ancora scaricate le parti del file indispensabili per 
la riproduzione del video. 



Controlliamo per bene il file 

A questo punto VLC caricherà automaticamente il file .pan di eMule. 

Quando non è disponibile una parte del video, non viene riprodotta. 

Per poter controllare il contenuto del resto del filmato, trasciniamo in 
avanti il cursore di scorrimento di VLC fino a trovare una parte di video riprodu- 
cibile. Solo così possiamo sapere se stiamo scaricando un fake o no. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Audio&Video 



Faldate I HD per tutti con 1x264 




HD per tutti 
-u r «on I'x264 

^ / Vi Scopri come editare i video in alta 
definizione e trasferirli su supporti 



DVD, a costo zero 



Tempo 

60 minuti 

Difficoltà 

Media 



IL SOFTWARE/ 
LO TROVI SUL [ 

□CD£fDVD\ 

Avidemux è presente nella 
sezione Audio&Video, 
mentre DVDStyler lo trovi 
nell'/nterfaccia Principale 




Cosa ci 
occorre 



Software di 
editing video con 
libreria x264 

■ La nostra scelta... 

Avidemux 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: http://fixounet. 
free.fr/avidemux 

Software di 
authoring DVD 

La nostra scelta... 

DVDStyler 



Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.dvdstyler.de 






p 



er avere una videocamera HD hai fatto 
follie? Cambiali a parte, il nuovo gioielli- 
no vale fino all'ultimo centesimo speso: 
qualità senza paragoni, colori brillanti e audio da 
cinema. Dopo qualche registrazione di prova, 
non resta che acquisire le clip in HD e montar- 
le con il caro vecchio programma di video edi- 
ting. Ma qui cominciano i dolori! Il software non 
riconosce il formato compresso MP4, che usa 
il codec H.264 per l'alta definizione. E adesso? Fi- 
no a qualche mese fa non c'erano molte alternative: 
o prendevi a testate il muro o sborsavi cifre da ca- 
pogiro per acquistare un software di editing vi- 
deo che supportasse nativamente l'alta defini- 
zione. Oggi, invece, esiste un'altra strada. . . 

Beati smanettoni! 

La libreria x264 è la sorella gemella del più no- 
to codec H.264, sviluppato per gestire i video in 
HD. La differenza tra i due? L'x264 è completa- 
mente gratuita! Grazie ad essa possiamo legge- 
re qualunque formato in alta definizione, e a 
costo zero. L'esempio più famoso è il player VLC 
(www.videolan.org), che ha adottato con suc- 
cesso l'x264, consentendoci di riprodurre gra- 
tuitamente qualunque clip in HD. Un miracolo? 
No, piuttosto è merito di un team di appassio- 
nati smanettoni che, sotto la bandiera del soft- 
ware libero, hanno sviluppato e diffuso l'x264 
che, adottato da molti programmi freeware, si 
è presto sostituito all'H.264. Ed è qui che il dis- 
corso si fa interessante per noi utenti. Grazie a 
due programmi gratuiti come Avidemux e 
DVDStyler possiamo editare i filmati HD in for- 
mato MPEG4 ed esportarli in DVD. Per comin- 
ciare importeremo il filmato in Avidemux (che 
ha già il codec x264), dove modificheremo la 
clip aggiungendo qualche effetto speciale. Espor- 
teremo quindi il tutto su DVDStyler, un pro- 
gramma di authoring DVD. Qui creeremo il me- 
nu con i relativi pulsanti ed esporteremo la no- 
stra creazione su un supporto ottico riproduci- 
bile con qualunque player da tavolo. 



HD per tutti con 1x264 I Faldate 



Audio&Video 



O Tutte le clip in Avidemux 

Con Avidemux, software di video editing gratuito dotato di codec x264, possiamo editare i nostri filmati 
in alta definizione. Installiamolo e mettiamolo alla prova con qualche filmato HD in formato MP4. 



: t ,^M.i a ^v,.,,. 



Choose Instali Location 

Choose the Polder in which to Instali Avidemux 2.4.3 r4276 



5pace required: 31,2MB 
5pace available: 9.7GB 



Packaged by Gruntster 




Setup will instali Avidemux 2,4,3 r4276 in the followir 
click Browse and select another Polder, Ciick Insta!! t< 






E^ppen 
Vi deo 



View Video 



Mi 



Tools Auto 
n Calculator 



| Input 



Custom Help 



- 



L_ 


Configure 










LZ 


Filters 


Jk H.264 detected 

If the file is using B-frames as referente it cari baci to a 

crash or stuttering. 

Avidemux cari use another mode which is safe but YOU WILL 

L05E FRANE ACCURACY. 

Do you want to use that mode? 


Audio 


|copy 






Configure 




Filters 






D Shift 


KZ 


Format 




|avi 


y Use safe mode || | Cancel 









n> □ 



« W a::j£ ^:::b u n D<1 I>D 



^Zl* 



0000000 Time; 00:00:00-000 



' 



00:00:00,000 Frame; 1 




^ Installiamo Avidemux 

+ Facciamo doppio clic sul file di installazione avidemux_2A.3_win32.exe, 

presente nella sezione Audio&Video del Win CD/DVD-Rom. Seguiamo i 

passi della procedura premendo Next e poi Instali Infine, clicchiamo Finish per 

avviare Avidemux: chiudiamo la pagina del browser che si apre automaticamente. 



^ Importiamo il video 

*y Per mettere alla prova Avidemux utilizzeremo un video in alta definizione a 
1.280 x 720 in formato MP4. Per importarlo sulla timeline di Avidemux clicchia- 
mo sul pulsante Open. Individuiamo il filmato da video editare e premiamo nuova- 
mente Open. Infine, confermiamo la richiesta cliccando sul pulsante Use Safe Mode. 



Editiamo il materiale video 

Grazie agli strumenti di video editing presenti in Avidemux, possiamo montare il nostro filmato in alta 
definizione e preparare l'esportazione su un DVD riproducibile con qualsiasi player da tavolo. 









& 


£H*&*L MAH HtfClftM 2KbtM YURtt 




Cm™ ™h,„II. 
DeMhIKE 










RSKmH^-J^n.Pw.w'^y.M.^. 




rtFFt** duetti fttwl ibi ite. n*Óm- ..X 

Decantò Owkiìatr 






E 


] 





MI 


HB 


•w»_^^: 




3 ,:Ljr.j .■/jviìj-d 




Bf ■*■ 




r '* 


larget type: |dVD 


i-l 




Source aspect ratio: 1:1 


^ 








Destination aspect ratio: 1 16:9 


di 


1 * 1 


Cancel 










~i 


« & A:£ 3 :B K M D<] 

1 00:00:09.008 | / 00:00:42.574 Frame:I(00) 


l>0 






Duration: 00:00:48 



Format: MPEG 



Medium: | DVD5 
Audio Bitrate 



Track ì: [^! 



.536 



Result 

Total size (MB): 4300 

Video size (MB): 4207 

Audio size (MB): 8 



■ ■»■!! P 



|g=l 



Video bitrate: 720221 
Bits per pixel: 69,466 



^ Ecco l'effetto giusto 

Con Avidemux possiamo correggere il video 
eliminando i difetti delle immagini e aggiun- 
gendo effetti. A tal fine clicchiamo su Video/Filters e 
selezioniamo una delle etichette a sinistra. Clicchiamo 
sul simbolo + per aggiungere un filtro (ad esempio 
Interface/ Deinterlace). Infine, clicchiamo su Close. 



^ Ultimi ritocchi 

Dal menu a tendina a destra del pulsante 
Calculator, impostiamo Output per rivedere il 
risultato. Clicchiamo quindi su Auto/DVD e dalla fine- 
stra Auto Wizard impostiamo Destination Aspect 
Ratio sul valore 16:9. Confermiamo le impostazioni 
ciccando sul pulsante O/c, posto in basso. 



^ Facciamo quattro conti 

Premiamo nuovamente Calculator, impostia- 
mo MPEG in Format e DVD5 in Medium. 
Scegliamo Apply e poi Close. È tempo di esportare il 
video! Andiamo in File/Save/Save video, digitiamo 
un nome specificando l'estensione .avi e scegliamo 
un percorso per il file. Infine clicchiamo Save. 



Win Magazine Febbraio 2009 




Audio&Video 



Faldate I HD per tutti con 1x264 



Q Un DVD con molto Styler ©SU© 



Con il programma gratuito DVDStyler possiamo creare i menu per il filmato 

che masterizzeremo su DVD, con tanto di pulsanti capitolo e sfondi immagine personalizzati. 




^ Il programma di authoring sul PC 

Facciamo doppio clic sul file DVDStyler-1. Z.1_1-win32u.exe 
presente nell'Interfaccia Principale del Win CD/DVD-Rom al- 
legato a Win Magazine. Clicchiamo su Avanti e poi su Installa per 
completare la procedura. Facciamo doppio clic sull'icona DVDStyler 
presente sul Desktop, scegliamo Italiano e avviamo il programma. 



^ Importiamo il video di Avidemux 

Clicchiamo sull'etichetta a sinistra File Browser, individuiamo 
il filmato salvato al Passo 3 e trasciniamolo nella parte bas- 
sa dell'area di lavoro. Da qui trasciniamolo sulla finestra Monitore 
ridimensioniamo il video ingrandendolo di qualche centimetro. 
Questo diventerà il pulsante di avvio del nostro DVD. 



I_II_L 



màmà 



~ 



• 




^ Scegliamo un sfondo adeguato 

Clicchiamo sull'etichetta Sfondi, a sinistra, scegliamo un'im- 
magine e trasciniamola sulla finestra Monitor. Facciamo dop- 
pio clic sul video al centro della finestra Monitor, quindi nella fine- 
stra Proprietà/Azione spuntiamo la voce Play Ali Titles. Infine, con- 
fermiamo le modifiche ciccando su O/C 



^ E ora di creare il DVD! 

m Se siamo soddisfatti dell'interfaccia menu, non resta che espor- 
tare il nostro lavoro su DVD Video, per renderlo riproducibile con 
qualunque player da tavolo. Clicchiamo File/Scrivi DVD e nella finestra 
Scrivi spuntiamo la voce Masterizza. Premiamo Inizio e attendiamo il 
completamento della procedura di burning! 



x264: conosciamolo meglio! 



Il codec H.264, sviluppato per i video ad alta qualità, è diventato lo 
standard per le periferiche HD (televisori, telefoni cellulari e Blu-ray). 
Le maggiori case hardware e software si sono adeguate al nuovo 
codec facendo così lievitare i prezzi dei software di video editing 
HD. Da qui l'idea dell'x264 per decodificare il formato H.264 Creato 
da appassionati smanettoni, come software libero GNU (General 
Public License), I'x264 è stato distribuito tra gli addetti ai lavori come 
"libreria", consentendo così di integrarlo all'interno dei programmi free- 



ware per la gestione di video ad alta definizione. Oggi sono molti i 
software che lo integrano, come Avidemux, ffdshow, MEncoder e VLC 
Media Player. Ma I'x264 è veramente in grado di soppiantare l'H.264? 
Nella tabella in basso abbiamo riportato una comparativa tra i 
due codec (con pagella da 1 a 10), realizzata dall'MSU Graphics 
& Media Lab (Video Group), http://graphics.cs.msu.ru/index.html.en. 
I due codec sono stati messi a confronto sui seguenti campi di 
battaglia: conferenze video, film HD e HDTV. Ecco i risultati! 



TIPOLOGIA DI TEST 


H.264 


X264 


Conferenza video ad alta velocità (con mantenimento bitrate medio) 


6 


10 


Riproduzione Film in Alta definizione (misurato con valore metrico Y-PSNR) 


9 


10 


Mantenimento bit rate durante la riproduzione di film HD 


10 


9 


Programmi televisivi su TV HD con alta velocità di trasmissione 


7 


10 



AGGIUNGERE 
PULSANTI 

Con DVDStyler 
possiamo inserire dei 
pulsanti aggiuntivi per 
spostarci tra i vari 
capitoli del video o più 
semplicemente per 
avviare la 

riproduzione della clip. 
Dall'area di lavoro 
clicchiamo 

sull'etichetta Bottoni, 
scegliamo un pulsante 
e trasciniamolo nella 
finestra Monitor, 
posizionandolo in un 
punto a piacere. Con 
un doppio clic sul 
pulsante inserito è 
possibile modificarne 
l'aspetto: riempimento 
colore, colore esterno, 
dimensione e 
posizione. 

UN PO' DI AZIONE 

Per impostare l'azione 
che ogni pulsante 
deve compiere, 
facciamo doppio clic 
sullo stesso, quindi 
dalla finestra 
Proprietà, scegliamo 
una delle seguenti 
voci: salta a (consente 
di scegliere, 
servendosi del menu a 
tendina a destra, 
l'azione da compiere, 
come saltare ad un 
capitolo successivo), 
Play ali titles 
(riproduce tutte le clip 
presenti nel DVD), o 
personalizzato 
(scrivendo "jump" 
seguito dall'azione da 
compiere, ad esempio 
jump title2, è 
possibile decidere 
l'azione da compiere 
quando si clicca il 
pulsante). 

ANGORA PIÙ 
SFONDI! 

Se gli sfondi di 
DVDStyler non 
bastano, possiamo 
personalizzarli con un 
doppio clic nel 
riquadro Monitor. 
Nella finestra 
Proprietà, premiamo il 
pulsante con i tre 
puntini posti a destra 
della voce immagine, 
quindi selezioniamo 
una foto a nostra 
scelta e importiamola 
cliccando Apri. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



YouTube I Software 



Audio&Video 



YouTube ha da poco cambiato la risoluzione usata dai video. 
Ecco come evitare quelle sgradevolissime fasce laterali! 

Diamo l'addio 
alle bande nere! 



Tempo 

20 minuti 



O 




YouTube cambia ancora una 
volta per offrire una mag- 
giore qualità video. E così, ec- 
co che il player on-line muta dai 
canonici 320x240 pixel a 640x360, 
passando dunque, oltre che a di- 
mensioni maggiori, anche al for- 
mato 16:9 (qualcuno mormora che 



sia il primo passo verso la trasmis- 
sione di film) . Così, però, molti dei 
vecchi video e dei filmati caricati 
a 640x480 vengono riscalati e vi- 
sualizzati con fastidiose bande ne- 
re ai lati. Ma basta davvero poco 
per evitare quest'increscioso pro- 
blema e mostrare i nostri video in 



tutto il loro splendore. Il segreto 
sta nel convertire i filmati in 16:9, me- 
glio se ad una risoluzione di 640x360 
pixel o HD720p, cioè a 1.280x720 
pixel. Con Super 2008 e un po' di 
pazienza faremo tutto in pochis- 
simo tempo e stupiremo i nostri 
fan on-line. 



Difficoltà 

Bassa 



Cosa ci 
occorre 

Account ad 
un servizio di 
hosting video 

■ La nostra scelta... 

YouTube 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

http://it.youtube.com 

Software 

di conversione 

video 

La nostra scelta... 

Super 2008 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.erightsoft.com 



■ You may select FFmpeg or MEncoder 

Q FFmpeg Q FFm p«j2theora 

M Encoder Q Rieal Produeer 



f □DirectStYDW Decade Q[]J 



□ DisableVtieD 
nstreamCopy 



- Video Scale Size0 More- 

Width 
© [ÌM~| 



© [640 | 
® |640 | 






Aspect I r- Frame/Sec Q More 



Q1:1 



5.994 O 15 
6.25 O 23.976 

7.5 C ) 25 
10 ®29J97 

11.98S o- 30 



) 12.5 



)50 



) 14.955 O 60 




□ Disa Ne Audio 
DstreamCopy 



- Sampling Freq 

O 11025 ® 24000 
O 12000 O 3 20 ™ 
O 16000 O ++1™ 
(») 22050 Q4S0O0 



- Channel 
©1 



■ DVD Language Select - 
AudioStream Track# 




Convertiamo il nostro video! 

Scarichiamo i filmati della nostra videocamera in formato 76:9 e avviamo 

1 Super 2008. Trasciniamo il file video all'interno della finestra di Super e met- 
tiamo mano tra i parametri Video. In Video Scale Size mettiamo il segno di spun- 
ta su More, impostiamo la risoluzione di 640x360 pixel e in Aspect selezioniamo 16:9. 



Inizia la codifica ottimale 

In Output video codec, in alto, selezioniamo MP4, mentre in Output 

2 Container impostiamo AVI. Clicchiamo su Encode per iniziare la con- 
versione del file che, al termine, troveremo nella cartella C:\Program Fi- 
les\eRightSoft\SUPER\ Output. 




h Uni,* *~m &«*#. W- fr~ J Jmwmi fM*» : ■ ■ - -^*** 


1 


FwCQ »■ ■— ■ *«*-« *~ i- 






*-»■«** **• e*-*» c«— «-ir (jm «■» 




i 


tamróim 








v v* ■ 1 

m ..... : mjjuji II 


■= ™ 




lEFE 


" r VHÌHEW«Ì 





Carichiamo il nostro file 

Non resta che collegarci su http://it.youtube.com, accedere al nostro account 

3 inserendo Username e Password, e cliccare su Carica video. Clicchiamo su 
Sfoglia e selezioniamo il file creato al Passo 2. L'upload inizierà in maniera 
automatica: nel frattempo possiamo inserire titolo e descrizione del video. 



Ed ecco come lo vediamo on- line! 

Finito l'upload aspettiamo qualche minuto affinché YouTube elabori il video e 

4 lo renda disponibile. Se avremo operato bene, nel nostro account, alla voce 
Video caricati, troveremo il nuovo filmato. Clicchiamo su Riproduci ed ecco che 
il video non avrà alcuna banda nera! 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



fc 



Audio&Video 



Hardware I Logitech Harmony 1000 



Basta un solo dispositivo per controllare le apparecchiature 
elettroniche di casa e dire addio ai troppi telecomandi! 

Tutti assieme 
"armonia" 



Tempo 

90 minuti 



O 





Accanto alla TV la collezione 
dei telecomandi è ormai sem- 
pre più alta... C'è quello per 
il condizionatore, quello per il let- 
tore DVD, quello di Sky, il piccolino 
dell'impianto Hi-Fi e quello gi- 
gante della console. Insomma, per 
fare ogni operazione comodamente 
seduti in poltrona dovremmo ave- 
re sulle gambe "tonnellate" di te- 
lecomandi differenti. Allora perché 
non abbandonarli e controllare 
tutti i dispositivi elettronici con 
un solo leggero e pratico teleco- 
mando universale? L'Harmony 
1000, prodotto da Logitech, ci con- 



sente di usare un solo controller 
per gestire qualsiasi apparecchio: 
dal nostro nuovo televisore LCD 
al condizionatore, passando per 
il sistema di gestione di illumi- 
nazione e il nostro fidato DVD re- 
corder. E naturalmente, possia- 
mo utilizzarlo anche per gestire il 
Media Center. 

Funzioni estese... 

Inoltre, utilizzando r extender radio è 
possibile controllare fino a 15 dispo- 
sitivi da una distanza massima di 30 me- 
tri. Grazie alla pratica interfaccia Web, 
poi, potremo facilmente installare i 



profili di un numero davvero smisu- 
rato di dispositivi, anche di marche 
poco conosciute. E nel caso in cui non 
trovassimo tra questi i nostri elettro- 
domestici? Niente paura! C'è sempre 
il riconoscimento manuale e sempre 
dall'interfaccia Web è possibile uti- 
lizzare le "macro", cioè set di azioni 
che con un solo gesto consentono di 
azionare più dispositivi. Ad esempio, 
durante la visione di un film sarà at- 
tivata la TV il condizionatore e sarà 
abbassata la luminosità delle lampa- 
de. Insomma, seduti comodamente 
in poltrona potremo gestire tutto con 
la massima semplicità. 



Difficoltà 

Media 



Cosa ci 
occorre 



Telecomando uni- 
versale 

■ La nostra scelta». 

Logitech Harmony 1000 

Quanto costa: €399,00 

Sito Internet: 

www.logitech.com 

Range Extender 

La nostra scelta... 

Logitech Harmony RF 
Wireless Extender 

Quanto costa: €99,90 

Sito Internet: 

www.logitech.com 






Q Installiamo il tool di gestione 

Il segreto dell'Harmony è racchiuso nel software Web che permette di gestirne tutte le funzioni. 
Installiamolo per poter accedere alla configurazione dei vari dispositivi. 




M t 


r — 


*.«-..,■.— . 






^ Installazione rapida! 

^ Iniziamo con l'inserire nel computer il CD che 
troviamo nella confezione dell'Harmony 1000. 
Avviamo l'installazione del software e seguiamo 
tutte le istruzioni mostrate a video. Fondamentale è 
non collegare né il telecomando né l'extender al PC 
in questa fase. 



Bisogna essere connessi 

Terminata l'installazione del software di gestio- 
ne, verifichiamo di essere connessi ad Internet, 
perché da adesso in poi tutte le operazioni di confi- 
gurazione richiederanno di comunicare con il sito 
Logitech. A questo punto, clicchiamo su Crea nuovo 
account. 



^ Immettiamo i nostri dati 

Inseriamo un nome utente e una password, 
che ci verranno poi chiesti ogni qualvolta 
dovremo impostare nuove funzioni sul telecoman- 
do. Dunque, meglio non rischiare di perderli e 
appuntarli su carta. Infine, spuntiamo Accetto le 
condizioni di uso e clicchiamo su Avanti. 



Win Magazine Febbraio 2009 



Logitech Harmony 1000 I Hardware 



Audio&Video 



Controllo totale in punta di dita 

L'interfaccia dell'Harmony è estremamente usabile. Vediamo cosa nasconde questa piccola meraviglia! 



ACCENSIONE 



Questo pulsante accende 

il telecomando quando 

è in standby, cioè con display 

spento e tasti disabilitati 



CONTROLLO VOLUME 
E PROGRAMMI 



Con questi due pulsanti regoleremo 
con la massima rapidità il volume 
delle trasmissioni o scorreremo 
i canali TV e i titoli di CD e DVD 




BASE DI 
RICARICA 



Quando saremo a corto 
di batteria basterà 
poggiare l'Harmony 
su questa base 
collegata ad una presa 
elettrica per averlo 
carico e pronto 
ad eseguire i nostri 
comandi in poche ore 



Non è incluso nella confezione dell'Harmony, ma 
è un plus da non farsi scappare perché consente 
di controllare contemporaneamente fino a 15 
dispositivi con il telecomando infrarossi 



Premendo questo pulsante 
potremo accedere alle funzioni 
che abbiamo impostato sul 
telecomando per guardare DVD, 
la TV o gestire luci e 
riscaldamento. La schermata che 
vedremo è proprio questa! 



TRASMETTITORI INFRAROSSI 



Si collegano all'extender tramite un comune 
jack da 3,5 mm e il terminale trasmettitore 
si posiziona vicino al punto di ricezione del 
segnale del telecomando sui diversi dispositivi 
che abbiamo in casa 



È ARRIVATO IL TELECOMANDO MUTANTE 

Ecco le principali funzioni con le quali faremo i conti quotidianamente. Cambia l'interfaccia grafica, ma tutto resta estremamente semplice! 



FUNZIONE 


MENU VIDEO 


DESCRIZIONE 


TV 

DVD 
RECORDER 

CONSOLE 


m MÌBfBmm 

IH IH1 w^S- t23 E 


In questo menu ci troveremo di fronte 

ai comuni tasti presenti sul telecomando 

di un televisore, con numeri e tasti 

funzione sulla sinistra, oltre ai tasti 

per le impostazioni dello schermo 

e la Guida TV sulla destra. 

Pochi fronzoli e pulsanti chiari: 

per registrare i nostri programmi preferiti 

su DVD, basterà premere il tasto Ree. 


1 m? ■* g-. 1 _ 1 

1 .- R Bu \\ 

1 - * : ^1^J 


HL. * .Ali ****" 

#4 


Naturalmente non potremo sfruttarlo 

come un vero controller di gioco, 
ma l'Harmony si trasforma anche in un 
joypad con i comuni tasti da console. 




Qui ritroveremo tutti i comandi di un 

comune lettore CD o DVD per ascoltare 

musica e guardare film. 



GESTIONE 
DISPOSITIVI 




Controllare lo slideshow delle nostre foto 

sarà semplicissimo grazie al tasto Play 

centrale e a quelli per andare avanti e 

indietro laterali. Inoltre, potremo anche 

registrare la nostra presentazione. 



Da qui potremo scegliere quale 

dispositivo controllare direttamente 

dall'Harmony senza eseguire attività 

pre-impostate. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Audio&Video 



Fai da te I Logitech Harmony 1000 



Raggiungiamo l'armonia 

Ecco come impostare l'Harmony e l'extender per controllare tutti i dispositivi della nostra casa hi-tech. 




T 



^ Colleghiamo il telecomando 

Terminata la procedura di registrazione, dovre- 
mo collegare l'Harmony al computer: sollevia- 
mo il coperchio sul lato sinistro del telecomando e col- 
leghiamo il cavo in dotazione. Adesso inseriamo l'altro 
capo in una porta USB del PC e clicchiamo su Avanti. 




^ Dimenticato qualcosa? 

jl Clicchiamo su Avanti e nella schermata riassun- 
tiva verifichiamo di aver selezionato tutti i dis- 
positivi e di aver impostato tutti i parametri corretta- 
mente. Se abbiamo dimenticato qualcosa, clicchiamo sul 
pulsante a destra Aggiungi un altro disp. 



^ Guardare la TV è semplice 

■y Per ciascuna attività potremo scegliere cosa fa- 
re. Ad esempio, per guardare la TV ci verrà chie- 
sto quale uscita video usare così da poter guardare sen- 
za problemi anche programmi ricevuti con un decoder 
DTT o satellitare. Scegliamo TV e clicchiamo su Avanti. 





Hg 







f» ~~ 


^i^srjsiir ^■£iA 


' ■■r4Jr 


TT ESar 


^p? 


^J 


^M Qfcrkn.>i*-...r<*K.,. i ..ki„i i . "1 



****" 


— — ■ 





■ ■■ 


"T "iwiS 


i *— i 

g kmm 

2 '«^— .*: 




[ |=Ì3=il 


3 *-<— 3 


*K PI. ( 
—6-^rt fi-— -, 


--- 



^ Adesso tocca all'attender 

Stessa cosa da fare con l'extender che può es- 
sere connesso al PC senza bisogno di essere col- 
legato al piccolo trasformatore che lo accompagna: in- 
fatti trarrà l'alimentazione necessaria al funzionamento 
dalla porta USB. Quindi facciamo clic su Avanti. 






Aggiungiamo i dispositivi 

Terminata l'installazione e il riconoscimento dei dis- 
positivi clicchiamo Fine. Adesso aggiungiamo gli 
apparecchi da controllare. Scegliamo il 77f>o, il Produttore 
e il Modello e clicchiamo Aggiungi un altro dispositivo 

per ciascuno. 



v, 






— 




» .>-,.,-... ,..,... 








■DB— w* 


— _ 


* -Sd — - #** 



^ E adesso come ti controllo? 

r Se abbiamo sia l'Harmony 1000 sia l'extender, 
adesso potremo scegliere con quale dei due 
controllare direttamente ciascun apparecchio. Basterà 
selezionare dal tab Controllo di ciascuno la voce Har- 
mony 1000 o Estensore senza fili. 



^ Aggiungiamo le attività 

Clicchiamo Avanti e Fine dopo aver verificato l'in- 
serimento di tutto ciò che desideriamo control- 
lare. Non resta che aggiungere le attività, cioè delle azio- 
ni che possono attivare contemporaneamente più dis- 
positivi. Selezioniamole e clicchiamo Avanti. 







■ — 1* 


- ■■ -*.-*— ■' ■„ ,1., ■■ .- 


■- „ ■■■ 




TU ■■■■■■■■■ ..,■■,.— ■ 


*— 






SSseeS, 




*~" \TT..'\ "" ' — 


Tjii~ *.y 


^*L-*L^? ""' 


r. 









^ E adesso si gioca 

j> Andando avanti potremo, ad esempio, scegliere 
di usare la nostra console Xbox360, che quan- 
do sarà attivata dal profilo Esegui Xbox 360 oltre ad 
accendere la console per guardare un DVD accenderà an- 
che la TV che abbiamo selezionato in precedenza. 







1 1 * 




/--- „....»,.,,». "~ — 




Sutiib £vfi ■ 


_»■=. 


:szr_~T" 




HS1Z3Z+ZZ 


ZZTr'Z^^"'" 


Il lUlhllli 


***** 


~ ST 





^ I dati sul telecomando! 

q Terminato di impostare le nostre attività clicchia- 
mo su Avanti per tre volte e attendiamo che il 
PC trasferisca le nuove impostazioni al telecomando. Se 
non siamo soddisfatti potremo sempre modificarle clic- 
cando su Impostazione nella schermata Attività. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



udio&Video 




zÀJb Con UpRez di Boris Effect diamo ai video un look degno 
dei film in HD. Estraiamo l'audio dai filmati con Media Coder, 
per creare in casa la nostra colonna sonora preferita 



IL SOFTWARE 0CD W 
LO TROVI SUL DVD V 



Boris Effect 

TRASFORMALO IN HD! 

Non abbiamo i soldi per acquistare una videocamera HD e la MiniDV crea 
filmati un po' sbiaditi? Con UpRez e Premiere Pro, li riportiamo a nuova vita 
come se fossero stati generati in alta definizione. 



Installiamo UpRez 

a Installiamo il plug-in Boris 
Effects UpRez (presente 
nella sezione Audh&Vkieo 
del Win CD/DVD-Rom) accet- 
tando i termini della licenza e 
cliccando sul pulsante Next. 
Completiamo l'installazione spun- 
tando la voce BCC UpRez unit 
for Adobe Premiere Pro 2 e pre- 
mendo nuovamente Next. 




Partiamo da un nuovo 
progetto 

Avviamo Premiere e creia- 
mo un nuovo progetto 
in alta definizione, HD 
SDÌ (1080125). Importiamo il 
nostro video in formato stan- 
dard sulla timeline, quindi dal- 
la finestra effetti, selezioniamo 
EffettiVideo/BCC5 Distortion 
and Perspective/BCC UpRez e 
trasciniamolo sulla clip video. 





Ecco l'alta 
definizione! 

Dalla finestra Control- 
lo effetti apriamo BCC 
UPRez/Source e co- 
me Source Pixel impostiamo 
Square Pixel. Spostiamoci su 
Trasformi/Formato della strut- 
tura: scegliamo Formato HDTV 
1 080 e Framing Fili Frame. In- 
fine, da Qualità/Method se- 
lezioniamo Magic Sharp. Il 
nostro video in HD è servito! 



IL SOFTWARE gCD (W 
LO TROVI SUL gfDVD V ' 



HW ► Media Coder 

COLONNE SONORE RAI DATE 

Con Media Coder puoi estrapolare, in formato MPS, l'audio di qualunque 
video, compreso il tuo film preferito. Così ti fai da solo la colonna sonora del 
cuore, da ascoltare col player tascabile, ovunque tu voglia. 



Media Coder 
nel nostro PC 

Facciamo doppio clic sul 
file MediaCoder-0.6.2. 
L_J 4226.exe (presente nella 
sezione Audio&Video del Win 
CD/DVD-Rom): premiamo Next 
e poi / agree. Clicchiamo Next f 
scegliamo Do not instali CdEx e 
premiamo Instali per completa- 
re la procedura. Al termine del 
setup, clicchiamo Finish. 




Configuriamo a puntino 
il Media Coder 

@ Avviamo Media Coder dal- 
l'icona presente sul desk- 
top e chiudiamo la finestra 
del browser che si aprirà auto- 
maticamente. Clicchiamo sull'ico- 
na di Media Coder presente nel- 
la system tray (vicino all'orologio 
di Windows) e con Browse impo- 
stiamo la cartella (Output Polder) 
in cui salvare i nostri file audio. 





Kiaittfeiaijjii 










PI, I 


«3. 


é 

i 




^~ 


— -I 






S&, _*-i 


(^^^ 


*"!». 




- - _-_u_ 




^"■P 






"-*•««* *•«» 




I*' j-mu W si 




Wh* tari. 






[lì S-|iT* r | ~!W J "trT"r luf J .. ^ r _* 







■ 1 


•■ «wj33^2ìSi 




»i.ithkuiiinc. 


J^^^^ 




La mia colonna sonora 

Clicchiamo Add e scegliamo 
Add File. Selezioniamo la 
clip video di cui vogliamo 
esportare l'audio e importiamola 
cliccando Apri. Selezioniamo Tran- 
scode/Transcode audio only e at- 
tendiamo che termini il processo. 
Clicchiamo Ok e andiamo nella 
directory impostata al passo pre- 
cedente, per goderci la nostra co- 
lonna sonora personale. 



m Filmati nell'editor audio 

Sound Fonje 9 gestisce i filmati AVI, WMV, MPEG-1 ed MPEG-2, con- 
sentendoci la migliore sincronia e modifica delle tracce audio. Dal- 
la timeline è sufficiente cliccare sul tasto Edit tool quindi spuntare 
la voce Video. Da questo momento, se il file che abbiamo importato, 
contiene una traccia video, Sound Forge la visualizzerà automaticamente. 



G Montaggio da Oscar! 

Se il video editing ti annoia ma vuoi dare ritmo ai tuoi filmati, i temi 
di montaggio di Pinnaclel2 sono la soluzione giusta per te. Dall'area 
di lavoro clicca sulla scheda Temi a sinistra, quindi scorri il menu a 
tendina per scegliere il tema desiderato. Individuato quello giusto 
trascinalo nella finestra del filmato per applicarlo alla clip. 



M Tutte le voci che vuoi 

Stai girando un cortometraggio e sei in cerca di qualche effetto au- 
dio speciale? Adobe Audition 3 offre una serie di filtri speciali per 
creare l'effetto "voce al telefono", "walkie talkie" o "segreteria telefo- 
nica". Per attivare i filtri è sufficiente andare nel menu EffectsIProcess 
Effects/ Filters/FFT Filter e trascinare l'effetto sulla traccia audio. 



Win Magazine Febbraio 2009 




i^ Masterizzazione 



Faldate I Karaoke fatto in casa 




Karaoke 

no in casa 

Ecco come masterizzare in formato 
CD+G e sfornare le proprie 
compilation personalizzate 



Tempo f J 

80 minuti 

Difficoltà 

Media 



I SOFTWARE i 



WIN EXTRA > 



•* 




Scarica subito tutti 
i software utilizzati nei turoial 
e crea i tuoi dischi karaoke. Sul 
sito trovi anche una raccolta di 
sound font utili per migliorare la 
qualità audio dei file KAR 



Cosa ci 
occorre 

Software di 
masterizzazione 

■ La nostra scelta... 

Alcohol 120% 

Quanto costa: € 59,99 

Sito Internet: 

www.alcoholl20.it 

Software per 
creare file CD+G 

■ La nostra scelta... 

Karaoke CD+G Creator 

Quanto costa: € 72,50 

Sito Internet: 

www.powerkaraoke.com 

Programma per 
la conversione di 
file MIDI 

■ La nostra scelta... 

SynthFont 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.synthfont.com 



A metà degli Anni 90 nelle piazze ita- 
liane impazzava un famoso tor- 
mentone: il karaoke. Questo fe- 
nomeno oltre a portare al successo un 
personaggio televisivo come Fiorello, 
ha permesso a tutti gli italiani di espri- 
mere la propria passione canora senza 
remore. Da questo "evento mediatico" 
nascono i tanti player karaoke, cioè pic- 
coli riproduttori multimediali che col- 
legati alla TV permettono di leggere i te- 
sti delle canzoni, ascoltarne la musica 
e cantarci su per performance degne di 
veri cantanti. Una moda che ha con- 
quistato soprattutto giovani e bambini 
sempre vogliosi di mostrare il proprio 
talento canoro ad amici e familiari. Ma, 
allora, perché non arricchire la nostra 
collezione di brani con gli ultimi suc- 
cessi del mercato discografico, di cui ab- 
biamo acquistato il CD originale, rea- 
lizzati direttamente da noi o dal nostro 
amico musicista? Bene, basta davvero 
solo un po' d'impegno e poco più di un'o- 
ra per creare la nostra compilation di 
canzoni preferite, tutte da cantare da- 
vanti alla TV. 

In principio era il Jkar 

Il karaoke negli ultimi anni si è sviluppato 
su PC soprattutto grazie ai file .kar, cioè 
ad un formato che consentiva di avere in 
un solo file una base musicale MIDI e 
un file di testo con le parole della canzone. 
Grazie a speciali player era poi possibi- 
le leggere i testi sul monitor e ascoltare 
l'audio tramite le casse collegate al PC. 
Ma naturalmente la qualità audio non 
era entusiasmante, visto che i MIDI sfrut- 
tano strumenti campionati di scarsa 
qualità. Così da pochissimo si è svilup- 
pato lo standard CD+G, cioè CD Audio 
più grafica. Questo formato consente di 



Karaoke fatto in casa I Fai da te 



Q CD "alcolizzati" per cantare! 

Bastano pochi minuti per sfornare una copia di backup perfetta dei nostri CD+G utilizzando Alcohol 120%. 
Al termine non dovremo fare altro che inserire il supporto nel player karaoke e iniziare a divertirci. 



-: . :.„■. 






£i* £*-***<* !frv*Mti Éim« 




»»»*• 


^ Airi» CD 


Card» Dnvanm T'ho T*Hn<iic. 

D:\LHMCfflS.IT_BW.fHii 2465 CE MB MA BHNHM Ut 
D^*utfeCDn>± 9BWMD Medi THna&a Os 




^ tttilr^nwr 








a**a 








£?) r>t*IV» uju 
















«*«*— i *| 








r> ,_ 








j-l KXtlrtfimMww 










a 



Periferica CD/DVD 

Velocità di lettura 



| (E:) HL-DT-ST DVDRAM_GSA-H60N(0:0) 



Tipo di disco: 

Registrabile: 
Sessioni: 
Tracce: 
Spazio libero: 
Spazio utilizzato: 



Disco assente 

No 







Sessi... Tracce Modo 



IH Salto veloce degli errori 

I I Salto veloce degli errori a blocchi 

■ ;•: .■;: .■■'/' 



^ Avviamo Alcohol! 

I<| I Per prima cosa avviamo Alcohol e inseriamo il disco contenente i bra- 
ni per il karaoke nel masterizzatore, prima di intraprendere qualsiasi al- 
tra operazione. Una volta che il supporto è stato "avviato" chiudiamo la fine- 
stra di Autoplay e in Alcohol clicchiamo su Crea immagine. 



(T\ Creiamo la nostra copia 

I *% Impostiamo la Velocità di lettura sul valore 8x, così da evitare problemi 
e poi in basso in Profilo selezioniamo Karaoke (CD+G), così che ap- 
paia il segno di spunta sulla voce Lettura dei sottocanali, indispensabile per crea- 
re una copia perfetta dei CD+G. 



^^j Manager periferiche 
: a* Cancella disco 
C£) Xtra Wizard 



M* Generali 

jg^à Masterizzazione 

,^Jjg Periferiche virtuali 

by Emulazione 



Aiuto 

ttì ni.i'i-j 




Seleziona il file immagine da masterizzare 



® 



D:\AudioCD.mds 



Informazioni sul fite immagine: 



! ipo: Media Descriptor file 
Cartella: DA 
Nome: Audio CD. mds 
Audio CD. mdf 

595.87 MB 



Tracce: 16 



Audio, Dimensioni: 018161(35.5 M3), Indirizzo: 000000 
Audio, Dimensioni: 010444(20 4 MB), Indirizzo: 01 81 Gì 

frrip Pirrrrrnii "1^41^ "MEI Iniinrr-- "-^'^ 



- A 



V 



Q Avanti a tutta forza 

I 2 I Clicchiamo su Avanti e una volta terminata la creazione dell'immagine, 
J nella finestra principale di Alcohol selezioniamo il nome del file in for- 
mato MDS, di solito Audio CD. Clicchiamo su Masterizza immagine: anche in 
questo caso in Profilo impostiamo Karaoke CD+G. 



fT\ Prima il lavoro, poi il divertimento 

g. Adesso inseriamo un CD vuoto nel masterizzatore e facciamo clic su 
Inizia dopo aver selezionato 8x come Velocità di scrittura. In questo 
modo siamo sicuri che il disco sarà compatibile con qualsiasi dispositivo. Un 
volta terminata la masterizzazione, non resta che iniziare a cantare. 



abbinare i testi a file audio di qua- 
lità pari a quella dei CD musica- 
li che acquistiamo abitualmente 
e di riprodurli con appositi let- 
tori da tavolo, oppure con un pla- 
yer dedicato sul PC. Così l'emo- 
zione di cantare è ancora più ric- 
ca, perché la base musicale sarà 
tale e quale a quella originale. 

Ora è il momento 
di YouTube 

La novità principale però, per 
quanto riguarda il karaoke, è si- 
curamente YouTube. Sull'immenso 
portale di video on-line è ormai 
possibile trovare qualsiasi can- 



zone con abbinati i testi. Così ci 
si può divertire a cantare davan- 
ti al PC... e non solo. Infatti, 
estraendo l'audio in formato MP3 
e sincronizzando i testi, è possi- 
bile portare tutte le nostre can- 
zoni preferite ovunque e stupire 
gli amici con un "book" di brani 
sempre nuovo e aggiornato. 

Brani al sicuro! 

Visto il costo dei CD+G in com- 
mercio, vedremo anche come 
mettere al sicuro il nostro tesoro 
musicale. Basterà affidarsi ad Al- 
cohol, ormai factotum della ma- 
sterizzazione, per creare una co- 



pia perfetta dei nostri CD+G, da 
tenere al sicuro, nel caso il disco 
originale si rovinasse per una ca- 
duta o semplicemente perché no- 
stro figlio lo usa come un frisbee. 
Insomma, è giunto il momento 
di mettersi all'opera e di dare sfo- 
go alla nostra passione musica- 
le, creando compilation sempre 
nuove e aggiornate e stupendo 
gli amici con i successi più re- 
centi cantati senza nemmeno una 
sbavatura, grazie all'allenamen- 
to con i nostri CD+G e il player 
karaoke che abbiamo acquista- 
to e posizionato vicino al nostro 
televisore LCD! 



dlIMS) 



UN PLAYER PER 
CANTARE AL PC 

Grazie ad un player 
come KaraFun, o altri 
che è possibile trova- 
re in Rete, potremo 
guardare e ascoltare 
anche sul nostro PC i 
brani in formato 
CD+C senza alcun 
problema. Un ottimo 
modo per sfruttare i 
nostri dischi anche 
quando il televisore è 
occupato e non po- 
tremmo cantare. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 




SBEBE 



Fai da te I Karaoke fatto in casa 



CB Da Kar a CD+G senza stress! 

Trasformiamo i nostri file .kar archiviati nell'hard disk del computer in file audio di maggiore qualità, pronti 
da gustare con gli amici davanti alla TV grazie al nostro player karaoke. 






fcJXtó:- J^tS 



■sw. 



— . . - . 1— 



B ] I 

Ìli I i 

*p 1 t 



=[= 



-^ **Wm\ * 



~g *&*»- 




W-V-" 1*1 r- " 1 




i xltog -j « <- » f- 


•» 




^B ^it ■ v 


„_ *„ ^ ^ ^— 


'™ 




HH 


^™ »1 .«a 


* 


5Z£.*. 




■ 




m»Bww 


■ 





/X\ Trasformiamo un file .kar 

I 4 I La qualità audio dei file .kar non è certo paragonabile 
a quella di un comune CD Audio: ma con SynthFont 
potremo migliorarla in un batter d'occhio, usando le 
Sound Font, cioè delle librerie di strumenti campionati 
che vanno a sostituire quelli di bassa qualità utilizzate 
normalmente all'interno dei KAR. 



(T\ Iniziamo l'elaborazione 

I ^ I Avviamo SynthFont e dal menu File clicchiamo 
su Open MIDI /Arrangement file per aprire uno 
dei file .kar scaricati. Nella successiva finestra accedia- 
mo alla cartella in cui abbiamo salvato i brani e sele- 
zioniamo il primo che vogliamo trasformare. Infine, clic- 
chiamo su Apri. 



^ Una "font" che suona 

I 3 I Scarichiamo da Win Extra il sound font preferi- 
to e, tornando in SynthFont, clicchiamo su Synth 
Options così da selezionare il sound font scelto. Andia- 
mo nel tab Files and Folders: alla voce Default sound 

font file clicchiamo sui tre puntini in verde per "pesca- 
re" il nostro file. 




-g aw|#i-|cM 



*^" Uwti J 


» berli* 


, i _^' n _ nrcuw 

mm a fluuiÉiaMlliftji 

Zi* '*"" 





~3 "-* l 



SwSt»ta 



(X] Salviamo IMP3! 

£. Dopo aver importato il nuovo sound font, non resta che confermare con OK. 




4! 



Dall'interfaccia principale clicchiamo, in alto, su Play to file per esportare il file 
.kar "modificato" e migliorato, trasformandolo in un MP3 con una migliore qualità au- 
dio, pronto da importare nei nostri file CD+G. 



& Convertitore tuttofare 
Installiamo e avviamo Karaoke CD+G Creator dal menu Start/Tutti i programmi/ 
Karaoke CD+G Creator. Subito ci apparirà una procedura guidata per creare 
i nostri file CD+G: clicchiamo su Create new karaoke song from soundtrack, che è 

la soluzione più comoda e rapida. 




p] Ritorniamo alle origini! 

* Selezioniamo il file MP3 appena creato e premiamo Avanti. Adesso clicchia- 
mo su Import lyrics from KAR file e selezioniamo il KAR che avevamo me- 
morizzato sul nostro PC. Non ci sarà bisogno di sincronizzare il testo con l'audio per- 
ché l'MP3 è stato creato dallo stesso file .kar da cui abbiamo ottenuto il testo. 



^ Finalmente CP+G! 

y Clicchiamo su Avanti e ancora su Avanti: anziché cliccare su Fine, però, pre- 
miamo il pulsante Create CD+G File. Nella prima finestra che appare clic- 
chiamo su Annulla, mentre nella seconda immettiamo il nome del file e clicchiamo 
su OK per creare un file CD+G pronto per essere masterizzato. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Karaoke fatto in casa I Fai da te 



Un MP3 tutto da cantare! 

Con un po' di pazienza è possibile trasformare qualsiasi file musicale in uno karaoke e con una qualità 
audio tale da valorizzare al meglio la nostra performance canora. Ecco come fare. 




; 1 I _^g- ^ 

m ir I^M ~I_,. 

9 *" "* ^ 




fX Un nuovo inizio con riWPB 

L<l I Avviamo Karaoke CD+G Creator e scegliamo la 
prima voce del wizard. Clicchiamo Avanti e da 
Browse selezioniamo il file MP3 da convertire. Mettia- 
mo la spunta su Run Power Vocal Remover per ri- 
muovere la traccia audio corrispondente alla voce. 



^ Rimuoviamo il parlato 

I *y I Clicchiamo su Avanti e impostiamo i parame- 

\^ tri di rimozione vocale: premiamo Play per con- 
trollare l'effetto delle nostre impostazioni. Una volta ot- 
tenuto l'effetto desiderato, cioè una piacevole voce 
guida di sottofondo, clicchiamo su Avanti. 



@ Sincronizziamo il testo 
Copiamo il testo della canzone all'interno di 
Create Song. Clicchiamo su Avanti e iniziamo la 
sincronizzazione cliccando su Start Synchronizing. In- 
seriamo le parole con un clic su PlaceWord e poi al- 
la fine su Avanti. 




* - " «- -- 



- 



ps Salviamo il tutto 

. Adesso esportiamo il file così come abbiamo 
K^ fatto in precedenza. Ripetiamo tutti questi pas- 
saggi per i diversi brani che vogliamo inserire nella no- 
stra compilation. È dunque consigliabile salvare tutti i 
file in un'unica cartella. 



f^ Creiamo la compilation 

I - I Avviamo Power CD+G Burner e clicchiamo sul tab 
^^J Bum. Selezioniamo i file da masterizzare cliccando 
su Add e confermiamo con OK. Una volta seleziona- 
ti tutti i file, clicchiamo in basso su Bum impostando Wri- 
te Speed su 8x per la massima compatibilità. 




RISULTATO FINALE Et voile... ecco la e 
di zecca tutta da cantare con il nostro player karaoke, 
davanti alla TV! Di sicuro, tutti gli amici resteranno senza 
parole ascoltando una così ricca libreria musicale. 



Prendi il meglio 

dai filmati di YouTube 

Abbiamo visto il video di una canzone che vorremmo inserire 
nella nostra compilation? Nessun problema! 



Su YouTube è possibile trovare tantissimi vi- 
deo musicali con i testi da leggere così da di- 
vertirsi facendo karaoke, ma purtroppo non so- 
no utilizzabili sulla TV o con i player dedicati 
(che sono molto più semplici da spostare ri- 
spetto al PC). Possiamo ovviare a ciò estraen- 
do l'audio dai video, sfruttando i servigi del si- 



to www.flv2mp3.com. Basterà copiare l'URL 
del filmato dal quale vogliamo estrarre l'au- 
dio, incollarlo nella barra di FLV2MP3 e clic- 
caie su OK in men che non si dica ci ritroveremo 
un file MP3 da scaricare con la canzone del vi- 
deo! Seguiamo poi i passi descritti in prece- 
denza per trasformarli in formato CD+G. 




Il sito www.flv2mp3.com permette di estrarre i brani musicali dai ì 
caricati su YouTube, senza dover installare nulla sul computer. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Masterizzazione 



Riflettori su I Masterizzatori per PC 




a 



u 



Bruciare 
per passione 

Nuovi masterizzatori fanno breccia nel cuore del PC. 
Scegli tra i modelli interni, esterni, slim e Blu-ray 



Il vecchio masterizzatore comincia a fare le 
bizze? Forse è arrivato il momento di cam- 
biarlo! Ormai un masterizzatore DVD, se 
vuoi rimanere fedele ai vecchi supporti, costa 
pochi euro e permette di scrivere un disco in 
pochi minuti. Se, invece, sei attratto dalle no- 
vità o hai la passione per i video, con i nuovi 



modelli Blu-ray puoi realizzare e masterizza- 
re i film in HD da rivedere sui lettori da tavolo 
di ultima generazione. Non hai che l'imba- 
razzo della scelta: ci sono quelli che si installano 
internamente al case o quelli più versatili ester- 
ni che puoi utilizzare su ogni PC. Se poi hai ac- 
quistato un netbook, puoi scegliere un mo- 



dello slim che occupa pochissimo spazio e si 
autoalimenta tramite USB senza costringerti 
a portare dietro ingombranti alimentatori. In 
queste pagine abbiamo raccolto alcune delle 
offerte più interessanti per aiutarti a trovare la 
soluzione più adatta alle tue esigenze. Atten- 
to, però: la differenza non sta solo nel prezzo! 



I MASTERIZZATORI ULTRA SOTTILI DA PORTARE ANCHE A SPASSO 



BUFFALO Technology DVSM-P58U2/B 

Versatile e compatto 

Grazie alle dimensioni ridotte è la soluzione ideale per chi ha un net- 
book, visto che questi miniPC sono sprovvisti di masterizzatore. Mol- 
to pratico da usare perché non richiede alimentazione esterna: gli 
basta una porta USB. In dotazione viene fornito il programma Nero 
ed è in grado di scrivere anche i supporti DVD-RAM. 

■ Supporti compatibili: DVD+/-R, DVD+/-RW, DVD DL, CD-R/RW ■ Velodtà in scrittura: 
8x/6x/6x/24x/24x ■ Velocità in lettura: (DVD/CD-R) 8x/24x ■ Interfaccia: USB 2.0 



DESIGN COMPATTO 



E stato possibile ottenerlo utilizzando 

un drive ottico tipo quello montato 

sui portatili 



i— EE3 

Serve non solo a trasferire i dati, ma 
anche ad alimentare il masterizzatore 



■ Quanto costa: € 75,99 ■ Contatta: Buffalo Technology i 
www.buffalo-technology.com 



i Sito Internet: 





SAMSUNG SE-T084M 

Incide anche le etichette 

L'assenza del carrello lo rende molto pratico. Grazie alla tecnologia TruDi- 
rect scrive i file multimediali senza occupare spazio su hard disk. 

■ Supporti compatibili: DVD+/-R, DVD+/-RW, DVD DL, CD-R/RW ■ Velocità in scrittura: 
8x/6x/6x/24x/24x ■ Velocità in lettura: (DVD/CD-R) 8x/24x ■ Interfaccia: USB 2.0 ■ Di- 
mensioni: 141 x 19 x 157 mm ■ Peso: 0,42 Kg 



■ Quanto costa: € 93.60 ■ Contatta: Samsung - Tel. 800 7267864 1 
ternet: www.samsung.com/it 



i Sito In- 



UTE-ONeSAU208 

Un'esplosione di colori 

Scrive ogni tipo di supporto, compresi i DVD-RAM ed è dotato di una 
funzione di risparmio energetico che permette di consumare fino al 
60% in meno durante la fase di scrittura a tutto beneficio dell'autono- 
mia della batteria del notebook. 

■ Supporti compatibili: DVD+/-R, DVD+/-RW, DVD DL, 
CD-R/RW ■ Velocità in scrittura: 
8x/6x/4x/24x/24x ■ Velocità in lettura: 
(DVD/CD-R) 8x/24x ■ Interfaccia: USB 
2.0 ■ Dimensioni: 138 x 24,37 x 
155,2 mml Peso: 0,36 Kg 



-Oaas^v 



■ Quanto costa: €69,00 

■ Contatta: LiteOn IT ■ 
Sito Internet: www.liteon.com 




I Win Magazine Febbraio 2009 



Masterizzatori per PC I Riflettori su 



Masterizzazione 



I MODELLI INTERNI PER AGGIORNARE L'HARDWARE DEL PC 



PHILIPS SPD6005BM/00 

Imbattibile per qualità e prezzo 

Masterizza di tutto, dai DVD a doppio strato ai dischi DVD-RAM e lo 
fa garantendo la massima precisione di scrittura, con la minima 
probabilità di errore. La tecnologia LightScribe permette di incidere 
le label direttamente sulla superficie del disco senza dover ricorre- 
re a una stampante. La funzione Dynamic Calibration ottimizza la 
qualità della scrittura su DVD mentre quella Seamless Link impedi- 
sce il verificarsi di errori. 

■ Supporti compatibili: DVD+/-R, DVD+/-RW, DVD DL, CD-R/RW ■ Velocità in scrittura: 
20x/8x/8x/48x/24x ■ Velocità in lettura: (DVD/CD-R) 16x/48x ■ Interfaccia: EIDE ■ Di- 
mensioni: n.d. ■ Peso: 0,9 Kg 



■ Quanto costa: € 28,90 1 

netiwww.philips.it 



i Contatta: Philips - Tel. 899 234506 ■ Sito Inter- 



HB2- 



Tecnologia che permette di incidere label 
personalizzate sulla superficie del disco 





GGW-H20L 

Fa resuscitare i morti 

Anche se la guerra per l'alta definizione è 
stata definitivamente vinta dal formato Blu- 
ray, sono in molti a possedere ancora dischi 
HD DVD. Con questa unità interna potremo ri- 
produrli senza alcun problema, anche se in 
scrittura supporta solo i BD-R, i DVD e i soliti 
CD-R. È veloce con ogni tipo di supporto e 
scrive anche i DVD-RAM. Si installa mediante 
la vecchia interfaccia EIDE e il frontalino colo- 
rato lo rende adatto anche ai case più trendy. 

■ Supporti compatibili: BD-R, DVD+/-R, DVD+/-RW, DVD 
DL, CD-R/RW ■ Velocità in scrittura: /2x/16x/8x/4x/40x 
24x ■ Velocità in lettura: (BD-R0M/HD DVD/DVD/CD-R) 
6x/3x/16x/40x ■ Interfaccia: EIDE ■ Dimensioni: 146 x 
41,3x185 mmB Peso: 0,85 Kg 

■ Quanto costa: € 299,00 ■ Contatta: LG 
Electronics - Tel. 199 600099 ■ Sito Internet: 

www.lge.it 



SONYBWU-300S 

Un laser blu fulminante 

È in grado di scrivere i BD-R fino a 8x, una 
delle migliori performance disponibili sul 
mercato. Per garantire il massimo flusso dei 
dati senza alcun pericolo di interruzione è 
dotato di interfaccia SATA, molto più veloce 
della vecchia EIDE. 

■ Supporti compatibili: BD-R, DVD+/-R, DVD+/-RW, DVD 
DL, CD-R/RW ■ Velocità in scrittura: 8x/16x/8x/8x 
/48x/24x ■ Velocità in lettura: (BD-ROM/DVD/CD) 
8x/16x/48x ■ Interfaccia: SATA ■ Dimensioni: n.d. ■ Pe- 
so: 1,7 Kg 

■ Quanto costa: € 449,00 ■ Contatta: Sony 
Tel. 02 618381 ■ Sito Internet: www.sony.it 





PLEXTOR PX-DB608AL 

Due masterizzatori in uno 

Un drive davvero unico: nell'ingombro di un classico masterizza- 
tore interno sono presenti due slot per altrettanti drive di tipo slim, 
ovvero quelli che si installano internamente sui notebook: solu- 
zione ideale per chi vuole effettuare copie al volo di CD/DVD. In 
dotazione vengono forniti i software Nero Express 7 e PlexTooIs 
Professionals LE. 

■ Supporti compatibili: DVD+/-R, DVD+/-RW, DVD DL, CD-R/RW ■ Velocità in scrittura: 
8x/4x/8x/48x/24x ■ Velocità in lettura: (DVD/CD-R) 16x/48x ■ Interfaccia: SATA Dimensio- 
ni: 148x145,05x42,3 mm ■ Peso: n.d. 



■ Quanto costa: € 104,90 1 
www.plextor.be 



i Contatta: Plextor ■ Sito Internet: 




VERBATIM 

DVD-R DL 

Con una capacità di 
8,5 GB i DVD a dop- 
pio strato sono per- 
fetti per effettuare 
copie di DVD Video o 
per il backup dati. 

■ Quanto costa: € 

24,62 ■ Contatta: TTi- 
meShop ■ Sito Inter- 
net: www.ttimeshop.it 




PHILIPS 

DVD-R 
LIGHTSCRIBE 

Questa confezione ri- 
sparmio contiene 10 
DVD-R compatibili 
con i masterizzatori li- 
ghtrscribe per l'inci- 
sione delle label di- 
rettamente sulla su- 
perfìcie del disco col 
laser di scrittura. 

■ Quanto costa: €0,67 

■ Contatta: Novasy- 
stem ■ Silo Internet: 

www.novasystem.it 



I SO ■ SONY 



M 



\alautfw 



SONY MEDIA 
DVD-R 8CM 

Questi DVD da 8 cm 
sono ideali per es- 
sere utilizzati con le 
videocamere com- 
patibili, ma anche 
per archiviare dati 
senza dover ricorre- 
re ai dischi più in- 
gombranti da 12 cm. 
Si possono scrivere 
fino alla velocità di 
4x e hanno una ca- 
pacità di 1,4 GB. 

■ Quanto costa: 
€ 4,50 ■ Contatta: 
Sony ■ Sito Internet: 

www.sony.it 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Masterizzazione 



Riflettori su I Masterizzatori per PC 



ACCESSORI I UNITA ESTERNI: PER CHI NON ACCETTA COMPROMESSI 




DELLOWES 

CD/DVD LENS 
CLEANERHDD 

Questo CD è dotato 
di una serie di mi- 
crospazzole in grado 
di pulire la lente del 
masterizzatore/let- 
tore CD/DVD. Può es- 
sere utilizzato circa 
100 volte prima che 
si consumino. 

■ Quanto costa: 
€900 ■ Contatta: QHI 

■ Sito Internet: 

www.qhi.it 



DOPPIA INTERFACCIA 



Può essere collegato al PC sia 
mediante la porta FireWire 
sia mediante quella 
USB 2.0 



PLEXTOR PX-B920UF 

Completo di tutto 

Un po' massiccio, ma qualità ne ha a volontà. 
Questa unità esterna scrive i Blu-ray fino alla 
velocità di 4x, supporta anche quelli a doppio 
strato da 50 GB e legge il vecchio formato HD 
DVD. Ha la tecnologia LightScribe per incidere 
le label sui dischi, ha 4 MB di memoria buffer 
e si può collegare al PC sia con la porta USB 
sia con quella FireWire. Viene fornito anche di 
un ricco corredo software per sfruttarne tutte 
le caratteristiche. 



■ Supporti compatibili: BD-R, DVD+/-R, DVD+/-RW, DVD DL, CD-R/RW ■ Velocità in scrittura: 
4x/16x/8x/4x /40x/24x ■ Velocità in lettura: (BD-ROM/HD DVD/DVD/CD) 6x/3x/16x/40x ■ Interfac- 
cia: USB 2.0, FireWire ■ Dimensioni: 161 x 52 x 252 mm ■ Peso: 1,4 Kg 

■ Quanto costa: € 299,00 ■ Contatta: Plextor ■ Sito Internet: www.plextor.be 




Scrive i Blu-ray ma legge anche 
gli HD DVD: questo formato andrà 
scomparendo ma sono tanti 
i supporti ancora in giro 




CASE LOGIC 

CASEHDC-3 

Realizzata per tra- 
sportare dischi ester- 
ni da 3,5", si adatta ai 
masterizzatori DVD 
ed è dotata di scom- 
parti per contenere 
l'alimentatore e i sup- 
porti da scrivere. 

■ Quanto costa: € 

23,00 ■ Contatta: Pix- 
maniaH Sito Internet: 

www.pixmania.it 



Sony; 



LGBE06LU10 

Vìnce in stile 

Tra i masterizzatori esterni è sicuramente uno dei più 
belli. Si distingue anche per l'innovativo sistema di cari- 
camento dei dischi. Legge tutti i supporti, compresi an- 
che gli HD DVD ed è in grado di scrivere CD, DVD e Blu- 



ray. Supporta la tecnologia LightScribe e 
può essere utilizzato anche con i Macintosh. 
A tutto questo aggiunge un prezzo davvero 
imbattibile. 



■ Supporti compatibili: BD-R, DVD+/-R, DVD+/-RW, DVD DL, CD-R/RW ■ 
Velocità in scrittura: 6x/16x/8x/4x/40x/24x ■ Velocità in lettura: (BD- 
R0M//DVD/CD) 6x/3x/16x/40x ■ Interfaccia: USB 2.0 ■ Dimensioni: 163 
x50x260mmBPeso:l,5Kg 

■ Quanto costa: € 369,00 ■ Contatta: LG Electronics - Tel. 199 
600099 ■ Sito Internet: www.lge.it 




SONYBNR25A 

Possono contenere 
fino a 25 GB di dati e 
grazie alla tecnolo- 
gia AccuCORE assi- 
cura una scrittura 
più affidabile. 

■ Quanto costa: 
€ 23,00 ■ Contatta: 
TDShop ■ Sito Inter- 
net: www.tdshop.it 



BUFFALO BR-816SU2 

Rapido e flessibile 

È velocissimo perché riesce a scrivere i dischi Blu-ray a 8x 
e, per garantire un flusso dati costante, è dotato della 
nuova interfaccia eSATA, molto più veloce 
della USB. Naturalmente è compa- 
tibile anche con DVD e CD e in do- 
tazione viene offerto il pacchetto 
software CyberLink per creare e 
gestire ogni tipo di media. 

■ Supporti compatibili: BD-R, DVD+/-R, 
DVD+/-RW, DVD DL, CD-R/RW ■ Velocità 
in scrittura: 8x/16x/8x/4x/48x /24x ■ 
Velocità in lettura: (BD-R0M//DVD/CD) 
8x/16x/ 48x ■ Interfaccia: USB 2.0, eSA- 
TA ■ Dimensioni: 50 X 164 X 281 mm 

■ Peso: 1,8 Kg 

■ Quanto costa: €319,99 

■ Contatta: Buffalo Technology 

■ Sito Internet: www.buffalo 
-technology.com.it 





SAMSUNG SE-S224Q 

Scrivere a tutta velocità 

Capace di scrivere i DVD fino alla ragguardevole velocità di 
22x, è dotato di un sistema in grado di ridurre le vibrazioni 
e abbassare il livello di emissioni sonore. Supporta la tec- 
nologia LightScribe e la funzione Magic Speed sceglie au- 
tomaticamente la velocità di lettura in base all'utilizzo. 

■ Supporti compatibili: DVD+/-R, DVD+/-RW, DVD DL, CD-R/RW ■ Ve- 
locità in scrittura: 22x/8x/16x/48x/32x Velocità in lettura: (DVD/CD-R) 
16x/40x ■ Interfaccia: USB 2.0 ■ Dimensioni: 163 x 50 x 232 mm ■ Pe- 
so: 1,2 Kg 

■ Quanto costa: € 43.00 ■ Contatta: Samsung - Tel. 800 
7267864 ■ Sito Internet: www.samsung.com/it 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Sapevi che... 



Masterizzazione 




fjj) Mettiamo al riparo da occhi indiscreti i dati più importanti 
grazie ai Secured Data Disc. Con Nero BackhUp realizziamo 
velocemente copie di backup di file e intere cartelle 



H ► Nero BackltUp 

I DATI? TUTTI AL SICURO! 

Quella del backup è una delle sezioni maggiormente migliorate di Nero 9. 
Al punto che c'è addirittura una nuova modalità, pronta a creare delle copie 
di riserva dei dati in maniera del tutto automatica! 



\Q\ ► Ulead MovieFactory 

LA PRIVACY INNANZITUTTO 

Per proteggere da occhi indiscreti documenti personali, foto e quant'altro, non 
serve più ricorrere ai soliti metodi di protezione basati su password: basta 
masterizzarli su un DVD con Ulead MovieFactory. 




uiwbliwjum 




La sicurezza nel disco 

a Avviamo Ulead DVD Mo- 
vieFactory e nella schermata 
di benvenuto scegliamo il 
tipo di progetto da creare. Clic- 
chiamo quindi su Data Disc nel 
pannello principale e successiva- 
mente su Secured Data Disc, a 
destra dell'interfaccia del softwa- 
re. Apparirà la maschera per la crea- 
zione di CD/DVD. 







■" E3* 



Q' 



§ 



I file più importanti 

f~^ Selezioniamo i file ri- 

1 2 l servat ' cne desideria- 
\—J mo proteggere nel me- 
nu ad albero di sinistra e tra- 
sciniamoli con il mouse nel- 
l'area sottostante. Inseriamo 
un CD/DVD vergine nel ma- 
sterizzatore e premiamo Qrl+R. 
Verrà mostrata una finestra 
per l'inserimento della pas- 
sword. Inseriamola due voi- 



- LL.d Bum te» ■ SuiFTd Dtu Din [3UH.C12MI 


Dui. E« Un Tei, EUim- H,fe 


& di -t* v A 4 


StMatFltavriFalHjOT 


* « '.vs-è- t a 


LiFnir*i\JK-£ 3WTJWEI - 
. *ttu*irnMft Mirar-' 




1)4 >-■>■ 
pi» re* 

iih :..-. 
m» ai 
un su 


■WHMRlLlr 

muitHui 

IH4AIH11D 






hmnrfOtH 


|.r. haitHjKvwwcMKiJBi [*: fi. ,j 


12 








i.iHijtiitinj 


«*™ ' 


to 


ì*. 




»t_ Tira 
**^ fc un 

éL ^ UH 

**_ »d 


li. 'IN 

«•UN 
ll-'i" 









"!...!f-"i - ■■ •-.■•: fi : ■ i:tfis-.i:i. i 



mi U ** S & jj « 



PC 















iDATiscm 


E»iyi»n |*if«)«* 


H 


|:| 5 Piotili II l'.THfWCVfÌK M * 






■'-':■ '"*'"-■ 



Backup senza fatica 

! Dalla finestra iniziale 
di SmartStart clicchia- 
mo sul tasto Backup 
automatico, che si trova nel 
menu verticale di sinistra. Fat- 
to questo, accediamo alla se- 
zione Backup automatico. Da 
qui clicchiamo su Backup e at- 
tendiamo che il software ana- 
lizzi i dati necessari. Pronti a se- 
lezionare? 



Iniziano le selezioni! 

@ln questa finestra tro- 
viamo selezionate tut- 
te le principali cartelle 
predefinite di Windows, ed i 
nostri documenti. Per dese- 
lezionarne una, clicchiamo 
sulla rispettiva casella; men- 
tre per aggiungerne altre clic- 
chiamo Aggiungi. Dal menu 
Destinazione backup, sele- 
zioniamo Unità locale. 



^ 




noto 


_ \ : |*B5S.|< H.J&-I*-—] 




m 


a**ki^ 


OD 


\4mmm u*tu*m *«pv4 
| 3*m** m*t/*M.nm , i_ 

<• mm t>kJ44 1 «— 


ni' ni il tm \*m** 




• 

ir 


- ~ * • — .«. ^ 


' L '■' J_ T "J ' L '' J_ ' L ' L T 1 ' ' ' ' L"fc 

l* >* hri Iri 4* irt 1É in ■ * il hA 







§ 






I file sono protetti 

I Clicchiamo Bum. Ter- 
minata la masteriz- 
zazione, reinseria- 
mo il DVD appena creato 
nel lettore. Ci verrà chiesto 
d'inserire la password per 
l'accesso ai dati. Selezio- 
niamo quelli da estrarre e 
clicchiamo Decrypt. Indi- 
chiamo la cartella in cui ar- 
chiviarli: pochi minuti e i 
nostri file sono di nuovo 
accessibili. 









raro 


■T 
^■nii 

m 
m 


n ■ ' '■ 


[E 


'mi nfc.iiM^ Meii, i i 

H flti.H'.l'l IU fcBIllÉ 


r ' ' ■ 1H.1-* 






E= 




~ ~.- — m . -, — _ 


« 







8 



E adesso si dorme 

I Clicchiamo su Sfoglia 
e selezioniamo l'unità 
e la cartella dove sal- 
vare il backup, cliccandoci 
sopra. Confermiamo con O/C 
Fatto ciò, non resta che clic- 
care su Backup per avviare 
la cipia di riserva in modo 
del tutto automatico. Pos- 
siamo anche interromperlo, 
cliccando dapprima su Stop 
e poi su Sì. 



D L'output fatto a pezzi 

In WinDVD Ripper possiamo decidere se dividere l'output genera- 
to dal programma per poterlo facilmente inviare a qualcuno o co- 
piare su supporti con poco spazio. Basta cliccare Setting e inserire 
le opportune informazioni nella casella Volume don't exceed. 



E Aprire la destinazione 

In Amadis Video Converter, se spuntiamo Auto open the output 
folder when fìnished, prima del termine dell'operazione di con- 
versione video, consentiremo al programma di aprirci automaticamente 
la cartella di destinazione che contiene l'output prodotto. 



El Aggiornamenti continui 

Se usiamo PepSky All-in-one per convertire i nostri video e ma- 
sterizzarli su DVD, ricordiamoci di tenerlo sempre aggiornato all'ul- 
tima versione. Basta cliccare sul link in basso, contenuto nella scher- 
mata principale, Check for Updates e seguire le istruzioni. 



Win Magazine Febbraio 2009 




Sono la lente I Nuove CPU 



Al quad- core 
non si comanda 




Core, memoria cache, istruzioni 
a 64 bit... Ecco cosa rende i nuovi 
processori così veloci 



Tempo r J 

60 minuti 

Difficoltà 

Media 



LEGGI 
ANCHE. 



Sul numero 121 (pag. 
108) di Win Magazine 
è stato pubblicato 
un articolo riguardante 
le nuove funzioni dei 
BIOS presenti sulle 
nuove schede madri 
per CPU Intel e AMD. 




• Ecco a confronto 

un nuovo Core i7 

(a sinistra) con un 

Core 2 Duo della 

scorsa 

generazione. La 



evidente sono le 

dimensioni, i nuovi 

i7 sono infatti più 

grandi. 



Da sempre l'evoluzione dei processo- 
ri ha scandito il ritmo dello sviluppo 
dei PC, perché da loro dipende la 
quantità di dati che è capace di macinare 
il nostro computer. I protagonisti di questa 
battaglia, che infiamma il settore delle CPU, 
sono da sempre AMD e Intel. A fine Anni '90 
ci si contendeva la velocità di clock maggiore, 
dal 2005 si è iniziato a parlare di proces- 
sori multi-core, cioè con più unità di ela- 
borazione in grado di lavorare parallela- 
mente. Oggi, con due architetture diverse, 
ci si contende la palma di sistema multi- 
core più efficiente sia dal punto di vista 
energetico che prestazionale. Così Intel, 
con la sua architettura Nehalem, punta a con- 
fermare il primato nel mondo delle CPU, 
mentre i Phenom di AMD (in attesa della 
nuova architettura Shangai) si acconten- 
tano di soddisfare le esigenze di chi usa il 
computer per applicazioni "normali" che 
non richiedono il massimo in fatto di pre- 
stazioni. Ma analizziamo in sostanza co- 
sa nascondono questi due mondi fatti di 
transistor... 




Nuove CPU I Sotto la lente 



Sistema 



Core i7 ti installo in un lampo! 

Abbiamo acquistato una nuova CPU di ultima generazione e una scheda madre da sogno? Ecco i consigli 
giusti per assemblare correttamente il tutto e lavorare tranquilli! 




t^ Apriamo la gabbia... 
* È consigliabile installare la CPU prima di fis- 
■*■ sare la scheda madre nel case. Quindi, se 
il PC non è ancora assemblato, poggiamo la sche- 
da madre su un piano stabile e, premendo verso 
il basso e tirando verso l'esterno il gancio in me- 
tallo, sblocchiamo il sistema di aggancio della CPU. 



(^\ Inseriamo la CPU 

Rimuoviamo con delicatezza il copri socket 



u* 



in plastica, così da non danneggiare i pie- 
dini. Prendiamo la CPU e stando attenti a segni 
d'inserimento poggiamola all'interno della gabbia. 
Riabbassiamo la paratia e rimettiamo la levetta di 
sgancio al suo posto. 



© Un po' di pasta e si parte! 
Dopo aver verificato che la gabbia sia chiu- 
sa correttamente, spalmiamo sulla CPU un 
sottile strato di pasta termica e poggiamoci sopra 
il processore. Inseriamo i fermi per il fissaggio agen- 
do pervie orizzontali. Ad esempio, prima quello in 
alto a sinistra e poi quello in basso a destra. 



Una marcia in più... 

Mentre i processori Core 2 Quad e Duo an- 
cora dominavano il mercato, mantenendo 
fede alla propria filosofia "tick tock" che pre- 
vede di sviluppare ad anni alterni, prima una 
nuova microarchitettura e poi un nuovo pro- 
cesso produttivo, Intel non ha perso tempo 
e ha lanciato i nuovi Core i7 (codename: Ne- 
halem). Sfruttano il processo produttivo a 
45 nm ereditato dai Core 2 Duo di ultima ge- 
nerazione (basati su tecnologia Penryn) e 
un'architettura totalmente rinnovata. Le no- 
vità maggiori, rispetto alle vecchie genera- 
zioni Intel, sono l'introduzione di una ca- 
che di terzo livello di ben 8 MB, di un con- 
troller di memoria e del QPI. In pratica, oltre 
a migliorare l'architettura interna di ciascun 
core, in cui adesso sono incluse memorie 
cache di primo e secondo livello, si è cerca- 
to di migliorare e ottimizzare il modo in cui 
il processore comunica con le altre parti del 
PC, così da poter spremere al massimo cia- 
scun core. In quest'ottica grande importan- 
za ha avuto il Memory controller integrato 
per la prima volta nel processore, che consente 
di gestire ben 3 canali dedicati a memorie 
DDR3, con un netto aumento del numero di 
dati che la CPU è capace di elaborare rispetto 
ai vecchi sistemi DDR2. E la situazione è an- 
cor più rosea grazie agli 8 MB di cache che ve- 
locizzano l'elaborazione dei dati diretti ai 
singoli core e al QPI, che non è altro che 



un'interfaccia che il processore utilizza per co- 
municare con il northbridge della scheda 
madre e dunque con cui "gestisce e control- 
la" la scheda video e molti altri componen- 
ti. Così facendo, pur non aumentando la ve- 
locità di clock, si è riusciti ad ottenere un net- 
to miglioramento delle prestazioni dovuto 
all'eliminazione dei colli di bottiglia che nei 
Core 2 Duo spesso non consentivano di sfrut- 
tare appieno la potenza reale dei 2 o 4 core per 



gestire le risorse del nostro computer. Altra 
novità che fa la fortuna dei Core i7 è la rein- 
troduzione dell'HyperThreading, in una ver- 
sione riveduta e corretta, che consente di 
"duplicare" il numero di core e di eseguire 
un numero maggiore di operazioni per ci- 
clo di clock. È come se ci trovassimo di fron- 
te ad un processore con otto core, anziché i 
quattro reali, poiché il flusso dati viene rad- 
doppiato tramite virtualizzazione. 



POKER D'ASSI VS SCALA REALE 

Ecco cosa mettono sul tavolo AMD e Intel con le loro nuove CPU 




NUMERO DI GORE 

SOCKET 

MEMORIA 

MEMORY CONTROLLER INTEGRATO 

INTERFACCIA DI CONNESSIONE "ESTERNA" 

PROCESSO PRODUTTIVO 

OVERCLOCCABIUTÀ 

MEMORIE SUPPORTATE 

PREZZO 



INTEL CORE 17 &P 
965 EXTREME core 



3,2 GHz 

4 (8 con HyperThreading) 

LGA1366 

LI 64 KBx4, L2 256 KBx4, 13 8 MB 

Sì, per 3 canali DDR3 

QPI 



AMD PHENOM 
X4 9950BE 



45 nm 

Elevata 

DDR3 

€ 950,00 




Win Magazine Febbraio 2009 1 



^ 



Sistema 



Sotto la lente I Nuove CPU 



Architetture a confronto 

La differenza tra i velocissimi Intel e gli economici Phenom AMD 
è celata nel DIE, dove i core lavorano in modi totalmente differenti 



Intel Core i7 



MEMORY 
CONTROLLER 

Finalmente introdotto > 

anche da Intel 

all'interno delle CPU, 

consente di gestire tre 

canali dati verso 

memorie DDR3 senza 

bisogno di interventi da 

parte del chipset (molto 

più lento) 



QPI 



Acronimo di QuickPath 

Interconnect è la nuova 

interfaccia, che 

consentedi comunicare 

con il Northbridge 

e l'esterno a 2,66 GHz 



CORE 

Ognuno di questi blocchi di 

transistor, perfettamente uguali 

tra loro, è una vera e propria CPU 

singola con tanto di cache LI e L2 




Ben 8 MB di memoria ultra veloce per 
consentire ai quattro core di lavorare 
sempre in maniera ottimale e avere un 
buon buffer di informazioni da elaborare 






jyVU)Ph enomHft 



I Win Magazine Febbraio 2009 



MEMORY 
CONTROLLER 

Gestisce le comunicazioni tra 
processore e memoria RAM. 
In particolare, supporta DDR2 
in dual-channel 



HYPERTRANSPORT 

Interfaccia sviluppata da AMD 
per consentire al processore di 
comunicare con l'esterno ad una 
velocità molto elevata, simile a 
quella del QPI, così da ridurre i 
tempi di elaborazione dei dati 



CORE 

Sono le quattro unità di 
elaborazione contenute sotto 
l'alloggiamento di alluminio 
dei Phenom X4 



CACHE DI TERZO LIVELLO 

È la memoria in cui i dati in entrata "attendono" 
di essere elaborati dai core. Su un Phenom troviamo 
2 MB, un quarto della memoria di un Core i7 






AMD novità in arrivo... 

Dall'altra parte della barricata, al momento 
non ci sono grosse novità. In attesa della nuo- 
va architettura Shangai che stravolgerà i Phe- 
nom internamente, AMD tenta di spremere 
il massimo da quello che ha a disposizione 
con Deneb e henom IL L'intuizione più fun- 
zionale all' interno dei Phenom, cui anche 
Intel si è dovuta piegare, è sicuramente quel- 
la deU'Hyperlransport, cioè di un'interfaccia 
ultra veloce che consentisse ai core interni del 
processore di ricevere un numero elevato di 
informazioni per ciclo di clock, riducendo 
drasticamente i tempi di attesa (nell'ordine 
dei nanosecondi) tra l'elaborazione di un 
dato e quello successivo contenuto nella me- 
moria cache di terzo livello (2 MB) . Purtroppo 
però ciò non basta ai Phenom per raggiun- 
gere le prestazioni elevate che riescono a co- 
gliere sia i Core 2 Duo di fascia alta che i nuo- 
vi Core i7. Anche perché il memory control- 
ler integrato nelle CPU AMD gestisce solo 
memorie RAM DDR2 in dual-channel e, dun- 
que, garantisce un passaggio di dati, da e 
verso la memoria RAM, nettamente inferio- 
re rispetto ai nuovi Intel. L'architettura poi 
è a 65 nm e ciò inficia l'efficienza energetica 
di queste CPU, che consumano relativa- 
mente di più a parità di prestazioni. Tutti 
questi limiti portano a frequenze di clock 
"tenute" basse per necessità e così le solu- 
zioni Intel sono lontane in quanto a presta- 
zioni, ma il prezzo resta a tutto vantaggio di 
AMD che propone processori "low cost" di tut- 
to rispetto. 

Facciamo il punto! 

Il settore è in piena rivoluzione, così tra 
qualche mese ci ritroveremo con due piat- 
taforme interamente nuove. Ma tutte que- 
ste novità non devono trarre in inganno. In- 
fatti, oggi con molti dei processori in com- 
mercio per cifre contenute è possibile ese- 
guire senza problemi tutte le principali ap- 
plicazioni per la grafica, l'editing video, il 
gioco e il multimedia. Mentre sino a qual- 
che anno addietro era l'hardware che non 
riusciva a soddisfare le richieste di chi pro- 
duceva software, oggi sembra che la ten- 
denza sia inversa, e che ci si possa ritrova- 
re facilmente sulla scrivania o in borsa un si- 
stema con una CPU in grado di far funzio- 
nare tutto con estrema facilità. Così i pro- 
cessori sempre accusati di essere la causa 
di gran parte dei rallentamenti del PC, og- 
gi possono avere una vita molto più lunga. 
Difficilmente avremo problemi con un top 
di gamma Core i7, nemmeno tra un paio 
d'anni. Non resta che attendere un po' affinché 
i prezzi scendano per poi affidarsi alle amo- 
revoli cure di uno di questi gioielli. 



Subst I Software 



Sistema 



Tempo f ^S 

10 minuti 

Difficoltà 

Bassa 



Ecco come trasformare una directory in una comoda unità 
virtuale e accedervi da Windows in modo semplice e rapido 

Quella cartella mot 

V ■ M* CANCELLARE 

sembra un disco 



Capita a tutti di creare una 
cartella sul disco rigido e 
usarla per salvare in essa im- 
magini, file musicali, program- 
mi scaricati da Internet, docu- 
menti e quant'altro. Non tutti 
sanno però che esiste una pro- 



cedura molto semplice che con- 
sente di accedere rapidamente 
a questa cartella ed utilizzarla 
come un vero e proprio hard disk 
virtuale. Tutto ciò è possibile gra- 
zie al comando Subst disponibi- 
le nel prompt dei comandi di 



Windows, che associa un'unità 
virtuale al percorso di una car- 
tella. Come per magia, vedremo 
comparire il nuovo disco in Esplo- 
ra risorse e potremo così copia- 
re dei file al suo interno, con un 
semplice clic del mouse. 



CANCELLARE 
L'UNITA 

Se abbiamo montato 
momentaneamente 
con il comando subst 
un'unità virtuale colle- 
gata ad una cartella 
del disco rigido, anzi- 
ché riawiare il PC, pos- 
siamo eliminarla con 
un semplice comando 
DOS. Dal prompt dei 
comandi digitiamo 
subst X: /D e diamo In- 
vio. L'unità sparirà da 
Esplora risorse. 




■ ( )»|^ ► Computer 



ZH[ 



~*1 



; t ^:: ; :7 visualizza Strumenti 



jà Codifica file "fi Decodifica file ^ Apri/Chiudi P' 



■ M>n-- mÉ *f*iT-)\- mm - m^m M^iimim 



Jome Tipo Dimensioni totali Spazio disponibile 

Unità disco rigido (3) 

Sistema [CO DATA [D:} Sistema (X:) 

*^ÈT 79.7 GB disponibile su 144 GB ^T 94.1 



^~àr 94.1 GB disponibile su 145 GB 
Dispositivi con archivi rimovibili (2) 

Unità disco floppy [AO 



GB disponibile su 145 GB 



Unità DVD RW(E0 



Il prompt dei comandi 

a Andiamo nel menu Start, clicchiamo su Esegui, digitiamo cmd e premiamo 

10K per aprire la finestra del prompt dei comandi. A questo punto, per creare 
una nuova associazione ad una cartella del disco rigido, digitiamo il coman- 
do subst X: [Percorso Cartella], dove X è la lettera che vogliamo associare all'uni- 
tà e Cartella è un percorso valido (se il percorso contiene uno o più spazi, racchiu- 
diamolo tra virgolette), e premiamo Invio. 



Ecco la nostra nuova unità virtuale 

a Verifichiamo subito la creazione di questa nuova unità aprendo Esplo- 

2ra risorse di Windows. L'unità è ora presente tra quelle disponibili e 
può essere utilizzata in lettura e scrittura. X; è associata ad una cartella 
di C: quindi ha gli stessi attributi in termini di spazio occupato e spazio libero, 
ma non è possibile deframmentarla o effettuare altre operazioni che di solito 
effettuiamo sul disco. 



O * &«"**«-" 


IV 


SpeciScw* un kht* per il otìUgamenlo 


\ 


PttMM IfllÉQMTlMIA «*(**■* Km. 






l^.l.^j 




jj Senza nome - Blocco note 



@echo off 

subst x: c:\Tempx 



File Modifica Formato Visualizza 




Una voce utile nel menu 

a. Creiamo un comando nel menu contestuale per copiare file nell'unità virtua- 

3 le. Andiamo nella cartella C:\Utentr\[Nome Utente]\AppData\Roaming\ 
Microsofi\Windows\SendTo, clicchiamo col destro e scegliamo Collega- 
mento. Clicchiamo su Sfoglia, individuiamo l'unità virtuale e diamo OK, quindi Avan- 
ti. Digitiamo nel box un nome per l'unità e premiamo Fine. Il nome dell'unità comparirà 
nel menu contestuale alla voce Invia a. 



Una scorciatoia sul desktop 

a Quando spegniamo il PC, l'unità virtuale viene dismessa. Per montare rapidamente 

4 l'unità possiamo creare un file batch da eseguire con un semplice clic del mou- 
se. Apriamo Blocco note, digitiamo @echo offe alla riga successiva subst X: [per- 
corso cartella]. Salviamo il file in una cartella chiamandolo startX.bat, creiamo un 
collegamento ad esso e copiamolo sul desktop. Per avviare basterà cliccare su que- 
sto collegamento. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



^ 



Sistema 



Per saperne di più I Da rigido a solido: il disco cambia 




Parigi 



il 



il disco cambia 



Alla scoperta della tecnologia che 
manderà in pensione gli hard disk. 
Si chiama SSD, il "Disco a stato solido 



Video, foto, musica o file scaricati dal 
Web lo spazio su disco è sempre ri- 
dotto, le ricerche dei file invece trop- 
po lunghe, per non parlare dei guai quan- 
do il disco si blocca per un urto casuale o 
per l'eccessiva usura se il nostro PC resta 
acceso per molte ore al giorno! Ma il no- 
stro fedele disco rigido per come lo co- 
nosciamo oggigiorno presto cambierà in 
maniera radicale e i vantaggi a quanto 
pare non saranno pochi, anzi. Infatti, sia- 
mo all'alba di una nuova tecnologia per 
la memorizzazione dei nostri dati: le me- 
morie a stato solido. Cioè dischi rigidi ca- 
paci di contenere centinaia di gigabyte, 
senza bisogno di parti meccaniche. Que- 
ste nuove soluzioni funzionano come tan- 
te memory card, di quelle che usiamo con 
smartphone e digicam, assieme. Ma qua- 




li sono i limiti e i rea 
li vantaggi di questa 
nuova tecnologia 
che presto rivolu- 
zionerà il nostro 
PC e in particola- 
re gli hard disk? 



Tanti "giga" 
in meno spazio? 

Il primo vantaggio nell' utilizzare memorie 
solide al posto dei piatti magnetici è quel- 
lo di poter contenere le dimensioni. Basti pen- 
sare che ci sono dischi SSD (Solid State Di- 
sk) da 512 GB da 1,8", mentre i dischi ba- 
sati sulle vecchie tecnologie non arrivano 
oltre i 250 GB. Quindi nei comuni desktop, 
anziché, dischi da 3,5" potremo avere so- 
luzioni molto più comode e piccole, così 



Ecco a confronto un comune disco rigido e un Solid State 
Disk. Come è evidente la differenza principale sta nella 
totale assenza di piatti nel secondo, sostituiti da mermorie 
flash derivate da quelle utilizzate per la memoria RAM 



da creare Media Center dalle dimensioni 
più contenute e persino notebook più leg- 
geri. Poi avremo consumi più ridotti visto 



Un disco rìgido veloce e tascabile 

Ecco un piccolo "stratagemma" per ottenere un disco SSD. Tutto quello che serve è una scheda Compact Flash e un adattatore. 



Se vogliamo provare sul nostro PC l'ebbrezza di 
utilizzare un disco a memoria solida, ma non 
vogliamo spendere cifre astronomiche per una 
soluzione SSD, possiamo utilizzare uno strata- 
gemma "da smanettoni". Sul mercato è 
infatti possibile trovare alcuni 
adattatori, che consentono di uti- 
lizzare una o due comuni com- 
pact flash card al posto di un di- 
sco rigido. Così facendo basta ac- 
quistare un adattatore e due card da 
32 GB (costo totale dell'operazione 180 
euro o poco più) collegare il tutto ad 
un canale SATA o EIDE, inserire l'alimen 
tazione e avremo subito un disco rigido 
da 64 GB su cui caricare Windows Vista e i 
programmi che usiamo più di frequente. Un 



unico avvertimento: questa soluzione a causa del- 
le memory card, che non hanno una lunghissi- 
ma vita dopo quasi un an- 




no di utilizzo intensivo potrebbe generare dei 
problemi. Dunque, proviamo soltanto questa 
pratica come esperimento o come disco di sup- 
porto in cui caricare di tanto in tanto file in ma- 
niera più rapida rispetto ad un comune disco ri- 
gido. Questa soluzione può essere molto utile se 
abbiamo un notebook e vogliamo aumentarne 
autonomia e l'efficienza, visto che questa so- 
luzione consuma meno di un comune disco 
rigido e velocizza la ricerca dei dati. 



■ Ecco un adattatore per usare due 
compact flash al posto di un comune disco 
rigido da notebook da 2,5" 



Da rigido a solido: il disco cambia I Per saperne di più 



Sistema 



Veloci, ma non abbastanza... 

Ecco il disco che batte le memorie a stato solido. Si chiama Velociraptor e al momento è davvero 
irraggiungibile per gli altri, grazie ai 10.000 giri al minuto con cui ruotano i suoi "piatti". 



Pur battendo quasi in tutto 
uno qualsiasi dei comuni di- 
schi rigidi che abbiamo nei 
nostri PC, attualmente le me- 
morie a stato solido non so- 
no ancora il massimo in fat- 
to di prestazioni e rapporto 
qualità/prezzo. Infatti, sfrut- 
tando i servigi di un disco ri- 



gido Western Digital Veloci- 
raptor, da 300 GB a ben 10.000 
giri per minuto, si raggiungo- 
no prestazioni del tutto simi- 
li a quelle di una memoria 
SSD da 32 GB (o di taglio su- 
periore). Con il vantaggio non 
indifferente che il costo per 
MB del Velociraptor è di cir- 



ca 0,83 centesimi di euro per 
MB, mentre per una qualsia- 
si memoria SSD il prezzo per 
MB è di circa 1,85 euro. Dun- 
que, ancora per un po' se de- 
sideriamo prestazioni al top 
meglio fiondarsi su una so- 
luzione come quella realiz- 
zata da Western Digital, a me- 




247 



20 40 



I I I I I I I I I 

80 100 120 140 160 180 200 220 240 (MB/S) 




no che non sia imprescindibile 
avere un PC silenzioso o re- 
sistente ad urti e temperatu- 
re davvero estreme. Perché i 
Velociraptor alla massima ve- 
locità si fanno sentire sia per 
consumi che per numero di 
decibel prodotto e non sono 
certo una piacevole compagnia. 

DISCO SSD DA 32 GB 

WESTERN DIGITAL 

■ VELOCIRAPTOR 
10.000 RPM 
DA 300 GB 



M I MM I 

IO 20 30 40 50 60 70 80 (S) 



■ Ecco come si comportano un disco rigido Velociraptor e uno a memoria solida. E evidente come il Western Digital esca vincitore dallo scontro, 
soprattutto tenendo in considerazione il costo per megabyte dei due dispositivi. Nel grafico a sinistra sono confrontate le velocità di lettura e scrittura, 
mentre in quello a destra il tempo di accesso ai dati. Naturalmente nel primo valori maggiori corrispondono a prestazioni migliori, mentre nel secondo 
a contrario tempi più bassi indicano una maggiore efficienza. 



che non ci sono parti meccaniche 
in movimento, i dischi a memoria 
solida consentono di assorbire mol- 
ta corrente in meno rispetto agli 
hard disk odierni. Dote fondamen- 
tale per componenti che dovranno 
operare su portatili che devono ga- 
rantire sempre maggiore autono- 
mia o su dispositivi che dovranno 
comunque contenere i consumi 
energetici. Ed inoltre, le soluzioni 
SSD non producono alcun rumore, 
dunque sono perfette per sistemi 
Media Center da sistemare in sa- 
lotto per non sentire alcun disturbo 
mentre guardiamo la TV, ascoltia- 
mo la nostra musica preferita o guar- 
diamo un film in HD. Naturalmen- 
te, essendo basati su memorie flash 
possono lavorare anche a bassissi- 
me temperature senza problemi e 
resistere agli urti, visto che non ci 
sono parti che rischiano di "conge- 
lare" o di spezzarsi. Così ridurremo 



in maniera drastica il numero di da- 
ti perso per un disco che cade o sem- 
plicemente prende una botta. Infi- 
ne, altro vantaggio e il tempo di ac- 
cesso ai dati ridotto in maniera sen- 
sibile visto che non c'è più bisogno 
che le testine vadano a leggere una 
certa parte dei piatti anziché un'al- 
tra. Sui dischi solidi tutti i dati so- 
no raggiungibili allo stesso tempo 
in qualsiasi parte essi si trovino me- 
morizzati. 

Ma quanto durerà? 

Non è tutto oro quello che luccica 
però; infatti, i dischi a memoria so- 
lida hanno anche qualche difet- 
tuccio da mettere ancora a posto. In 
particolare, quello che crea più pro- 
blemi è che le memorie flash subi- 
scono un notevole deterioramen- 
to nel tempo. Dunque, già dopo un 
anno di uso intensivo i dischi SSD 
attuali iniziano ad avere problemi 



e zone di memoria corrotte. Pro- 
prio per questo ancora questa tec- 
nologia non ha avuto il successo 
sperato. Ma non appena con nuo- 
ve tecniche, come quelle dei nano 
tubi in carbonio per la costruzio- 
ne delle memorie, si risolverà il pro- 
blema della durata e dell' affidabi- 
lità dei dati nel tempo, allora nel 
giro di un anno tutti i PC avranno 
questi dischi al proprio interno. 

Futuro prossimo... 

Le memorie a stato solido sono il 
futuro della memorizzazione per i 
tanti vantaggi che abbiamo visto e 
anche per la semplicità con cui po- 
tremo recuperarne i dati in caso di 
guasto. Dunque, prepariamoci a 
mandare presto i nostri dischi ri- 
gidi in pensione e ad affidare ad 
una di queste "sottilette" SSD tut- 
to il materiale che utilizziamo quo- 
tidianamente sul nostro PC. 




ADATTATORE 

CF2SATA 

Con questo piccolo 
adattatore potremo 
trasformare qualsiasi 
compactflashinun 
disco rigido SATA da 
collegare al nostro PC 
ed usare per il siste- 
ma operativo o con- 
servare i nostri dati. 
■ Quanto costa: 
€79,00 
■Sito Internet: 
www.ebay.it 




TRANSCEND 

CF32GB 

Con una scheda di 
queste dimensioni 
avremo abbastanza 
spazio per creare un 
disco capace di con- 
tenere Vista e qual- 
che software "impor- 
tante". 

■ Quanto costa: 

€75,68 

■ Sito Internet: 

www.ttimeshop.it 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Sistema 



Le estensioni dei file I MOV 



Nati sul Mac, 
cresciuti nel PC 



IL SOFTWARE/ 
LO TROVI SUL I 

2fCD2fDVD\ 

I PDF degli articoli sulle 
estensioni dei file pubblicati nei 
precedenti numeri di Win 
Magazine sono presenti nella 
sezione Sistema. 



Concepito come "contenitore" video su sistemi Apple, il formato 
MOV si è guadagnato anche la fiducia del consorzio MPEG 



Per chi ha un po' di espe- 
rienza con i computer, è 
naturale associare il for- 
mato MOV al software Quick- 
time, il player multimediale 
di casa Apple (www.winma- 
gazine.it/link/193). Nato qua- 
si ventanni fa, MOV ha infat- 
ti accompagnato (e continua 
a farlo) l'esistenza di Quick- 
time e le due tecnologie vivo- 
no ormai in stretta simbiosi, 
approfittando dei rispettivi 
progressi. Come i formati AVI 
o MPEG, anche MOV è "sol- 
tanto" un semplice conteni- 
tore multimediale: al suo in- 
terno possono essere memo- 
rizzate senza problemi una o 
più tracce, ciascuna delle qua- 
li rappresenta uno specifico 
flusso audio, video o anche di 
semplici dati testuali (i sotto- 
titoli dei film, giusto per fare 
un esempio). La codifica dei 
flussi audio /video viene ov- 
viamente delegata a specifi- 



ci codec separati e il formato 
MOV è in grado di gestirne 
parecchi: tra gli standard più 
popolari supportati, giusto 
per citarne alcuni, spiccano 
MPEG-1, MPEG-2, MPEG-4, 
H.264, AAC e JPEG. 

Un ottimo contenitore 

La popolarità di questo for- 
mato va ricercata nuovamente 
nel suo stretto rapporto con 
Quicktime: MOV è infatti par- 
ticolarmente adatto sia per la 
registrazione che per l'editing 
di filmati. E sono proprio que- 
ste sue particolari caratteri- 
stiche che ne hanno decreta- 
to il successo. Va comunque 
ricordato che nonostante il 
player Quicktime e il formato 
MOV siano multipiattaforma, 
essi godono di maggiore po- 
polarità soprattutto sui siste- 
mi Macintosh, dove la casa 
madre Apple non perde oc- 
casione di promuoverne an- 








» ■ -J 




__________ 




H HHB BHB 


1 


Watchrnen 


| |l.00x | 02:13/02:29 



■ Se non vogliamo installare software aggiuntivi possiamo ricorrere al tuttofare VLC 
Media Player, capace di riprodurre anche lo streaming dei file MOV. 



L'integrazione di Quicktime Alternative con il browser è perfetta: il codec i 
stessi componenti di Apple Quicktime e permette di avere risultati identici. 



gli 



cora di più la diffusione. In- 
teressi commerciali a parte, 
il formato si è comunque di- 
mostrato talmente ben strut- 
turato da venir adottato co- 
me standard dal consorzio 
MPEG (un ente autonomo 
che stabilisce, per l'appunto, 
gli standard audio/video) co- 
me base per lo standard 
MPEG-4 Part 14 (la cui esten- 
sione è .mp4): questa paren- 
tela rende facile la conver- 
sione da un formato all'altro 
ed è praticabile da Quickti- 
me, senza dover ricorrere a 
software di terze parti. 

Ideale per 
lo streaming 

Il campo in cui risultano es- 
sere più diffusi i file in for- 
mato .mov è sicuramente quel- 
lo dello streaming on-line di 



contenuti multimediali, so- 
prattutto di trailer cinemato- 
grafici in alta risoluzione (ba- 
sta dare uno sguardo su 
www.winmagazine.it/link/ 192 
per rendersene subito conto). 
La riproduzione di tali flussi 
audio /video può avvenire in 
due modi: tramite il software 
ufficiale Apple (Quicktime), 
oppure mediante player di 
terze parti come Quicktime 
Alternative (www.free-co- 
decs.com/download/quick- 
time_alternative.htm) o VLC 
Media Player (lo puoi trovare 
nell'Interfaccia principale 
del Win CD/DVD-Rom). Que- 
sti ultimi possono rappre- 
sentare la scelta migliore se 
intendiamo ridurre al mini- 
mo il numero di software "in- 
gombranti" installati sul no- 
stro sistema. 



I Win Magazine Febbraio 2008 



Sapevi che... 




^j& Con Vista è possibile cambiare la schermata del boot screen 
per l'accesso al sistema e lare in modo che l'orologio indichi 
l'ora esatta di tre diverse capitali del Mondo 



O ►Windows Vista 



UN AVVIO ALTERNATIVO 

Chi usa Vista conosce il classico boot screen, simile a quello dei suoi 
predecessori. Quello che molti non sanno è che possiamo sostituirlo 
con un altro più accattivante e nascosto all'interno del sistema operativo. 




8 



Immagini nascoste 

Durante il caricamento, Vi- 
sta mostra a video, su sfon- 
do nero, una barra di avan- 
zamento e la scritta Microsoft Cor- 
poration immediatamente sotto. 
Per attivare un boot screen alter- 
nativo, peraltro nascosto dalla Mi- 
crosoft, clicchiamo su Start/Esegui 
e digitiamo msconfg premendo In- 
vio sulla tastiera. 



Piccole modifiche 

f^T\ Verrà caricato il tool Con- 
I 2 I figurazione di sistema 

L_Jche consente di appor- 
tare diverse modifiche al com- 
portamento di Windows. Dal- 
l'interfaccia principale spostia- 
moci sulla scheda Opzioni di 
avvio. Quindi spostiamo la 
nostra attenzione nella parte 
inferiore della schermata, 
Opzioni di avvio. 




.UhtfAndfwta 
niiirin tei»* ùnitnr riHBwMJ «madrina 



| OH | | MwrJtt I [ tata | | ì 




Sarà l'aurora! 

B Spuntiamo l'opzio- 
ne Non avviare in- 
terfaccia grafica, clic- 
chiamo su Applica, infine su 
OK. Chiudiamo tutte le ap- 
plicazioni in esecuzione e 
clicchiamo su Riawia per 
applicare le modifiche. Se 
tutto è stato compiuto a 
dovere, verrà caricato il nuo- 
vo e più gradevole boot 
screen Aurora. 



NON VEDO L'ORA! 

Vista permette di conoscere Torà di sistema quando si passa col mouse 
sull'orologio nella system tray. Non tutti sanno, però, che è possibile 
visualizzare contemporaneamente Torà di tre diverse capitali. 









Barre degli strumenti ► 




Modifica data/ora . 


Personalizza icone di notifica... 


Sovrapponi le finestre 
Mostra le finestre in pila 
Mostra le finestre affiancate 
Mostra desktop 


Gestione attività 


^^^1 Proprietà 


m^njuggs m2s 



Aggiustiamo l'ora 

B Clicchiamo con il tasto 
destro del mouse 
sull'orologio che appa- 
re nella system tray, in basso 
a destra. Dal menu conte- 
stuale selezioniamo quindi 
la voce Modifica data/ora: 
apparirà così a video una 
schermata suddivisa a tab: 
Data e ora, Orologi aggiunti- 
vi e Ora Internet. 



Nuovi orologi 

f^r\ Apriamo la scheda Oro- 
I 2 I l°E? aggiuntivi e mettia- 
\—) mo la spunta alla prima 
opzione, Mostra orologio. Nel- 
la casella a discesa immedia- 
tamente sotto, denominata 
Selezionare il fuso orario, sce- 
gliamone uno diverso da 
quello italiano, ad esempio 
(GMT +2,00) Atene, Bucarest, 
Istanbul. 





fil,,nr. rWl 


Cut»» «*»«>«« ónJMamt 


$fl fluissi ng^rtw wnjtnftnfl di wufaom fffl ■* ifcifuf ML t 
•possibile wuilwwH PKPMlo (*5 fl FKHndb «W» Il >!*«iPt Jltf*Hlfrgte RiH 
hyn din* TppflMSPt* 




V. y.'>Jt™ cratojto 




£dcKh»trita4»»q«i 


( p]Ml * iMifittnt. IftiEtKit, 1***JI 




h^ttt^J[^w^m*= 


On*»*Ai*fit 




. M4«ra*r44*jrt 




>lir>r,»-nl<u2C..>i»ia: 


] (CHT*U([hAmrtu([l*n', Oeilìntt, Btfni. ^Jirni, IhittDlrnt, Vimni *".' 


Ii n ,n^,.-n„„. k ,.:„.l 1!l3 .-, 




j Orassi 


. « 1| Affi*- , | A*» fj 






I » I» lì li 4* 14 

1! 14 I? It H » il 

21 ìì u li X lì 21 

C2» il J Ì ì i 



Che ore sono? 

I^TÌ Nel campo Immette- 
J I re // nome visualizzato 
L— J digitiamo una breve de- 
scrizione, Orario di Atene. Se 

abbiamo terminato, premia- 
mo Applica e poi OK. Se de- 
sideriamo anche un terzo oro- 
logio, ripetiamo il passo pre- 
cedente. Ora passando il mou- 
se sulla system tray vedremo 
i tre diversi fusi orari! 



m Aggiornamenti nascosti 

Con Windows Vista è possibile nascondere a video alcuni degli 
aggiornamenti che Microsoft Update ci mostra e che probabil- 
mente non installeremo mai: è sufficiente cliccare con il tasto de- 
stro del mouse su ognuna di queste voci e selezionare Nascon- 
o dal menu contestuale. 



m Adesso ti iberno io! 

Se in Windows Vista non è più attiva l'opzione che permette di 
spegnere il computer impostandolo sullo stato /-/ibernate, pos- 
siamo provare a dare, dal menu Start/Esegui, il seguente 
comando: poweitfg/hibernate on. Per rendere effettive le 
modifiche, occorrerà riavviare il sistema. 



rlll Chiudi tutto con un clic 

In Windows Vista esiste un metodo alternativo ed efficace per 
chiudere Esplora risorse ed è quello di premere su Starte, tenen- 
do premuti i tasti Ctrl+Shi/t cliccare con il tasto destro del mouse 
in un punto vuoto del menu e scegliere Chiudi esploia risorse dal 
menu contestuale. 



Win Magazine Febbraio 2009 




Grafica Digitale 



Fai da te I Dettagli in Gigapixel 




Dettagli 
in Gigapixel 

^| Dai laboratori Microsoft, il software 
per creare panorami ad alta 
risoluzione, navigabili dal browser 



Tempo i \ 

Si A minuti 



40 minuti 

Difficoltà 

Media 



IL SOFTWARE/ 



LO TROVI SUL \ 

aCD^fDVD 

Image Composite Editor 1.2 e 
HDView li puoi scaricare da 
Win Extra. Nella sezione 
Grafica Digitale trovi invece 
il file d'esempio visualizzabile 
off-line con il browser. 



Cosa ci 
occorre 

Software per 

crearefoto 

panoramiche 

■ La nostra scelta... 

Microsoft Image Composite 
Editor 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: http://research. 
microsoft.com 

Visualizzatore 
di immagini 
panoramiche 

■ La nostra scelta... 

HDView 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: http://research. 
microsoft.com 




Le fotocamere da 10 o 12 megapixel or- 
mai non sono più una rarità. Per- 
mettono di scattare foto ad altissima 
risoluzione con una grande ricchezza di 
dettagli. L'unico inconveniente è che la di- 
mensione dei file è destinata a crescere 
quanto più crescono qualità e megapixel. 
Se poi vogliamo realizzare una foto pano- 
ramica partendo da tre o più scatti, la si- 
tuazione diventa drammatica. I program- 
mi per crearla ci sono, dal classico Pho- 
toshop a quelli specializzati e offerti in do- 
tazione con l'acquisto delle fotocamere: 
però l'immagine finale che producono ha 
un "peso" notevole. Partendo anche solo da 
qualche scatto si ottiene facilmente un fi- 
le di alcune decine di megabyte. 

Tanti scatti, un solo panorama 

La cosa si complica ancor di più se si par- 
te da immagini ad alta risoluzione scatta- 
te con una reflex e archiviate direttamen- 
te in formato TIFF, quindi senza alcuna 
compressione. Il tutto è accettabile se le 
foto sono pensate solo per la visualizza- 
zione sullo schermo del computer, ma di- 
venta ingestibile se invece si vogliono pub- 
blicare su un sito Web per condividerle fa- 
cilmente con gli altri: la pagina verrebbe ral- 
lentata terribilmente, a meno che non si 
ritagli con molta pazienza ogni singola fo- 
to in tanti pezzettini da pubblicare poi sin- 
golarmente. Per fortuna una soluzione a 
tutti questi problemi c'è: con una sempli- 
ce utility freeware è davvero un gioco da 
ragazzi assemblare le foto in un panora- 
ma e quindi salvarle già pronte e ottimiz- 
zate per le pagine Web, con tanto di vi- 
sualizzatore incorporato. Si tratta di ICE, 
un piccolo software Microsoft con il qua- 
le riusciremo in poco tempo a creare il no- 
stro "megapanorama" ad alta o altissima 
qualità! 



Dettagli in Gigapixel I Fai da te 



Grafica Digitale 



Q L'editor per le tue 



II 



Seguendo una semplice procedura guidata, installiamo in pochi minuti il programma Microsoft 
dedicato alla creazione di foto panoramiche anche di grandi dimensioni. 





& Basta un clic 
Eseguiamo il file SetuplCE_x86_1 .2.msi per avviare la proce- 
dura d'installazione dell'editor ICE. Spuntiamo lAgree per ac- 
cettare la licenza e premiamo Next Scegliamo la cartella di destinazione 
del programma e premiamo Next per completare la procedura. 



fT\ Pronti a cominciare 

I 7 I Premiamo Cose per chiudere la finestra di installazione: sia- 
mo pronti per avviare il software Image Composite Editor che 
si trova tra i programmi elencati nel menu Start di Windows. Ora pos- 
siamo scegliere le foto necessarie alla creazione del panorama. 



Componi le immagini 

Semplice e ordinata: così si presenta l'interfaccia principale di Image Composite Editor, 
il tool Microsoft per la creazione di immagini navigabili dal browser. 




CROPEADJUST 



Tramite questi due pulsanti 
si attiva la funzione di ritaglio 
e quella di aggiustamento 
del centro del panorama 
e del tipo di prospettiva 



Rotating Motìon ▼ 



% Crop 

Reset Crop Automatic Crop 



Left: 



Top:|"o~ 



PJghtlo | Bottoni: |o 

Width: Height: 



BARRA STRUMENTI 



Qui si trova il menu per caricare 
e salvare i progetti 



<$ Export 

Format: [ JPEG Image 



Options: Quality: 



- Il 



Pulsante per regolare il fattore 
di ingrandimento 



FINESTRA 
CENTRALE 



0x0 

0.00 kilopixels 



□ Create JPEG tii jmbnail 
100 pixels in lo igest 



Questa è la finestra dove 
viene visualizzato il risultato 
dell'assemblaggio delle 
immagini 



-EHE1 



In questa finestra si imposta la 
dimensione finale del panorama 
definendo il ritaglio 



sa 

Permette di scegliere il formato 
di salvataggio dell'immagine 
e il fattore di scala 



Da qui si sceglie la tipologia 
di fusione delle immagini 



|jj|ffl(B^ 



PICCOLE UTILITY 
CRESCONO 

Per ottimizzare la 
creazione delle nostre 
foto panoramiche, po- 
trebbe essere utile 
scaricare dalla sezio- 
ne Download del sito 
http://research. 
microsoft.com anche 
l'apposito plug-in per 
Photoshop. Terminato 
il download, dovremo 
poi copiare il file al- 
l'interno della cartella 
C:\Programmi\Adobe 
\Adobe Photoshop 
CS3\Plug-lns\lmport- 
Export. Il filtro potrà 
poi essere attivato 
dal menu File/Export 
e permetterà di espor- 
tare una qualsiasi im- 
magine a 8, 16o 32 
bit già ottimizzata, 
suddivisa in tessere e 
corredata del file .xml 
necessario per la vi- 
sualizzazione, oltre 
naturalmente alla pa- 
gina Web di esempio 
già pronta. In questo 
modo potremo otti- 
mizzare le foto diret- 
tamente all'interno 
del programma di gra- 
fica, creare il panora- 
ma e quindi esportar- 
lo nel formato pre- 
scelto senza bisogno 
di utilizzare alcun 
software aggiuntivo. 

OCCHIO ALLO XAP 

Se vogliamo visualiz- 
zare correttamente i 
file generati da ICE, ri- 
cordiamoci sempre di 
mantenere nella stes- 
sa cartella di lavoro 
(che poi pubblichere- 
mo sul nostro sito o 
che archivieremo 
sull'hard disk), la pa- 
gina Web con il conte- 
nuto, il file .xml, la di- 
rectory con le tessere 
che compongono il 
panorama (stìch_ 
fìles) e anche il file 
HDViewSLxap gene- 
rato dal programma, 
che altro non è se non 
il player per la visua- 
lizzazione e la naviga- 
zione delle immagini. 
È utile ricordare che il 
player permette la vi- 
sualizzazione del pa- 
norama anche off-li- 
ne, direttamente dal 
disco rigido. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Grafica Digitale 



Fai da te I Dettagli in Gigapixel 



IIIWS) 



FOTO 
PANORAMICHE 

Quando scattiamo del- 
le foto che poi saranno 
assemblate in un uni- 
co panorama, ricordia- 
moci di seguire alcuni 
semplici accorgimenti. 
Il primo è quello di ef- 
fettuare scatti che si 
sovrappongano di cir- 
ca il 30% per offrire 
dei riferimenti efficaci 
al programma di 
stitch. Il secondo è 
quello di mantenere 
costante l'esposizione 
lavorando, se possibi- 
le, con la macchina fo- 
tografica non in moda- 
lità di scatto automa- 
tica ma in apertura di 
diaframma fissando 
un unico valore di 
apertura. 

FORMATO 
EXTRA-LARGE 

Se il panorama che in- 
tendiamo realizzare è 
davvero molto grande 
e ricco di dettagli, al- 
lora è consigliabile l'u- 
so di un cavalletto 
che, oltre a garantire 
foto non mosse, per- 
mette anche una mag- 
giore precisione nella 
selezione dei diversi 
angoli di inquadratu- 
ra, in modo da coprire 
correttamente tutta 
l'area desiderata. 

INTERESSANTI 
ESPERIMENTI 

Quando siamo in mo- 
dalità Adjust panora- 
ma 's cent te and cur- 
vature in ICE, oltre a 
spostare il centro e la 
curvatura del panora- 
ma, possiamo anche 
intervenire sceglien- 
do, ad esempio, nel 
menu Projection l'op- 
zione Perspective o 
Cylinder (vertical) per 
creare un effetto pa- 
norama avvolgente. 
Usiamo poi Scale per 
rendere più o meno 
leggero il file grafico 
risultante. 



Ma che bel panorama 

Siamo pronti per iniziare il nostro lavoro. Carichiamo le immagini e attendiamo la creazione 
del panorama. Infine, ritagliamo l'area utile e salviamo. 




fX Caccia alla foto 

I <j I Clicchiamo su File/New per iniziare un nuovo progetto. Si 
apre la finestra per la ricerca e la selezione dei file grafici da 
assemblare. Individuiamo le foto che servono, eseguiamo una se- 
lezione multipla con il mouse e il tasto Shift e premiamo Apri. 



^ Una lente utile 

<* Al termine del processo di composizione del panorama, il ri- 
\^y sultato viene visualizzato nella finestra centrale. Per control- 
lare la qualità dell'immagine basta regolare il fattore di zoom con il 
pulsante contrassegnato dalla lente d'ingrandimento in alto a destra. 



1 t ÌPS_ 


tt 1 


■**T 


IH 








Perspective 








/ 


Cylinder [horizontal) 






Cylinder [vertical) 
Sp nere [horizontal) 
Sphere [vertical) 


























^ Piccoli aggiustamenti 

2 In Stitch lasciamo impostata l'opzione Rotating Motion e 
sfruttiamo il pulsante Adjust panorama center and curvature 
che si trova in alto a sinistra per regolare il centro e la curvatura del- 
la foto. Nel menu Projection usiamo Cylinder (horizontal). 



Spostiamo e ruotiamo 
Usiamo il mouse per spostare l'immagine e impostarne il 
centro trascinando il cursore in orizzontale. Trascinando in 
verticale ne cambiamo la curvatura. Per ruotarla posizioniamoci ai bor- 
di e aspettiamo che il cursore diventi una freccia curva. 




pì Ritagli manuali 

lei Terminati gli aggiustamenti, premiamo Apply. Con Automa- 
tic Crop viene ritagliata la maggiore area utile possibile. Se ri- 
teniamo che così vengano tralasciati dettagli importanti, clicchiamo 
Reset Crop e utilizziamo il mouse per definire l'area precisa. 



@ Progetti salvati 
Quando siamo soddisfatti del risultato, salviamo il progetto con 
il comando Save as del menu File. Per salvare una copia del- 
l'immagine anche in formato grafico classico, come JPEG o TIFF; sce- 
gliamo in Format il tipo di file e quindi clicchiamo su Export. 



FVWìn Magazine Febbraio 2009 



Dettagli in Gigapixel I Fai da te 



Grafica Digitale f^ 



Foto fatte a pezzi 

Salviamo il panorama in un formato adatto per la pubblicazione sul Web. ICE creerà la pagina 
con player e file .xml necessario. La foto sarà spezzettata in tessere per facilitarne la lettura. 




% Crop 




Reset Croo 


Automatic Croo 


Left: 34 


Top: 350 


Right: 6154 


Bottom: 1494 


«Uh 6120 


Height: 1144 



gj* Export 



zi Export... 



Format: [jPEG Image 



Scale: [ 50.0% 



□ Create JPEG thumbnail 



tating motion. Projection: horizonte -:. nder. ititched 9 of 9 images. Spans 162, - : horizontally, 42.3 vertically. 



g\ A pieno schermo 
Se vogliamo utilizzare il panorama in una pagina Web dob- 
biamo salvarlo in un formato apposito. In Format scegliamo 
allora Deep ZoomTileset. Clicchiamo Options per settare Full screen 
e Quality a 80%. Lasciamo impostata l'apertura del browser al termi- 
ne del salvataggio. 











|| S C:\Users\Cris\Desktop\synth_giard 


ni\giardini.xm.html T 


'T « l L 






1 P\ 


T T 


1 ■$ Deep Zoom 


e 




This page requires Silverlight 2. 




Installa ® 
J* Microsoft'Silverlighr 







É Una luca argentea 
I Al termine viene caricata automaticamente la pagina Web con 
il panorama e ci verrà chiesto di installare un plug-in per il brow- 
ser, necessario alla visualizzazione dell'immagine e la navigazione: 
Microsoft Si Iverlight 2. Clicchiamo perciò il pulsante Installa. 




È Più o meno grande? 
Finita l'installazione, si apre la pagina HTML con il panorama e 
la semplice interfaccia del visualizzatore. Usando i pulsanti + e 
-, in alto sulla sinistra, possiamo variare il fattore di ingrandimento del- 
l'immagine fino a raggiungere la visione ottimale del dettaglio. 




{X Tanti piccoli file 

I 7 I Diamo OK e, successivamente, in Scale impostiamo 50%. Pre- 
miamo infine Export per impostare nome e destinazione. Ver- 
ranno così creati i file necessari alla visualizzazione, ovvero le tessere 
che compongono il panorama, il file .xml e la pagina .html con inte- 
grato il visualizzatore. 



• • 



. . v* £ DetpZoxn 



T*5 page r«|LJirw Si grugni z 




Instali» Silverlight l 



u accatti il 

accatta aiiccm-afl sa^wight. 






f^\ Esecuzioni automatiche 

I jl I In Internet Explorer dovremo consentire l'esecuzione di Silver- 
light l.O.exe e poi di Silverlight Control Installer 2, premendo 
per due volte il pulsante Esegui nelle schermate che appaiono. Infine 
clicchiamo Installa per procedere all'installazione vera e propria. 



pi Panorami mobili 

I • I Se vogliamo spostarci all'interno del panorama dobbiamo sem- 
plicemente premere e trascinare il mouse sull'immagine. Per ri- 
portare la dimensione della foto a quella iniziale della pagina, pre- 
miamo il pulsante in alto a sinistra contrassegnato da un quadrato. 



^^^^ 



HDVIEW 
OHDVIEWSL 

L'esportazione nel for- 
mato Deep Zoom Tile- 
set, adatta alla pubbli- 
cazione del panorama 
sul Web, prevede l'in- 
stallazione del plug-in 
Silverlight 2. Se invece 
scegliamo di creare 
una panoramica 
HDViewTileset, allora 
si rende necessario il 
plug-in HDView. Anche 
in questo caso basta 
avviare la pagina 
HTML di esempio crea- 
ta da ICE affinché ven- 
ga automaticamente 
richiesta l'installazio- 
ne del plug-in. Dovre- 
mo premere il pulsante 
Installa e seguire la 
procedura simile a 
quella già descritta. Il 
visualizzatore della pa- 
noramica è leggermen- 
te diverso. In alto a de- 
stra si trovano i con- 
trolli per lo spostamen- 
to, la luminosità e il ti- 
po di obiettivo, norma- 
le o fìsh-eye. Per in- 
grandire basta cliccare 
sulla foto con il mouse. 

IMMAGINI DI 
TUTTI I COLORI 

Se abbiamo realizzato 
scatti JPEG per la crea- 
zione di una foto HDR 
(High Dinamic Range, 
si tratta di una tecnica 
che mette assieme più 
scatti dello stesso sog- 
getto con diversa espo- 
sizione per prendere 
da ognuno i colori mi- 
gliori), carichiamoli in 
un nuovo progetto di 
ICE scegliendo come 
modalità di stitch Pla- 
nar Motion anziché Ro- 
tatlon Motion adatta 
ad una panoramica 
normale. In questo mo- 
do le foto verranno so- 
stanzialmente sovrap- 
poste. Esportiamo 
quindi il risultato come 
HDViewTileset. Quan- 
do lo visualizziamo con 
il player HDView inter- 
veniamo sulla regola- 
zione dei toni cliccan- 
do l'opzione in alto a 
destra contrassegnata 
da una retta. In moda- 
lità Retta obliqua, e 
meglio ancora curva, 
vedremo l'immagine 
più ricca di dettagli. 



Win Magazine Febbraio 2009I 



Grafica Digitale 



Software I lllustrator 



Trasforma il simpatico asinelio del P2P simbolo di eMule, 
in una originale maschera carnevalesca. Si fa così 

A Carnevale ogni 
lllustrator vale 



Uomo Ragno, Pulcinella, Ar- 
lecchino... Che maschera sce- 
gliere per Carnevale? Se sei 
stufo dei soliti personaggi, prova a tra- 
sformare un disegno originale in 
una maschera. Noi, ad esempio, ti 
suggeriamo il buffo asinelio sim- 



bolo di eMule, il famoso software di 
file sharing. Se il formato grafico del 
file non è vettoriale non devi preoc- 
cuparti. Utilizza Adobe lllustrator e 
sfrutta le funzioni di vettorializza- 
zione per ottenere da un'immagine 
bitmap un insieme di curve più fa- 



cilmente ingrandibile senza perdi- 
ta di qualità. Una volta scalato alle di- 
mensioni di un foglio A4, non resta 
che stamparlo a colori su cartonci- 
no, ritagliare i fori per gli occhi e in- 
dossare la tua personalissima ma- 
schera di Carnevale! 



rr*. 

V rì 
3.T. 
V-l 
SS. 
"*. 

?.* 

^. 
•x\ 

2 




— F "1 




1 " 






H-J 




■>n ru 








ter* llMHU-l 




1 « 


-«Mr| ■■• 


J 


Un* 


)«*■■■■ 

Ht<r* \-^..-J;; 
•xu-J 












| i~ 







fl. , .- ... ...:- .. 


u**M* ".ii-j r.i*»-H' 9*™ wt u *_M | 1* ft*M | "-■ 


** ! "* | ■<-'< [+ i* "r 1—*-- 


r 






Ì.T, 
// 

J 




















*^ |n»HH#ind^ _»J 


I *« I 




TlmrrYp 








r 


iMpNft | 


PAmh 
V 

• *-.■» 


y _ 










UUi 


*»** *■"■■*- iJ **" i"—»'— jd 











Il formato giusto 

a Avviamo lllustrator e selezioniamo Pr/'nt Doa/ment In New Do- 

Ia/ment impostiamo A4 in Size e scegliamo l'orizzontale co- 
me Orientation. Premiamo OK e usiamo File/Place per importare 
il file emule.png, presente nella sezione Grafica Digitale. 



Occhio ali anteprima 

^ Con il Se/ect/'on Tool selezioniamo l'elemento. Nel menu 

2 scegliamo Object/Live Trace/Tracing Options per vetto ria liz- 
zare la foto. Per un buon risultato, nel menu Preseti in alto 
selezioniamo Photo High Fidelity. Attiviamo il Preview per controllare. 




^ d323 — H - 3 — Qfi — □ ■■ 




Tempo f «_\ 

45 minuti 

Difficoltà 

Media 



IL SOFTWARE /\ 



LO TROVI SUL 1 
EfCD£fDVD V 

I file d'esempio sono presenti 
nella sezione Grafica Digitale, 
lllustrator lo trovi su Win Extra 



dHM2) 



OCCHI GRANDI, 
OCCHI NERI 

Quando crei i fori per 
gli occhi, puoi rita- 
gliare tutta la parte 
interna, oppure la- 
sciare la pupilla nera 
con una piccola parte 
di bianco in modo da 
rendere il personag- 
gio più completo. Se 
hai intenzione di la- 
sciare la pupilla, rin- 
forza il nero nel dise- 
gno sovrapponendo a 
quelle esistenti due 
ellissi nere usando 
VEIlipse tool. Se vuoi 
rendere più omogenei 
i colori, invece, rinfor- 
za l'effetto Blur usan- 
do un fattore Radius a 
7. Ricordati infine di 
creare due piccoli fori 
laterali per far passa- 
re un filo o un elastico 
che ti permetteranno 
di indossare la ma- 
schera. 



pi 


- 1 

7' 



Trasformazione in atto! 

^ Premiamo Trace, proseguiamo scegliendo 

3 0bject/Expand, attiviamo Object e Fili e dia- 
mo OK. Usiamo lo strumento Erase per eli- 
minare il corpo. Con il Pen Tool e un colore di secondo 
piano grigio ripassiamo il contorno impostando 
Stroke a 4 nella barra contestuale. 



Contorni sfocati 

^ Adesso selezioniamo l'oggetto con il Selection 
£. tool e sfruttiamo Effect/Blur/Gaussian Blur 

impostando Radius a 0,4 per sfocare leg- 
germente e omogeneizzare i colori. Mantenendo la 
selezione, ingrandiamo l'oggetto portandolo alla di- 
mensione del foglio A4. 




Stampa, ritaglia e indossa 



^ Diamo il comando File/Print per la stampa. 

5 Attiviamo Fit to page e scegliamo la stam- 
pante. Per regolazioni di carta e qualità usia- 
mo Setup e Preferences. Al termine diamo Print. Ri- 
tagliamo i contorni e i fori per gli occhi: la masche- 
ra è pronta per essere indossata. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Sapevi che... 



Grafica Digitale 




4É Realizziamo una decorazione con effetto tridimensionale 
usando gli effetti di Photoshop. Con The Gimp creiamo cerchi 
e quadrati tramite le selezioni e gli strumenti per la loro 
distorsione 



► Photoshop CS3 



CAMPANE A FESTA 

In occasione di una festa possiamo realizzare con il PC delle decorazioni da 
ritagliare e appendere. Partendo da una clipart in bianco e nero possiamo ad 
esempio ottenere un risultato tridimensionale con gli effetti di Photoshop. 



Rosso, giallo e verde 

SCon File/Open importia- 
mo il nostro disegno e con 
il MagicWandTool sele- 
zioniamo le diverse aree 
dell'oggetto. Facciamo doppio 
clic sul riquadro del colore di pri- 
mo piano e scegliamo nello spet- 
tro quello preferito. Noi usiamo 
rosso, blu e rosa e li applichiamo 
con il Paint BucketTool. 




Oro satinato 

CT^AIIa parte gialla appli- 
1 2 I chiamo Fiker/Noise/Add 
^^Noise, impostando 
Uniform, Amount a 12,5 e 
Monochromatic Aggiungia- 
mo F'kerlBrush Strokes/Angled 
Strokes, eseguiamo un co- 
pia/incolla della selezione per 
ottenere un altro livello di la- 
vora e richiamiamo Layerlbayer 
Style/Blending Options. 



i 

I i . 


H F 

L 

■i 


«r 

-> H B IL U ri i 



r Drop Shadow 
17 Inner Shadow 
r Outer Glow 
V Inner Glow 
r B4..4I and Enibo:: 

T Contour 

I - Testure 
F Satin 

[~ Color Overlay 
P Gradient Overlay 
P Pattern Overlay 
r Stroke 



~3 



— Advanced Ble 

Fili Opacity 
Channels 
Knockou 


__^! % 


|7 R |7 G |7 E 

JNone _^J 

| Elend Interior Effecfe as Group 
</ Biend Clipped Layers as Group 
¥ Transparency Shapes Layer 

f~ Layer Mask Hides Effects 
Vector Mask Hides Effects 



- Elend If: | Griy 


zi 






2SE 




This Layer: 




Underlying Layer: 




2SE 


LU 


A 






LU 



Tutto sui livelli 

S Attiviamo OuterG/ow, 
/nner G/ow, Beve/ and 
Emboss e diamo O/C 
Selezioniamo la parte rossa 
e nelle Blending Options at- 
tiviamo Drop Shadow, Inner 
Shadow, Beve! and Emboss e 
Color Overlay. Per la parte 
verde impostiamo Opacity a 
43 e applichiamo Inner Sha- 
dow e Satin, sempre nelle 
Blending Options. 



H> The Gimp 

FIGURE SEMPLICI 



IL SOFTWARE QCD W 
LO TROVI SUL 2fDVD V ' 



Gimp offre molte opzioni per il fotoritocco evoluto, ma non sembra avere stru- 
menti per la creazione di figure primitive come cerchi o quadrati. Sfruttando le 
selezioni e le opzioni per la distorsione rimediamo a questa mancanza. 



* tb p a e a - r 
e ^/ o j£ x a 

* 4 & & * 



f" ftfcKS |R*ùrta dp 



_ ^^~ 



~ii&r 



'JnMMjjii 



*-■-■■ f- ■■■-■■■- H>i -■■■-■■ W'i ■■■■■ ■ 



P ~q 

b d 



Enr 



Selezioni rettangolari 

S Clicchiamo File/Nuovo 
e nel pannello di con- 
trollo poniamo 800 in 
Larghezza e Altezza. Nella 
barra strumenti prendiamo la 
Se/ez/one Rettangolare. Trac- 
ciamo sul foglio un quadrato 
200x200. Per avere la di- 
mensione esatta aiutiamoci 
inserendo i valori precisi nel- 
la barra contestuale. 



Quadrato rosso 

f^r\ Prendiamo lo strumen- 
I 2 l t0 Riempimento, clic- 
L_J chiamo sul colore di pri- 
mo piano, impostiamo un ros- 
so e riempiamo. Creiamo un 
altro rettangolo di selezione 
200x100 sopra il precedente. 
Scegliamo lo strumento Pro- 
spettiva e col mouse distor- 
ciamo la selezione. Diamo Tra- 
sforma per applicare. 





»- I — I^B »* I 



Lancia il dado 

f~^ Riempiamo con un 
I 5 I rosso Più scuro - Creia- 
l_J mo un'altra selezio- 
ne per il terzo lato visibile e 
sempre con Prospettiva di- 
storciamola per poi riempir- 
la con un rosso più chiaro. 
Con la Selezione Ellittica 
creiamo dei cerchi 40x40 e 
posizioniamoli, distorcen- 
doli con Scala (dove serve). 



ra Pannelli sotto controllo 

Se abbiamo la necessità di visualizzare diversi pannelli come li- 
velli, gradienti e colori in The Gimp, possiamo riunirli in un'unica sche- 
da, per comodità. In un qualsiasi pannello basta cliccare con il 
mouse la freccetta del menu rapido e scegliere in Aggiungi sche- 
da la voce desiderata. 



H Colori personali 

Tramite il menu Modifica IP referenze di The Gimp possiamo ren- 
dere i profili colore di monitor e stampa più adeguati alle nostre 
esigenze. Nel pannello Preferenze clicchiamo Gestione colore nel- 
la lista a sinistra, impostiamo i profili e scegliamo se attivare l'avviso 
di fuori gamma. 



S Contorni precisi 

Quando utilizziamo il Polygonal Lazo in Photoshop per realizzare 
una selezione, tenendo premuto il tasto Shift otteniamo delle linee 
perfette con angoli variabili in intervalli di 30°. Qualsiasi strumen- 
to utilizziamo, tenendo premuto il tasto Ctrl lo trasformiamo nel 
Move Tool. 



Win Magazine Febbraio 2009 





)itoext_hte*ìt3ri.hlifl 
Wireless DG 



file H&drfka MiwaliHa Temale Schedi 



^Ua-desktop:-s sudo *t-g*t instali MS- Cutter 

itaro "mt-oet autoremove" per rUKMWerU; 
[le^en?! Potetti NUOVI (NEW» saranno installati. 

, SSJSSTl installati, « riderà « 9 non agnati. 

ft tln attesa degli headerlU 






\ 



Fai da te I Linux e Wi-Fi, è pace fatta 



xeWi-Fi, 
pace fatta 

Come far funzionare la scheda 
di rete wireless sul Pinguino... 
usando anche i driver Windows! 



Tempo § \ 

Ct\ minuti 



60 minuti 

Difficoltà 

Alta 



I SOFTWARE/ 



WIN EXTRA \ 



* 



Scarica subito la 

versione 8.10 della distribuzione 

Kubuntu Linux 



Cosa ci 
occorre 

Distribuzione 
Linux 

■ La nostra scelta... 

Kubuntu Linux 8.10 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.kubuntu.org 




LEGGI 
ANCHE. 



Sul numero 121 di Win, 
a pagina 158, abbiamo 
pubblicato un articolo 
che spiega come instal- 
lare la versione 8.10 di 
Kubuntu. 




Dopo aver visto come installare sul no- 
stro computer la distribuzione Ku- 
buntu (Win Magazine 121, pagina 
158), è ora arrivato il momento di sfatare 
un tabù che attanaglia da sempre chi si av- 
vicina per la prima volta all'universo Linux: 
configurare la scheda Wi-Fi per navigare 
sulla Grande Rete senza fili e in assoluta 
comodità. Un'operazione tutt' altro che dif- 
ficile. Anzi, ormai è diventato davvero un 
gioco da ragazzi. Certo, fino a qualche an- 
no fa la situazione del supporto alle peri- 
feriche Wi-Fi sul sistema operativo del Pin- 
guino era a dir poco complicata; ma oggi 
possiamo veramente configurare tutte le 
schede di rete in assoluta semplicità, con 
pochi clic del mouse. E nella maggior par- 
te dei casi non occorre più neanche acce- 
dere alla console, quella misteriosa riga di 
comando che spaventa così tanto gli uten- 
ti alle prime armi provenienti da altri si- 
stemi operativi e che fa sembrare Linux un 
ambiente per soli smanettoni. 

Tutto quello che serve 

In buona sostanza, vogliamo collegarci al- 
la rete wireless casalinga per scorrazzare 
sul Web anche con la nostra nuova Ku- 
buntu. Per fare ciò abbiamo innanzitutto 
bisogno di un router Wi-Fi, da utilizzare 
come access point per la rete locale senza 
fili, di un portatile o di un normale PC con 
scheda di rete Wi-Fi e di un pizzico di pa- 
zienza. Per il resto basterà seguire una sem- 
plice procedura per configurare al meglio 
sia il router sia il nostro nuovo sistema ope- 
rativo. Nell'articolo abbiamo utilizzato un 
router Netgear e una scheda di rete Broad- 
com integrata su un portatile Acer Aspire, 
ma i passi possono essere adattati senza 
problemi a qualsiasi altro dispositivo per la 
connessione a Internet. Buona navigazio- 
ne a tutti! 




Linux e Wi-Fi, e pace fatta I Fai da te 



Linux 



Q Accesso alla rete senza fili 

Accertiamoci di aver collegato il router Wi-Fi all'alimentazione e al doppino telefònico mediante il connettore ADSL. 
Non ci resta quindi che passare alle impostazioni wireless del nostro access point. 







'«—"«*■' 


™'«-*. «M 


*""""»:_ a «* yr"^*r.*f »_ 




ItUMIHI 
IJIP+I» 


*~*—'*~ 








mmum 


Ut i** s i 


— i»^iÉÌÌIJ 


rzr*™ 


ITÉtii 


Akìi 



f^ Alla scoperta del router 



Accediamo all'area di amministrazione del router portandoci sul menu 
\^J di avvio di KDE. Da qui selezioniamo la scheda Applicazioni e poi 
Internet. Avviamo il browser Web Konqueror, digitiamo http://1 92.1 68.0.1 

nella barra degli indirizzi e inseriamo le credenziali d'accesso. 























* 


p< ii ii 


«urno ini" 










imnnn 


(ÌK!I»*I'[ 






UMUKMM 




M !,!.»*#£* 2* 




UHKHHM »l*tf***ii* 




IWUKIHI K'I'iKKK 




UfcJCKMrta ""»')»!' 






UHNMCMM 




*M JLPK MM 


mm 
























— _" 1* 1 


m*L 
















' " 





^■p^p-.^^*^, un^^jf-^—rpip 






nKiP HH .Hm 



& Tutti in stazione! 
Clicchiamo su Imposta elenco accessi. Nel box Stazioni wireless dispo- 
nibili dovrebbe comparire il nome della periferica e l'indirizzo Mac della 
nostra scheda di rete. Selezioniamolo e clicchiamo poi su Aggiungi per inse- 
rirla nella lista delle stazioni wireless attendibili. 




^ Questione di impostazioni 

^ Dal menu di destra selezioniamo la voce Impostazioni wireless. Nella 
^ nuova finestra dobbiamo inserire il nome della rete (SSID), la Regione, 

il Canale e la Modalità (g&bo n). Scegliamo anche il tipo di protezione della 

rete spuntando WPA-PSK e la relativa chiave di accesso. 



1 File Modifica Visualizza 


Terminale 


Schede Aiuto 








vciaglia@vcia 


glia 


desktop 


:~s ping -e ! 


i 192.168.0.1 






PING 192.168. 


0.1 ( 


192.163 


.0.1) 56(84} 


bytes of dat< 


i . 




64 bytes from 


192 


168.0.1 


: iemp seq=l 


ttl=255 time: 


=0 


703 ms 


64 bytes from 


192 


168.0.1 


: iemp seq=2 


ttl=255 time= 


=0 


740 ms 


64 bytes from 


192 


168.0.1 


: iemp seq=3 


ttl-255 time= 


=0 


752 ms 


64 bytes from 


192 


168.0.1 


: iemp seq=4 


ttl=255 time= 


=0 


745 ms 


64 bytes from 


192 


168.0.1 


: icmp_seq=5 


ttl=255 time= 


=0 


740 ms 


--- 192.168.0 


.1 ping statistics — 








5 packets tra 


nsmitted, 5 


received, 0% 


packet loss, 


t] 


Lme 4001ms 


rtt min/avg/m 


ax/mc 


ev = 0. 


703/0.736/0.' 


752/O.017 ms 






vciaglia@vcia 


glia- 


desktop 


:-*D 









p La prova del 9 

g. Portiamoci sul menu di avvio K. Dalla scheda Applicazioni e dal sottomenu 
Sistema selezioniamo la voce Terminale. Da riga di comando digitiamo ping 
-e 5 192.168.0.1. Se l'output del comando non restituisce errori, siamo pronti a 
sfrecciare in Rete con la nostra Kubuntu. 



¥¥ 



Il Wì- Fi in Linux entra dalle "Finestre 

Con un paio di comandi impartiti dalla Konsole, possiamo configurare praticamente ogni modello di adattatore di rete 
Wi-Fi sul Pinguino, sfruttando i driver di Windows. Ecco come fare. 



Ndiswrapper è considerato da molti l'unico stoumento in 
grado di risolvere ogni problema con il wireless sotto 
Linux. Infetti, una grossa percentuale di adattatori di 
rete che non vengono riconosduti automaticamente dal Pin- 
guino, possono essere configurati utilizzando proprio questo 
tool. Il programma non fe altro che sfamare i driver di Win- 
dows, quegli strani file./nf che si trovano nelle cartelle 
di configurazione di ogni dispositivo. Se la nostra sche- 
da di rete non è stata ancora riconosciuta, installia- 
mo Ndiswrapper col gestore dei pacchetti Adept (av- 
viatole dal menu KlApplicazionilAddIRemove Soft- 
ware). Una volta installato, procuriamoci i driver Win- 
dows del nostro adattatore di rete e apriamo il Ter- 



minale (KlApplicazionilSistema). Portiamoci nella di- 
rectory in cui abbiamo copiato i file .inf con il coman- 
do ed Ihomelutentelnomedirectory e diamo su- 
do ndiswrapper -i nomedriver.inf. Se non viene 
stampato a video nessun errore, diamo sudo mod- 
probe ndiswrapper. Ora apriamo Knetworkmanager 
e testiamo la presenza di una connessione Wi-Fi (ve- 
di Macropasso B). Tutto dovrebbe procedere per il 
meglio. Non resta che caricare il modulo ndiswrap- 
per per avviarlo automaticamente a ogni riavvio di 
sistema. Il comando da usare è sudo sh -e "ecfio 
ndiswrapper » letclmodules" Premiamo /nw'o e 
il gioco è fatto! 






3 ,*ph.r* ritintami fo* nj1„wjàpp« Im «9*1*01 (f HM«( Wfl drilli 

»n«< M.4-1 « mMUr hck*g« a nwtwed by éjOunrts fa™ CMtywi 
Lnitii ff* pjckiqi 



■ Per configurare anche sotto Linux le schede di rete 
che non vengono riconosciute, è sufficiente installare 
ndiswrapper e utilizzare i driver Windows. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Linux 



Fai da te I Linux e Wi-Fi, è pace fatta 



1| segnale viaggia nell'etere 

Grazie all'utile strumento integrato in KDE, KNetworkManager, possiamo configurare qualsiasi tipo di rete: 

dial-up, cablata o wireless. La procedura viene eseguita in poche mosse e senza dover ricorrere alla riga di comando. 




&H rr-ùdnrnir ìhrf rmur.tf QintQ r.i|rpr«*T.tj un cncf-c 

\^^m p*T lui 111I p ptrc hr (ai. i!np:xiftMl KtJiii^niw p*r I 
[pi di computer «6*i dal pttflkitttì* * pc-ct- £ q!i 
jggcrn jrawiti -di unir»;» jiw tifi dniwr dQMidand 



wtr. grado ÉfirfWg }*rt a m^itfV* apitfll 



O Ehw^nific! «p*» pfopiMbrlAVWD 



ttrmiififlm 0+3 ninfali drfrtf 

• *f ifiralj d.irjh wilpgjilcrl di Ubtintu 




E Prima di tutto i driver 
Dal menu /(apriamo la scheda Applicazioni 
e da Internet avviamo il Gestore di Rete. Vi- 
cino all'orologio di sistema dovrebbe comparire 
l'icona di rete a forma di mappamondo. Clicchiamoci 
su: se vediamo qualche connessione disponibile, 
la scheda di rete è stata riconosciuta! 



I 






et ho 

No carrier 

wlanO 



J New connection „, 
^ Deattivate connection.^ 
rp Configura Notìfications 

h Ed it Connection 5 



E5CÌ 



Ctrf+Q 



pj Nessuna rete! E ora? 

I y I Se, come nel caso della scheda di rete Broad- 
com 4318 utilizzata nell'articolo, non è disponibile 
alcuna connessione, i driver non sono stati ricono- 
sciuti. Avviamo allora il Terminale da KlApplicazionil 
Sistema e diamo il comando sudo apt-get instali b43- 
fwcutter per installarli. 



CanritHiom 



WUvr Vùlt ur i S+c**y - 



JilL 



- Chiaro C5"dMja- 



, Stmr*a f, S iuf J | y S0q [O fri nulla 



Ow«l* dr**r t *tt«*t, * ithtfmntt Ih . [ f Q^tnf^T] 



p| I driver sono proprietari 

3 Dal menu K, portiamoci sulla scheda Applicazioni 
e successivamente avviamo Driver Hardwa- 
re. Inseriamo la password del nostro account e se- 
lezioniamo la voce Broadcom B43 wireless driver, 
premendo su Attiva per abilitare il driver proprieta- 
rio. Riavviamo infine il sistema. 



| C uniteti ani 


T « 












I 


I 


I 


I 


I 





V Or* '} £erm«t*J*vt |ÌV £*1 IQ fr»ul| 



E Finalmente connessi 
Dopo il riavvio, KNetworkManager riesce fi- 
nalmente a rilevare la scheda di rete in quan- 
to riusciamo a leggere il nome della rete wireless 
(ESS/D) dal menu contestuale che appare cliccan- 
do sull'icona del gestore di rete. Dallo stesso menu 
premiamo New Connection e poi WlanO. 



Q Proteggiamoci al meglio 

_ Nella nuova finestra che appare non dob- 
V^r* biamo far altro che scegliere la rete a cui vo- 
gliamo collegarci. Premiamo su Next. Scegliamo 
WPA Personale come tipo di protezione e inseriamo 
la chiave di rete. Clicchiamo ancora su Next: ci toc- 
cherà ora configurare gli indirizzi di rete. 



/^ Meglio statico o dinamico? 

^ La risposta è: dipende. Usando la configura- 
O zione manuale possiamo specificare un indirizzo 
IP statico per la nostra connessione e il DNS 
(192.168.0.1) per velocizzare la connessione au- 
tomatica in fase di avvio. Per semplificare le cose, 
lasciamo tutto com'è e clicchiamo Next. 



>^j. Connection s 
New Connection 



Connection Marne: |flor3H4| 
Autoconnect: |XÌ 



ir ^~ 



E Oliai è il suo nome? 
Nell'ultimo passo della procedura di configurazione, scegliamo il nome 
della nostra connessione senza fili. In maniera opzionale possiamo sce- 
gliere se collegarci automaticamente a questa rete in fase di avvio o riconfigu- 
rare ogni volta il tutto. Basta spuntare la casella Autoconnect. 




^ Finalmente si naviga 

o Clicchiamo su Connect & Save per salvare le impostazioni e colle- 
garci immediatamente alla rete Wi-Fi domestica. Se tutto è andato 
a buon fine dovrebbe comparire l'icona con l'indicatore di potenza. Bene, 
a questo punto non resta che aprire Konqueror e iniziare a navigare. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



e motori, 
e dolori? 

Diventa campione nelle corse 
clandestine. Bolidi da strada, soldi 
e tanta adrenalina ti aspettano! 








Tempo f «J 

30 minuti 

Difficoltà 

Media 



IL GIOCO. 



LO TROVI SUL > 

DCD0DVD 

Xpand Rally Xtreme è presente 
nell'Interfaccia Principale delle 
versioni di Win Magazine PLUS, 
DVD, DVD Plus e GOLD 



Cosa ci 
occorre 

Simulatore 
di guida 

■ La nostra scelta... 

Street RacingSyndicate 

Quanto costa: Il gioco 
è gratuito per i lettori 
di Win Magazine Plus, DVD, 
DVD-Plus, Gold 

Sito Internet: 

www.eutechnyx.com 

Requisiti Minimi: Windows 
2000/XP/Vista,CPUdal 
GHz, scheda video 3D con 64 
MB e supporto DX9, 512MB 
di RAM, 2 GB di spazio su di- 
sco 





Se le derapate sono il tuo pane quo- 
tidiano e se ami fare qualche scom- 
messa azzardata, allora il mondo del- 
le corse clandestine ti calza proprio a pen- 
nello. Non devi fare altro che costruire il 
tuo bolide ricoperto di neon, cromature e 
fiamme aerografate sulla carrozzeria e im- 
pegnarti al massimo per diventare il mi- 
glior pilota in circolazione. Il NOS, comu- 
nemente detto anche protossido di Azo- 
to, sarà il tuo compagno di avventure, per 
ottenere accelerazioni mozzafiato. Se sa- 
prai guadagnarti il rispetto delle altre ban- 
de presto sarai ricco, con un parco mac- 
chine invidiabile e circondato da ragazze 
mozzafiato! Ma tieniti pronto alla fuga! 
Questo tipo di competizioni non sono ben 
viste dalla legge: la polizia sarà sempre vi- 
gile e non vedrà Torà di farti passare qual- 
che nottata al fresco. 




Arruoliamoci in una crew 

^ Avviamo il gioco da Start/Programmi/Street Ra- 

Icing Syndicate/Play Street Racing Syndicate. Al- 
la prima schermata scegliamo New Profik: al 
prossimo avvio potremo ricaricare il profilo con Load 
Profìle. Digitiamo uno pseudonimo e proseguiamo con 
Invio. In Options/Video configuriamo la risoluzione a 
1024x768. 



Questa si che è tosta! 

^ Il primo passo consiste nel fare un salto dal con- 

2 cessionario per la scelta dell'automobile: con il 
procedere del gioco accumuleremo i soldi ne- 
cessari per acquistare vere supercar. Per ora acconten- 
tiamoci di una Subaru Impreza, non molto veloce ma 
con una buona tenuta di strada. Premiamo Invio, spo- 
stiamoci sul colore preferito e confermiamo con Invio. 



A caccia di sfidanti 

^ Una volta in strada possiamo decidere come 

3 procedere. Lo scopo del gioco è ottenere la mac- 
china migliore, nonché il rispetto delle altre ban- 
de e delle ragazze. Per farlo andiamo alla ricerca di sfi- 
de con altri piloti, o eventi organizzati: il punto sulla map- 
pa segnala il prossimo evento consigliato (sono anche 
indicati da frecce colorate sulla strada). 



Dove ho lasciato il GPS? 

^ Per individuare gli eventi possiamo utilizzare la 

4 mappa della città (IH). Da qui possiamo salta- 
re direttamente ad un punto preciso; ad esem- 
pio possiamo selezionare dalla lista il nostro garage, 
dove potremo modificare o riparare l'auto: clicchiamo 
Invio per confermare e la BARRA SPAZIATRICE per te- 
letrasportarci. 




Facciamo i tamarri 

^ Nel garage abbiamo tutto ciò che serve per ren- 

5dere unica la nostra Subaru; l'unico limite sono i 
soldi, ma potremo guadagnarne altri vincendo 
gare e scommettendo. Nel garage scegliamo il migliora- 
mento che desideriamo, la marca ed il pezzo. All'inizio 
lasciamo perdere le migliorie estetiche, compriamo piut- 
tosto le bombole di NOS. 



Ecco la prima gara 

^ Individuiamo un evento sulla mappa ed en- 

6triamoci. Possiamo scegliere fra tre Serie, ognu- 
na delle quali offre un premio più alto (ma per 
accedervi dovremo avere sufficiente denaro e punti 
rispetto). Scegliamo la prima e confermiamo con In- 
vio. Se eventualmente l'auto fosse ridotta male, sarà ne- 
cessaria un'attenta riparazione ( [1 spt 



3). 



Oggi vinco io! 

A Dalle corse si guadagna bene, ma non abba- 

7 stanza: la nostra fonte di reddito principale sono 
le scommesse. In ogni corsa gli sfidanti ci offri- 
ranno di scommettere una cifra su chi arriverà prima. A scom- 
messa più alta corrisponde uno sfidante più abile o con 
una macchina migliore. All'inizio giochiamo d'astuzia! 
Scegliamo dunque quelle più basse. 




) Accelera 

) Frena/Retromarcia 
Sterza 

Freno a mano 



Ol Protossido di azoto (NOS) 
[0 Lampeggia abbaglianti 
O Mappa 



TurboBoostcvia! 

^ Tiriamo il freno a mano ( | space ] ) per fare 
curve particolarmente strette e impariamo ad 
utilizzare il NOS (EEl di sinistra): teniamone 
d'occhio i consumi con l'indicatore sopra il tachimetro; per 
ricaricarlo possiamo compiere evoluzioni in strada co- 
me derapate o corse su 2 ruote. 



8 




Win Magazine Febbraio 2009 1 



Saliamo a bordo del Nautilus e immergiamoci a 20.000 
leghe di profondità per salvare gli oceani e la Terra 

Senza fiato... 
in fondo al mare 



Tempo 

15 minuti 



/O 



Siamo nell'anno 2300, or- 
mai l'inquinamento, così 
come lo conosciamo oggi, 
non esiste più. Enormi depura- 
tori automatici si occupano di 
purificare l'aria e l'acqua, ren- 
dendo il pianeta un vero para- 



diso naturale. Purtroppo, però, 
nei secoli precedenti la fauna si 
è ridotta notevolmente e i pochi 
superstiti rischiano l'estinzione 
a causa dell'uomo. Alcuni de- 
puratori sottomarini sono "im- 
pazziti": catturano i pochi pesci 



rimasti per depurarli, trasfor- 
mandoli però in branzini alla 
griglia. Non c'è un momento da 
perdere! Siamo gli unici in gra- 
do di ristabilire l'ordine nei fon- 
dali marini. È tempo di lunghe 
immersioni! 



Difficoltà 

Bassa 



IL GIOCO/ 



LO TROVI SUL \ 
0CD0DVD 

Ocean Quest è presente 
nella sezione Giochi 



Cosa ci 
occorre 

Puzzle game 

■ La nostra scelta». 

Ocean Quest 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.gametop.com 





Alla ricerca del Titanici 

^ Al termine dell'installazione avviamo il gioco da 

1 Start/Programmi /GameTop.com. Attendiamo il 
caricamento e inseriamo un Nome: potremo 
gestire più profili per sfidare gli amici. Procediamo con Play 
e dalla mappa clicchiamo Start In futuro potremo se- 
lezionare uno dei mondi sottomarini già sbloccati. 



Mi girano le sfere 



^ Lo scopo del gioco è eliminare tutte le sfere tra- 

2 sportate dal macchinario verso il depuratore. Per 
farlo, dobbiamo avvicinarne almeno 3 dello stes- 
so colore. Osserviamo la sfera che porta il sottomarino 
e lanciamola (TASTO SINISTRO DEL MOUSE) contro un'al- 
tra dello stesso colore. 



L'inquinamento ha i suoi vantaggi 

^ Causando esplosioni a catena o liberando i pe- 

3 sci intrappolati nelle sfere, riceveremo bonus 
sotto forma di tappi di bottiglia. Raccogliendoli al 
volo verranno attivati poteri speciali per rallentare o fer- 
mare il tempo, oppure bombe da lanciare (TASTO SINI- 
STRO DEL MOUSE) tra le sfere per eliminarle più velocemente. 




Lancia 
sfera 



Cambia 
sfera 



Scateniamo un uragano! 

^ In alcuni livelli, dei binari portano le sfere in al- 

4to, impedendoci di colpirle; potrebbero quindi 
andare a nascondere un secondo treno di sfe- 
re! Se otteniamo un bonus Vortice possiamo eliminare 
tutte le sfere con due colpi: basta cliccarci (TASTO SINI- 
STRO DEL MOUSE) mentre il vortice è attivo. 



Non ci si annoia mai! 

^ In alcuni livelli, le sfere sono sospese in aria 

5 (dobbiamo quindi mirare con molta cura), in al- 
tri scompaiono sottoterra. Inoltre, dobbiamo fa- 
re molta attenzione alle correnti calde che addensano 
le acque. In situazioni come queste, teniamo conto del 
tempo necessario a raggiungere il bersaglio. 




rj Win Magazine Febbraio 2009 



Office 



Faldate I Bilancio familiare 



ringi la cìnghia, 
ndiesulweb 




Con un semplice tool on-line 
gestisci il bilancio familiare 
e previeni spese impreviste 



Tempo r^V 

30 minuti 

Difficoltà 




Cosa ci 
occorre 

Tool gestione 

bilancio 

familiare 

■ La nostra scelta». 

Conti in casa 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.contiincasa.centro 
consumatori.it 




Le notizie che arrivano quotidiana- 
mente dai mercati finanziari non so- 
no di certo incoraggianti. Non è una 
novità il fatto che ognuno di noi debba 
stringere la cinghia e tenere sotto controllo 
le proprie finanze se vuole arrivare a fine 
mese senza patemi d'animo. Peraltro que- 
sta situazione, aggravata anche dall'in- 
troduzione dell'euro, ha inciso e sta inci- 
dendo non poco su tutte le famiglie. 
Spesso non si riesce a capire bene come 
fare per tirare avanti. Come accade nella 
maggior parte dei nuclei familiari, quan- 
do si riscontra che le liquidità sono dive- 
nute poche, si cerca di capire quali siano 
state le uscite che hanno inciso di più e, 
molto spesso, si finisce con il trascorrere ore 
ed ore a tentare di ricordare in che ma- 
niera si è "dilapidato" i propri averi. 

Buone previsioni di spesa 

Una simile situazione è una notevole fon- 
te di disagio e non è sufficiente muoversi al- 
la giornata; occorre prendere di petto il 
problema per capire assieme agli altri com- 
ponenti della famiglia dove si è "sbaglia- 
to" e, soprattutto cosa si può fare per evi- 
tare che, il mese successivo, si verifichi una 
situazione analoga. Non di rado, infatti, è 
piuttosto difficile riuscire a trovare dove si 
annida il "buco" da cui escono i nostri sol- 
di perché non sempre le spese con impor- 
to più elevato, ma meno frequenti, sono 
quelle che arrecano i maggiori problemi. 
In definitiva, quindi, è necessario affidar- 
si a qualche strumento che consenta di 
tracciare le nostre uscite fornendoci, nel 
contempo, un supporto utile a migliorare 
la nostra condizione di vita. A tal proposi- 
to ci viene in aiuto Conti in casa, un tool 
gratuito on-line per la gestione del bilan- 
cio familiare, che consente di tenere sem- 
pre d'occhio le nostre spese. 



Bilancio familiare I Fai da te 



Office 



O Registriamoci al servizio... 

Prima di poter mettere mano al proprio bilancio familiare, è necessario effettuare una semplice registrazione. 
La procedura è veloce, gratuita, ma soprattutto, completamente anonima. 






^g 1 — "g»*** ■ "— y 



MMtaMM figjw J»inrti*i. iri_*-™f _._ LL **»»n 




t^ Il bilancio si fa on-line 
Avviamo Internet Explorer, digitiamo nella barra de- 
■L gli indirizzi il seguente link www.contiincasa. 
centroconsumatori.it, e diamo Invio. Eccoci davanti alla 
pagina iniziale del sito. Clicchiamo sul collegamento Vai 
alla registrazione (al centro della pagina) per avviare 
una semplice procedura guidata. 



ei**&- - .-- BQ\**QS m 


„ 1 ^^^ 0- — 




•Ùl^^tMt &■ III III jW il»~» 




^«.«p..**^,^^,.^^,^!.^,^^ 


*c 


"-— ^ ' = 


1» 


•*»• ><l"l ^— » 1 'Il «■■ — »" 1 Mi 




W , , -l^falWP- 1---I 




lriHdtidi.1 




■— F****>- *-*** 




l -— ii N-l*. *.r — 


«i^*-»**--™**»!. 


, 




^ Non servono dati personali 


^ Verrà così caricato il modulo in cui dovremo in- 


^ <;prirp t 


[itti i dati rirhip^ti p nprp^ari all'i itilÌ77n 



.«™.. 



; : , € *-r>- - . -■ 11Q-A-OT- 



^UtfM«£fr ftrid r.Mri»UMMl ^Sita iJ5«*™ . 



■^ 






del programma. Al termine, mettiamo la spunta nella 
casella di controllo Ho letto le condizioni di parteci- 
pazione e acconsento a fondo pagina. Premiamo su 
REGISTRATI per completare l'operazione. 



^ Il mio nucleo familiare 

_ Clicchiamo sulla voce di menu Impostazioni e poi 
* su Nuova persona. Inseriamo nella casella No- 
me, uno per volta, il nominativo di tutti i componenti 
della nostra famiglia, compresi noi stessi. Avremo così la 
possibilità di associare entrate e uscite per ciascuno, in 
modo da avere un quadro più completo. 



... poi personalizziamolo! 

Per operare sul bilancio e monitorare le possibili spese, è necessario inserire alcune informazioni importanti, 
come ad esempio l'elenco dei componenti del proprio nucleo familiare ed il budget iniziale. 



: -*■;>■ ,-■ - 5**'Q3* ' 


'-' ' M ^~ m \ . 


HMrinpitMqw 


k^*flTW»TTI TtttUmnmFU 


mgnuiiwi f£ 


«a** Mita 


^ÌÌ?WsbE 


Ì li 


1! ili è 

1 



>* :• #s« -,§-a-0'' 



A Entrate e uscite ben distinte 

I ^ Il servizio mette a disposizione dell'utente 
diverse categorie di spesa e di entrate. Se 
non troviamo voci che soddisfano la nostra real- 
tà, possiamo inserirne di nuove e adattarle alle 
nostre esigenze. Clicchiamo sul menu Impostazioni 
quindi su Categorie, a sinistra della finestra, sot- 
to la sezione Impostazioni. 



^ Ecco le categorie di spesa 

«j Supponiamo di voler inserire la voce Con- 
dominio sotto la macro categoria Spese fis- 
se. Clicchiamo quindi su Nuova categoria in que- 
sta sezione e inseriamo la voce Condominio all'in- 
terno della casella Nome. Premiamo su Salva quan- 
do abbiamo terminato. Quindi ripetiamo la proce- 
dura per aggiungere altre categorie. 



rf.J.. . .'.'1. - % .A. 


.,1 HiiHn lliyi^ùilliliufUVUH Hi ip ih 


>""■ 


-..!-■- -„l— l f "■-' ^VH Vta .; 


HmtkUM) 1 kOWlTT 




17ZZ* MÉ """ - " 1fc ** 





« xrn ,-* 


kwMkWR'P- 


▲ Il budeet iniziale 



3 Per effettuare correttamente le proprie ana- 
lisi di spesa, occorre fornire i dati sul bud- 
get iniziale. Clicchiamo sul menu Impostazioni, 
poi su Valori iniziali e inseriamo i due valori richiesti: 
Saldo conto corrente e Contanti. Al termine, clic- 
chiamo sul pulsante Salva per memorizzare le 
informazioni. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Office 



Faldate I Bilancio familiare 



Q Facciamoci i conti in tasca 

Siamo pronti per operare in tutta semplicità e sicurezza sulle voci che incidono sul nostro bilancio familiare. 
Vediamo come inserire nuove categorie di spesa, pianificare uscite ricorrenti e quant'altro occorre. 



" e3. 






¥' , 


i ™ 


2=W?ìE 


— *T- 



ffi Movimenti sul conto corrente 

I * I Clicchiamo sulla voce di menu Movimenti in al- 
to al centro. Nella sezione Riepilogo delle spe- 
se pianificate ed effettive troviamo il link Nuovo mo- 
vimento. Clicchiamoci sopra per accedere alla pagina 
di gestione dei movimenti e inserirne di nuovi. 



ir_ 






ffl Affrontiamo gli imprevisti 

m. Per inserire spese ricorrenti senza il rischio di di- 
menticarsene, accediamo al menu Pianifica- 
zione e clicchiamo su nuova pianificazione. Immagi- 
niamo quindi di dover inserire una spesa medica di 50 
euro, della durata di tre mesi, a partire dall'1/2/2009. 



H^I.I.- .... - 

l> ■ utili IH* 




« — i*p — -* 


i * * 


.£Z££ ^ 


— M^""" 


MM 


7T- ■ ——* ' 


MM 


^^MIM 


ra 


|Vj ri . ...,_. «•****>- 


* Ut 



f^ Accurate analisi di bilancio 
-y Se accediamo al menu Analisi avremo imme- 
diatamente un riepilogo annuale delle spese dal 
quale potremo farci un'idea sullo stato delle nostre risorse. 
Potremo anche avere altre informazioni, come ad esem- 
pio la distribuzione delle entrate o delle uscite. 



1 




m= 


Mft \>Vmmàto* 


^lii^r™ 




■ÉÌP" 


" 


«• 




Z^~ 


' 


■»■ » 












«5# 










w ^7~ j 


M» 


t) 









^ Inseriamo una nuova spesa 

^ Clicchiamo sul collegamento Spese: poi, scor- 
rendo nell'elenco, selezioniamo la categoria del- 
l'uscita, ad esempio Mezzi pubblici. Nella casella da- 
ta, inseriamo quella di riferimento, mentre nella casella 
importo inseriamo il totale della spesa sostenuta. 




^ Una spesa ricorrente 

r Clicchiamo dunque sulla voce Spese in alto, co- 
me visto nel Passo 2 e selezioniamo Spese me- 
diche. Inseriamo 01/02/2009 in data e mettiamo la 
spunta accanto a mensile. Nella casella tutte digitiamo 
3. Completiamo i restanti campi e clicchiamo su Salva. 



iw-wyi 



UH: . uni -, 



/■Cumpim 



Tnnl n "> ih-f.rtnlsp 



^ Un blocchetto di note 

o Può tornare utile appuntarsi eventuali spese, ri- 
w chieste di preventivi ecc., che potrebbero inci- 
dere sul bilancio familiare. Clicchiamo su Bloc notes, poi 
su Componi nuova nota e completiamo le voci richie- 
ste (Settore, Titolo e Nota). Premiamo Salva. 




^ Questo è a carico tuo! 

2 Apriamo il menu a tendina Persona cliccandoci 
sopra: potremo così selezionare dall'elenco che 
appare il componente della famiglia che ha generato 
la spesa. Per concludere, inseriamo una nota esplicati- 
va nell'ultimo campo Nota e premiamo Salva. 







MMMM 


M Untati f -' -I «—«*—-■ 


MÈI 


V— 

latta 






TU- JU_L ._-!■- 







m. Non solo uscite 

• Per inserire entrate fisse come lo stipendio, clic- 
chiamo su Pianificazione, poi su Entrate e se- 
lezioniamo la riga Stipendio netto. Completiamo i dati 
relativi a questa voce in maniera analoga a quanto vi- 
sto nel precedente passo e concludiamo con Salva. 



J3S 



ST_-* 



^ Su carta è meglio 

q Se vogliamo studiare con calma i resoconti, an- 
che senza essere davanti al PC, la maniera più cor- 
retta" è avere una stampa su carta. Tutto quello che oc- 
corre fare è cliccare sul link Stampa presente su tutte le 
pagine, nell'area principale ed il gioco è fatto! 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Sapevi che... 




y4% Modifichiamo con un clic tutte le parti simili 

di un documento Word. Creiamo stili personalizzati 
da applicare a qualunque cella di Excel 



m ►WORD 2007 



DUE GOCCE DI TESTO! 

Con Word 2007 può essere necessario alterare alcune parti del documento ap- 
pena creato. La modifica della formattazione del testo col medesimo stile è 
semplice, ma se nel nostro documento non usiamo stili... ecco cosa fare! 



In*, *.-»-«> a 




Un documento di prova 

B Avviamo Word e creiamo un 
nuovo documento che servirà 
per fare i test. Scriviamo "Que- 
sta è una riga di prova"; selezioniamo 
la frase e incolliamola quattro volte 
consecutive in modo da riempire il do- 
cumento con cinque righe. Adesso 
dobbiamo modificare lo stile di alcune 
di queste per provare il funzionamen- 
to della procedura. 



Modificare la formattazione 

Selezioniamo la prima riga. Clic- 
chiamo Home e modifichiamo il 
l_J carattere cliccando sull'apposita 
casella a discesa posta sotto la barra 
dei menu. Scegliamo Arìdi 8/oc/c(o qua- 
lunque altro font). Modifichiamone il 
colore cliccando sull'apposito pulsante 
Colore carattere ed impostiamone uno 
diverso dal predefinito, ad esempio il 
rosso. Ripetiamo l'operazione per la ter- 
za e la quinta riga. 






■ Unpi - - * 




*K*n Aafthr. i*l.i- . A'dtì 




■» 






m 4 *_..«-. 


QiwiIb • una) ripa al prava 

LM-KI 1 il"* "fi É-erQlt 

Qiw*Ib » mimi ripa «1 prava 

lJ-i|-«l..-J jà 1 ;-** 

Dvaala a urtai ripa -a) prava 





Selezione istantanea 

S Proviamo la formattazio- 
ne "di massa"! Posizionia- 
mo il cursore del mouse 
in un punto qualunque di una 
delle tre righe modificate, per 
esempio la prima. Clicchiamo Ho- 
me e poi Seleziona. Scegliamo 
la voce Seleziona testo con for- 
mattazione simile. Le righe uno, 
tre e cinque verranno seleziona- 
te automaticamente da Word. E a 
noi non resta altro da fare che 
modificarle come preferiamo. 



M> EXCEL 2007 

CELLE A MISURA D'UOMO 

Con Excel se modifichiamo di frequente gli stili di alcune celle dei fogli di lavo- 
ro, può essere utile sapere che possiamo definirne alcuni personalizzati che, 
una volta salvati, potremo utilizzare all'occorrenza. 



Stile 


1 V II-E3-I 


Nome dello stile: 


ESIBÌ 


Lo stile include (se 


Formato,., 


ondo la selezione) 


[7] Numero 


Standard 


Allineamento 


Standardj Allineamento Inferiore 


[7] Carattere 


Calibri (Corpo) llj Testo 1 


|7j Bordo 


5enza bordi 


Riempimento 


Senza ombreggiatura 


Protezione 


Bloccata 


OK [ Annulla | 





Via con la formattazione 

Avviamo Excel e posizioniamoci su una 
cella qualunque. Clicchiamo Home, 
l_J premiamo il pulsante Stili cella e se- 
lezioniamo la penultima voce in basso, de- 
nominata Nuovo stile cella. Si aprirà una 
nuova finestra che riporta alcune voci (Nu- 
mero, Allineamento, Carattere, ecc.) con- 
trassegnate da un segno di spunta posto 
all'inizio di ciascuna. Questi valori si riferi- 
scono alla formattazione rilevata da Excel, 
relativa alla cella selezionata. 



Favorisca i documenti 

Nella casella in alto, denomina- 
[ Ita Nome dello stile, digitiamo il 

l_J nome che vogliamo associare 
allo stile che stiamo creando, ad esem- 
pio MioStile. Premiamo il pulsante For- 
mato. Da qui possiamo modificare tut- 
to quel che riguarda la formattazione 
della cella. Clicchiamo ad esempio sul- 
la linguetta Carattere: impostiamo sti- 
le Grassetto, dimensione font 20 e co- 
lore rosso. Diamo OK per confermare. 



* 4 » I i . t M * 







**/-*: 



n .,« JS_ JL S JLìii S^^" £ * J* 



*TI|C NUOVO L-bZ!»' 



Completiamo 
l'operazione 

Clicchiamo OK per creare 
e salvare lo stile persona- 
lizzato e facciamo qualche 
prova. Selezioniamo la cella A 1 e 
al suo interno scriviamo STILE 
NUOVO. Diamo Invio per confer- 
mare e riselezioniamo la cella. Clic- 
chiamo Home, premiamo sul pul- 
sante Stili cella e clicchiamo sulla 
voce MioStile. La cella verrà for- 
mattata come desideriamo! 



D Un contrassegno colorato 

In Outlook possiamo contrassegnare le e-mail assegnando loro 
un colore, per catalogarle e individuarle facilmente. Per far questo, 
selezioniamo l'e-mail, clicchiamo sul menu Azioni, poi su Categorizza 
e infine sulla voce relativa alla categoria (colore) desiderata. 



D Mail come allegato 



Per inoltrare un'e-mail, possiamo anche "girarla" come allegato di 
posta: nel corpo principale del nuovo messaggio di Outlook, non 
apparirà nulla relativo al testo della e-mail inoltrata. Per far questo, 
selezioniamo il messaggio da inoltrare e premiamo Ctrl+Alt+F. 



H Uno sguardo alle note 

In PowerPoint, per visualizzare la pagina delle note (dove pos- 
siamo commentare le slide) e modificarla, basta cliccare su Visualizza 
ed infine su Pagina note. Per tornare all'impostazione standard 
del layout è sufficiente cliccare su Visualizzazione normale. 



Win Magazine Febbraio 2009 




Antivirus&Sicurezza 






Fai da te I Un antifurto al computer 




Un antifurto 
computer 

Telefonino o chiavetta USB 
come lucchetto per il notebook. 
In caso di furto lo rintracci dall'IP 






Tempo t J 

20 minuti 



Difficoltà 

Media 




IL SOFTWARE/ 



LO TROVI SUD 
2fCD2fDVD 



Adeona è presente 
nell' Interfaccia principale. 
Bluelock lo trovi, invece, nella 
sezione Antivirus&Sicurezza 




Antifurto per PC 

■ La nostra scelta... 

Adeona 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

http://adeona.cs.washing- 
ton.edu 

Controllo remoto 
bluetooth 

■ La nostra scerta... 

Bluelock 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: http://mem- 
bers.lycos.co.uk/wuul/blue- 
lock/readme.html 



Tra palmari e netbook sempre più 
piccoli, capita spesso di non accor- 
gersi nemmeno di averli con sé e si 
corre il rischio di dimenticarli da qual- 
che parte, di non accorgersi se cadono 
per terra o, peggio ancora, di farseli rubare. 
Cosa offre la tecnologia per ritrovare il 
nostro computer o impedire ad estranei 
di usarlo in nostra assenza? 

La password? Roba vecchia! 

Nato come sistema di localizzazione per por- 
tare le persone in luoghi in cui non erano mai 
state prima, il GPS negli ultimi tempi è usato 
anche come sistema di tracciamento in caso 
di furto delle automobili. Non c'è voluto mol- 
to affinché qualcuno lo integrasse pure nei 
PC portatili. I prezzi, però, non sono del tut- 
to accessibili e quindi bisogna trovare una va- 
lida alternativa. Ad esempio, possiamo pen- 
sare di installare un software come Adeona: sfrut- 
tando una connessione a Internet, il pro- 
gramma è in grado di monitorare i tentativi 
di connessione alla Rete da parte del ladro, 
inviando poi queste informazioni ad un sito 
consultabile solo da noi. Questi dati potran- 
no poi essere consegnate alle autorità com- 
petenti che, fatti i dovuti accertamenti, ri- 
usciranno a rintracciare l'intestatario della 
connessione. Non è un sistema perfetto e in- 
fallibile, ma a costo zero abbiamo comunque 
una chance in più di rientrare in possesso del 
nostro computer. Con i computer fìssi, inve- 
ce, si ha il problema di lasciarli incustoditi 
quando ci dobbiamo allontanare dalla no- 
stra postazione. Anche qui l'esperienza è ser- 
vita per capire che le password si stanno ri- 
velando insicure, nonché scomode da usare. 
Ed ecco che utilizzare una penna USB o il cel- 
lulare come chiave di accensione per sbloc- 
care il computer, è senza dubbio più pratico 
e veloce. Ecco allora come configurare un per- 
fetto sistema di antifurto per il nostro PC! 



Un antifurto al computer I Fai da te 



Antivirus&Sicurezza 



Q Tanto non mi sfuggirai 

Completata l'installazione, Adeona lavorerà nell'ombra, tanto da dimenticarci di lui. Una volta copiato il file 
identificativo su una penna USB e installato il software su un altro PC, basterà davvero poco per ritrovarlo. 



License Agreement 

Please reviev. ;-e :e-se ;e--:s ire^o-e ■"s;5 : :-"ìc Aceona '.'0.2. 1. O. '. 



r 5£-s Page Down to see the rest of the agreement. 



Adeona versi;- 0. 2. : ?s of Ji.il v 14, 2008 

Copyright [e; 2007-2003 University of Washington, 

C-rij-e ■?z?-ì. ~-o--?s ?, s;e-3?;. ~?z?-;zs- <:■--;■. ?-- -r:-z <-i-- *■-'■.-■:■-■; 

TERMS AND CONDITIONS FOR USE 

This program is offered r AS IS'. Any -se o* :■" s p-ogram is entirely 
?-, ;-e -se-s :■■.'.- "s-:. -,-v :■.. ;n.. : A o- ;- s D-ocar s --e-cec V 
informationa!. ■ esea-:- a-id evaluation purposes only. 

If you accept the terms of the agreement, dick the check ijox ijs ehi . 'o- must accept the 
ag-ee-i-e-; ;o -s:-r -reo-; v0.2. L. C :-: '.ex: :o :o-:-..:e. 

p I accept the terms in the License Agreement 
Nullsoft Instali System v2.37 



d 



(^\ Completiamo le prime tasi 

L'installazione è semplice anche se in inglese. Ba- 



u: 



sta accedere all'Interfaccia principale del Win 
CD/DVD-Rom e cliccare due volte su AdeonaSetup.exe. 
Premiamo Next, spuntiamo / accept the terms in the 
LicenceAgreement e clicchiamo Next. 




S E adesso avviamolo! 
Premiamo Next e attendiamo che la proce- 
dura termini attivando il programma e ini- 
ziando il monitoraggio del PC. Nella finestra del 
Prompt del DOS che appare premiamo Invio quan- 
do appare Premere un tasto per continuare. 



Check the osnponen ::- . ;■, v.ant to instali and uncheck the cornponents you don't want te 
instali. Click Next to continue. 



See:: :o'-DO-e-.:s ;c :-;■; : 



Space required: 2,9MB 
jllsoft Instali System v2.37 - 



I I Adeona Client 

B Adeona Recovery Tools 




C-cose ,•-:-%■?:.. -es z* -;:ec>--r '. Z. L . : . ?-: :z -s:-r , 



Select cornponents to instali: 



Space required: 2.9MB 
jllsoft Instali System v2.37 - 




jeription. 



| Next > | 



*2\ Solo il necessario 



?, 



Spuntiamo la voce Adeona Recovery Tool, pro- 
cediamo con Next e infine clicchiamo Instali. 
Attendiamo qualche instante, affinché il programma 
completi l'installazione. Appena il pulsante Next sarà di 
nuovo cliccatale, premiamolo per procedere oltre. 





Orbit 










Q Finson 


► ■ 






^ DivX 


► 1 






ijr*) RSSBandit 


► 1 








<§fr Flickr Uploadr 










Apri 


instali Adeona 








Esplora 










Rinomina 


' 




Ordina per nome 




1 




Proprietà 






[ 







f^\ Nascondiamo lo spione 

- Concludiamo su dose. Per nascondere le 
^^/ tracce del programma andiamo su Start/Tut- 
ti i programmi e clicchiamo col tasto destro del 
mouse sulla cartella Adeona. scegliamo Elimina 
dal menu contestuale e confermiamo con Sì. 



C-cose -r mass-: z-z 




To protect your location fi-;: -e z-e:e- : a s. please pick a p, 
need to be the same as your login password. 



Please re-enter your Adeona 
password for verification: 



fXj Password da ricordare 

Per fare in modo che solo noi possiamo ac- 



UJ 



cedere alle informazioni di localizzazione del 
PC, impostiamo una password facilmente memo- 
rizzabile nel campo Adeona Password, ricordando 
che non potrà più essere modificata o recuperata. 



1 m a x «? & 








n tei pn 

adeonaHnit,.., AdeonaRec. adeona-ret., 
StopAdeon... Uninstall.exe 


□ 

adeona-ret, 


S 6 



/Xì Segni identificativi 

^ Per rintracciare il nostro PC andiamo su Ri- 
\SJ sorse del computer, poi due volte su C:\Pro- 
grammi ed entriamo nella cartella Adeona. Copia- 
mo quindi il file adeona-retrieve credentials.ost in 

una penna USB o mandiamocelo via e-mail. 




@ Quello che serve 
Fatto questo, installiamo Adeona su un secondo 
PC che useremo per rintracciare quello ruba- 
to. Seguiamo la procedura guidata come nel Passo 
1, ma al contrario di prima spuntiamo Adeona Client 
e procediamo premendo Next, Instali e Next. 



/^ Eccole tracce 

q Ora dobbiamo dire al programma dov'è il fi- 
\^J le adeona-retrievecredentials.ost del PC che 

vogliamo rintracciare. Accediamo al menu Start/Tut- 
ti i Programmil Adeona, clicchiamo su Adeona Re- 
covery e, premendo su Next, carichiamo il file. 



@ Tj ho ritrovato! 
Premiamo Next, selezioniamo Find Ali e 
ancora Next. Colleghiamoci a Internet, inse- 
riamo la password definita prima e clicchiamo 
Next. Verrà caricata una finestra con l'indicazione 
dell'IP usato dal ladro per collegarsi alla Rete! 



Win Magazine Febbraio 2009 



Antivirus&Sicurezza 



Fai da te I Un antifurto al computer 



Una chiave d'accensione 

Escludendo soluzioni a pagamento, possiamo semplicemente modificare la procedura d'avvio del computer 
per impedire che parta correttamente se non trova una chiavetta USB collegata e debitamente modificata! 



Atìuctnced BJUS J-eati 



► Hard DhY Boot Priority [Press Enterl 

First Boot Device [USB-HDB3 

Second Boot Device [Hard Disk] 

Third Boot Deyice [CDROM] 

Password Check [Setup] 

HDD S.H.A.R.T. Capabiltty [Disabledì 

Limit CPUID Max. to 3 [DisabledJ 

ho-Execute Memory Protect [Enabled] 

CPU Eiìhanced Hall CC1E) [Enabled] 
CPU Therraal Monitor Z(TMZ)[ Enabled] 

CPU E1ST Function [Enabled] 

Uirtualìzatìon Technology [Enabled] 

Full Screen LOGO Show [Enabled] 

Itiit Display First [PCI] 



Generale Visualizzazione | Tipi di file | 



. s..= ::e: :-e :.=-.e e 



È possibile applicare a tutte le cartelle la stessa visualizzazione 
della carte .= ::: v '5-:5 e: 6S5-L- : Ie::-=: z Titoli). 



Applica a tutte le cartelle I Reimposta cartelle 



Impostazioni avanzate: 



» File 



e cartelle 

Cartelle e file nascosti 

O Non visuali! :e-e ;e-.e e e file nascosti 

© Visualizic Dfi'-.e e e ■ e nascosti 

Cerca automaticamente c=-.e e e sterpanti di rete 

Esegui le finestre re e cartelle in un processo separato 

3es: :-e : ::cc e : :e: e 'Ve:- e cartelle 

© I:-s5-:e : ys.-e ::= e e :es:-5 ■= ;:•:■•;-•= ;:--e .- s-:: : ~ = 

O Consente di visualizzare entrambe le parti e di gestirle individuai 

O Consente di visualizzare entrambe le parti ma di gestirle come u 

Memorizza le impostazic- : ,.:. e ::=::e: igni cartella 

I 



J 



Ripristina 



Windows root >\systeri32\ 
'lease re-install a copy 



hal.dll. 
of the 



f^\ Ecco il nostro lucchetto 

Entriamo nel BIOS premendo all'avvio del 



UI 



computer il tasto Cane (o Del, F1 , F2oF10 
a seconda della scheda madre). Cerchiamo la se- 
zione Advanced Setup (o Boot options o Feature 
Setup). In corrispondenza di First Boot scegliamo 
USB-HDD. Premiamo F10 e Y. 



© Troviamo i file 
Il PC verrà riavviato e le impostazioni salva- 
te. Tornati in Windows, andiamo su Docu- 
menti e nel menu Strumenti /Opzioni cartella/Vi- 
sualizzazione clicchiamo su Visualizza cartelle e 
file nascosti. Copiamo i file bootini, NTDETECT.COM 
e ntdlr sulla pendrive. 



(^ Avvio bloccato! 

I ^ I Rinominiamoli in boot.ini.bak, NTDE- 
^^J TECTCOM.bak e ntdlr.bak. Riavviamo di 
nuovo il PC e scolleghiamo la pendrive. Il computer 
si bloccherà dopo il caricamento del BIOS mostran- 
do un messaggio d'errore. Reinserendola e riav- 
viando, Windows partirà normalmente! 



II cellulare contro i ladri 

I notebook e i telefonini di ultima generazione hanno tutti il bluetooth integrato. Perché non sfruttare 
questa risorsa per proteggere il PC senza scervellarci a ricordare password complicate e facilmente aggirabili? 



Bluetooth 

Bluetooth 



Arrivato 



.ita telefono 



ile à tutti 



Nome telefono 

Modalità SIM remota 



@ Accendiamo il bluetooth 
Controlliamo le impostazioni del computer e 
sul cellulare assicuriamoci che il bluetooth sia 
sempre attivo e visibile a tutti. Accediamo alla sezio- 
ne AntivirusScSicurezza del Win CD/DVD-Rom, apria- 
mo l'archivio compresso bluelockzip e scompattia- 
molo sull'hard disk nella cartella bluelock. 



Discovered Bluetooth devices (refreshing 
(select a device to inake it the look devio 




\~ Return Rermermbered [• Return Authenticated v Return Lonnected \7 Reti 



Timeout (3G seconds) 



Look device Clear 



|Wasabi-00:22:FC:47:95:E2 



Modifica dell'acimml Litofite 

C.rEi uni pji'/i'.'ji J fta l'au-uui* 
Cjmbii irnmigwiE ^ 

|p FvLaiiifiri nomr affanni 

(p MobWìci tipe di anflunt 

^ Gtóisci un Mitra Ktowit 

*f! ttttt.:\ a rilutti.'* Cnrtrnllfl nniumt irt 



Oavirt Tprni 
idrniniWriTor 



f^ ì La prima configurazione 

I <*% I Accediamo al contenuto della directory, clic- 
V J chiamo due volte su bluelockexe e poi su O/C 

Attendiamo che il software rilevi il cellulare (in Locai ra- 
dio(s)) e generi la chiave da usare come password 
per bloccare il PC, leggibile in Lock device. Basterà clic- 
care sul nome del telefonino per proteggere il computer. 



^ Ti allontani e il PC si blocca 

I 2 I Entriamo nel Pannello di controllo e in Ac- 
*- + J "*>>"* Utente assicuriamoci che esista una 
password per il nostro utente, altrimenti creiamola 
(Crea password). Completata l'operazione, tutte le vol- 
te che ci allontaneremo col cellulare, il PC si blocche- 
rà non riconoscendo più la chiave creata da Bluelock. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



^Sicurezza 




Virus del mese I Bagle 



A volte 
ritornano 

Sui canali P2P ricompare Bagle, il trojan che 
disattiva gli antivirus e prende il controllo del PC 



IL SOFTWARE f\ 



LO TROVI SUL \ 

£fCD2fDVD N 

Nella sezione 

Antivirus&Sicurezza del 
Win CD/DVD- Rom sono 
raccolti tutti gli articoli relativi 
ai virus del mese già trattati 
sulla rivista 



Come spesso accade per le mi- 
gliori produzioni software, che 
vengono periodicamente ri- 
proposte con versioni migliorate, 
anche per i malware vale lo stesso 
principio. O, per lo meno, è questa 
la filosofia adottata dai creatori di 
Bagle, che hanno ritenuto irresisti- 
bile l'idea di riproporre sul Web il 
loro cavallo di Troia, bardandolo 
però con una corazza più sofistica- 
ta per resistere ai fendenti dei pa- 
ladini della sicurezza informatica, 
noti a tutti noi con il nome di softwa- 
re antivirus. Bagle ha alle sue spal- 
le una carriera (o sarebbe meglio 
dire una fedina penale) piuttosto 
lunga: le sue prime bravate risalgo- 
no addirittura all'inizio del nuovo 
millennio! Ma pur mantenendo le 
sue principali funzioni inalterate, 
l'alta adattabilità del codice sor- 
gente ha permesso ai virus writer 
di farlo sopravvivere per tutto que- 
sto tempo, aumentando al contempo 
la percentuale di riuscita dell'infe- 



C:\Ri rnozione\Àvengei\exe 



IDENTITÀ DEL VIRUS 

Le principali caratteristiche tecniche di Bagle 



1 



Nome Bprf*: 

;,-,., 31 Marzo 2QQB 

Afeg Win32: Beagle .MJ f TR/Dldr. 

Bagle . IS , Win32 /ttiemida, 
Downloader . Win3 2 . Bagle. 
afo,£agle»QK 

1 1 iwj- **™ tittÈ^ Variabile 
2000/XP/ViBta 

CONNOTAI J F. CONTFASSatlrtl SAUDH] 

I R*K***à Altea 

j Darri causati ™Sr.. ........ .,.„. 

msxx* Media 

npaoxian H trojan manaiotte 
gli eseguibili dai aof fcware 

di 





• Ecco il messaggio di errore che svela la presenza di Bagle nel nostro sistema. 



zione a valori altissimi per un trojan, 
nonostante risulti comunque esse- 
re uno dei più noti in tutte le sue 
forme e varianti. 

Dentro il trojan 

Ma cos'ha di tanto particolare que- 
sta nuova versione di Bagle? La sua 
principale caratteristica, oltre ad 
essere uno dei malware più fasti- 
diosi e difficili da rimuovere, è quel- 
la di disattivare l'esecuzione della 
maggior parte dei software antivi- 
rus in circolazione. Software come 
HijackThis, Gmer e Avenger che 
spesso sono strumenti fondamen- 
tali per riuscire lì dove altri softwa- 
re di sicurezza falliscono, vengono 
resi inutilizzabili da questo picco- 
lo ma ben strutturato trojan. Addi- 
rittura alcune varianti rendono im- 
possibile cercare in Rete qualsiasi 
informazione relativa all'infezione 
ed eseguire scansioni on-line del si- 
stema. Questa sua caratteristica ha 
fatto sì che continuasse a prolifera- 
re indisturbato sul Web e che mol- 
ti hard disk siano stati formattati 
come soluzione estrema, portando 
così alla perdita dei dati in essi con- 
tenuti. La nuova variante di Bagle 
non fa eccezione alle precedenti: la 
differenza è che ora arriva sui si- 
stemi delle vittime sfruttando i ca- 



nali del peer-to-peer, solitamente 
camuffato da keygen o crack (cioè 
particolari file eseguibili che do- 
vrebbero permettere l'utilizzo di 
software non originali). Quando l'u- 
tente esegue questi file, dà inizio 
senza volerlo all'azione criminosa 
del virus, che subito crea diverse co- 
pie di se stesso e alcune sottocar- 
telle nella directory principale di 
Windows e in C:\Windows\System32. 
Inoltre cancella i file eseguibili dei 
software di sicurezza, rende impos- 
sibile una loro nuova installazione, 
disattiva varie funzioni del sistema 
operativo, compresa la modalità 
provvisoria, e i servizi Avvisi di si- 
stema, Centro Sicurezza PC, Ag- 
giornamenti automatici, Connes- 
sioni di Rete, Zero Configuration re- 
ti senza fili e Windows Firewall. Tut- 
to questo è possibile grazie alle fun- 
zionalità di rootkit del trojan, che 
gli permettono di nascondere i suoi 
file dannosi allo sguardo attento 
dei software di sicurezza. Lo sco- 
po finale di Bagle è dunque quello 
di abbassare le difese della vittima 
per aprire la strada a future incur- 
sioni nocive, alcune delle quali at- 
te a dare ai criminali informatici la 
possibilità di usufruire liberamen- 
te dei computer altrui per i suoi 
scopi truffaldini. 



TìU Win Magazine Febbraio 2009 



Bagle I Virus del mese 



Antivirus&Sicurezza ^ 



Ricostruiamo le linee di difesa del PC 

Il nostro antivirus ha smesso all'improvviso di funzionare? Quasi certamente la colpa è del trojan Bagle. 
Ecco la procedura da seguire per ripulire il nostro sistema dai file infetti. 



ICome prima cosa, disattiviamo 
il ripristino di configurazione 

Prima di procedere con qualsiasi attività di bonifica del 
sistema, è utile disattivare momentaneamente il Ri- 
pristino configurazione di sistema su tutte le unità 
disco, per evitare che si possano effettuare copie di 
backup infette. Per eseguire tale funzione seguiamo il 
percorso Start/lmpostazioni/Pannello di controllo, 
clicchiamo due volte sull'icona Sistema e, spostan- 
doci sul tab Ripristino configurazione di sistema, met- 
tiamo un segno di 
spunta nella casella di 
controllo Disattiva Ri- 
pristino configurazio- 
ne di sistema, confer- 
mando con Applica. 
Ricordiamoci poi di ri- 
pristinare questa fun- 
zionalità del sistema 
operativo al termine 
della bonifica. 



^— *-■ 






2 Gli attrezzi giusti 
per la disinfezione del PC 

La rimozione di questa nuova variante di Bagle è ab- 
bastanza lunga e laboriosa e sono necessari diversi 
software, alcuni dei quali hanno lo scopo di permet- 
tere l'utilizzo di altri. Ma procurarsi tali strumenti non è 
cosa semplice dal momento che la nuova variante 
del trojan disattiva alcuni servizi tra cui la Connessio- 
ne di Rete, Zero Confguration reti senza fili e la Con- 
divisione connessione Internet (ICS), ma permette 
comunque la connessione a Internet con i normali 
modem. Una volta garantitoci l'accesso alla Rete, ini- 
ziamo con lo scaricare in una cartella dell'hard disk a 
nostra scelta (ad esempio C:\Rimozione) i seguenti 
software dai rispettivi link: 



SafeBoot 

Elibagla 

CCleaner 

Xptcprep 

AVG 

Avenger 



www.winmagazme. 
www.winmagazine. 
www. winmagazine. 
www.winmagazine. 
www.winmagazine. 
www.winmagazine. 



it/link/194 
it/link/195 
it/link/196 
it/link/197 
it/link/198 
it/link/199 




3 Prendiamo di nuovo il controllo 
del nostro sistema 

Il primo passo da fare è quello di scompattare l'ar- 
chivio compresso Safebootzip ed eseguire il file con 
estensione REG relativo alla versione di Windows in- 
stallata sul nostro computer (nel dubbio su quale pos- 
sa essere la versione giusta del sistema operativo, 
basterà cliccare con il tasto destro del mouse sull'i- 
cona Risorse del Computer, selezionare la voce Pro- 
prietà dal menu contestuale e aprire la scheda Ge- 
nerale). Confermiamo con un clic su Sì quando ci 
verrà chiesto di aggiornare la chiave corrotta dal virus 
nel registro di configurazione di Windows. Questa 
operazione ci permetterà di riavviare il sistema in mo- 
dalità provvisoria. A questo punto avviamo il tool Eli- 
bagla con doppio clic sul file eseguibile, facendo at- 
tenzione a non modificare le impostazioni di default. 
Avviamo quindi la scan- 
sione dell'hard disk per 
eseguire la rimozione 
dei file che rendono 
impossibile l'esecu- 
zione di antivirus e an- 
timalware. A rimozio- 
ne completata riavvia- 
mo il sistema. 

4 Cancelliamo tutti i file infetti 
dal disco rigido 

Le operazioni del passo precedente sono propedeu- 
tiche per l'installazione di CCleaner e AVG. Cominciamo 
proprio con quest'ultimo. Spostiamoci nella cartella in 
cui abbiamo copiato il relativo file EXE, eseguiamolo con 
un doppio clic e seguiamo la procedura guidata d'in- 
stallazione. Avviamo quindi AVG e aggiorniamolo con 
le ultime firme virus cliccando su Update nell'inter- 
faccia principale, 




J 



ma senza esegui- 
re la scansione del 
sistema. Fatto que- 
sto, installiamo an- 
che CCleaner A ter- 
mine, scompattia- 
mo l'archivio com- 
presso Avengerz'p 
e clicchiamo due volte sull'eseguibile in esso conte- 
nuto. Nella schermata che appare a video, clicchiamo 
sul pulsante Load Script from File e selezioniamo il fi- 
le scripttxt che abbiamo preventivamente scaricato 
da Win Extra, confermando l'operazione con Execute. 
Il sistema verrà automaticamente riavviato per dar mo- 
do al software di eliminare tutti gli elementi nocivi in- 
dicatigli dallo script. 



5 Ripristiniamo i protocolli di rete 
del sistema operativo 

Bagle potrebbe aver danneggiato i registri dei proto- 
colli di rete TCP/IP: per porvi rimedio basterà installa- 
re il tool Xptcprep, avviarlo e cliccare sul tasto Reset 
TCP/IP per riparare i protocolli di rete. Avviamo ades- 
so CCleaner e nella schermata principale clicchiamo 
su Analizza. Al termine della scansione scegliamo di 
rimuovere tutte le voci inutili o dannose elencate tra- 
mite il pulsante Avvia Pulizia. Fatto ciò, siamo pronti 
per avviare il computer in modalità provvisoria in mo- 
do da procedere alla scansione del sistema con AVG 
Antivirus. Riavviamo quindi il sistema e premiamo il ta- 
sto F8 prima che appaia il logo di Windows. Nella 
schermata che appare selezioniamo con i tasti frec- 
cia la voce Avvia in modalità provvisoria confer- 
mando con Invio. Avviamo quindi AVG e precediamo 
alla scansione dell'in- ^^^^^^^^^^^_ 
tero sistema. L'antivi- 
rus troverà e rimuoverà 
(ponendoli in quaran- 
tena) tutti i file infetti 
generati da Bagle. Com- 
pletata questa opera- 
zione, accediamo alla 
sezione Quarantena di 
AVG e rimuoviamo tut- 
ti i file in essa conte- 
nuti. Quindi riavviamo 
Windows normalmente. 



PRepair |_ 



Repair Tools 

rhis retwite: perhnent registra keys that 
are used bv the Internet Proteico! 
[TCP/IP] stack to reach the sartie result 
as the lemoval and the reinstaliation of 
the protocol. 



Reset TCP/IP 



ì his cari be usefui ;' [ :i mairorrned i SP r 
iu:rallec! ihat re:'.*: in lo:: ut nsiwl 
cciii-kcIi iti' ' 'hilcn e or fi il e ori ini and 
cari restare network eonriectivity it 
shouid be used with care because any 
previously-imtalled LSPs will need to be 
re-installed. 



6 Riattiviamo i servizi di Windows 
per utilizzare il PC senza problemi 

L'ultima operazione da compiere per ristabilire la pie- 
na funzionalità del sistema consiste nel riattivare tut- 
ti questi servizi disattivati dal trojan. Dal menu Start/ 
Esegui diamo il comando services.msc conferman- 
do con O/C Nella schermata che appare clicchiamo 
due volte sulla voce Avvisi e, nella finestra Proprietà, 
spostiamoci nella scheda Generale. Nel campo Tipo 
di avvio selezioniamo Automatico e confermiamo l'o- 
perazione con Applica. La stessa operazione va ripe- 
tuta per le voci Centro Sicurezza PC, Aggiornamen- 
ti automatici, Connessione di Rete, Zero Configura- 
tion reti senza fili e Windows Firewall/ Condivisione 
connessione Internet (ICS). Una nota a parte va de- 
dicata al servizio Zero Configuration reti senza fili 
che, per poter funzionare correttamente, necessita del- 
la riattivazione delle componenti NDISUIO e RPC 
Per fare ciò, basta cliccare due volte sul file Zero- 
Conf.reg che possiamo scaricare da Win Extra. Fat- 
to questo, possiamo tornare ad utilizzare il computer 
senza problemi. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Utilita&Program. 



Fai da te I Windows 7 in Vista 





ws 7 

in Vista 

Aggiungi subito al tuo sistema 
operativo la grafica del futuro O.S. 
Microsoft. Perché aspettare? 



Tempo 

Htì minuti 



60 minuti 

Difficoltà 

Media 



IL SOFTWARE/ 



LO TROVI SUL V 

□CDIvfDVD 

VistaGlazz, Aero Shake e Aero 
Snap sono presenti nella 
sezione Utilitàd 
Programmazione 



I SOFTWARE/ 



WIN EXTRA \ 



•* 




Scarica subito il 
materiale per trasformare 
Windows Vista in Windows 7 



Cosa ci 
occorre 

Utility per 
Windows Vista 

■ La nostra scelta... 

VistaGlazz 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.codegazer.com 

Utility per effetto 
Snap' r delle 
finestre di Vista 

■ La nostra scelta... 

Aero Snap 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.aerosnap.de 

Utility per effetto 
"shakerare" 

■ La nostra scelta... 

Aero Shake 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

http://lifehacker.com 



Si è fatto un gran parlare negli ultimi mesi 
di Windows 7, il sistema operativo Micro- 
soft caratterizzato da nuove interessanti 
funzionalità e da un'interfaccia grafica davve- 
ro gradevole a vedersi. Per installarlo definiti- 
vamente sui nostri computer ci vorrà ancora un 
po' (secondo alcuni potrebbe essere rilasciato 
entro la fine dell'anno), ma già in Rete circola- 
no i primi tool che consentono di modificare 
l'aspetto di Windows Vista e renderlo pratica- 
mente identico aWindows 7 (aggiornato all'ul- 
tima versione presentata al PDC di Los Ange- 
les) . In pochi passi, infatti, è possibile installar- 
ne il tema, modificare la taskbar e renderla tra- 
sparente, aggiungere bellissimi sfondi, nuovi 
strumenti e funzionalità delle finestre di sistema. 
Non preoccupiamoci, le operazioni qui descritte 
sono tutte reversibili e in pochi minuti potre- 
mo ritornare al Vista che avevamo prima, ma 
immaginiamo la faccia sbalordita dei nostri ami- 
ci quando non crederanno ai propri occhi alla vi- 
sta del nostro sistema così "cambiato"! 

Trasformare 
con cautela 

In Rete si trovano pacchetti software che consentono 
di intervenire in maniera invasiva su Vista, sosti- 
tuendo elementi importanti del sistema operativo, 
come file EXE o librerie DLL, operazioni non sempre 
consigliabili dal momento che potrebbero compro- 
mettere la stabilità Vista. Considerando poi che nel- 
la maggior parte dei casi gli effetti ottenuti sono tra- 
scurabili rispetto al rischio corso, è bene evitare di met- 
tere mano a file importanti di sistema. Se siamo 
decisi a procedere comunque, controlliamo con 
l'antivirus tutti i file che scarichiamo da Internet e 
creiamo un punto di ripristino o un'immagine del 
sistema, ad esempio con tool come Acronis True 
Image (lo puoi scaricare da Win Extra). 



Windows 7 in Vista I Fai da te 



Utilita&Program. 



O II mio sistema si fa in 7 

La prima cosa da fare è installare VistaGlazz e patchare Vista per applicare il tema di Windows 
7. Ma non è finita: completiamo il tutto aggiornando la taskbar e lo sfondo del desktop. 




Coiti pleting the VistaGlazz Setup 
Wizard 



, ,-inàkàii r^, là -p* dMd 




Cominciamo da Vista Glazz 

Avviamo l'installazione di Vista Glazz e quando compare la 
schermata di setup clicchiamo sul pulsante Next. Selezio- 
niamo la voce / accept the agreement per accettare la licenza d'uso, 
premiamo Next, poi ancora Next e infine Instali Terminata la pro- 
cedura di installazione, clicchiamo sul tasto Finish. 



" J'iiLirl5Lrtei;t;i » Wifldnwi * ReiuurLQ 










Ult T-S TÌCdHltJ 


t*o 


I ■■f: :-; 


_ Viìnifatm ì 

6 ***■ iJl^ìnitourtCMiw.Hwrw 


io/iw!ocein.s* 


Cjrtflhiifir 
"ìiTilhif lìti 




w/u/awuj; 


Windows Themen't 


2 PS 


■!a,.m.vn»jj.«a 


WlindariK thrmr Filr 


-q hLH 


.Mini » 








Cartrllr * 








mp * 








Ìli QfflincWctjFY 








, ti il Ufi 








PtrfÉrrftira* 








PIA 








Ptlll^'OclBllllB 

















^ Un trapianto tacile tacile 

Proseguiamo estraendo il contenuto del file del tema di Win- 
dows 7 PDC in una cartella del nostro computer. Fatto ciò, co- 
piamo l'intera cartella Windows 7 all'interno della directory 
C:\Windows\Resources\Themes. Se il sistema operativo ci chiede 
conferma dell'operazione clicchiamo sul pulsante Continua. 



Visualizza 


► Icone grandi 




Aprì cartella 


V Icone piccole 


Mostra testo 






Mostra titolo 






Chiudi barra degli strumenti 






Barre degli strumenti 






Sovrapponi le finestre 


"**- 




Mostra le finestre in pila \ 
Mostra le finestre affiancate ^^ 


_■ 




Mostra desktop 


w- 




Gestione attività 

Blocca la barra delle applicazioni 


fi 




Proprietà 






i;,«pa* m* l, 





a Voglio le icone grandi 

Per ingrandire le icone sulla barra delle applicazioni clicchiamo 
su di essa con il tasto destro del mouse e leviamo la spunta 
dalla voce Blocca la barra delle applicazioni. Clicchiamo col tasto de- 
stro in un punto libero sulla barra di avvio veloce, quindi sulla voce W- 
sualizza e selezioniamo Icone grandi. 



Una modifica al sistema 

Eseguiamo il programma da Start/ Programmi/ Code Gazerl 
VistaGlazz/VistaGlazz. Nella schermata di benvenuto clic- 
chiamo su / agree, nell'interfaccia principale clicchiamo sulla prima 
icona a sinistra, quindi premiamo Patch fìles. Clicchiamo su Reboot 
per riavviare il PC e rendere effettive le modifiche. 















fiflilttt ifl , t 


. t sa 


?w:d**i J ru 
1 


1 .* i 











;rc-s;-i"t ::•:'•; 







^ Oggi si cambia tema! 

Andiamo nella cartella Windows 7 e clicchiamo due volte sul 
file Windows 7.msstyles. Si aprirà la finestra Impostazioni re- 
lative all'aspetto: selezioniamo nel riquadro di sinistra Combinazio- 
ne colori la voce Windows Aero (ce ne sono più di una, scegliamo la 
prima che troviamo in elenco), clicchiamo su Applica, quindi su O/C 




m. Ora tocca allo sfondo 

£ Estraiamo dal file degli sfondi di Windows 7 la cartella PDC 
2008Win7Wallpapers e salviamola in C:\Windows\Web. 
Clicchiamo sul desktop con il tasto destro, scegliamo Personaliz- 
za/Sfondo del desktop. Premiamo Sfoglia, andiamo nella cartella sal- 
vata, selezioniamo uno sfondo e premiamo Apri. Confermiamo con O/C 



ÉÌl(^('fe 



SEMPRE PRONTI 
«.RIPRISTINO 

Prima di eseguire qual- 
siasi modifica a Win- 
dows Vista, è bene ese- 
guire un backup dei fi- 
le che andiamo a sosti- 
tuire e creare sistema- 
ticamente un punto di 
ripristino del nostro si- 
stema operativo. Per 
farlo andiamo nel me- 
nu Start/Impostazioni 
/Pannello di control- 
lo/Sistema e clicchia- 
mo su Protezione Siste- 
ma. Nella nuova fine- 
stra premiamo Crea, 
quindi digitiamo un 
nome per il ripristino e 
clicchiamo su Crea. Per 
utilizzare un punti di 
ripristino, invece, an- 
diamo nel menu Pro- 
grammi/Accessori/ 
Utilità di sistema, clic- 
chiamo su Ripristino 
configurazione di si- 
stema, selezioniamo 
Scegli un punto di ri- 
pristino diverso e pre- 
miamo Avanti. Nella 
nuova finestra, selezio- 
niamo dall'elenco il no- 
stro ripristino e pre- 
miamo A vanti, quindi 
Fine. 

LA SCHERMATA 
DI ACCESSO 

Possiamo personaliz- 
zare Vista aggiornan- 
do il logon screen di 
Windows 7. Per fare ciò 
possiamo usare un 
programma come Vi- 
sta Visual Master (lo 
trovi su Win Extra). Per 
cambiare la schermata 
di accesso, avviamo Vi- 
sta Visual Master, clic- 
chiamo sulla voce Lo- 
gon Picture, premiamo 
Browse, selezioniamo 
l'immagine, quindi clic- 
chiamo su Apri. Per 
rendere effettive le 
modifiche premiamo 
Apply. 



ALEGGI 
ANCHE. 



Sul numero 102 (pag. 
124) di Win Magazine 
abbiamo pubblicato 
un tutorial su come tra- 
sformare Windows XP 
in Vista 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Utilita&Program. 



Fai da te I Windows 7 in Vista 



Q Adesso c'è proprio tutto! 

Modificato l'aspetto di Vista, con Aero Shake e Aero Snap possiamo attivare nuove funzionalità delle 
finestre. Installiamo inoltre la nuova calcolatrice e Wordpad 2009 senza sovrascrivere i vecchi strumenti. 




| Setup - AeroSnap 




Completino the AeroSnap Setup 
Wizard 



I :••:. =-s- ■: se. lì:.': 



g Optiate 



'General 
E Snapping 



H OptJons 



'General 
iiLJ Snapping 



General 

[71 Show splash screen on startup 

Autostart AeroSnap with Windows 

1 I Remove AeroSnap frani tray aera 

13 Enable hotkeys 

i— ; Enable snap preview (only on Windows Vista 
*— ' with enabled Aero) 



** 



General 

[71 Show splash screen on startup 
[71 Autostart AeroSnap with Windows 
□ Remove AeroSnap tram tray aera 

[7J Enable hotkeys 



fé Internet Explorer 

>■!$ Programmi predefiniti 

lisi Raccolta foto Windows 

■ : : : I ± : ± " :t 
j£| Windows Mail 
Q Windows Media Player 
|Q] Windows Movie Maker 
1. Windows Update 
§ WinRAR 
Accessori 
), AeroSnap 
CodeGazer 
. eMule 
Esecuzione automatica 
iil Aero_Shake_1.3.ese - collegamento 
. Funzionalità aggiuntive e aggiornamenl 
,. Giochi 
. IrfanView 
. Italiano 
Manutenzione 
Nero 
Techland 




A Indietro 


Inizio ricerca P 1m4 



a Installiamo AeroSnap 

Avviamo l'installazione di AeroSnap, clicchia- 
mo sul pulsante 0K, quindi su Next Accettiamo 
la licenza d'uso del programma selezionando la vo- 
ce / accept the agreement e proseguiamo premen- 
do Next per tre volte consecutive. Clicchiamo sul pul- 
sante Instali, quindi ancora su Next, infine facciamo 
clic su Finish. 



^ Ho "espanso" la finestra! 

*j Per eseguire il programma all'avvio clicchiamo 
col tasto destro del mouse sull'icona di Aero- 
Snap e scegliamo Options. Nella nuova finestra sele- 
zioniamo Autostart AeroSnap withWindows e diamo 
O/C Proviamo AeroSnap: andiamo sul bordo superiore 
di una finestra e, premendo il tasto sinistro del mouse, 
trasciniamola verso l'alto per massimizzarla. 



^ L'esecuzione è automatica 

Copiamo il file AeroShake.exe in una cartel- 
la. Per eseguire Aero Shake all'avvio creiamo 
un collegamento (selezioniamolo col tasto destro e 
scegliamo Crea collegamento) e copiamolo in 
C:\Users\[Nome utente]\AppData\Roaming\ 
Microsofi\Windows\StartMenu\Programs\Startup. 
Il programma sarà inserito in Esecuzione Automatica. 



Preferiti Strumenti 



ews Video Gmail altro t 



Qt T T $ 



Goude 

£j Italia 



Cerca con Google Mi sento fortunato 

Cerca: % nel Web O pagine in Italiano © pagine provenienti da: Itali; 



Pubblicità - Soluzioni Aziendali - Tutto su Google - GooQle.com in Englis 

■92B08 - Privata 



1 C«ift0«r l Pitto là(»*iC! i T*™^ t- tlrjwrt-i » Ch-U.rfii.-i k 



ijiginiii* » Vrtuildn ■ 



Er RURa 



IL Ehm taufe £0 

6is>.sn'ì»iìJT(iSi(jd* 
^MBi«JLirHS*iiii ! 



1 



L ifeuVG^mfrm* 






Jt\hiMVjamim 



ik> uwu 


ì Ì 


ijb * SiflatUl 


OtM := •> f* 


!..«• 1 


Mad» flit Ctl-t-^t Http 




CU ir Hill Al. * * 
m: MB HI M- U, 

HI a BBS , 

1 4<M 1 


^•1 





^ Una bella mossa magica 

Andiamo adesso nella cartella del program- 
ma e clicchiamo due volte sul file Autosha- 
ke.exe. Mettiamo subito alla prova adesso la funzio- 
ne Aero Shake. Se abbiamo più applicazioni in ese- 
cuzione, muoviamo velocemente verso l'alto e ver- 
so il basso una finestra a nostra scelta per ridurre ad 
icona tutte le altre. 



Completiamo il lavoro 

Aggiungiamo altri due strumenti di Windows 1, la 
calcolatrice e Wordpad, senza andare a sovra- 
scrivere quelli presenti su Vista (potremo così usarli en- 
trambi). Estraiamo il contenuto del file della Calcolatrice 
(lo trovi su Win Extra) in una cartella. Allo stesso mo- 
do estraiamo in un'altra cartella l'intero contenuto del 
file di Wordpad 2009 (lo trovi su Win Extra). 



^ Calcolatrice e Wordpad! 

Andiamo nella cartella della calcolatrice, creia- 
mo un collegamento a calc.exe e incollia- 
molo sul desktop. Facciamo la stessa cosa per Word- 
pad 2009.exe presente nella cartella di Wordpad. 
A questo punto basterà cliccare su questi collega- 
menti per avviare la calcolatrice avanzata di Windows 
7 e il nuovo Wordpad con i ribbon. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Utilita&Programmazione 



Software I WinOptimizer 5 



Come migliorare le prestazioni del sistema ottimizzando 
l'uso dell'hard disk ed eliminando i file Inutili" 

Metti il tur 



i 



a Windows 



Tempo f 

20 minuti 

Difficoltà 



LO TROVI SUL \ 

□CD^fDVD 

Ashampoo WinOptimizer 5 è 
nell' Interfaccia Principale solo 
nelle versioni di Win Magazine 
DVD, DVD Plus e Gold 



Dopo aver installato il sistema 
operativo, tutto funziona alla 
perfezione. Le finestre di Win- 
dows si aprono in pochi istanti, i pro- 
grammi sono veloci, sul disco rigido 
c'è molto spazio libero a disposizio- 
ne. Dopo un po', però, a furia di in- 
stallare e disinstallare software, sal- 



vare e cancellare file, le prestazioni 
del PC degradano e il sistema non va 
più veloce come prima. Così accade 
che il computer spesso si blocchi e 
necessiti di continui riawii. Succede 
pure che il disco sembra essere tre- 
mendamente lento sia in avvio di si- 
stema sia nella gestione dei file. Con 



un programma come WinOptimizer 
5 possiamo però risolvere ogni pro- 
blema, eseguendo numerosi inter- 
venti per la manutenzione e Fotti- 
mizzazione del sistema operativo. 
A operazioni concluse, avremo otte- 
nuto un computer in perfetta forma! 
Vediamo di cosa si tratta. 




© 



QUANTO COSTA: 

Win Optimizer 5 è 
gratuito per i lettori 
di Win Magazine 

IL SITO UFFICIALE: 

www.ashampoo.com 



Setup will instali Ashampoo WinOptimizer 5 into the following f older . 
To continue, click Next. If you would like to select a different f older. click Browse. 



C:\Pnogram Rles\Ashampoo\Ashampoo WinOptimizer 5| 



Bnowse.. 



fit least 4fl.1 MB of free disk space is nequired. 



< Back Neri > Canee] 



ti 



Rimangono altri 5 prima della scadenza del pendendo di prova, 
Per acquistare la versione completa dicca sul pulsante Compra ora. 



Aggiorna a Ashampoo 'r/inOptimizer 6 



Versione completa 



-■7=SZC-"053Z- 



Controlla codice 




Installiamo il software 

Estraiamo dall'archivio compresso winoptimizer.zip il file ashampoo_wi- 

1noptimizer_5_51 0_471 3.exe e facciamo doppio clic su di esso. Premiamo 
Next, quindi / accept the agreement e proseguiamo cliccando su Next si- 
no a quando l'installazione ha inizio. Dopo aver cliccato su Finish verrà aperta una 
pagina Web dove dovremo inserire il nostro indirizzo e-mail. 



Richiesta del seriale e attivazione 

Fatto ciò, clicchiamo su Send. Appena arriva l'e-mail da Ashampoo, clic- 
chiamo sul link in essa contenuto. Attendiamo, sempre da Ashampoo, la 
seconda e-mail che conferma l'avvenuta richiesta, con al suo interno il se- 
rial key del prodotto. Selezioniamolo e copiamolo negli appunti. Avviamo il pro- 
gramma, clicchiamo su Inserisci codice e inseriamo il seriale. 




Addio ai file inutili! 

Completiamo cliccando su Controlla codice. Una volta aperto il programma, 

3 andiamo sul tab Moduli, scegliamo Pulizia del sistema e poi Drive Clea- 
ner. Premiamo su Inizia scansione e al termine clicchiamo su Mostra det- 
tagli, selezionando il tab Tutto. Se qualche file non vogliamo eliminarlo, togliamo il 
segno di spunta accanto al nome e procediamo con Elimina. 



Una bella pulizia al Registro 

Torniamo all'interfaccia principale del programma, clicchiamo sul pulsante 
Pulizia del sistema e poi su Registry Optimizer. Premiamo ora sul link Ini- 
zia ricerca e aspettiamo. Come prima, clicchiamo su Mostra dettagli e le- 
viamo il segno di spunta dalle voci che non devono essere toccate. Premiamo in- 
fine su Elimina per pulire il registro di sistema. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



WinOptimizer 5 I Software 



Utilita&Programmazione 



Il centro di controllo 

Grazie all'interfaccia semplice e intuitiva di Ashampoo WinOptimizer, l'ottimizzazione del sistema 
sarà un gioco da ragazzi. Impariamo a muoverci tra le funzioni principali. 



PULIZIA DEL SISTEMA 



Richiama gli strumenti per la pulizia del disco 

e del registro, oltre ad eliminare i file 

temporanei e la cache di Internet 



BACKUPS 



In questo modulo si possono 
annullare le modifiche critiche alle 
impostazioni di sistema e al Registro 



OTTIMIZZAZIONE CON UN CLICK 



Consente di ottimizzare automaticamente 
tutte le aree del sistema 




Sezione nella quale 

è possibile effettuare 

la scansione del sistema 

alla ricerca di errori 

e visualizzare i risultati 



OTTIMIZZA 
PRESTAZIONI 



Apre la sezione dalla quale 

è possibile effettuare le 

operazioni di ottimizzazione 

delle performance di sistema 



privacy & 
sicurezza 



Da qui è possibile cifrare i file, 

bloccare spam e finestre 

pubblicitarie ed eliminare file 

e cartelle 



STRUMENTI FILES 



Contiene gli strumenti 

per la gestione dei file 

del disco rigido 



a Pulizia del sistema è 



> \% Ottimizza prestazioni 



> Ri); Privacy & sicurezza 

^S* Regola impostazioni di sistema < > 

1^1 Diagnosi e informazioni 

i '■fe Strum enti f i I es 



Lo sapevi che? 

computer. Quelli che possono fere a meno di questa caratte istìca 
dovrebbero andare in "Risorse del computer', d :care con il asto 
destro sull'unità in questione e scegliere Proprie à". Qui puc 
semplicemente togliere il segno di spunta sull'opqone " 
per una ricerca rapida dei fìles". 



DIAGNOSI E INFORMAZIONI 



Si accede ad una sezione nella quale ottenere 
informazioni sull'hardware e il software installato 



■8 

e. 



Defrag 2 

Analizza struttura file; 
Deframmenta dischi 

StartUp Tuner 

Gestione awio autom 

Attiva/disattiva servizi | Elimina plugins 



Process Manager 

Gestione processi/appli ooz i on i | I mposta pr i or i tà 
Visualizza utilizzo memoria | Mostra dettagli 





REGOLA IMPOSTAZIONI DI SISTEMA 



In questa sezione si possono ottimizzare 
le prestazioni per sistema e Internet e salvare 
la disposizione delle icone 



Informazioni e guida 
in linea sul programma 



INTERNET 



Permette di accedere al sito 
Web di Ashampoo, agli 
aggiornamenti e alle news 
sul prodotto 



-EHM 

Da qui si può personalizzare 
il programma e inserire 
una password di accesso 



ELENCO PULSANTI 



Qui compaiono i tasti relativi 
ai tool di ciascuna sezione 
del programma 




Peframmentiamo il disco 

Oltre al solito tool di deframmentazione presente nei sistemi 

5 operativi Windows, WinOptimizer 5 ne mette a disposizione uno 
proprio. Per utilizzarlo ritorniamo nuovamente all'interfaccia 
principale, spostiamoci sul modulo Ottimizza prestazioni e poi su 
Defrag 2. Selezioniamo il disco da deframmentare e clicchiamo su Ini- 
zia la deframmentazione. 



Ottimizziamo la connessione 

Dall'interfaccia principale clicchiamo su Regola impostazioni 
di sistema, quindi su InternetTuner e infine su Regola auto- 
maticamente. Selezioniamo dalla lista il tipo di connessione 
che ci interessa (ad esempio Altra connessione LAN (non-DSL)), clic- 
chiamo su Ottimizzazione automatica e premiamo Sì quando ci 
viene chiesto. Al termine riavviamo il PC. 



CllSE!^ 



UN SOLO TASTO 
PER TUTTO 

Tutte le operazioni se- 
lezionabili nei moduli 
del programma posso- 
no essere avviate in se- 
quenza mediante la 
pressione del pulsante 
Ottimizzazione con un 
click (posto nella parte 
superiore destra della 
schermata principale). 
Così facendo, il siste- 
ma verrà ottimizzato 
automaticamente dal 
software stesso, che 
provvedere ad elimina- 
re i file inutili e miglio- 
rare le prestazioni del- 
le aree interessate. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Utilita&Program. 



Software I Photojoy 



Ecco come creare uno screensaver per la festa degli 
innamorati utilizzando le nostre foto più romantiche 

San Valentino 
originale sul PC 



Tempo 

20 minuti 

Difficolta 




Il 14 febbraio è ormai in dirittu- 
ra d'arrivo, e già ci lambicchia- 
mo il cervello per pensare al re- 
galo da fare alla persona amata. 
Dev'essere qualcosa di assoluta- 
mente originale, non il solito maz- 
zo di fiori o la super abusata sca- 



tola di cioccolatini. Certo, ogni pen- 
siero risulta alla fine gradito, ma se 
riuscissimo a sorprenderla (in po- 
sitivo) potremmo farle trascorrere 
davvero una splendida giornata. 
Per i nostri fini basta usare Photo- 
Joy, un software davvero sfizioso 



che ci consente di creare uno screen- 
saver con tante foto romantiche 
che lei vedrà all'accensione del PC. 
Un regalo originale, carino e so- 
prattutto economico! Ma ora ba- 
sta chiacchiere: diamoci da fare, 
il 14 si avvicina! 



Cosa ci 
occorre 

Software 
di grafica 

La nostra scelta... 

Photojoy 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: 

www.photojoy.com 



IL SOFTWARE/ 



LO TROVI SUL V 

gfCDIZfDVD 

Photojoy è presente 

nell' Interfaccia Principale 




In sta Min g PhotoJoy 

The program features you selected are being installed. 



AH\ Please wait while the InstallShield Wizard installs PhotoJoy. This may take 
sOr several minutes. 



Status: 

Copying new files 




Installazione veloce 

Apriamo l'archivio compresso Photojoy.zip, presente nella sezione Utili- 

Ità&Programmazione del Win CD/DVD Rom, ed estraiamo il file PhotoJoySe- 
tup.exe. Un doppio clic con il tasto sinistro del mouse e avviamo l'installazione. 
Clicchiamo su Next e poi su Instali 



itami Iftar follimi i DfiLilnlng Ifar pfatJcM yuu watt likr la UH wil h Pimiu ltty. 



Una piacevole accoglienza 

Attendiamo pochi secondi per il completamento della procedura e assicuria- 
moci che la voce Launch Photojoy sia selezionata. Premiamo quindi Finish per 
avviare il programma. Un messaggio di benvenuto comparirà in automatico e 
ci inviterà a proseguire con le operazioni. 




DjUitidiaiftlwt*:] 




£W, •*!=«. DI 


W 

!*.«■«« 




Srifttaijtfti 


'1 



Q Alili h Mjnjqi? Phiflus 


Shuffls: Gn 


Sere ÉnEawr ÙbUhie 




S3*gn$avMi oh 














Photo Sere ctì s Bvera 

S«CCflE.IVCfK 

fe Mon &©outar 
t - ***! Aimu: pU DiMàMip 
Q Aqulrurns 
fS BiiKBrftèJ 

BCWu 

E oetan 

£5 Rwtri ind C^tta 

a Walnfj*, 


fc 












ED 








T i 


K 


















'IILUS 




f-*9_ 


-<fi 





Scegliamo le foto adatte 

Clicchiamo su Next e scegliamo la cartella presente sull'hard disk nella qua- 

3 le si trovano le immagini che vogliamo utilizzare per creare lo screensaver. 
Mettiamo il segno di spunta alla cartella, come in figura, e clicchiamo anco- 
ra sulla voce Next. 



Quale fra i tanti? 

Nella schermata successiva selezioniamo la voce Go to Screensavers. Ven- 
gono così visualizzati i tipi di salvaschermo preimpostati tra i quali scegliere, 
alcuni già presenti in locale e altri scaricabili dal Web cliccando semplice- 
mente sul tasto Download. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Photojoy I Software 



Utilita&Program. 








Indichiamo il percorso 

Clicchiamo sul pulsante Add & Manage Photos, nella par- 

5 te superiore sinistra dell'interfaccia principale. Nella scher- 
mata successiva togliamo il segno di spunta alle prime tre 
voci a partire dall'alto e selezioniamo invece la voce From this 
specifìc folder. 



Una utile anteprima 

Impostiamo lo stesso percorso scelto al Passo 3 e premia- 
mo due volte su O/C Dopo aver cliccato su Preview per ve- 
dere un'anteprima, selezioniamo la voce Set as Screensaver. 
Nella nuova finestra si può scegliere dopo quanti minuti di inattivi- 
tà del PC avviare il salvaschermo. 



rx 




udsa 



ivi 



3S 



■n_ 




Completiamo l'opera 

Impostiamo l'intervallo di tempo desiderato e clicchiamo 

7 su O/C Appuriamo infine che nel campo Screensaver, sot- 
to la voce Add & Manage Photos, il pulsante sia su ON. La 
fascetta CURRENT che compare sullo screensaver scelto è la pro- 
va che tutto è andato a buon fine. 




^^^^ 



RUOTIAMO 
GLI SFONDI 
IN AUTOMATICO 

Il programma ci per- 
mette anche di sele- 
zionare un set di foto 
e farle alternare a in- 
tervalli di tempo pre- 
stabiliti come sfondo 
del desktop. Per far 
questo, dall'interfac- 
cia principale di Pho- 
toJoy, clicchiamo sul 
tab Collages e suc- 
cessivamente su 
Shuttle: On. Metten- 
do il segno di spunta 
a Shuffle collage and 
photos within collage 
possiamo variare fo- 
to e tipo di sfondo 
(tra quelli predefiniti 
presenti in locale), 
mentre la selezione 
di Shuffle only pho- 
tos within collage ci 
consente di poter va- 
riare le foto all'inter- 
no di un solo tipo di 
sfondo. I menu a ten- 
dina sulla destra del- 
le rispettive voci per- 
mettono di impostare 
l'intervallo di tempo 
desiderato per le va- 
riazioni. Dopo aver 
selezionato la moda- 
lità desiderata, clic- 
chiamo su OK e sce- 
gliamo infine il tipo 
di sfondo cliccando 
su Set as wallpaper. 



RISULTATO FINALE Ecco il 
frutto dei nostri "sforzi" . 
Un romantico screensaver 
per sorprendere la nostra 
amata nel giorno dedicato 
agli innamorati! 




Per San Valentino... Widget a gogò 



Con Photojoy possiamo realizzare, 
attraverso pochi e semplici pas- 
saggi, dei simpatici Widget per il 
desktop, cioè delle piccole appli- 
cazioni che consentono di visua- 
lizzare le nostre foto nei modi più fan- 
tasiosi e originali possibili. La pro- 
cedura di selezione delle foto è la 
stessa descritta nei primi passi del- 
l'articolo, cioè la scelta di una car- 



tella contenente le immagini adat- 
te, per cui basta semplicemente 
apportare qualche piccolo cam- 
biamento nei passi successivi. Co- 
me prima cosa avviamo il pro- 
gramma e dall'interfaccia principa- 
le andiamo sul tab Photo Toys, il 
nome che il software utilizza per 
chiamare i Widget. In seguito sce- 
gliamo uno o più tipi predefiniti tra 



quelli presenti nella schermata, per 
avere anche più di un Widget sul 
desktop, e clicchiamo, per ciascuno, 
su Add PhotoToyto Desktop. Nien- 
te di così complicato, visto? Poche 
operazioni e ancor meno tempo 
impiegato, e l'effetto finale lascerà 
chiunque si trovi ad osservare il 
desktop del nostro computer sicu- 
ramente di stucco! 



Win Magazine Febbraio 2009I 



Software di compressione I La scelta giusta 



Utilità&Program. §* 



Cura dimagrante in digitale 

Interfaccia semplice e ordinata: così si presenta Power Archiver, un vero e proprio dietologo per file e cartelle 
che ci permetterà di ridurne le dimensioni e ottimizzare così lo spazio su disco rigido. 



E3MEI1M- 

Da qui è possibile accedere 

velocemente a tutte le 

funzionalità del software 



FAVORITI 



Possiamo creare un elenco di 

cartelle preferite in cui 

memorizzare i file compressi 



AGGIUNTA FILE 



Consente di aggiungere file e 
cartelle ad un nuovo archivio 



ESTRAZIONE 



Serve per estrarre sull'hard 

disk i file e le cartelle di un 

archivio compresso 



!~|] PowerArchiver JUUy (Unregistered) - test.7z 
File Edit View Àctions Tool; Backup Burner Opti 



clis He 



r^imn^ - 



New Open Favorite; 



Add Extra et 



Encrypt CheckOut 



Register 



rjFolders ^ ^ View^ f-_Tj Windov « ^ 



Nanne 



Type 



POVVERARCHrv'ER.b... Immagine hi 

POWERZIP.bmp Immagine bi 

SD SceltaGiu5ta.xls Foglio di lav 

. WINACE.bmp Immagine bi 



WINPAR.bmp 
£ WINZIP.bmp 



Immagine bi,. 
Immagine bi,. 



03 14.49 
08 14.49 
08 9.48 
08 14.50 
08 14.50 
08 13.29 



Size 
1,432,862 
1,080,054 
120,320 
1,622,754 
1,497,354 
1,324,030 



Ratio 

92% 
00% 
00% 
00% 
00% 
00% 



Packed 
117.795 
1.080.054 
120.320 
1.622.754 
1.497.354 
1.3*1.030 



- 



«J tìl'é-j® 



Preview window is used to preuiew images, text 
documenti, archiwes, etc. that you select while 



browsìng your drive or when inside an archìue. 

Not ali files are opened automatically. 

Smart mode disables previewing inside solid 

archiues. 



MWdlMil.lfH 

Prima di creare un archivio 
possiamo decidere di 
eliminare file e cartelle 



«SU 

Power Archiver usa un 
algoritmo di codifica per 
proteggere gli archivi 
compressi 



ANTEPRIMA 



Un'utile funzionalità per 
visualizzare l'anteprima di 
immagini e testi contenuti in 
un archivio 

-E22MS 



Mostra i dettagli relativi ai file 
e alle cartelle contenute 
nell'archivio 



Mettiamo a dieta 
i nostri file 

A confronto i migliori software per comprimere file e cartelle. 
Il vincitore permette anche di criptare gli archivi compressi 



Quando, diversi anni fa, iniziarono a 
diffondersi i primi computer, nessu- 
no avrebbe mai immaginato la po- 
tenza di calcolo impressionante raggiun- 
ta dalle macchine di nuova generazione. 
Basti pensare che un tempo erano suffi- 
cienti solo pochi megabyte di memoria 
RAM e di spazio su hard disk per far gira- 
re tutto quello che desideravamo (o, meglio, 
che potevamo aspettarci di poter utilizza- 
re in quel momento) . Oggi, invece, i siste- 
mi operativi e le applicazioni software si 
fanno sempre più "onerosi" in termini di spa- 
zio occupato e affamati di risorse hardwa- 
re. E con il diffondersi di nuove tecnolo- 
gie, come quelle che sono alla base di fo- 
tocamere e videocamere digitali, lo spa- 
zio di archiviazione disponibile nel nostro 
computer è sempre troppo poco! Ma se ci 
pensiamo bene, anche quando creiamo 



un semplice documento Word, un foglio 
Excel o una presentazione PowerPoint (tan- 
to per citare alcuni dei programmi di uso 
comune), è sufficiente inserire qualche 
immagine qua e là per aumentare, spesso 
considerevolmente, la dimensione finale 
del singolo file, costringendoci a ricorre- 
re a supporti esterni come CD e DVD per 
liberare un po' l'hard disk. A questo pun- 
to, la soluzione (o almeno parte di essa), 
è quella di sfruttare software di compres- 
sione che ci consentano di ridurre le di- 
mensioni su disco di file e cartelle. La scel- 
ta di quale sia il software di compressione 
che faccia davvero al caso nostro, può di- 
pendere da diversi fattori. Ecco dunque 
qualche utile consiglio per gli acquisti. 
Un programma di compressione, come 
avremo intuito, è uno strumento in grado 
di raccogliere file e cartelle, riorganizzan- 



doli opportunamente in un unico file, la 
cui dimensione totale è inferiore a quella 
dei dati originali. Una delle caratteristiche 
più importanti che occorre tener presen- 
te nella scelta è sicuramente la semplicità 
d'utilizzo. Sebbene i processi che si na- 
scondono dietro a queste "magie infor- 
matiche" siano molto complessi, lo stru- 
mento che dovremo utilizzare deve per- 
mettere all'utente di lasciarsi alle spalle 
questi aspetti e offrire un'interfaccia ami- 
chevole e intuitiva. Pertanto, se non si ha 
dimestichezza con l'inglese, preferiamo 
innanzitutto programmi disponibili in ita- 
liano, perché più comodi e semplici da uti- 
lizzare. La caratteristica di presentarsi co- 
me un software le cui principali funzio- 
nalità siano facilmente rintracciabili, non 
è affatto un aspetto da sottovalutare, per- 
ché molto spesso proprio "giocando" su 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Utilita&Program. 



La scelta giusta I Software di compressione 



opportuni parametri del programma riu- 
sciamo ad ottenere archivi compressi di 
dimensioni maggiori o inferiori. Conse- 
guenza logica di ciò è che un buon softwa- 
re di compressione spesso dispone di co- 
modi wizard che aiutano l'utente alle pri- 
me armi a realizzare un archivio compresso. 
Tuttavia, è anche necessario, proprio per la 
diversa natura dei file, che disponga di stru- 
menti avanzati per intervenire ad hoc su 
quelli "difficili" da comprimere. Il modo 
migliore per potersi indirizzare con preci- 
sione verso un determinato programma 
di compressione è probabilmente quello 
di provarlo su file di diverso tipo (fogli elet- 
tronici, immagini, documenti Word, ecc). 
Il risultato ottenuto, soprattutto nel caso 
della compressione d'immagini non com- 
presse ossia in BMP, TIFF o altro può aiu- 
tarci a decidere se quello strumento è mi- 
gliore di un altro. 

Altri aspetti importanti 

Accanto alle funzionalità appena menzio- 
nate, ve ne sono altre che apparentemen- 
te interessano poco o passano inosserva- 
te, almeno sino a quando non si ha la ne- 
cessità di utilizzarle. Un primo punto im- 
portante è quello della sicurezza. Un ar- 
chivio compresso è pur sempre un file che 
può contenere al suo interno diversi dati 
importanti. Assicuriamoci che il programma 
di compressione disponga di una funzio- 
nalità utile a proteggerlo da occhi indiscreti 
(password, possibilità di criptarlo ecc.). Un 
altro punto interessante è la presenza o 
meno di funzionalità utili come la possi- 
bilità di suddividere l'archivio in "pezzi" 
ricomponibili per facilitarne la memoriz- 
zazione ad esempio su supporti ottici o 
floppy disk, quello di effettuare il control- 
lo sui file contenuti in un archivio e la pos- 
sibilità di riparare archivi danneggiati. L'ul- 
timo aspetto da prendere in considera- 
zione nella scelta di un software di com- 
pressione riguarda i formati riconosciuti. 
In realtà dobbiamo distinguere due tipologie 
di formati che il programma deve ricono- 
scere: quelli di input (ossia quali tipi di ar- 
chivi il programma è in grado di aprire) e 
quelli di output (ossia quali tipi di archivi 
il programma è in grado creare) . Ovvio che, 
se consideriamo per entrambi i casi for- 
mati standard come ZIP e RAR, pratica- 
mente tutti i software in circolazione li sup- 
portano, mentre se scopriamo che un de- 
terminato formato è migliore per certi tipi 
di file o lo troviamo spesso quando scari- 
chiamo materiale da Internet, occorre do- 
tarsi di uno strumento in grado di ricono- 
scerlo. 



>m ■ . .r'_.. ^.fma,trt 




, »f 


■ ^ * fci-r ' *2 






|HWTn|l! 


$+*X i 


POWER ARCHIVER 2009 

1 il ÌMWit M - 




J 1: .1 • 




-J I fin.: m: ìiìaM 






1^3 ftì^ toli 


f~"l 






IWi. I, 


H. 




p**itòmffi\ *i 


n 


HjT™ P'MlLJl 


»jm— - ES 3S2» 3 ** •"* 




\, . K ^ m ^ mt x.^^^m ^^^m 








v^:,fl /._-,'* :.#_. ,>ti i, >,4t^vM 








Wizard per la creazione di archivi compressi 


Sì 




Supporto al Copia e Incolla 


Sì 




Integrazione con Esplora risorse 


No 




Protezione archivi con password 


No 




Integrazione con Outlook 


Sì 




Creazione archivi multi-volume 


Sì 




Possibilità di creare archivi autoestraenti 


Sì 




Possibilità di riparare archivi danneggiati 


Sì 




Visualizzazione del livello di compressione file 


Sì 




Visualizzazione del livello di compressione archivio 


Sì 




Compressione in background 


Sì 




Estrazione in background 


Sì 




Possibilità di effettuare scansioni virus 


Sì 




Conversione di archivi in altri formati 


Sì 




Compressione e invio come allegato e-mail 


Sì 




Possibilità di criptare gli archivi 


Sì 




Aggiunta/eliminazione di file ad un archivio 


Sì 




Avvio file EXE direttamente dall'archivio 


Sì 




Conversione archivi autoestraenti in standard 


Sì 




Eliminazione file originali al termine della compressione 


Sì 




Possibilità di decidere se sovrascrivere un file dell'archivio 


Sì 




Importazione ed esportazione delle impostazioni 


No 




Possibilità di avviarlo da linea di comando 


Sì 




SUPPORTO FORMATI DI COMPRESSIONE 




ZIP / RAR / 7z / ACE / ALZ / Bzip / CAB / LHA / SITX / TAR 


Sì / N o / Sì / N o / N o / Sì / Sì / Sì / N o / Sì 




^^^J^^JJ^^^J^ 






ZIP/RAR/7z/Aa/AI^/ARC/AR)/Bzip/CAB/LHA/SITX/lAR 


Sì / Si / Si / Si / No / Sì / Si / Si / Si / Si / No / Si 




WIM/ISO/IMG 


No/Sì/Sì 




HELP E SUPPORTO 




Telefonico / Posta elettronica / On-line 


No/Sì/No 




Manuali e help in linea in italiano 


No 




FAQ / Forum di supporto 


Sì / Sì 




REQUISITI MINIMI 




Processore / RAM / Spazio su disco rigido 


Pentium 150 MHz /64 MB /14 MB 




Sistema operativo 


Windows ME/NT/2000/XP/Vista 




QUANTO COSTA (IVA INCLUSA) 


€ 19.95 




Sito Internet 


www.powerarchiver.com 




VOTO 9 




Il nostro giudizio 


Ricco di funzionalità e parametri 

di configurazione. Prezzo interessante 

rispetto ai concorrenti. 





I Win Magazine Febbraio 2009 



Software di compressione I La scelta giusta 



Utilità&Program. 



WINZIP 12 



WINRAR 3.80 



WINACE2.69 



P0WERZIPZ2 



® *£lk a à a <& afe ^t¥s«»s.i ! 

;*- *"" ****' Tjr . WM * * =B • <*i'"'»* ' " r — — 



IHirtKlIMWW" 



CJrMTHIMM 

CJHWNWLUr 



iimrtmù- >*W 

•tìms WMA""* ^ iH ^ 

SS., iimn»"- ■» £[ 

!**SS: HffiWlH «« » 



Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
No 
No 
No 
No 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
No 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 



Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
No 
Sì 
Sì 
Sì 
No 
Sì 
No 
No 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
No 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 







No 
Sì 
Sì 
Sì 
No 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
No 
No 
No 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì(soloACE) 
Sì 
No 
No 
Sì 




:kmi-i: mi 



Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
No 
Sì 
Sì 
No 
No 
No 
Sì 
Sì 
No 
No 
Sì 
Sì 
Sì 
Sì 
No 
Sì 
Sì 
No 
No 



• 



Sì/No/No/No/No/No/No/No/No/No Sì/Sì/No/No/No/No/No/No/No/No I Sì/No/No/Sì/No/No/Sì/Sì/No/No 



S/S/S/No/No/No/No/S/S/S/No/Sì 
No/Sì/Sì 



Sì/S/S/S/No/No/S/S/S/S/No/S 
No/Sì/No 



S/S/No/Sì/No/No/S/S/S/Sì/No/S 
No/Sì/No 



Si/No/No/No/No/Si/Si/No/No/Si 



No/S/No/S/No/No/S/S/S/S/No/S 
No / No / No 



No/Sì/Sì 

Sì 

Sì / No 



No/Sì/No 

Sì 

Sì / No 



No/Sì/No 

No 

Sì / No 



No/Sì/No 

No 

Sì / No 



Pentium 150 MHz /64 MB /28 MB 
Windows 2000/XP/Vista 



Pentium 150 MHz /64 MB /4 MB 
Windows 2000/XP/2003/Vista 



Pentium 150 MHz /64 MB /8 MB 
Windows ME/NT/2000/XP/2003/Vista 



Pentium 150 MHz /64 MB /8 MB 
Windows 9x/ME/NT/2000/XP/2003/Vista 




Ottimo tool di compressione. Fornisce 

I supporto alla maggior parte dei formati 

di archivio conosciuti. 



Supporta la maggior parte dei formati 

di compressione conosciuti. 

Prezzo elevato rispetto al vincitore. 



Programma sufficiente 

per la compressione di file e cartelle. 

L'interfaccia è poco curata. 



Il programma dispone delle funzionalità 

classiche offerte da tool di questo genere. 

L'interfaccia è piuttosto scadente. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 






Fai da te I Overclock del PDA 




ipverclock 
dèi palmare 





: 



Spremi al massimo la CPU del tuo 
PDA e non vedrai più applicazioni 
"a scatti". Provare per credere! 



Tempo 

Htì minuti 



60 minuti 

Difficoltà 

Media 



IL SOFTWARE/ 
LO TROVI SUL I 

2fCD2fDVD\ 

Pocket Hack Master e GXMark 
sono presenti nella sezione 
Mobile 



Cosa ci 
occorre 

PDA Windows 
Mobile 

La nostra scelta... 

HTC P3600 

Quanto costa: 599,00 

Sito Internet: 

www.europe.htc.com 




overclock PDA 

La nostra scelta... 

Pocket Hack Master 

Quanto costa: 14,61 

Sito Internet: 

www.wizcode.com 



Da qualche anno stiamo assistendo alla 
inesorabile diffusione dei dispositivi por- 
tatili. I notebook diventano sempre più 
piccoli e quelli che una volta erano semplici cel- 
lulari sono ormai divenuti veri e propri PC da 
taschino. I palmari, infatti, oltre al modulo te- 
lefonico, integrano Bluetooth e Wi-Fi, fotoca- 
mera digitale e così via. Insomma, i PDA non 
vengono più usati esclusivamente come agen- 
de e gestori per gli appuntamenti, ma servono 
anche per inviare e ricevere posta elettronica, 
scrivere documenti, condividere gli archivi col 
PC, visualizzare immagini, filmati e navigare su 
Internet. Tutte caratteristiche che li rendono 
particolarmente appetibili! 

Soddisfatti e overcloccati! 

Stare al passo con l'evoluzione hardware, pe- 
rò, non è facile, specialmente quando si trat- 
ta di PDA. Nuovi modelli, sempre più poten- 
ti, escono di mese in mese, ma per quanto co- 
stano non si possono di certo acquistare con 
troppa leggerezza. Quindi se abbiamo un pal- 
mare datato, che inizia a faticare nel gestire 
le nuove applicazioni, non disperiamo! La so- 
luzione è a portata di "palmo"! Del resto, co- 
me abbiamo detto, un PDA non è altro che un 
miniPC. Dunque perché non l'overclocchia- 
mo? Certo, non si può portare un processore 
da 200 a 500 MHz, ma un po' di sprint in più 
possiamo darglielo (di norma, un PDA con 
CPU X-Scale può essere potenziato di 100 
MHz in più rispetto alla velocità standard). 
Ad overclock effettuato, possiamo verificare 
se effettivamente le prestazioni del palmare 
sono migliorate o meno. Operazione possibi- 
le grazie all'ausilio di alcuni benchmark con i 
quali le performance del palmare vengono 
messe a dura prova! Così facendo, tutto vie- 
ne sottoposto ad una accurata valutazione: 
dalla CPU, alla grafica 2D e persino alla du- 
rata della batteria. Rimbocchiamoci le mani- 
che e diamoci all'overclock! 



Overclock del PDA I Faldate 



Mobile 



Q Nuova vita al vecchio PDA 

Con Pocket Hack Master possiamo aumentare la velocità di funzionamento del processore, per ottenere maggiori 
prestazioni. Il palmare sembrerà rinascere! 



wtzcode 




pocket hack mailer 

Welcome to Poe : k Maste WM6 Setup 

program. 1 his program will instali Pocket Hack Master v4.36 
WM6 on your computer. 

Si: ss strongly recomrnerided ihat you e;-:i<: ali Windows 
programs before runnìng 'hi E ?tup Program. 

Click Ciance! to quii Setup and dose any programs you bave 
running. Click N<sk ; to continue with the Setup program. 

WARNING: This program is protected by copyright law and 
interri itional treaties. 

Unauthorized reproduction cu distribution or this program., or 
any portion ot it i li: in sevei il and criminal 

penalties, and wiil be prosecuted to the maximum extent 
pc ibk under law. 



Scaricamento delle app'"cazioni completati 



ito ^ 



Controllare lo schermo del dispositivo portatile per verificare se sono necessari 
ulteriori passaggi per completare l'installazio-ne. 



Carica 
d'energia 

Per installate Poc- 
ket Hack Master col le- 
ghiamo il PDA al com- 
puter tramite il cavo USB 
e avviamo Centro ge- 
stione dispositivi Win- 
dows Mobile (o Acti- 
veSync se usiamo XP). 
Avviamo il programma 
Pocket _Hack_Master_ 
Setup_WM6.EXE e 
seguiamo la procedu- 
ra guidata per comple- 
tare l'installazione sul 
PocketPC. 



3 



Sistema 

sotto 

controllo 



Dopo aver avviato il pro- 
gramma accediamo alla 
finestra principale in cui 
sono presenti 5 moduli. 
Per cominciare andiamo 
in Scale confìguration: 
qui possiamo selezio- 
nare la modalità di lavo- 
ro della CPU in base a 
quelle disponibili. Sce- 
gliamo quella che vo- 
gliamo usare per Ibver- 
clock del dispositivo e 
avviamo il test per veri- 
ficarne la stabilità. 





Eccole 
nuove 
velocità 

Torniamo alla finestra 
Speed confìguration 

e, utilizzando il penni- 
no, premiamo sulle ve- 
locità che hanno su- 
perato il test. Teniamo 
premuto fino a che non 
si apre il menu a ten- 
dina. Selezioniamo Fa- 
vorite e poi Set. Ripe- 
tiamo la stessa ope- 
razione per tutte le im- 
postazioni che hanno 
superato il test. 




Testiamo 
il software 

Pocket Hack Ma- 
ster è un software com- 
merciale, ma ci con- 
sente di utilizzarlo per 
un periodo di prova 
con tutte le funzioni 
complete. L'unico in- 
conveniente riguarda 
il fatto che, ogni volta 
che lo avviamo o che 
usiamo qualche fun- 
zione, dobbiamo dis- 
abilitare i vari allarmi 
che ci ricordano i ter- 
mini della licenza. 



Mettere 
la quarta 

Le impostazio- 
ni che hanno supera- 
to il test possono tran- 
quillamente essere uti- 
lizzate per completare 
l'overclock del PDA. Pri- 
ma, però, andiamo nel 
menu Edit, selezio- 
niamo Settings e spo- 
stiamoci nella scheda 
Advanced. Mettiamo 
un segno di spunta al- 
la voce Disable built- 
in scaling e usciamo 
dal menu di configu- 
razione. 





La marcia 
giusta 

Non resta che tor- 
nare al menu principale 
di Pocket Hack Master. Clic- 
cando sul pulsante Speed, 
posto in alto a destra, pos- 
siamo selezionare la nuo- 
va velocità per il processore 
del palmare tra quelle ag- 
giunte ai preferiti. Il nostro 
dispositivo avrà ora una 
marcia in più e finalmen- 
te non subirà isoliti, fasti- 
diosi rallentamenti durante 
l'esecuzione degli appli- 
cativi installati. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



b 


• 

i 





Fai da te I Overclock del PDA 



Q Testa le prestazioni 



csiffS) 



Overcloccato il PDA, possiamo effettuare alcuni benchmark per verificare se le performance 
sono migliorate. Con una CPU più potente aspettiamoci di avere una batteria che durerà meno. 



Muta- * 


E^ il 


& 


R«lrtr, RSSHub 

VtK*\9 


feretri 

Capture 


© 


si 


SIM Manager Skyf ire 


fKSHj 


^ 9 


o _ 


Streaming TomTom 
Media Navigator 


Wwthw 
Datata,,. 


- 


Q3S 7 


m 



Un test 
completo 

SPB Benchmark (scari- 
cabile da www.winmagazine. 
it/link/203) permette di effettuare 
un test del palmare con appli- 
cazioni di uso comune. Il soft- 
ware va installato sul PC e, col- 
legato il PDA al computer, è 
possibile installarlo sul dispo- 
sitivo seguendo la procedura 
guidata. Al termine possiamo 
avviarlo dal menu Programmi. 



Spb Bari ehm arie Wizard 1 



Sdect a benchmark group: 

® Mairi 

Q Storage Cards 

O Battery 

Q ActiveSyrc 
Ervter ywr rJMfft wme: 



C I uà r multi fi I e 




Configura 
il test 

All'avvio del programma 
appare la schermata Spb Bench- 
markWizard che permette di 
scegliere il tipo di test che si de- 
sidera effettuare. Selezioniamo 
quello principale (Mairi) e nel 
campo Enter your device no- 
me inseriamo un nome a scel- 
ta per il nostro dispositivo. Clic- 
chiamo, quindi, sul pulsante 
Next. 



Seleziona 
Z i moduli 

Nella finestra Spb 
Benchmark: MainTest pos- 
siamo selezionare i test da 
effettuare sul dispositivo. La- 
sciamoli tutti e proseguiamo 
al passo successivo. Non re- 
sta che cliccare su Next per 
avviare il benchmark. La- 
sciamo il dispositivo all'ope- 
ra fino al termine dei test: 
potrebbe volerci anche mez- 
z'ora per completare il tutto. 



§M Programmi 2 Yil i^f X 




Master 


a 


^ 


il 


sfc 


Registi-, 
vocale 


RSSHub 


Se ree n 
Capture 


L 


© 


m 


SIM Manager 


Skyfire 


Es3 


5. 


# 


" 


Streaming 
Media 


TomTom 
Navigator 


Weather 
Databa.*. 


j| 


- 


Ydu 


H 



Controlla 
i risultati 

Al termine del test, ri- 
colleghiamo il PDA al PC e 
dal computer avviamo il pro- 
gramma Spb Benchmark 
Manager. Selezioniamo W- 
sualize Results e premiamo 
Avanti. A questo punto clic- 
chiamo su Visualize: il pro- 
gramma scaricherà i risulta- 
ti dal PocketPC e aprirà una 
finestra del browser per vi- 
sualizzarli. 



Ih* tMtop PCmno* rf fDir 





IÉ™ 


^^^pF Ben rumarli 


,.^_ 






<péi ■ i i m— 



Un test anche per la grafica 



PER MOLTI MA 
NON PER TUTTI 

Pocket Hack Master 
funziona con Windows 
Mobile, ma per Cover- 
clock non supporta tutti 
i processori. La versione 
usata nelle prove è com- 
patibile con i processori 
Intel XScale (PXA210, 
PXA250, PXA255, 
PXA261,PXA263), Intel 
Bulverde (PXA270, 
PXA271, PXA272, 
PXA273), Samsung 
(S3C2410,S3C2440, 
S3C2410A,S3C2440A, 
S3C2442A,S3C2442B) 
e Texas Instruments 
OMAP 850/1500. 

PROBLEMI 
G0NWM6? 

I dispositivi con l'ultima 
versione di Windows 
Mobile potrebbero ave- 
re problemi col test 
Word di SPB Bench- 
mark. In questo caso il 
test viene completato, 
ma il risultato è incom- 
pleto. Per un risultato 
completo si può anche 
ricorrere al programma 
GAPI Benchmark, scari- 
cabile da www.win 
magazine.it/Iink/200. 

II software non richiede 
installazione: basta co- 
piare l'intera cartella 
nella memoria del PDA 
e avviare l'eseguibile 
posto al suo interno. 



Le prestazioni grafiche sono mol- 
to importanti per il PDA nel caso 
lo si voglia utilizzare anche come 
dispositivo multimediale per ge- 
stire e visualizzare immagini e vi- 
deo. Per testarlo utilizziamo il pro- 
gramma GXMark (www.winma- 
gazine.it/link/204). Dopo averlo 
installato, avviamolo dal menu 
Programmi e clicchiamo su un 
qualsiasi tasto del PocketPC per 
avviare il benchmark. 
I test grafici saranno effettuati in 
pochissimi minuti. Al termine avre- 
mo come risultato un punteggio 
complessivo che potremo con- 
frontare col test effettuato prima 
di overcloccare il processore. In 
questo modo potremo controlla- 
re se l'overclock ha effettivamen- 
te portato benefici o meno. 




PLUSPLUSUI 
ADVANCED 

Per PDA con processori 
Omap, si installa come 
plug-in per la schermata 

[/del PocketPC. 
Permette di modificare 
alcuni parametri del 
sistema come la velocità 

del processore. 

Quanto costa: gratuito 

Sito Internet: 

www.chi-tai.info 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Shazam I Software 



Ascolta una canzone e indovina titolo e autore. Non è 
un quiz televisivo alla Sarabanda, ma il nostro iPhone 

L'uomo gatto? 
No, l'iPhone! 



Spesso, nella nostra collezione di 
MP3, capita di avere brani mu- 
sicali di cui non si conoscono au- 
tore e titolo. La corretta archiviazione 
diventa quindi uriimpresa impossibi- 
le. Ci vorrebbe un sistema in grado di 
restituire le informazioni che cerchia- 



mo semplicemente ascoltando pochi 
secondi della canzone. L'unica solu- 
zione è affidarsi alFiPhone. Grazie ad 
un programma di nome Shazam, il 
melafonino ascolta pochi secondi del 
brano, trasmette lo spezzone registra- 
to sui server del software ed estrapola 



da un database informazioni sul tito- 
lo, Fautore, la biografìa e molto altro 
ancora. L'abbiamo provato registran- 
do dalla TV; dall'autoradio e persino 
dalla filodiffusione di un supermerca- 
to. In tutti i casi, ha sempre azzeccato 
la risposta. 



Scarichiamo 
Shazam 

Connettiamo 

Il'iPhone al Web, 
tramite Wi-Fi o 
UMTS, e apriamo ì'App 
Store. Da qui, nella se- 
zione Cerca, digitiamo 
Shazam e selezionia- 
mo Cerca. Nella pagina 
dei risultati, clicchiamo 
sull'icona corrisponden- 
te per aprire la scher- 
mata con la descrizio- 
ne del programma. Se- 
lezioniamo l'icona Gra- 
tis in alto a destra e clic- 
chiamo Installa. 



( ^--.? j 



M 



Shazam 

Shazam Entertainment., 



Crea momenti, ricorda e storie legati alla musica. 
Con Shazam puoi identificare tracce musicali, 
acquistarle e condividere i tag con i tuoi amici. Puoi 
anche ottenere maggiori informazioni sugli artisti, 
conservare ed arricchire la tua collezione musicale 
e personalizzare i tuoi tag. 

Inizia il tuo viaggio musicale ora, utilizzando 
Shazam: 

* Identifica musica dovunque: che sia alla radio, 
alla Tv", in un film o in un negozio, ti basterà 
indirizzare il tuo iPhone verso la musica e toccare 
n, Tag". 

* Acquista la musica che senti: i tuoi tag si 
collegano direttamente ad iTunes per darti accesso 




Facciamo la 
prima ricerca 

Installato il pro- 
gramma, avvia- 
mo l'applica- 
zione dall'icona nella 
schermata principale. 
Per avviare la ricerca di 
un brano che stiamo 
ascoltando (ad esem- 
pio in auto), assicuria- 
moci che non ci siano 
rumori di fondo, con- 
trolliamo la connessio- 
ne e selezioniamo il ta- 
sto lag (in alto a de- 
stra): Shazam si met- 
terà In ascolto. 





Confronto 
incorso 

Al termine della 
registrazione, 
Shazam tra- 
smette ai suoi server lo 
spezzone di brano regi- 
strato. Subito dopo ci darà 
il risultato della ricerca. In 
caso di esito positivo, si 
aprirà una schermata con 
le informazioni principali 
della canzone e, se di- 
sponibile, la copertina 
dell'album. Per la con- 
nessione Internet con- 
viene comunque disporre 
di una fiat. 



Una 1WINO ■» 



17:12 



Primo piano Life TOf 



! j Dido 

Life for Reni (Bonus Track*. 

1 '^-^JL] Dato di p ubicazione: 30,'TO 9/2003 
12 brani 



A 



1 White Rag (4:00) 

2 5tOf1«d(5:55) 

3 Life for Reni (3:41) 

4 Mary '« in India {3:4 




Tempo 

15 minuti 



Difficoltà 



/O 




Cosa ci 
occorre 



Apple iPhone 

La nostra scelta... 

iPhone 3G 8 GB 
Quanto costa: € 569,00 

Sito Internet: 

www.apple.com/it 



oBQ 



©&■& 



Software di 

riconoscimento 

musicale 

La nostra scelta... 

Shazam 

Quanto costa: Gratuito 

Sito Internet: wwwapple. 
com/it/iphone/appstore 



Acquistiamo 
musica 
su iTunes? 

Assieme alle infor- 
mazioni generali del 
brano ascoltato, Sha- 
zam è in grado di fornire, 
laddove disponibili, la bio- 
grafia dell'autore, la disco- 
grafia, il link di alcuni video su 
YouTube e il collegamento 
diretto su iTunes per ascol- 
tare e comprare il brano ri- 
cercato. Per farlo, clicchiamo 
su Download on iTunes. Dal- 
la pagina che si apre pos- 
siamo ascoltare le antepri- 
me e/o acquistare i brani. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



b 


• 

i 





Parliamo di... I Lopen source diventa mobile 




L'open source 
diventa mobile 



Android e Openmoko daranno filo da torcere a Symbian e Windows 
Mobile? Ecco i loro assi nella manica e i talloni d'Achille 



Da una parte abbiamo un telefoni- 
no. . . e dall'altra pure. Da un lato c'è 
Linux... e dall'altro? Idem! Su uno 
c'è un sistema operativo disposto ad ac- 
cettare modifiche di programmatori in- 
dipendenti. E sull'altro? Pure! Stiamo par- 
lando dello stesso dispositivo? Certo che 
no! Come una bilancia stiamo soppesan- 
do a mano l'HTC GÌ, meglio conosciuto co- 
me "Google Phone", e l'Openmoko Free- 
Runner, che finora ha goduto di minor fa- 
ma. Eppure, come il collega, è destinato a 
cambiare il nostro modo di intendere la 
telefonia mobile. Come? Con Linux, ap- 
punto. 

Cera una volta il "1973" 

Entrambi i telefoni abbracciano la filoso- 
fìa "open source" (codice sorgente aperto), 
un po' come a dire: "poiché oggi telefo- 
niamo tutti, è giusto che chiunque ne ab- 
bia voglia possa mettere mano al proprio 
apparecchio per modificarlo come gli pa- 
re e piace". Ma questa "filosofia" è tutta 
questione di sistema operativo; per renderla 
pragmatica occorrevano quindi impegno, 
coordinamento e manodopera. Detto e 
fatto: nel 2006, la First International Com- 
puter (FIC) annuncia Openmoko, il pri- 
mo sistema operativo mobile "aperto". L'a- 
spirazione è di proporre anche un'archi- 
tettura hardware "open source", ma i pro- 
duttori si rivelano diffidenti e si decide di 
andare avanti con le proprie forze. Così, nel 
2007, nasce Neo 1973, sempre prodotto 
dall'inossidabile FIC, il primo telefonino 
a far uso di Openmoko. Si tratta di un pro- 
dotto dedicato ai programmatori, che pos- 
sono sfruttare gli strumenti di sviluppo 
offerti in dotazione per creare le loro ap- 
plicazioni. L'intento non dichiarato, in- 
fatti, è di costituire una generosa libreria 
di programmi compatibili con Openmo- 
ko, che possa finalmente far esplodere il 
progetto. A inizio del 2008 esce così il te- 



lefono FreeRunner, maggiormente orien- 
tato all'utenza finale. L'accoglienza in real- 
tà è piuttosto tiepida, complice una dis- 
tribuzione non certo capillare del dispo- 
sitivo. 

Arriva l'androide 

Non altrettanto si può dire di Android, 
che fin dal suo annuncio, il 5 Novembre 
2007, gode delle luci della ribalta. Alle sue 
spalle, del resto, c'è il colosso Google, che 
decide di entrare in campo con un siste- 
ma operativo basato su Linux, come Open- 
moko, caratterizzato da una grande sem- 
plicità d'utilizzo e una particolarità mica 
da ridere: Android si adatta, con grande 
facilità, a qualunque dispositivo pronto 
a supportarlo. Ciò significa che una sola in- 
terfaccia è compatibile con un telefoni- 
no touchscreen, un modello con sensore 
di movimento e così via. 
Il "Google Phone" è un telefono da inter- 
pretare su due piani: il primo è quello di 
un dispositivo adatto, come vedremo, a 
tutti. Ma, scendendo in profondità, gli 
strumenti di sviluppo messi sul piatto da 
Google ne consentono la programma- 
zione fin nei minimi dettagli. FreeRun- 
ner, invece, è più orientato agli sviluppa- 
tori che puntano direttamente al sodo, 
senza i fronzoli tipici di un'interfaccia gra- 
fica elaborata. Per verificare quale ap- 
proccio sia il migliore, ci siamo dotati di en- 
trambi i telefoni e li abbiamo messi alla 
frusta. Ecco come si sono comportati! 

Si parte con FreeRunner 

Il FreeRunner non si fa certo notare per 
l'estetica: le dimensioni (120,7 x 62 x 18,5 
mm) sono piuttosto generose, ma la sua do- 
tazione non le giustifica: per carità, è piut- 
tosto ricca, ma ci sono dispositivi che of- 
frono molto di più in quasi metà dello spa- 
zio. La cavità posta in basso dovrebbe ren- 
dere il design più accattivante, ma a dir- 



la tutta sembra piazzata lì alla bell'e me- 
glio. L'accensione è un po' scioccante: al 
di là della lentezza (circa due minuti!) del- 
l'avvio, all'inizio scorrono le istruzioni del 
sistema operativo in modalità testo, per 
poi lasciare spazio a una scarna immagi- 
ne di caricamento. Finalmente si arriva 
al menu principale, pieno zeppo di ico- 
ne grafiche piuttosto esplicative, ciascu- 
na riconducibile a una diversa applica- 
zione: Calculators, Contacts, Dialer, File Ma- 
nager, Gestures e altre ancora. Tutto si ge- 
stisce col display touchscreen, che però 
non è multitouch come Apple ci ha inse- 
gnato ad apprezzare. 




Il Neo 1973, 
prodono da FIC, 
è staio il primo 
telefonino a far uso del 
sistema operativo Openmoko. 



I Win Magazine Febbraio 2009 



Lopen source diventa mobile I Parliamo di. 



Mobile 



HTC GÌ e Openmoko FreeRunner 

Diamo un'occhiata più da vicino ai due telefonini "open source". Ecco nel dettaglio le principali funzioni. 



TELEFONO 



Rete, ricezione, batteria e (un 
altro) orologio, per controllare 
lo stato operativo del telefono 



B 



Basta toccare questa icona 

e trascinare il menu ad essa 

associato per accedere alla 

posta elettronica 



Con questa linguetta virtuale 
si accede all'elenco completo 
delle applicazioni 



Comoda e completa, 
la tastiera QWERTY consente 
di scrivere messaggi di testo 
alla velocità della luce 



EM» 



Molto gradevole e ampio, 

si posiziona ovunque 

sul desktop iniziale 



SCRIVANIA 



Nella schermata principale 

possiamo disporre le icone 

delle nostre applicazioni 

preferite 



TRACKBALL 



Per gli amanti dei BlackBerry, 
e non solo, la "sferetta" 
è un'ottima alternativa 
per spostarsi velocemente 
tra le voci dei menu 



frenre 



Quelle predefinite nella 

schermata iniziale sono 

Dialer, Contacts, Browser 

eMaps 




Del resto si tratta di un telefono concet- 
tualmente più vecchio delllPhone. In real- 
tà anche il semplice touch non è preciso 
come dovrebbe e l'avvio di una qualsiasi 
applicazione è piuttosto lento. Probabil- 
mente il processore ARM9 da 400 MHz 
montato nel dispositivo inizia a sentire il 
peso del tempo e fatica a reggere i soft- 
ware più recenti. La memoria in dotazio- 
ne non aiuta: appena 128 MB di SDRAM 
e 256 MB di NAND Flash. Peccato perché 
a questo apparecchio gli accessori tec- 
nologici non mancano: accelerometro, 
GPS e supporto alla grafica 3D avanzata so- 
no caratteristiche molto appetibili per la 
realizzazione di applicazioni curiose e uti- 
li. Come l'eccellente conversione dello 
sparatutto Duke Nukem 3D, da giocare 
con l'accelerometro: la grafica è detta- 
gliata e fluida e il sistema di controllo piut- 
tosto intuitivo. È solo un esempio: il soft- 
ware di qualità, sebbene non tantissimo, 
non manca; mentre abbiamo qualche 
dubbio sulla "accessibilità" di questi soft- 
ware: sono difficili da installare. Insom- 
ma, l'impressione non è certo negativa, 
ma permane la sensazione che FreeRun- 
ner sia un telefono ancora legato alle sue 



. IME 

E piuttosto ampio (2,84' 
ed è touchscreen, mentre 
l'interfaccia appare 
un po' spartana 



Non ha una precisa funzione 
tecnologica, ma c'è chi lo usa 
per "appendere" il telefonino 



origini di apparecchio dedicato agli svi- 
luppatori. Lo sforzo per diventare un og- 
getto per il mercato di massa è stato mi- 
nimo e forse servirà il supporto di azien- 
de più orientate ai consumatori tradizio- 
nali. Per chi, invece, mastica codice e Li- 



Porta miniUSB, 

collegamento a 

un'antenna GPS esterna 

e pulsante d'accensione 

trovano posto qui a lato 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Q Mobil 



Parliamo di... I L'open source diventa mobile 



nux a colazione, FreeRunner diventa una 
miniera di opportunità per sfruttare le sue 
prelibatezze tecnologiche. 

Uno sguardo al GÌ 

L'HTC GÌ, o "Google Phone", estetica- 
mente è bruttino: i materiali sono eco- 
nomici e, quando si fa scorrere il display 
per rivelare la tastiera QWERTY, sembra 
di avere a che fare con un giocattolo di 
bassa caratura. Il meglio, però, arriva ac- 
cendendo l'apparecchio. Tralasciando 
qualche difficoltà tipica del primo avvio, 
Android si rivela subito intuitivo. Nella 
prima schermata ci sono soltanto le ico- 
ne per accedere alle funzioni telefoniche, 
alla rubrica, al browser e alle mappe, con 
un bell'orologio a sovrastare il tutto. In 
realtà questo spazio funziona un po' come 
il desktop di Windows: vi si possono tra- 
scinare le icone delle applicazioni prefe- 
rite, disponendole come meglio ci aggra- 
da. Scorrendo la schermata, grazie al pre- 
ciso touchscreen, ecco pronto Google, in- 
teso come motore di ricerca. Alzando in- 
vece la linguetta virtuale in basso, com- 
pare il menu con tutte le applicazioni dis- 
ponibili. Sono molte e altre ancora si pos- 
sono scaricare, quasi sempre gratuita- 
mente, dal Market (una sezione molto si- 
mile all'App Store di iPhone, con cui con- 
divide anche una grande semplicità d'u- 
tilizzo). Peccato solo che, al momento, le 
applicazioni "indipendenti", siano piut- 
tosto scarse per quantità e qualità. Le fun- 
zioni in dotazione, comunque, bastano e 
avanzano per divertirsi alla grande: la fo- 
tocamera è da 3,2 megapixel, il browser è 
molto rapido nei caricamenti, il programma 
di posta elettronica è completo e intuiti- 
vo. Non molto convincente, invece, il com- 
parto audio: il sonoro è poco definito e se 



CARATTERISTICHE A CONFRONTO 

FreeRunner e Google Phone uno contro l'altro, punto su punto! 




PRODUTTORE 


FIC 


HTC 


SISTEMA OPERATIVO 


Openmoko 


Android 


PROCESSORE 


ARM9 400MHz 


QualcommMSM7201A528MHz 


MEMORIA 


128 MB SDRAM, 256 MB NAND Flash 


256 MB ROM, 192 MB RAM 


SCHERMO 


2,84" 


3,2" 


TASTIERA 


virtuale 


hardware (QWERTY) 


GPS 


AGPS 


triangolazione telefonica 


WI-FI 


802.11 b/g 


802.11 b/g 


BLUETOOTH 


ver. 2.0 


ver. 2.0 + EDR 


FOTOCAMERA 


No 


3,2 Megapixel 


DIMENSIONI 


120,7 x 62 x 18,5 mm 


1177 x 55,7 x 171 mm 


PESO 


133 grammi 


158 grammi 


SITO INTERNET 


www.openmoko.com 


www.htc.com 


QUANTO COSTA 


329,00 


n.d. 



questo non si nota molto con le telefona- 
te, altrettanto non si può dire con la ri- 
produzione di brani musicali. L'impres- 
sione, comunque, è che si tratti di un di- 
fetto di gioventù: allo stato attuale, il Goo- 
gle Phone è un discreto telefono, con un 
sistema operativo intuitivo e in continuo 
miglioramento. Aggiungiamo la comple- 
ta tastiera QWERTY, l'autonomia che su- 



Minacce all'orizzonte? 



Fa quasi sorridere, eppure pare 
che la minaccia principale per 
FreeRunner e GÌ sia... iPhone! 
Ebbene sì: il mondo "open sour- 
ce" potrebbe dover fare i conti 
con la politica assolutamente 
chiusa di Apple, che ultimamente, 
però, sembra essersi ammorbi- 
dita. La rivoluzione dell'azienda 
di Steve |obs consiste nell'aver for- 
nito agli sviluppatori gli strumenti 
utili per realizzare velocemente 
e facilmente applicazioni da ven- 
dere poi su App Store, il nego- 
zio on-line accessibile sia da iTu- 
nes sia daH'iPhone. Di fatto, dun- 



que, il telefono Apple è diven- 
tato più "aperto", sebbene è er- 
rato parlare in questo caso di 
"open source". Apple, infatti, ha 
il pieno controllo sui software 
distribuiti e richiede una per- 
centuale sugli introiti derivanti 
dalla loro vendita. In più, gli stru- 
menti di sviluppo sono a paga- 
mento, anche se la cifra, di circa 
80 euro, è assolutamente so- 
stenibile da buona parte dei pro- 
grammatori. Questi limiti non 
hanno comunque impedito ad 
App Store di far superare al suo 
catalogo i 10.000 titoli, tuttora in 



rapida espansione. Non man- 
cano casi di sviluppatori indi- 
pendenti arricchitisi con appli- 
cazioni come Ocarina (http://oca- 
rina.smule.com), un software 
che trasforma iPhone in uno stru- 
mento a fiato; e Cro-Mag Rally 
(www.pangeasoft.net/iphone/ 
cromag/index. html), simpatico 
gioco di corse. Dunque, se ora il 
successo di un telefonino pas- 
sa per le sue applicazioni, sia 
FreeRunner sia Google Phone 
dovranno stare bene attenti a 
non addentare qualche "mela" 
avvelenata! 



pera le cinque ore in chiamata e la track- 
ball in stile BlackBerry e abbiamo un dis- 
positivo apprezzabile, il cui successo di- 
penderà molto dal prezzo di lancio (al mo- 
mento in cui scriviamo, quello europeo 
non è ancora noto). 

E in conclusione? 

Sulla base delle nostre prove, sia Free- 
Runner sia Google Phone si rivelano due 
discreti telefoni, le cui prestazioni sono 
un po' inficiate da una certa economicità 
costruttiva e da sistemi operativi (in par- 
ticolare Openmoko) da perfezionare. 
Considerazioni su apparecchi e costi a 
parte, le applicazioni giocheranno un ruo- 
lo essenziale sulla fortuna dei due pro- 
getti. Al momento pare che Android go- 
drà di un supporto migliore, anche alla 
luce di futuri accordi con alcuni "big" del 
settore; mentre Openmoko sembra es- 
sersi ritagliato una nicchia di irriducibili 
che ne garantirà il sostentamento, ma che 
difficilmente permetterà sviluppi rivolu- 
zionari. Insomma, l'open source è una fi- 
losofìa sicuramente positiva, ma con un piz- 
zico di organizzazione "capitalistica" (ve- 
di Android) si va avanti meglio. . . 



IWin Ma gazi ne Febbraio 2009 



Resco Explorer 2008 I Software 



Mobile 



Dai un'altra possibilità ai file che cancelli dal tuo PDA. 
Ecco come spostarli in una speciale "cartella spazzatura" 

Il cestino su 
Windows Mobile 



Windows Mobile eredita mol- 
te funzioni dalla versione 
desktop del sistema opera- 
tivo di casa Microsoft. La più im- 
portante, però, quella relativa al ce- 
stino, non è presente. Il sistema in- 
fatti elimina i file direttamente, sen- 



za darci la possibilità di recuperar- 
li. Cosa succede dunque se cancel- 
liamo per sbaglio un documento 
importante? Lo perdiamo per sem- 
pre! Ma niente paura, per preveni- 
re cancellazioni indesiderate e fu- 
ribonde imprecazioni, possiamo 



installare nel PDA il programma 
Resco Explorer 2008 che, al pari del 
cestino di Windows, permette di re- 
cuperare i file eliminati. Ecco un'ot- 
tima soluzione per non urlare in 
continuazione: "Mamma, ho per- 
so il file!". 



Select the component you want to instali, and ciear the componenti: you do not want to instali. 

Description 



H- Resco Explorer 2008 (Italian) 

Fiegistry Add-in for Resco Explorer 
FTPAdd-in fiir Resco Explorer 
Resco Today Plugin 

Q-0 Desktop Shell Extensions 
Cryptographic Extension 
SendTo Extension 



Space Required on Device: 
Space Required on Desktop PC: 

Resco Instali Wizard 



Questa componente 
comprende un potente gestore 
di file, cpn supporto degli 
archivi ZIP, della crittografia e 
della gestione del registro. 
Tutto per Windows Mobile 
Pocket PC. 



2115K 
193 K 



[Web Page... 



Buy Now... 



Installiamo Resco Explorer 2008 

Copiamo il file rescoexplorer_p.exe dalla sezione Mobi- 

1/e del Win CD/DVD-Rom sul desktop del PC. Sincronizzia- 
mo il PDA con ActiveSync (o Centro gestione dispositivi 

Windows Mobile se abbiamo Windows Vista) e facciamo dop- 
pio clic sul file appena copiato per avviarne l'installazione. Scegliamo 
la lingua italiana e completiamo la procedura. 



Effettuiamo 
un pronto 
recupero 

Dalla directory 

3 radice selezio- 
niamo il cesti- 
no (Recycle Bini All'in- 
terno selezioniamo il fi- 
le da recuperare (can- 
cellato al Passo 2) tap- 
pandoci sopra per un 
paio di secondi. Dal me- 
nu a tendina selezio- 
niamo Restore. Tornia- 
mo nella directory in cui 
si trovava il file: è "ma- 
gicamente" riapparso. 



Cancelliamo 
un file 

Avviamo Re- 
sco File Ex- 
plorer portan- 
doci in Start Menu/ 
Programmi. Facciamo 
qualche prova: elimi- 
niamo un file da una 
directory a scelta. Per 
farlo basta tappare sul 
file per un paio di se- 
condi fino a quando 
non compare il menu 
a tendina. Selezionia- 
mo Delete e nella fi- 
nestra di conferma tap- 
piamo nuovamente 
su Delete. 



»l*hrc 




•J»h-rc" 


-L 


B^9-lfci.r^i*Ji « ■ ^W^É^/ r kiL^i 


| ReeycteB*! 


■M 35K 




^j^^^^^^m^ 


■ Q Photo 

Isr 


Move To 
Cut 


Delete 


Properties 




B35fc/80kml/3frl« 


l@ofò<s 


xm-x 




hM^fl 




Svuotare il 
bidone della 
spazzatura 

Portiamoci nel 

4Recycle Bin, 
selezioniamo 
la voce Menu che tro- 
viamo in basso a de- 
stra nel nostro display 
e clicchiamo su Empty 
Recycle Bin. Per eli- 
minare definitivamente 
tutti i file presenti al- 
l'interno del cestino 
non resta che sele- 
zionare la voce Si nel- 
la finestra successiva. 



Tempo 

10 minuti 



Difficoltà 

Bassa 



/O 



g.. 




Cosa ci 
occorre 



PDA Windows 
Mobile 

La nostra scelta... 

HTC P3600 

Quanto costa: € 499,00 

Sito Internet: 

www.europe.htc.com 

Cestino per PDA 

La nostra scelta... 

Resco Explorer 2008 
Quanto costa: € 21,41 
Sito Internet: 

www.resco.net 




DISATTIVARE 
IL CESTINO 

Portiamoci su Menu, 
Options e Add-lns. Nel- 
la nuova finestra clic- 
chiamo la scheda Recy- 
cle Bin e spuntiamo la 
casella Do not move fi- 
les to Recyble Bin. 

TEMI? SI, GRAZIE! 

È possibile cambiare 
aspetto a Resco Explo- 
rer. Come? Dalla sezio- 
ne Skin del Menu/Op- 
tions/Customize. 

LE DIMENSIONI 
CONTANO 

Il cestino di Resco Ex- 
plorer 2008 occupa, in 
maniera predefinita, il 
10% dell'intero spazio 
di Storage. Superato 
questo limite i file co- 
minceranno ad essere 
eliminati direttamente, 
senza passare più per il 
cestino. Per evitare che 
ciò accada, aumentia- 
mo lo spazio dedicato 
da Menu/Options/ 
Add-Ins/Recycle Bin. 



Win Magazine Febbraio 2009 1 



Mobil 



Software I Kars subbie Level.Net 1.6 



A bolla o laser? Macché! La giusta pendenza di mensole 
e quadri la trovi col telefonino. Magia dell accelerometro! 

Usa il PDA 

come livella 



LM accelerometro (o sensore di mo- 
vimento) integrato nei nuovi 
■ telefonini, offre numerose pos- 
sibilità dal punto di vista dello svi- 
luppo software, poiché consente di 
rilevare l'inclinazione del dispositivo 
rispetto ai tre assi dello spazio. Sfrut- 



tando tale tecnologia è possibile tra- 
sformare il PocketPC persino in livel- 
la, per conoscere l'inclinazione di un 
oggetto o posizionare correttamente 
un piano. Da oggi, per appendere un 
quadro alla parete non avremo più 
bisogno del supporto di moglie e fi- 



gli. Basta installare sul nostro HTC 
Diamond il programma Bubble Le- 
vel.Net ed il gioco è fatto! Le furibon- 
de litigate per aver trasformato casa 
in una gniviera e lo stress del "più su. . . 
più giù. . . alza a destra. . . abbassa a si- 
nistra" sarà solo un brutto ricordo. 



gS i Esplora file 


* T « x 


| WinMagazine ▼ 


Nome ▼ 


I^J wasserwaage- . . . 


28/11/08 563 K 






Installiamo il programma 

Copiamo nella memoria dell'HTC Diamond il file was- 

Iserwaage-net-en-demo.XScale 2003 (4K) v4.20.CAB. 
Dal PDA andiamo in Start/ Programmi e selezioniamo 
Esplora file. Andiamo nella cartella in cui abbiamo salvato il CAB 
e clicchiamoci sopra col pennino per installarlo nel PocketPC. 



Configuriamo 
il sensore " 

Avviato il pro- 

3gramma, an- 
diamo in Me- 
nu/Settings e clicchia- 
mo su Common. Da 
questa finestra abbia- 
mo la possibilità di con- 
figurare il sensore del 
PocketPC e impostare 
un segnale d'avviso 
quando si ottiene 
l'inclinazione deside- 
rata. Dopo averlo fatto, 
clicchiamo sul pulsan- 
te OK per tornare alla fi- 
nestra principale. 



a t * ok 



Sound at adjustment: 

®ontofj] 4 5° 

Oleft 

O round Q no sound 



Q Use 'Gyrometer" 



Calibratimi: 



X:3S 





a 


▼ 




Auto 


Y:39 





*. 


▼ 


Nuli 


1° = 5.5 steps; 


360° = 200 


Os 


teps 


45°=-2° 





A 


▼ 




Àuto 



Sensor: ready 



La nostra livella è pronta 

Andiamo in Start/Programmi: troveremo una cartella chia- 
mata Kaisofi. Clicchiamoci sopra per accedere al suo con- 
tenuto. Entriamo nella sottocartella Demo e poi facciamo 
clic sull'icona Bubble Leve/, per avviare il programma in versione di 
prova (completamente funzionante per un periodo di 7 giorni). 

Perfetta 
inclinazione 

Ora possiamo 

4 utilizzare il no- 
stro HTC Dia- 
mond come una vera e 
propria livella. L'interfaccia 
mostra l'inclinazione del 
PDA rispetto ai 3 assi 
principali. Per posizio- 
nare in modo perfet- 
tamente verticale un 
quadro ad una parete, 
sarà sufficiente pog- 
giare un lato del 
PocketPC alla cornice e 
regolare l'inclinazione 
osservando il display. 




Tempo 

20 minuti 



O 



Difficoltà 

Media 



IL SOFTWARE/ 
LO TROVI SUL I 

ÉfCD£fDVD\ 

Kai's Bubble Level.Net 1.6 è 
presente nella sezione Mobile 




PDA con sensore 
di movimento 

La nostra scelta... 

HTC Touch Diamond 
Quanto costa: €529,00 

Sito Internet: 

www.europe.htc.com 

Programma per 
trasformare il 
PDA in livella 

La nostra scelta... 

Kai's Bubble Level.Net 1.6 

Quanto costa: € 8,50 

Sito Internet: 

www.pocketkai.net 




«LIVELLA... 
CHE BELLEZZA! 

Esistono altri softwa- 
re per usare il telefo- 
nino come livella. Per 
HTC Diamond si può 
usare il software gra- 
tuito BubbleLevel 
(www.winmagazine.it 
/link/185): meno 
gradevole grafica- 
mente, rispetto al 
software commercia- 
le Kai's Bubble Le- 
vel.Net 1.6, ma ugual- 
mente funzionale. Se 
abbiamo invece un 
telefonino Nokia o 
SonyEricsson con ac- 
celerometro, possia- 
mo usare il software 
Pocket Inclinometer 
(http://dpsoftware 
.org), un'applicazione 
Java installabile sui 
modelli dotati di li- 
brerie JSR-226 (per la 
grafica vettoriale) e 
JSR-256 (per gestire 
l'accelerometro). 



I Win Magazine Febbraio 2009